Le prugne secche sono un alimento sano e nutriente che è possibile abbinare a ogni pasto. Seccarle a casa può richiedere un po' di tempo. Puoi disidratarle in forno o in un essiccatore, e una volta pronte dovrai conservarle in modo appropriato. Al momento dell'uso, avrai solo l'imbarazzo della scelta: il gusto delle prugne secche è infatti indicato per insaporire diverse pietanze.

Metodo 1 di 3:
Usare il Forno

  1. 1
    Rimuovi i noccioli dalle prugne dopo averle tagliate a metà. Dividile in due parti uguali utilizzando un piccolo coltello affilato. Separa le due metà con le mani, quindi rimuovi il nocciolo e gettalo via.[1]
    • È importante utilizzare un coltello piccolo e facilmente maneggevole. Un coltello grosso non è appropriato per tagliare le prugne.
  2. 2
    Disponile a contatto diretto con la griglia del forno. Non metterle su una teglia, perché durante il processo espelleranno un'ampia quantità di liquidi appiccicosi che le farebbero attaccare al metallo. La scelta migliore è appoggiarle direttamente sulla griglia. Assicurati di disporle in modo uniforme, lasciando un po' di spazio tra l'una e l'altra. Se dovessero toccarsi, il processo di disidratazione potrebbe risultare compromesso.[2]
    • Dato che i liquidi rilasciati durante la cottura potrebbero sporcare il fondo del forno, aggiungi una qualche forma di protezione. Se il tuo forno è di tipo elettrico, puoi usare un foglio di carta stagnola disposto sul fondo; anche in questo caso, controllalo di tanto in tanto per essere certo che non si sciolga.[3] In alternativa, puoi usare la stagnola per rivestire una teglia da posizionare sotto alle prugne.
  3. 3
    Inforna le prugne a 100 °C. Dovresti impostare il forno alla temperatura più bassa possibile: per molti forni il limite minimo è proprio 100 °C. Se il tuo ha delle impostazioni differenti, usa semplicemente il minor livello di calore disponibile.[4]
    • Ricorda di inserire la griglia nel forno molto lentamente per non rischiare di modificare la posizione delle prugne.[5]
  4. 4
    Controlla ogni due ore. Dovrai girare le prugne a intervalli regolari fino a quando non si saranno seccate in modo uniforme, verificando di volta in volta che il processo progredisca in modo corretto. Le prugne dovranno rimanere leggermente morbide e succose, ma al contempo diventare rugose e di colore scuro.[6]
    • Il risultato dipende anche dalle tue preferenze. Alcuni prediligono le prugne ben secche mentre altri amano che rimangano succose. Non togliere le prugne dal forno fino a quando non hanno raggiunto la consistenza che desideri.
  5. 5
    Lasciale cuocere per circa 8 ore. Generalmente, questo è il tempo necessario per ottenere delle prugne secche deliziose, ma è importante non perderle di vista e controllarle più volte durante il processo di cottura. In alcuni casi potrebbero essere pronte anche prima, mentre in altri potresti doverle lasciare in forno un po' più a lungo.[7]
    • È probabile che non tutte le prugne siano pronte nello stesso momento. Rimuovile singolarmente dal forno mano a mano che ti sembrano secche.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Usare un Essiccatore

  1. 1
    Rimuovi i noccioli dalle prugne dopo averle tagliate a metà. Dapprima rimuovi il picciolo, quindi dividile in due parti uguali utilizzando un piccolo coltello affilato.[8] [9]
    • Separa le due metà con le mani, rimuovi il nocciolo e gettalo via.
    • L'ideale è usare uno spelucchino, ma in alternativa puoi usare anche un comune coltello piccolo – a patto che sia ben affilato. Ciò che devi evitare è di utilizzare un coltello grande; le prugne sono un frutto di piccole dimensioni, quindi devi essere sicuro di riuscire a mantenere il controllo della lama mentre la fai scorrere intorno al nocciolo.
  2. 2
    Disponi le prugne sul vassoio dell'essiccatore. In questo caso puoi metterle l'una accanto all'altra per evitare di dover ripetere il processo più volte.[10] Posizionale vicine, ma senza che si tocchino, per consentire all'aria di circolare e seccare le prugne in modo appropriato.[11]
  3. 3
    Inforna il vassoio. Utilizzando un essiccatore di tipo classico, dovrai disidratare le prugne a una temperatura di 45 °C. Se invece possiedi un essiccatore Excalibur, è meglio iniziare a 65 °C.[12] [13]
    • Controlla che l'essiccatore abbia raggiunto la temperatura corretta prima di inserire le prugne.
    • Ricorda di inserire il vassoio molto lentamente per non rischiare di modificare la posizione delle prugne.
  4. 4
    Controlla le prugne ogni 4-6 ore. A metà cottura, dovrai capovolgerle per completare il processo di disidratazione. Controlla ogni 4-6 ore circa per vedere se è giunto il momento di girarle.[14]
    • Le prugne sono pronte per essere girate quando il lato superiore è molto secco. A questo punto, dovrebbero staccarsi facilmente dal vassoio.
    • Se la parte superiore è ancora umida e quella inferiore non si stacca facilmente dal vassoio, lasciale seccare ancora prima di capovolgerle.
  5. 5
    Da quando arriva il momento di togliere le prime prugne dal forno, controlla le altre ogni 2 ore. Dato che non saranno pronte tutte insieme, devi controllarle una a una per vedere se hanno perso tutta l'umidità. A quel punto, devi rimuoverle dall'essiccatore. Da quando le prime prugne sono pronte, verifica il grado di cottura delle altre ogni 2 ore.[15]
  6. 6
    Lascia seccare le prugne per 14 ore. Per disidratarsi completamente, avranno bisogno di circa 14 ore. In base alla qualità delle prugne potrebbero tuttavia metterci anche di meno (o a volte di più). Per questa ragione è importante non perderle completamente di vista durante il processo di essiccazione. Una volta pronte, avranno assunto un colore scuro e un aspetto rugoso, simile a quello dell'uva passa.[16]
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Conservare e Mangiare le Prugne Secche

  1. 1
    Conservale in modo appropriato. Le prugne secche vanno riposte in un contenitore ermetico. Puoi anche usare un sacchetto di plastica resistente.[17]
    • Tienile in un luogo asciutto, al riparo dalla luce.
    • Puoi conservare le prugne nella dispensa, in frigorifero o nel congelatore.
  2. 2
    Gettale se si sono deteriorate. La durata delle prugne secche dipende dal metodo di conservazione. Prendi nota delle seguenti indicazioni per essere certo di non mangiare delle prugne avariate.[18]
    • Se le conservi nella dispensa o in frigorifero, devi mangiarle entro 6-12 mesi.
    • Il congelatore può prolungarne la durata. Se le conservi nel freezer, devi mangiarle entro 12-18 mesi.
  3. 3
    Aggiungile a una farcitura. Le prugne secche sono ottime per insaporire la farcitura di polli o tacchini, per esempio come fanno negli Stati Uniti per il giorno del Ringraziamento. Aggiungile nel momento in cui prepari il soffritto in padella, insieme a cipolla e sedano. Cuocile con il resto degli ingredienti per qualche minuto, quindi rimuovi la pentola dal calore.[19]
    • Le prugne sono in grado di donare una leggera nota dolce a qualunque ripieno, creando un piacevole contrasto con gli ingredienti salati.
  4. 4
    Servile farcite al momento dell'aperitivo. Puoi riempirle con un formaggio saporito e cremoso per creare uno stuzzichino dal gusto dolce-salato. Tutto quello che devi fare è tagliarle al centro e farcirle a tuo piacimento.[20]
    • Le prugne farcite sono indicate anche per una cena o un aperitivo elegante.
  5. 5
    Usale per decorare il brasato. Le prugne creano un connubio perfetto con la carne di manzo. In generale, puoi aggiungerle in pentola a metà cottura insieme alle altre guarnizioni. In ogni caso è consigliabile fare riferimento alla tua ricetta specifica per essere certo che sia un abbinamento adatto.[21]
    Pubblicità

Consigli

  • Puoi usare le prugne secche anche come ingrediente di uno stufato o di un fondo bruno. Grazie al loro gusto intenso si abbinano perfettamente alla carne di manzo.
  • Se vuoi accostarle alla carne di maiale o di pollo, puoi optare per una preparazione dalle note dolci aggiungendo una riduzione di succo di mele o di arance.

Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 23 707 volte
Categorie: Frutta & Verdura
Questa pagina è stata letta 23 707 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità