Scarica PDF Scarica PDF

Che tu voglia rinnovare l’aspetto della tua cucina o semplicemente cambiarne un po’ l’atmosfera, una delle soluzioni più veloci e più economiche è smaltare i mobiletti. Lo smalto può fornire un aspetto anticato agli armadi, dare tridimensionalità o far sembrare più scuro un mordente. È un lavoro facile: di solito serve meno di un fine settimana per completarlo e, seguendo pochi passaggi, alla fine la tua cucina avrà dei bellissimi armadietti!

Parte 1
Parte 1 di 3:
Preparare gli Armadietti

  1. 1
    Togli tutto il contenuto da armadietti e cassetti. Metti il tutto in un posto lontano dall’area di lavoro, in modo da tenerlo al sicuro da eventuali schizzi di vernice. Sposta fuori dalla stanza tutto il resto dell’arredamento, il più lontano possibile dalla zona di lavoro. Così sarai certo di ritrovare tutto pulito.[1]
  2. 2
    Se necessario, procurati una scala. Se gli armadietti si trovano piuttosto in alto, avrai bisogno di una scala per raggiungerli con facilità.
  3. 3
    Togli ante e cassetti dagli armadietti. Togli tutti le ante e tutti i cassetti svitando i cardini. Dovresti anche togliere anche tutti gli elementi metallici, come le maniglie. In questo modo eviterai di macchiarli accidentalmente e li ritroverai puliti a fine lavoro.
    • In genere si smaltano solo le ante e i frontali dei cassetti e non l’interno dei mobiletti. In questo modo gli armadi avranno un aspetto pulito e rifinito pur avendo uno stile anticato. [2]
  4. 4
    Riempi grossi buchi ed eventuali crepe con stucco per legno, poi rifinisci. Dopo l’applicazione dello stucco nei fori e nelle crepe, lascia asciugare e carteggia in modo da lisciare la parte interessata; in questo modo i tuoi armadietti saranno rifiniti al meglio.
    • Se applicherai dei nuovi elementi metallici (tipo le maniglie) per cui non puoi usare i buchi di quelli vecchi, dovrai chiudere i fori con lo stucco. Come prima, lascia asciugare e poi carteggia.[1]
  5. 5
    Copri ripiani, muri e pavimento con teloni di plastica o con una cerata. In questo modo proteggerai il resto della casa da schizzi accidentali di vernice.
  6. 6
    Lava bene gli armadietti e falli asciugare completamente. Con il passare del tempo gli armadi, soprattutto quelli della cucina, possono ricoprirsi di uno strato di fumo, grasso e altri depositi. Devi togliere lo sporco molto bene usando uno sgrassatore, prima di ridipingere i tuoi mobiletti.
    • Dopo aver pulito, passa tutto con del diluente per togliere eventuali residui rimasti.
    • Non è necessario carteggiare prima di smaltare gli armadietti verniciati, ma se li stai riverniciando allora dovrai prima carteggiare.[1]
  7. 7
    Dipingi i mobiletti. Se vuoi ripitturare gli armadi della cucina, questo è il momento. Assicurati che siano lisci, applica uno strato di primer e lascialo asciugare. Poi, applica la vernice del colore scelto e lasciala asciugare completamente.
    • Le vernici a olio funzionano meglio per i mobili della cucina, perché una volta asciutti sono più resistenti e creano una superficie più facile da pulire rispetto alle vernici ad acqua.
    • Se vuoi che il colore finale degli armadi sia una tinta crema, scegli una tonalità più tendente al bianco che al giallo. In questo modo, una volta applicato lo smalto, avrai un risultato più bello e rifinito.
    • Se hai deciso di ridipingere i mobili, assicurati di pitturare anche i bordi e l’interno delle ante, così da ottenere un risultato più pulito. Lascia asciugare una faccia delle ante per 24 ore prima di applicare la vernice dall’altra parte.
    • Assicurati di coprire bene con la vernice tutte le superfici, compresi bordi e fessure. Per pitturare queste piccole aree puoi usare un pennellino.[1]
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Applicare lo Smalto

  1. 1
    Assicurati che la vernice sia ben asciutta. Lascia asciugare la pittura per almeno 24 ore, per fare in modo che sia completamente secca prima di procedere.[3]
  2. 2
    Fissa la vernice utilizzando una lacca trasparente lucida spray. Spruzza uno strato uniforme di lacca sulla superficie degli armadietti. Questo passaggio è molto utile se stai usando come colore base dei mobili il bianco o il crema, perché impedisce loro di scurirsi.
    • Anche la lacca a pennello va bene, ma è più difficile da applicare.
    • Lo scurimento dei colori è un problema frequente quando si smaltano i mobili, perché lo smalto tende a penetrare nella vernice facendola diventare più scura.
    • Con il grigio o con altri colori scuri questo passaggio non è necessario, a meno che tu non voglia eliminare ogni possibile rischio di scurimento.[3]
  3. 3
    Ricopri i bordi sul retro di ante e cassetti con dello scotch. Una volta che la lacca sarà asciutta, proteggi con lo scotch il retro di ante e cassetti in modo da non smaltarli per errore. Lo scotch garantirà ai bordi di rimanere puliti e ben verniciati.[3]
  4. 4
    Procurati lo smalto. L’opzione più semplice è acquistarlo già pronto, ma puoi anche creare il tuo colore personalizzato. Scegli il colore dello smalto in base ai tuoi gusti personali, in modo che si abbini bene al resto degli accessori e dell’arredamento della cucina.
    • Se in negozio non c’è la particolare sfumatura di colore che stai cercando, puoi crearla tu usando un medium smalto neutro e vernice.
    • Il medium smalto può essere sia a base di olio che a base d’acqua. Gli smalti a base oleosa si asciugano più lentamente, quindi possono essere più semplici da usare. Il tipo di vernice che miscelerai dipenderà dal tipo di medium che hai scelto. Assicurati di leggere attentamente le indicazioni riportate sulla confezione del medium in merito al tipo di vernice da usare.
    • Molti produttori raccomandano di usare quattro parti di smalto per una parte di vernice, ma puoi modificare le quantità in base al colore che vuoi ottenere. Per avere un colore molto scuro, mischia tre parti di vernice e una di smalto. Per un colore di tonalità media mescola una parte di pittura e una parte di smalto. Per un colore chiaro usa una parte di vernice e tre o quattro parti di smalto. [4]
    • Prova lo smalto su un pannello o su un pezzo di scarto che abbia lo stesso colore di base degli armadietti per assicurarti che il colore sia proprio quello che ti serve.[4]
  5. 5
    Mescola bene lo smalto. Che tu l’abbia acquistato già pronto o che tu l’abbia preparato da solo, devi assicurarti che lo smalto sia ben mescolato. Usa un miscelatore per vernici o un bastoncino di legno. In questo modo, quando applicherai lo smalto, sia la texture che il colore saranno uniformi.
  6. 6
    Applica lo smalto su una sezione dello sportello dell’armadietto o di un cassetto. Applica uno strato sottile di smalto, con movimenti sia circolari che lineari. Puoi utilizzare uno straccio, uno spazzolino o una spugna.
    • Un po’ di smalto si infilerà nelle venature e nelle linee del legno. È un fenomeno naturale e rende più bello il risultato finale.
  7. 7
    Strofina l’area smaltata usando un panno pulito e che non lascia lanugine. Strofina la zona usando uno straccio o della carta da cucina per ottenere il risultato desiderato. Utilizza materiali con diversa assorbenza per effetti differenti lungo le venature.
    • Per esempio, se desideri che lo strato di smalto sia più spesso lungo i bordi puoi usare dei tovaglioli di carta (quelli con assorbenza minima) per strofinare lo smalto.
    • Se vuoi uno strato più sottile, utilizza della carta da cucina o un panno per strofinare delicatamente l’area smaltata. [5]
  8. 8
    Lavora su piccole sezioni. Lo smalto si asciugherà molto rapidamente, una volta steso, per cui è meglio completare una piccola sezione per volta. Più è lungo il tempo tra quando stendi lo smalto e quando lo strofini, più scuro sarà il colore che otterrai alla fine. Ricordati sempre di “applicare e strofinare”, in modo da avere un ottimo risultato finale.
    • Lo smalto lasciato seccare che diventa troppo scuro apparirà striato e non darà ai mobili un aspetto anticato.
    • Non smaltare uno sportello tutto in una volta. Lavora su piccole parti e completa il lavoro poco per volta, in modo da ottenere un aspetto uniforme.[5]
  9. 9
    Controlla che lo smalto dia il risultato che volevi ottenere. Prima di finire una sezione, controlla la parte smaltata per verificare che l’aspetto sia di tuo gradimento. Se non ti piace, puoi rimuovere lo smalto a base d’olio con un diluente per vernici e quello a base di lattice o acrilico con acqua calda e ricominciare da capo.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Rifinire gli Armadietti

  1. 1
    Lascia asciugare bene mobiletti e sportelli. Ci vorranno almeno 24 ore per evitare che si possano danneggiare. Controlla sulla confezione dello smalto i tempi consigliati per l’asciugatura. [2]
  2. 2
    Applica uno strato di finitura trasparente lucida o opaca con un pennello e lascia asciugare. Puoi utilizzare vernice acrilica, smalto o lacca. Questa operazione è facoltativa perché gli smalti sono generalmente molto resistenti, ma potrebbe essere necessaria se la cucina è molto utilizzata (per esempio dalle famiglie numerose).
    • La finitura aiuta a prevenire graffi e altri piccoli danni.
    • Prova la finitura su una piccola parte, per essere sicuro che vada bene e non alteri il colore dei mobili.[5]
  3. 3
    Rimetti a posto sportelli e componenti metallici. Attacca tutti gli sportelli e rimetti i cassetti al loro posto. Sistema anche maniglie e pomelli e ammira il nuovo aspetto della tua cucina.
  4. 4
    Se necessario, prendi in considerazione di cambiare gli elementi metallici. La smaltatura dà un aspetto anticato ai mobiletti: se maniglie e pomelli sono nuovi e lucenti potrebbero sembrare un po’ fuori posto. Potresti rimpiazzarli con altri dall’aspetto più “retro”. [2]
    Pubblicità

Consigli

  • Smalta i pensili della cucina con una tonalità molto più scura della pittura originale o con un marrone molto scuro per ottenere un vero effetto anticato.
  • Gli smalti a base di lattice e quelli acrilici hanno un aspetto lattiginoso, quando sono stati appena applicati, ma diventeranno più scuri e trasparenti una volta asciutti. Inoltre, si asciugano molto più in fretta di quelli a base oleosa, quindi lavora su piccole sezioni alla volta.
  • Se usi uno smalto a base di olio, scegli un pennello fatto di setole naturali per assicurarti una buona copertura. Questo ti darà un po’ più di tempo per lavorare, perché asciuga più lentamente dello smalto a base di acqua.
  • Prima di applicare lo smalto sulla parte frontale dei mobiletti, prova il colore su una parte non visibile o su un pezzo di scarto per essere sicuro che sia quello giusto.
Pubblicità

Avvertenze

  • Se prepari tu lo smalto, assicurati di averne a sufficienza per completare il lavoro, perché ricavare la stessa tonalità di colore in un secondo momento sarà davvero difficile.
  • Assicurati di lavorare in una stanza ben ventilata, soprattutto se usi smalti a base oleosa. La vernice può rilasciare vapori dannosi per la tua salute.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Cacciavite
  • Scala o ponteggio (se necessario)
  • Stucco per legno (se necessario)
  • Carta vetrata (se si usa lo stucco per tappare eventuali buchi)
  • Teli di plastica o cerata
  • Miscelatore per vernice
  • Smalto
  • Pennello
  • Stracci che non lasciano lanugine
  • Lacca (se desiderata)
  • Maniglie e pomelli nuovi (se desiderati)

wikiHow Correlati

Rimuovere una Placca AntitaccheggioRimuovere una Placca Antitaccheggio
Fare uno Scaldacollo ai FerriFare uno Scaldacollo ai Ferri
Lavorare un Cappello Facile ai Ferri
Creare un Fiocco da un Nastro
Creare una Tasca da Pasticcere
Lavorare una Sciarpa ai Ferri
Tingere il PoliestereTingere il Poliestere
Liberare lo Scarico della DocciaLiberare lo Scarico della Doccia
Sistemare un Letto che CigolaSistemare un Letto che Cigola
Aggiustare una Zip Inceppata
Autoprodurre Argilla Polimerica
Riciclare le Bottiglie di ProfumoRiciclare le Bottiglie di Profumo
Eliminare il Problema dell'Elastico in un Capo d'Abbigliamento
Svitare una Vite Senza Cacciavite
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 3 656 volte
Categorie: Fai da Te
Questa pagina è stata letta 3 656 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità