Scarica PDF Scarica PDF

Smettere di assumere eroina significa lottare per la tua vita contro una dipendenza che ha invaso la tua interiorità, vuole controllarti, possederti e ucciderti. Scegliere di disintossicarti e imparare a riprendere in mano le redini della tua vita probabilmente è la decisione più importante che prenderai mai. La tua esistenza ti appartiene, e puoi imparare a recuperarne il controllo.

Metodo 1 di 5:
Smettere di Punto in Bianco

  1. 1
    Smetti di punto in bianco solo se sei abbastanza sano da sopportarlo. Smettere di assumere eroina da un giorno all'altro significa disintossicarsi bruscamente e cercare di superare i postumi dell'astinenza il più velocemente possibile. Solitamente, questo significa accusare sintomi che ricordano quelli dell'influenza e altri dolori per 5-7 giorni. Può essere psicologicamente e fisicamente traumatico, quindi è consigliabile soltanto a un tossicodipendente che gode di una salute relativamente buona.
    • In alcuni casi, smettere improvvisamente di assumere eroina è letale. Di conseguenza, questo metodo non è raccomandato alle donne incinte o a chi soffre di gravi disturbi di salute.
  2. 2
    Stabilisci una data definitiva e poi diminuisci il più possibile il consumo. Se vuoi smettere di punto in bianco, può esserti utile provare a ridurre gradualmente le dosi prima di disintossicarti completamente: questo ti permette di attenuare lo shock. La scelta spetta a te: puoi smettere una settimana dopo il momento in cui prendi la decisione o dall'istante in cui finisce la tua scorta di eroina. In ogni caso, definisci una data in cui dovrai obbligarti a disintossicarti, e rispettala fino in fondo. Mettiti all'opera e preparati al processo.
    • È fondamentale evitare di aggrapparti alla riduzione graduale del consumo, utilizzandola come scusa per continuare a farne uso. Se non hai più scorte di droga e ti convinci a comprarne ancora in modo da poterti abituare progressivamente all'astinenza, proseguirai con l'assunzione e non smetterai. Quando prendi la decisione di disintossicarti, devi saltare. Immediatamente. È come togliere un cerotto: strappalo e vai avanti.
  3. 3
    Brucia tutti i ponti con la droga. Quando si avvicina la data in cui hai deciso di smettere definitivamente, è il momento di distruggere tutte le tracce, gli aghi, i cucchiai sporchi; devi gettare la droga nel gabinetto, sbarazzarti delle buste vuote che hai in giro, addirittura buttare le tue cinture, se proprio devi. Cancella il numero di telefono dello spacciatore. In vista dell'astinenza, liberati di tutto quello che associ all'assunzione di eroina. Deve essere impossibile farne uso.
    • Se non ti fidi di te stesso e credi che non sarai in grado di rendere impossibile il consumo, chiedi aiuto. Lascia che un amico, un familiare o uno sponsor di fiducia rovisti ogni tuo cassetto insieme a te e si porti via tutto. Non buttare la droga nel cestino dell'immondizia, distruggila colpendola con un martello e chiedi a qualcun altro di gettarla in un posto che non ti rivelerà [1] .
  4. 4
    Trova un posto in cui stare. Chiedi a qualcuno di farti compagnia a casa tua: dovrebbe aiutarti a preparare adeguatamente l'ambiente e le scorte necessarie per sopportare l'astinenza (se smetterai in quel luogo). In alternativa, vai a stare in un posto sicuro, come un albergo o la casa di un amico, dove sarai in grado di trascorrere la settimana in tutta tranquillità. Mentre affronti questo lasso di tempo, chiedi al tuo amico o parente di ripulire la tua casa. A ogni modo, prenditi una settimana di pausa, liberati di tutti gli impegni e preparati a questa sfida.
    • Chiedi a qualcuno di farti visita regolarmente nel corso di questa durissima settimana o, meglio ancora, invita un amico o un familiare a stare con te e assisterti nel processo. Affrontare l'astinenza completamente da solo può essere un momento particolarmente buio e solitario. Quindi, non farlo.
  5. 5
    Metti da parte tutto quello che ti servirà per 5-7 giorni. In particolare, avrai assolutamente bisogno di tantissima acqua potabile e di tempo. È essenziale mantenere un'idratazione ottimale mentre affronti i postumi dell'astinenza. Inoltre, è importante evitare tutte le abitudini della tua vita da tossicodipendente durante questa fase. I liquidi, i farmaci da banco e del cibo che sarai in grado di mangiare senza problemi, come burro d'arachidi e zuppa, ti aiuteranno a facilitare parecchio il processo. Inoltre, dovresti avere abbastanza vestiti di ricambio a disposizione [2] .
  6. 6
