Come Seguire il Tuo Intuito

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Intuire vuol dire "sapere" qualcosa senza però riuscire a dare una spiegazione razionale su come si sia giunti a tale conclusione.[1] Si tratta di una sensazione strana che nasce visceralmente e che, col senno di poi, si rivela giusta. Quando ci si ritrova di fronte a un bivio dopo aver escluso varie alternative, il proprio intuito può venire in aiuto. Hai la possibilità di migliorare questo dono usando degli appositi esercizi, imparando a riconoscere quali sono le situazioni richiedono una certa dose di sesto senso e individuando il modo in cui il tuo istinto funziona.

Parte 1 di 3:
Sviluppare il proprio Intuito Personale

  1. 1
    Scrivi quello che provi. Un diario è un ottimo modo per entrare in contatto con i tuoi sentimenti e sbloccare la tua parte istintiva. Metti nero su bianco tutto quello che senti e pensi senza preoccuparti di razionalizzarlo o temere di essere giudicato dalla tua voce interiore. Seguendo il flusso di coscienza o annotando semplicemente la prima parola o il primo pensiero che ti viene in mente, potrai diventare più consapevole di quello che accade nel tuo inconscio.[2]
    Consiglio dell'Esperto
    Chad Herst, CPCC

    Chad Herst, CPCC

    Istruttore di Mindfulness
    Chad Herst lavora come Coach Esecutivo presso l'Herst Wellner, un centro benessere con sede a San Francisco focalizzato sul Coaching di Mente e Corpo. Lavora nello spazio benessere da oltre 25 anni, inoltre ha esperienza come insegnante di yoga, agopuntore ed erborista.
    Chad Herst, CPCC
    Chad Herst, CPCC
    Istruttore di Mindfulness

    Trascorri un po' di tempo imparando dove si trovano i punti di forza del tuo intuito. Chad Herst, life coach, afferma: "È solo attraverso prove ed errori che impariamo in cosa siamo intuitivamente bravi e in cosa non lo siamo. Nel caso di ciò in cui non sei bravo, puoi imparare a fare affidamento su altre persone di cui ti fidi". "

  2. 2
    Medita. La meditazione permette di entrare in sintonia con i segnali inviati dal proprio corpo. Prova alcune tecniche di meditazione basilari in modo da acquisire una maggiore consapevolezza del tuo stato fisico.[3]
    • Trova un posto tranquillo e confortevole in cui meditare, lontano da preoccupazioni e distrazioni.
    • Siediti comodamente, chiudi gli occhi e concentrati sulle sensazioni che avverti mentre respiri. Se la mente va altrove, riporta delicatamente la tua attenzione sul respiro.
    • Prova a fare una "scansione del corpo". Sdraiati, chiudi gli occhi e concentrati mentalmente su ogni parte, partendo dalle dita dei piedi e arrivando fino alla cima della testa. Presta attenzione a ogni più piccola sensazione fisica che avverti e cerca di rilassare i muscoli tesi. Quando hai finito, concentrati su tutto il corpo per qualche minuto. Prenditi qualche altro minuto per concentrarti sulla respirazione.
    Consiglio dell'Esperto
    Adrian Klaphaak, CPCC
    Adrian Klaphaak, CPCC
    Coach per la Carriera

    Il nostro esperto concorda: se vuoi entrare in contatto con il tuo intuito devi abbandonare la pianificazione, il pensiero e il fare. Concentrati invece sull'essere ricettivo. Lascia andare il tuo attaccamento a programmi e risultati. Quando stai cercando di capire tutto e fare tutto a una velocità incredibile, è quasi impossibile essere abbastanza aperto da ascoltare la tua guida interiore intuitiva".

  3. 3
    Distraiti. Anche se ti sembrerà assurdo, le distrazioni possono effettivamente aiutarti a decidere. Il cervello elabora le informazioni in maniera inconscia anche se non ci pensi e non ti concentri attivamente su di esse. Se hai difficoltà a prendere una decisione, dedicati per un po' a qualcos'altro. Quindi, ritorna sul problema e segui la decisione che ti sembra più "giusta".[4]
  4. 4
    Dormici su. Il sonno è importante per riposare e riparare il corpo e la mente. Ci aiuta anche a elaborare le informazioni che riceviamo durante il giorno. Se fai fatica a prendere una decisione, prova a metterla da parte e dormire un po'. Una volta sveglio, potresti scoprire che il tuo intuito ti ha condotto a una scelta.[5]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Sapere quando Usare il proprio Intuito

  1. 1
    Usa le tue conoscenze e il buon senso. Se ti trovi in una situazione che non conosci, stai cercando di risolvere un problema spinoso o devi prendere una decisione importante, fai qualche ricerca o chiedi consiglio prima di affidarti al tuo intuito. Funzionerà meglio se lo combini con nozioni pratiche, aspettative ragionevoli e un'idea più chiara delle possibilità che hai disposizione.
  2. 2
    Segui il tuo intuito nelle situazioni che conosci. Il cervello è bravo a riconoscere gli schemi. Ci consente di giungere rapidamente a una decisione, senza pensarci troppo. Probabilmente lo hai usato mentre guidi o vai in bicicletta. Una volta che hai acquisito una certa pratica (tenere un discorso, suonare uno strumento musicale o praticare uno sport), prova a lasciarti andare e seguire il tuo intuito invece di affidarti a degli appunti, guardare l'orologio o di riflettere su ogni passaggio.[6]
  3. 3
    Ascolta il tuo istinto quando hai a che fare con le persone. Le reazioni spontanee di fronte alle altre persone sono dettate dall'istinto di sopravvivenza. Se ti trovi in una situazione in cui sei impaurito o nervoso da qualcuno senza una ragione apparente, probabilmente percepisci dei piccoli segnali che non sono evidenti alla tua parte conscia. Stai attento quando interagisci con una persona che ti dà una brutta sensazione, anche se non sei sicuro del motivo. Se avverti un pericolo imminente, allontanati o cerca aiuto.[7]
  4. 4
    Fidati del tuo istinto in caso di problemi di salute. Conosci il tuo corpo meglio di chiunque altro. Se hai l'impressione che ci sia qualcosa che non funzioni, anche se è impercettibile o difficile da spiegare chiaramente, consulta un medico. Se hai la sensazione che i tuoi sospetti non siano svaniti neanche dopo la visita, chiedi un secondo parere. Potresti accorgerti di qualcosa che è sfuggita al tuo medico.[8]
    • Potresti sviluppare un forte intuito anche riguardo alle condizioni di salute delle persone a cui vuoi bene. Se hai un figlio, ti occupi di un bambino o vivi con qualcuno che ha problemi di salute, non sottovalutare il tuo sesto senso. Potresti avere l'impressione che qualcosa non vada per il verso giusto anche se non te ne parla o non se ne accorge da solo.
  5. 5
    Permetti al tuo intuito di aiutarti nelle grandi decisioni. Se ti trovi di fronte a una scelta difficile, come un acquisto importante, la valutazione di una facoltà o la possibilità di sposarti, devi usare la razionalità e fare considerazioni pratiche. Una volta che hai valutato tutti i pro e i contro ed escluso gran parte delle opzioni a tua disposizione, avrai più probabilità di essere soddisfatto della tua scelta se lasci che l'intuito ti guidi verso la decisione finale.[9]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Imparare a Conoscere il proprio Intuito

  1. 1
    Segui le tue sensazioni più viscerali. Non si tratta solo di una metafora: la pancia può davvero parlarti. L'intestino costituisce un secondo cervello che ti comunica se sei stressato o eccitato ancor prima che la mente se ne accorga. Ad esempio, potresti soffrire di mal di stomaco, sentire le farfalle o avere un brutto presentimento quando senti una cattiva notizia.[10]
    • Se ti fa male lo stomaco o ti senti a disagio quando ti ritrovi o pensi a situazioni e persone particolari, probabilmente il tuo corpo ti sta dicendo che sono fonte di stress. Tieni conto di questi segnali e prenditi una pausa oppure, se puoi, evita la situazione o la persona in questione.
    Consiglio dell'Esperto
    Adrian Klaphaak, CPCC
    Adrian Klaphaak, CPCC
    Coach per la Carriera

    Prova a entrare in contatto con il modo in cui hai vissuto l'intuizione in passato. Pensa a un momento in cui hai seguito il tuo intuito. Immagina com'era: l'hai sentito, percepito nel tuo corpo o avvertito come un'emozione? Quindi ricorda un momento in cui non hai ascoltato il tuo intuito. Per esempio potresti aver avuto una sensazione che qualcosa sarebbe andato storto ma l'hai messa da parte. Comprendere queste cose ti aiuterà a sviluppare il tuo intuito.

  2. 2
    Segui il tuo fiuto. Potresti non esserne sempre consapevole, ma l'olfatto è un potente strumento di sopravvivenza. Può dirti se un cibo non è buono e persino aiutarti a valutare lo stato emotivo o fisico di un'altra persona. Miglioralo con appositi esercizi ed evitando sostanze inquinanti che lo danneggiano, come il fumo delle sigarette.[11]
  3. 3
    Usa gli occhi. Quando ti ritrovi in una situazione a cui non sei avvezzo, dai un'occhiata in giro. Anche se non hai consapevolezza di tutto quello che sta accadendo, i tuoi occhi possono cogliere importanti segnali che contribuiscono a una reazione istintiva. Ad esempio, potresti accorgerti inconsciamente di piccoli cambiamenti nelle espressioni facciali o nel linguaggio del corpo di un'altra persona, al di là di ciò che è evidente. Se qualcosa in un individuo o una situazione sembra andare storto o metterti in allarme, è probabile che i tuoi occhi abbiano colto un particolare sfuggito alla mente.[12]
  4. 4
    Presta attenzione alle tue reazioni fisiche. Le situazioni di pericolo o disagio possono innescare reazioni fisiche di stress. Oltre al mal di stomaco, potresti sentire le mani sudate e il cuore battere all'impazzata. In alcuni casi, il corpo avverte i segnali di qualcosa che non va prima ancora del cervello. Ascolta quello che il tuo corpo ti sta dicendo: queste reazioni di stress indicano alla tua parte cosciente di stare in guardia.[13]
    Pubblicità

Consigli

  • L'intuito è uno strumento utile, ma non sempre giusto. Se ti porta fuori strada, approfittane per imparare la lezione. La prossima volta riuscirai a prendere una decisione migliore.

Pubblicità

Avvertenze

  • Se in passato hai subito un trauma o sei affetto da un disturbo d'ansia, è possibile che il tuo sesto senso sia influenzato dalle esperienze e da uno stato mentale o emotivo alterato. Se soffri di ipervigilanza o temi di avere un intuito amplificato o distorto, dovresti riferire il problema a uno psicoterapeuta o al tuo medico di base.[14]
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Sviluppo Personale
Questa pagina è stata letta 27 038 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità