Come Scrivere una Tesina di Ricerca

La tesina di ricerca è una parte essenziale degli studi accademici. Alla maggior parte degli studenti ne verrà assegnata almeno una al liceo e parecchie all'università, a prescindere dal corso di laurea. Per un aiuto, segui questi passaggi.

Passaggi

  1. 1
    Scegli un argomento che ti interessa. Più entusiasmo ci metti, più la tesina sarà semplice da scrivere.
    • Ti verrà assegnato un argomento, o una lista di argomenti tra i quali potrai scegliere. Se nessuno tra questi ti entusiasma particolarmente, scegline uno che rientri in quelli che avete già studiato in modo da far procedere il lavoro rapidamente.
  2. 2
    Identifica l'obiettivo della tesina. In generale, ci sono due tipi di tesina di ricerca:
    • Una ricerca argomentativa prende una posizione in un argomento controverso e difende un punto di vista. La questione dovrebbe avere un argomento di replica logico.
    • Una tesina di ricerca analitica offre un nuovo punto di vista su una questione importante. Il soggetto potrebbe non essere controverso, ma devi convincere il pubblico che le tue idee siano valide.
  3. 3
    Trova delle fonti affidabili. Idealmente, dovresti usare diverse fonti, inclusi i siti web, libri, riviste accademiche o giornalistiche, e interviste degli esperti. Realisticamente, però, la gran parte delle tue fonti le troverai online. Cerca siti web credibili con un dominio in .edu o .gov. Usa il dominio .com solo se l'indirizzo ha una reputazione di eccellenza.
    • Se la credibilità accademica della fonte potrebbe essere messa in discussione, non usarla.
    • Appuntati numeri di pagina, URL, e passaggi da citare in modo da poter citare correttamente le tue fonti.
  4. 4
    Scrivi un enunciato coerente e basato sull'obiettivo della tesina di ricerca. Un enunciato riassume il fulcro della tesina affermandolo e poi elencando i punti che lo confermano. A questo punto del processo, dovresti solo scrivere tale enunciato perché potrebbe cambiare nel corso della ricerca.
    • L'enunciato deve essere quasi sempre presentato in modo corretto (in parole semplici: “questo e questo è vero in quanto x, y e z”). Se non indicato specificatamente, evitare di indebolire la frase dicendo: “Credo”, “Penso”, “alcuni credono” ecc. (dopotutto, lo scopo della tesina è provare che la tesi è corretta).
    • Se il tuo compito è quello di scrivere una tesina di ricerca argomentativa l'enunciato dovrebbe esprimere la tua posizione in materia e offrire alcuni punti principali che indichino perché la tua ricerca sostiene quella posizione.
    • Se il tuo compito è di scrivere una tesina di ricerca analitica parti da un “interrogativo” di ricerca. La risposta a questo interrogativo diventerà la tua tesi più avanti. Per esempio, se il tuo argomento si basa sul libro “Il buio oltre la siepe”, il tuo interrogativo di ricerca potrebbe essere “ Che ruolo ha l'onore ne Il Buio Oltre La Siepe?”
  5. 5
    Trova e struttura il nocciolo del testo. Il nocciolo del testo (che più tardi prenderà corpo nei paragrafi centrali) è dove tutte le prove vengono raccolte e analizzate. Se ti torna utile, scrivilo in una traccia come promemoria fino a quando non avrai ben capito che direzione dare al lavoro.
    • Un buon modo per iniziare a lavorare è di mettere su carta le tue ipotesi in modo che dicano una storia – ossia, prima le informazioni introduttive, poi l'elaborazione e l'analisi dettagliata, le ipotesi (apparentemente) opposte e infine le informazioni che smentiscono le ipotesi opposte e riaffermano l'idea centrale. In seguito, puoi riscrivere tutto aggiungendo descrizioni e connessioni.
    • È sempre una buona idea presentare un'ipotesi che sembri contraddire l'idea centrale. Descriverla e smontarla renderà più forte la tua ipotesi.
    • Fai attenzione che le ipotesi che hai raccolto non ti portino ad una conclusione diversa da quella che avevi previsto.. Se succede, adotta la nuova conclusione e sii grato perché la tua tesina è diventata più logica.
  6. 6
    Scrivi i paragrafi centrali. Questi si basano sul nocciolo della tesina e dovrebbero essere ampiamente sviluppati. Se non lo hai già fatto, dividi quello che hai scritto in paragrafi. Anche se di solito i paragrafi centrali vengono già divisi dall'argomento, ricordati che quelli più lunghi andranno spezzati per il bene del lettore; cerca punti in cui puoi separarli senza influire sulla scorrevolezza del testo.
    • Assicurati di introdurre i nuovi argomenti con delle frasi chiave che facciano capire al lettore che cosa affronterai subito dopo. La frase chiave è nella prima riga del paragrafo, ma non è necessario che ogni paragrafo ne abbia una (in quanto alcuni argomenti si dilungano in più paragrafi).
    • La maggior parte del paragrafo dovrebbe presentare, elaborare ed interpretare l'informazione che hai raccolto prima di concludere con una estrapolazione o conclusione.
  7. 7
    Scrivi la conclusione. Ora che hai lavorato con cura sulla tua ipotesi, scrivi una conclusione che riassuma brevemente le tue scoperte per il lettore e chiuda il discorso. Inizia riproponendo l'enunciato principale, poi ricorda al lettore i vari punti di cui hai discusso nel testo. Amplia l'argomento mentre scrivi, terminando con una nota generica che enfatizzi delle implicazioni più grandi nelle tue scoperte.
    • Lo scopo della conclusione, in poche parole, è di rispondere alla domanda, “ E Quindi?”. Assicurati che il lettore abbia la sensazione di avere ottenuto qualcosa.
    • È una buona idea scrivere la conclusione prima dell'introduzione per diverse ragioni. Prima di tutto, la conclusione è facile da scrivere quando l'idea è ancora fresca nella memoria. In più, è meglio usare un linguaggio più curato nella conclusione e poi parafrasare le stesse idee in modo più generico nell'introduzione, non il contrario; in questo modo lascerai un'impressione più forte nel lettore.
  8. 8
    Scrivere l'introduzione. L'introduzione è, sotto molti aspetti, la conclusione scritta al contrario: si parte generalmente introducendo un argomento più ampio, per poi orientare il lettore nell'area in cui ti sei concentrato, e infine proporre la tesi centrale. Evita di usare le stesse frasi che hai messo nella conclusione.
  9. 9
    Rivedi la tua tesi centrale. Ora che hai esaminato ed elaborato tutte le informazioni, riscrivi la tua tesi centrale in modo che rifletta al meglio le tue scoperte.
  10. 10
    Revisiona il testo e sviluppa la bozza finale. Rileggilo almeno due o tre volte. Assicurati che tutte le tue affermazioni siano confermate dalle fonti, di avere un filo conduttore fra i vari punti e che non hai dimenticato nessun dettaglio. Infine, controlla errori grammaticali, di ortografia o punteggiatura.
  11. 11
    Aggiungi una bibliografia. Questa pagina includerà tutte le fonti citate nella tua tesina. Se hai Microsoft Word, puoi generarla automaticamente.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Ricerca & Perfezionamento

In altre lingue:

English: Write a Research Paper, Español: escribir un trabajo de investigación, Português: Escrever uma Pesquisa, Deutsch: Eine wissenschaftliche Arbeit schreiben, Русский: написать научно–исследовательскую работу, Français: écrire un rapport de recherche, 中文: 写一篇研究论文, Čeština: Jak napsat výzkumnou práci, Bahasa Indonesia: Menulis Naskah Penelitian, Nederlands: Een onderzoeksverslag schrijven, ไทย: เขียนรายงานวิจัย, العربية: كتابة الورقة البحثية, हिन्दी: एक शोधपत्र (Research Paper) लिखें, Tiếng Việt: Viết một bài nghiên cứu, 한국어: 리포트 쓰는 방법, 日本語: 研究論文を書く

Questa pagina è stata letta 6 639 volte.

Hai trovato utile questo articolo?