    Bevi tanta acqua, Gatorade e succo di pompelmo. Consuma la giusta quantità di liquidi che riesci a tollerare. I sudori notturni e la diarrea saranno un problema, e sono entrambe cause di disidratazione repentina, quindi assicurati di avere abbastanza acqua e di bere regolarmente in base alle tue esigenze. Il Gatorade ti permette di reintegrare i sali minerali perduti e far alzare i livelli di glucosio nel sangue, mentre il succo di pompelmo fornisce vitamine essenziali. Analogamente, le bevande multivitaminiche e isotoniche lisce fanno miracoli.
    • Se riesci a bere solo acqua e le altre bevande ti danno la nausea, cerca di diluirle per consumarle. Il Gatorade ti aiuterà veramente tanto a recuperare i sali minerali, il che è essenziale. Diluiscilo con dell'acqua e bevilo. Puoi farcela.
  7. 7
    Prendi dei medicinali per combattere i sintomi dell'influenza, le vertigini e la diarrea (come l'Imodium). Il tuo medico o il farmacista saprà consigliarti i farmaci giusti. È inutile girarci intorno: l'astinenza da eroina ti sembrerà la peggiore influenza che tu abbia mai avuto, e durerà per diversi giorni, implacabile. Alcuni dei sintomi più comuni includono gravi sudori notturni, nausea e diarrea, quindi è preferibile avere a disposizione dei medicinali per l'influenza e assumerli in base alle tue esigenze per tenere sotto controllo la situazione e aiutarti a riposare un po'.
    • Nella preparazione, a volte è utile assumere una dose di latte di magnesia (idrossido di magnesio, un lassativo) qualche giorno prima di iniziare, mentre ancora sei nella fase di diminuzione delle quantità di droga consumata. Questo ti permette di liberare l'organismo, e la diarrea sarà dunque più lieve durante l'astinenza.
    • Qualcuno si è sentito decisamente meglio assumendo dosi elevate di Imodium (30-40 mg) nei primi due giorni della fase peggiore dell'astinenza. In seguito, ha cominciato a diminuire il dosaggio per prevenire la stitichezza. Prova a intervallare l'assunzione dei farmaci da banco, se li prendi, ed evita di abusarne.
    • Le alternative naturali, come la valeriana, sono altrettanto diffuse ed efficaci per calmare i nervi e alleviare la nausea che spesso si presenta. Dal momento che questa sostanza si lega agli stessi recettori del cervello del Valium, considerala la sua versione naturale, economica e reperibile in erboristeria.
  8. 8
    Prova a mangiare qualcosa. Il pane e il burro d'arachidi possono salvarti la vita durante l'astinenza. Sarà difficile mandare giù del cibo, ma obbligarti a mangiare qualche boccone di un panino al burro d'arachidi ti aiuterà ad avere la forza necessaria e ricordare che sei un essere umano. Tieni a portata di mano del brodo o del ramen da riscaldare, e varia un po' la routine. In ogni caso, cerca di mangiare un po' tutti i giorni per sentirti meglio.
  9. 9
    Mantieniti pulito e cerca di dormire. Tieni una pila di lenzuola a portata di mano, perché i sudori notturni possono essere insopportabili. Cambia i vestiti e la biancheria intima tutti i giorni. Cerca di curare il più possibile la tua igiene personale, se non altro per distrarti. Quando ti sembra il caso e ti senti riposato, fai dei bagni tiepidi. Stai combattendo la battaglia finale, quindi cerca di rilassarti e calmarti il più possibile.
    • Avere dei brividi estremamente freddi è comune in questo intervallo di tempo, ed è per questo che in inglese l'astinenza si chiama cold turkey, che letteralmente significa "tacchino freddo". I bagni tiepidi possono farti sentire piuttosto bene, permettendoti di riscaldarti e recuperare almeno in parte la normalità. Quando senti che i brividi si fanno strada e non riesci a riscaldarti, corri a farti un bagno o una doccia e lascia che il vapore faccia effetto.
  10. 10
    Se possibile, cerca di fare un po' di attività fisica. Potrebbe sembrarti ridicolo, o probabilmente è l'ultima cosa che vuoi fare, ma una lunga passeggiata o una corsetta sono molto efficaci per alleviare i crampi alle gambe e i sudori freddi che sentirai nel corso del processo. A volte, quando usi il corpo per fare un movimento, potrebbe addirittura sembrarti di non avere alcun sintomo. Obbligati a muoverti e poi premiati con un bagno tiepido. In questo modo, ne approfitti anche per mantenere una buona igiene personale.
  11. 11
    Affronta un giorno alla volta. Stai combattendo la lotta più dura della tua vita. Non sarà divertente, ma è il primo sforzo necessario per smettere di assumere l'eroina definitivamente e riprendere in mano la tua vita. Non sei schiavo della droga. Dimostralo.
    Pubblicità

Metodo 2 di 5:
Smettere Gradualmente

  1. 1
    Considera la possibilità di prendere medicinali su prescrizione per alleviare gli effetti dell'astinenza. Se questa soluzione è possibile, assumere farmaci prescritti in un ambiente controllato e attento può essere un metodo più efficace per eliminare definitivamente l'eroina dalla tua vita. Puoi osservare più accuratamente l'ingestione, frenare i sintomi dell'astinenza e continuare a vivere sentendoti in maniera relativamente normale mentre ti disintossichi.
    • Certo, corri il rischio di sviluppare ulteriori dipendenze da altre sostanze, ma informarti sui metodi per smettere gradualmente può aiutarti ad assicurarti di non cadere nelle possibili trappole di altre droghe.
  2. 2
    Scopri le soluzioni gratuite o a basso costo nella tua zona. Paragonata alla disintossicazione improvvisa, quella graduale richiede un investimento finanziario che forse non puoi permetterti, perché infatti devi comprare dei medicinali. Telefona a un centralino specializzato per saperne di più sui centri in cui è possibile fare il trattamento gratuitamente o a un costo ridotto. In questo modo, potrai andarci personalmente e conoscere meglio la procedura.
    • Per evitare di sviluppare una dipendenza da altri farmaci su prescrizione, non fare affidamento sulla stessa e vecchia catena di spacciatori che in primo luogo hanno contribuito alla tua situazione attuale. Non provarci da solo. Fallo in maniera saggia, ovvero cercando un supporto professionale disponibile ad aiutarti e guidarti nell'assunzione dei farmaci giusti.
  3. 3
    Individua un centro medico della tua zona dove vengano fatti trattamenti a base di metadone. Il metadone è un agonista oppiaceo che viene somministrato in un modo regolato nei centri medici, generalmente in maniera gratuita o a basso costo. Il suo scopo è quello di aiutare le persone dipendenti da eroina che vogliono evitare i sintomi dell'astinenza e disintossicarsi sotto stretta supervisione. Sarai comunque tu a decidere come vivere la disintossicazione, ma sottoporti a un test apposito e a controlli eseguiti da medici mentre lo fai può darti una mano a mettere a freno il trauma psicologico vissuto da alcuni tossicodipendenti durante l'astinenza. Starai facendo la cosa giusta [3] .
    • Cerca di iniziare con il dosaggio più basso possibile. Alcuni centri cominciano con dosi che superano i 70 mg, rendendo il processo "particolarmente facile" per diversi tossicodipendenti che sperano di smettere più velocemente ed efficacemente. Parlane con il personale e spiega che la tua intenzione è quella di disintossicarti, non lasciare che il procedimento si trascini a lungo. Se sei abbastanza sano da poter assumere una dose inferiore, cerca di obbligarti a iniziare in piccolo.
    • Per i consumatori di eroina, purtroppo, è comune maturare una dipendenza da metadone, o addirittura abbinare le due assunzioni, prendendo il metadone di mattina e cominciando ad assumere l'eroina successivamente nel corso della giornata, quando l'effetto del metadone svanisce. Il metadone non fa per tutti, ma solitamente è la soluzione più economica, specialmente se è possibile sottoporti gratuitamente a un trattamento in un centro medico vicino.
  4. 4
    Parla con il tuo medico in merito all'approccio con il suboxone o il subutex. L'assunzione del suboxone o del subutex a volte è meno difficile rispetto a quella del metadone, e poi ti aiuta parecchio a controllare la brama di drogarti. In confronto con il metadone, per alcuni tossicodipendenti è molto più semplice diminuirne il consumo. Inoltre, l'intervallo di tempo di assunzione del suboxone o del subutex è decisamente inferiore a quello del metadone, e il mantenimento generalmente dura 3-6 mesi, dipende dal paziente e dal medico [4] .
  5. 5
    Preparati alle domande del medico. Se vuoi prendere farmaci su prescrizione che ti aiutino a smettere di assumere eroina, è importante essere completamente onesto con i medici e gli altri esperti che si occupano del tuo caso. Inventare racconti elaborati e fantasiosi per riuscire a farti prescrivere un paio di compresse di Xanax potrebbe innescare una reazione a catena: verrai rifiutato, ti arrabbierai e finirai per consumare nuovamente eroina perché non sarai in grado di affrontare l'astinenza. Diventa pulito. Se il tuo obiettivo è quello di disintossicarti totalmente, quindi spiega le tue intenzioni al medico. Può aiutarti.
    • Potrebbe essere necessario acconsentire a fare periodicamente dei test antidroga specifici, monitoraggi per l'HIV e sottoporti ad altre procedure prima di essere ammesso per un trattamento. Prendere medicinali su prescrizione può essere un procedimento molto più elaborato rispetto all'assunzione di un paio di compresse, quindi preparati a essere esaminato da cima a piedi.
  6. 6
    Informati su altri farmaci su prescrizione per affrontare i sintomi dell'astinenza. Se non vuoi prendere il metadone, o nella tua zona non sono disponibili soluzioni economiche, chiedi al tuo medico di parlarti di altre prescrizioni che possano aiutarti ad attenuare la fase dell'astinenza. A condizione che tu li assuma in maniera intelligente e controllata, può essere un metodo efficace per smettere. Durante la disintossicazione, mai abusare dei farmaci su prescrizione [5] .
    • La clonidina è un farmaco per la pressione arteriosa non narcotico; viene prescritto dalla maggior parte degli specialisti, ed è piuttosto efficace per affrontare i sintomi dell'astinenza, specialmente l'ansia associata al processo.
    • Il Valium e lo Xanax sono benzodiazepine efficaci per trattare la dipendenza, combattere l'insonnia e trattare l'ansia.
    • Il fenobarbital e il lorazepam sono narcotici relativamente blandi che a volte vengono prescritti per smorzare l'astinenza.
    • Il tramadolo è un antidolorifico che talvolta viene prescritto specificamente per combattere il dolore alle gambe o la sindrome delle gambe senza riposo, e si è dimostrato piuttosto efficace per alleviare l'agitazione associata all'astinenza.
  7. 7
    Preparati all'astinenza secondaria. Il problema più grande di questi metodi graduali per smettere di assumere eroina essenzialmente è dovuto al fatto che comunque assumi delle sostanze estranee. Avranno anche un nome diverso, ma prenderai dei farmaci quotidianamente per vivere relativamente senza problemi, cioè non ti disintossicherai del tutto. Qualunque medicinale ti venga prescritto, devi anche impegnarti ad affrontare un'altra fase difficile, ovvero smettere poi di assumerlo e recuperare completamente la sobrietà [6] .
    • A seconda del metodo che usi per smettere gradualmente, l'astinenza secondaria potrebbe essere breve e leggera, oppure potrebbe essere simile a quella dell'eroina. Possono volerci diverse settimane prima di ricominciare a sentirti normale. Affronta lo stesso processo attuato per l'eroina: scegli la data in cui smetterai e rispettala.
  8. 8
    Considera la soluzione di recarti in una clinica di disintossicazione e riabilitazione, se puoi permettertela. Il modo più sicuro per smettere gradualmente è farti ricoverare in una struttura di riabilitazione privata. Ti ci fermerai mentre affronterai l'astinenza sotto una sorveglianza completa, ricevendo delle cure mediche e psicologiche e allontanandoti dalla tua vita da tossicodipendente. Purtroppo, un trattamento completo in un'istituzione del genere dalla durata di diverse settimane non è per niente economico.
    • Questi trattamenti spesso vengono organizzati in seguito a interventi familiari, e possono effettivamente avere dei contro. Infatti, i tossicodipendenti possono sentirsi estremamente in colpa a causa dei costi che ne derivano. Se smetti di assumere eroina di punto in bianco e poi finisci per ricadere nella trappola, rischi di deludere solo te stesso. Tuttavia, se affronti l'astinenza in un posto che ai tuoi genitori costa centinaia di euro a notte, potresti sentirti decisamente peggio, e queste emozioni saranno amplificate. Non lasciare che la tossicodipendenza arrivi al punto in cui è necessario ricorrere a una soluzione del genere.
    Pubblicità

Metodo 3 di 5:
Capire la Tossicodipendenza

  1. 1
    Ricorda che sopravvivere all'astinenza non significa che ti sarai tolto definitivamente di torno il problema. Smettere di assumere eroina non è come smettere di bere alcool, fumare sigarette o consumare cocaina. Le conseguenze fisiche e psicologiche della dipendenza sono parimenti molto potenti e difficili da affrontare. L'eroina è la droga più difficile da cui disintossicarsi, e molti tossicodipendenti che hanno superato con successo la complicata astinenza fisica hanno finito per ricominciare a consumarla perché non sono riusciti a superare con altrettanto successo l'inevitabile astinenza psicologica. Una volta che avrai superato i mesi o le settimane iniziali di lotta contro la dipendenza, comincia il lavoro di una vita.
  2. 2
    Affronta la dipendenza mentale. Se hai deciso di smettere definitivamente, devi diventare pulito ed essere onesto con te stesso: sei un tossicodipendente. Potresti esserlo per sempre. Devi accettare il fatto che questo tuo aspetto potrebbe non cambiare: potresti sempre desiderare un'iniezione o una striscia. La tua dipendenza potrebbe sempre aspettarti nel parcheggio come un ladro, per picchiarti, rubarti il portafoglio e rovinarti la vita. Smettere di assumere eroina significa fare la scelta consapevole di evitare questa dipendenza, un giorno alla volta.
    • Se pensi "Non posso rifarlo per tutto il resto della mia vita", è difficile sentirti motivato a smettere. Non preoccuparti del resto della tua vita. Preoccupati di rimanere pulito fino alle cinque di pomeriggio. Poi, comincia a preoccuparti di rimanere pulito fino a lunedì.
  3. 3
    Impara ad affrontare e anticipare la necessità di sentire "flash euforici". Ben presto, potresti iniziare ad avere ossessioni. Pensi a quanto sarebbe fantastico iniettarti dell'eroina o inalarla. Lasci svanire all'orizzonte i ricordi di tutti i dolori e i problemi che ne conseguirebbero, ti concentri solo sul fatto che vuoi drogarti di nuovo. Potresti addirittura cominciare ad assaporare l'euforia di comprare della droga e portarla a casa, facendoti ossessionare senza sosta dalla voglia di usarla. Impara a gestire questa brama e bloccarla sul nascere.
  4. 4
    Preparati ai momenti difficili. Dopo un periodo iniziale di due settimane o due mesi, potresti ritrovarti ad affrontare dei momenti in cui ti sembrerà tutto piatto, privo di vita, come se il mondo fosse un noioso film in bianco e nero che devi guardare a scuola. Ti sembrerà di essere un aereo in circuito di attesa, che non riesce a decollare. È in questo momento che la maggior parte dei tossicodipendenti ha una ricaduta, spesso con risultati disastrosi. La depressione è un grave problema per i tossicodipendenti sulla via della guarigione, ed è dunque importante condurre un'esistenza ricca di impegni e cominciare a vivere in maniera sobria.
  5. 5
    Inizia a parlare con la gente. Gli incontri dei Narcotici Anonimi possono essere estremamente utili per offrire ai tossicodipendenti una struttura e una comunità di persone che vivono le stesse emozioni. Non sei da solo nella tua lotta, e ascoltare le storie degli altri, avere un posto in cui raccontare le proprie esperienze, può essere incoraggiante e liberatorio per molti. Informati su dove si tengono gli incontri dei Narcotici Anonimi visitando questo sito.
    • Tuttavia, a volte, gli incontri dei Narcotici Anonimi possono effettivamente scoraggiare qualcuno. Se sei contrariato all'idea di trascorrere diverse ore alla settimana ascoltando altri tossicodipendenti parlare ininterrottamente del consumo di droghe, o pensi che questo possa portarti a farne nuovamente uso, cerca altri gruppi sociali che possano riempire analogamente certi spazi. Informati su campionati di bowling, gruppi in cui si fanno lavoretti manuali o altri tipi di organizzazioni sociali sobrie che ti daranno la possibilità di discutere di un argomento o un interesse comune con altra gente.
    • Per molti tossicodipendenti, vedere uno psicoterapeuta può essere rigenerante e istruttivo. Decidere di prendere di petto la tua dipendenza significa parlarne, essere onesto al riguardo e riuscire a discuterne con qualcuno che non giudicherà te o la tua vita.
    Pubblicità

Metodo 4 di 5:
Rimanere Sobrio

  1. 1
    Organizza un sistema a premi. Che tu decida di partecipare o meno, un aspetto che accomuna tutti i programmi dei 12 passi è quello di imparare a riconoscere i periodi di sobrietà e ricompensarsi per questo. Anche se premiarti significa solo avere l'opportunità di guardarti allo specchio in un momento di sobrietà e dirti: "Sei sobrio da una settimana", è importante concederti la possibilità di festeggiare questo successo.
    • Alcuni tossicodipendenti trovano sia utile risparmiare tutti i soldi che erano soliti sprecare per la droga e utilizzarli invece per comprare qualcosa di bello una volta raggiunto un traguardo importante. Fai un viaggio, o acquista un oggetto che desideri da tempo. Te lo meriti.
  2. 2
    Crea un cestino dell'immondizia nella tua mente. Le tentazioni non mancheranno. Prima o poi arriverà il momento in cui vorrai ricominciare a drogarti, a fare uso di eroina, e queste sensazioni saranno forti. Molte ricadute si manifestano nel giro di 3-6 mesi dal momento in cui si smette [7] . Magari non sarai in grado di prevenire la comparsa di questi pensieri, ma puoi sicuramente evitare che si annidino e ti ossessionino. Alcuni tossicodipendenti trovano utile visualizzare un cestino dell'immondizia in un angolo della mente, dove possono gettare tutte le tentazioni, e sbarazzarsene non appena si fanno sentire.
    • Quando hai una tentazione, immagina il cestino dell'immondizia, e immagina che la brama sia una cartaccia. Buttala nel contenitore. Chiudi il coperchio con dei chiodi. Tienilo a debita distanza.
  3. 3
    Ricerca le sensazioni di benessere che ti dava la droga in attività alternative più sane. E così hai smesso di drogarti. E ora? La noia può diventare subito una delle sfide più grandi per un tossicodipendente sulla via della guarigione. Il modo in cui decidi di riempire tutto quel tempo che eri solito trascorrere sotto l'effetto di droghe dipende completamente da te. Tuttavia, se riesci a trovare un metodo produttivo e sano per riprodurre sensazioni di piacere simili, è probabile che avrai più successo. Questo potrebbe significare creare qualcosa, cimentarti con sport che ti mettono a dura prova e che ti daranno una sensazione di euforia, provare un'attività semplice, come fare lunghe passeggiate e pensare. Approfitta della sobrietà come opportunità di creare una nuova vita. È come una pagina vuota. Inizia a riempirla.
  4. 4
    Riscopri il tuo corpo facendo esercizio fisico. Il tuo corpo non è schiavo dell'eroina. L'attività fisica permette all'organismo di espellere tutto quello che ha dentro; infatti, è come una disintossicazione naturale, che regola il metabolismo e crea picchi naturali di endorfine. Trova una forma di esercizio regolare che ti piaccia e che riesca a seguire regolarmente. Fai sport o jogging. Se non riesci a sopportarla, inizia ad andare in discoteca per scatenarti sulla pista da ballo. Divertiti, sei sobrio!
  5. 5
    Usa la sobrietà come opportunità di disintossicarti da altre droghe che hai eventualmente usato. Generalmente, nei programmi formali di riabilitazione, i tossicodipendenti non vengono incoraggiati a provare a mollare tutto in una volta sola. Tuttavia, impara a capire se sei in grado di affrontare la sobrietà, e come lo fai, eliminando tutte le altre sostanze tossiche di cui puoi liberarti e sostituendole con attività produttive.
    • Se sostituisci il benessere che ti dava l'eroina con altre droghe, questo potrebbe funzionare per un breve periodo di tempo, ed è anche probabile che continuerai a frequentare gli stessi tipi di persone, affronterai gli stessi tipi di tentazioni e non recupererai la sobrietà. Conosci te stesso.
    • Se stai ancora combattendo una battaglia difficile contro le tentazioni dell'eroina e pensi che un paio di sigarette al giorno sia la tua unica àncora di salvezza per non perdere la testa, non provare a smettere di fumare subito. Conosci i tuoi stessi limiti e stabilisci una serie di obiettivi personali. Se vuoi disintossicarti da tutto, quando lo farai? Tra una settimana? Un mese? Stabilisci una data per disintossicarti da erba, alcool o sigarette, se ciò rientra nei tuoi obiettivi di vita.
  6. 6
    Recupera il controllo sul tuo corpo mangiando sano. Il concetto di mangiare e apprezzare il cibo può essere sconcertante per alcuni tossicodipendenti, ma prenderti cura della tua sobrietà abbracciando una dieta salutare può aiutarti a recuperare i nutrienti giusti per l'organismo e mantenerti sano.
  7. 7
    Trova nuovi hobby per fare buon uso del tempo libero. Evita i vecchi posti di ritrovo e i tuoi vecchi compagni di sballo. Invece, coltiva nuove conoscenze acquisite da sobrio ed esplora hobby che ti mantengano impegnato. Se hai ben altro da fare, sarà molto più difficile che l'eroina si rifaccia strada nella tua vita, strisciando in maniera subdola.
    • Non è il massimo, ma a volte è necessario troncare vecchie amicizie con persone che probabilmente ti risucchierebbero di nuovo nel mondo della droga, da cui sei scappato con fatica. Devi essere saggio e prendere in mano le redini della sobrietà. Se temi che frequentare una certa persona possa farti ricadere nella tentazione di drogarti, devi evitarla. Spiegale che non ti fidi di te stesso quando siete insieme, ma che ti piacerebbe rivederla una volta che sarai pulito.
  8. 8
    Permettiti di rilassarti. La depressione, il senso di colpa e la dipendenza a volte sembrano essere sempre in agguato per un tossicodipendente. Immagina di guidare: guarda la strada di fronte a te, non fissare in continuazione lo specchietto retrovisore. Non concentrarti su quello che hai fatto e su quello di cui potresti pentirti, sposta il punto focale verso il traguardo e quello che vuoi conseguire in questa nuova vita da sobrio. Comincia a viverla.
    Pubblicità

Metodo 5 di 5:
Chiedere Aiuto a un Amico

  1. 1
    Se le tue intenzioni di disintossicarti sono serie, devi avere un amico che ti aiuti e che abbia veramente voglia di essere presente. Chiedigli di controllare il tuo cellulare: magari qualcuno prova a telefonarti e cerca di convincerti a comprare della droga, oppure i tuoi spacciatori ti chiamano per sapere perché non ti sei più fatto sentire.
  2. 2
    Prepara la persona che hai scelto per farti aiutare. Spiegale la gravità dei sintomi derivanti dall'astinenza, in modo che possa offrirti la giusta assistenza e continuare a darti una mano durante il procedimento.
  3. 3
    Cerca di essere ottimista, anche quando pensi che la tua vita sia completamente finita. Mai imbottigliare le tue emozioni, questo causerebbe solo più problemi. Assicurati che la persona scelta per il procedimento sia affidabile e voglia aiutarti sinceramente. Devi essere certo di farti affiancare da un amico con cui tu possa parlare di tutto quello che succede nella tua vita; meglio che sia una persona che conosci da molti anni.
  4. 4
    Ricorda che la persona scelta non è responsabile di quello che ti è successo. Quindi, anche quando affronti i momenti più cupi, non dimenticare che non è obbligata ad aiutarti e che è una sua scelta quella di starti accanto. Soprattutto, ricorda che anche lei ha dei sentimenti. Avvertila in anticipo: deve sapere che avrai alti e bassi e che non è il caso di prendere sul serio tutto quello che dici durante l'astinenza.
    Pubblicità

Consigli

  • Fai una lista di quello che hai perso a causa dell'eroina e di quello che vuoi recuperare. Fai riferimento a questo elenco ogni volta che avverti l'esigenza di drogarti.
  • Trova un posto in cui ricominciare a vivere. Non tornare dalle stesse persone e situazioni.
  • Non biasimarti. Sii orgoglioso di quello che stai facendo.
  • Concentrati sulla tua guarigione e su tutto quello che la rende possibile.
  • Se inciampi, non devi rialzarti subito e recuperare immediatamente le forze. Risollevati come puoi e volta pagina.
  • Trovare una rete di supporto è essenziale, che si tratti di amici e familiari o altri tossicodipendenti sulla strada della guarigione.
  • Quando tocchi il fondo, rialzati e arrampicati, non smettere di farlo. Se ti senti sul punto di scivolare, guarda in basso, tieni duro e ricorda di recuperare l'equilibrio; sorridi e continua sulla tua strada più forte di prima. Non criticarti, devi essere il tuo primo sostenitore.
  • Fai del tuo meglio per non cedere alla brama di drogarti. Quando si presenta inaspettatamente o ti coglie alla sprovvista, puoi trovare immediatamente aiuto grazie al programma dei 12 passi dei Narcotici Anonimi.
  • Stabilisci nuovi obiettivi, sogni o progetti di vita senza eroina, e decidi di farli accadere, per quanto possano sembrare difficili all'inizio. Se resti pulito, tutto è possibile.
  • Evita tutte le persone e i posti che hai frequentato nei tuoi giorni da tossicodipendente.
  • Alcune cose potrebbero farti ripensare all'eroina, e portarti a sentire la necessità di drogarti. Cerca di evitarle.
Pubblicità

Avvertenze

  • Molto spesso, i tossicodipendenti sulla via della guarigione vivono una grave depressione. Se sei affetto da questo disturbo, sarebbe meglio fissare un appuntamento con uno psicologo o un altro professionista del settore della salute mentale.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Suboxone (non sempre necessario; potrebbe aiutare qualcuno, ma anche causare una grave dipendenza)
  • Gatorade, multivitaminici, subsalicilato di bismuto, radice di valeriana (pianta potente che allevia l'ansia; può essere assunta nei primi 3-5 giorni della disintossicazione, ed è reperibile in farmacia o erboristeria)
    • I medicinali per il raffreddore e la febbre possono aiutare almeno un po', qualora smettessi di drogarti di punto in bianco

wikiHow Correlati

Superare una DipendenzaSuperare una Dipendenza
Smaltire Velocemente una SborniaSmaltire Velocemente una Sbornia
Frenare la Dipendenza da MasturbazioneFrenare la Dipendenza da Masturbazione
Liberarsi dei Postumi della SborniaLiberarsi dei Postumi della Sbornia
Prendersi Cura di una Persona UbriacaPrendersi Cura di una Persona Ubriaca
Riconoscere i Segnali dell'Uso di CocainaRiconoscere i Segnali dell'Uso di Cocaina
Superare un Esame Tossicologico con Rimedi Fatti in CasaSuperare un Esame Tossicologico con Rimedi Fatti in Casa
Sapere se una Persona Fa Uso di CocainaSapere se una Persona Fa Uso di Cocaina
Smaltire l'Effetto della MarijuanaSmaltire l'Effetto della Marijuana
Disintossicare l'Organismo dalla CocainaDisintossicare l'Organismo dalla Cocaina
Smettere di Fumare Cannabis dopo Averla Usata per Molto TempoSmettere di Fumare Cannabis dopo Averla Usata per Molto Tempo
Superare un Test AntidrogaSuperare un Test Antidroga
Capire se una Persona è sotto l'Effetto di DrogheCapire se una Persona è sotto l'Effetto di Droghe
Sapere Quando Sei UbriacoSapere Quando Sei Ubriaco
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 36 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 54 007 volte
Categorie: Dipendenza
Questa pagina è stata letta 54 007 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità