Le persone ti considerano spesso autoritario? Nessuno vuole lavorare o studiare con te perché tendi a sottomettere gli altri? Se vuoi smettere di fare il prepotente devi imparare a fidarti delle persone e devi smettere di tentare di avere tutto sotto controllo. Vai al primo passaggio, se vuoi sapere come imparare a lavorare con gli altri in un clima produttivo e di mutuo sostegno.

Parte 1 di 3:
Lavorare Meglio con gli Altri

  1. 1
    Sii paziente. Può essere difficile farsi da parte dopo aver avuto per tanto tempo un ruolo di comando, e lo è ancora di più quando vedi qualcuno confondersi per inezie che saresti riuscito ad affrontare facilmente con velocità, ma che motivo c’è di correre? Se le cose non vanno come le hai pianificate non è la fine del mondo! Rilassati. Prendi un bel respiro. Aspetta. Scoprirai che con un pizzico di pazienza si può fare tutto senza doversi innervosire.
    • Se si accorgessero che sei impaziente potrebbero anche iniziare a fare le cose di fretta, con il rischio di sbagliare e di non riuscire a completare in ogni caso il lavoro come lo avevi immaginato.
    • Assegna delle scadenze pratiche da gestire, anziché chiedere alle persone di completare il proprio lavoro in periodi brevissimi.
  2. 2
    Smettila di fare il perfezionista. A volte una persona è prepotente solo perché vuole che le cose siano fatte per bene, e non c’è nulla di male nel provare a fare un buon lavoro, no? La verità è che ci sono molti modi per ottenere un buon risultato, perciò anche se pensi che il tuo modo per arrivare da A a B sia il più efficiente, non significa che sia anche il “migliore”. Nel momento in cui decidi che bisogna adottare il tuo modo di fare le cose stai bloccando la creatività e rovinando il morale a tutti. Questi fattori possono essere limitanti a lungo andare, e non promettono nessun buon risultato.
    • Ripetiti che essere un perfezionista è sintomo di imperfezione, se proprio non riesci a limitarti. Farai meglio ad aspettarti il risultato migliore, perché se insisti ad aspettarti solo i risultati che hai pianificato con cura, rimarrai sempre deluso.
  3. 3
    Smettila di controllare il lavoro degli altri in maniera puntigliosa. Non riuscirai mai a lavorare con altre persone in questo modo, e sprecherai un sacco di tempo. Prova a concentrarti sulle capacità positive delle persone che ti circondano. Fagli dei complimenti, tanti complimenti. Smettila di considerarli degli strumenti, come mezzo per un fine o come macchine. Le persone devono imparare dai propri errori e dalle proprie esperienze per riuscire a pensare con la propria testa. Fidati di loro e concedigli un margine di errore flessibile. Fagli capire che sei lì per aiutarli, ma non stargli col fiato sul collo e non ti imporre sulle loro mansioni.
    • Se ti accorgi che una persona sta dando del suo meglio e sei colpito dal suo impegno, allora dovresti complimentarti per il lavoro svolto. Riuscirai a costruire un rapporto forte con i tuoi sottoposti se gli fai capire che non metti in evidenza solo i loro errori, ti aiuterà ad essere meno prepotente.
  4. 4
    Migliora le tue abilità comunicative. Molte volte non conta cosa dici, ma come lo dici. Il tono di voce che usi può incutere timore e fare sentire le persone inutili, o può infondere sicurezza e invitarle a raggiungere assieme un obiettivo. Quando chiedi a una persona di svolgere una mansione o di offrire un’opinione è importante fare attenzione ad alcuni aspetti della comunicazione, come la durata dei discorsi, il lessico e gli esempi che utilizzi. Più la conversazione è fluida e dinamica, più sarà facile riuscire a raggiungere i propri obiettivi senza dover costantemente supervisionare gli altri.
    • Probabilmente pensi che il modo più efficace per farti ascoltare sia quello di essere duro e intimidatorio, ma la verità è che questo comportamento si rivela scoraggiante e diminuisce le probabilità di raggiungere gli obiettivi. Se riesci a stabilire una buona relazione con loro, anziché farti temere, otterrai degli ottimi risultati.
    • Facciamo un esempio. Se impari a equilibrare commenti positivi e negativi riuscirai a comunicare la necessità di fare dei cambiamenti senza demoralizzare nessuno.
  5. 5
    Anche se porta via molto più tempo del metodo democratico (la maggioranza vince), il processo di ricerca del consenso permette a tutti di raggiungere un terreno comune. Puoi agevolare questo processo, assicurandoti che venga ascoltata l’opinione di tutte le persone coinvolte e che le decisioni vengano prese di comune accordo. Probabilmente inizieranno a sentirsi in un ambiente positivo che li sostiene, se eviti di imporre il tuo modo di fare agli altri.
    • Forse pensi che dettare legge sia il modo migliore per fare le cose, ma la verità e che rende infelici le persone sul posto di lavoro.
    • Oltretutto se ascolti le opinioni degli altri puoi imparare nuovi approcci per riuscire a svolgere ogni mansione. Non imparerai mai nulla di nuovo se ti affidi solamente al tuo metodo.
  6. 6
    Chiedi alle persone di esprimere dei commenti onesti. Non perché è una buona idea o perché vuoi fare buona impressione. Spiega alle persone che sai di essere stato un po’ prepotente, in passato, ma che adesso hai intenzione di cambiare. Chiedigli di avvisarti se mostri troppo autoritarismo, sia in privato che per e-mail. Sii umile e chiedi loro una mano. In questo modo dimostrerai che hai smesso di fissarti sui tuoi metodi e che hai intenzione di crescere.
    • Prendi l’abitudine di fare dei sondaggi anonimi riguardo alla tua performance, se sei un supervisore o un capo. Se in tanti lamentano lo stesso problema, dovrai impegnarti a risolverlo.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Cambiare Mentalità

  1. 1
    Impara ad ammettere i tuoi errori. La maggior parte degli atteggiamenti prepotenti si verificano quando pensiamo di avere ragione su tutto. Se per un attimo lasci perdere questo pensiero pretenzioso e ammetti di essere fallibile come tutti gli altri, imparerai a lavorare con i tuoi colleghi e noterai che anche loro hanno esperienza e conoscenze da offrirti. La prossima volta che sbagli, ingoia l’orgoglio e ammettilo, sia che ti trovi nella tua cerchia di amici, che al lavoro. Di’ che hai fatto ciò che ritenevi più giusto e che le cose non sono andate come speravi, anziché far finta che sia tutta colpa di qualcun altro.
    • Quando riuscirai ad ammettere i tuoi errori, le persone inizieranno a rispettarti di più, sentiranno di poterti offrire suggerimenti e aiuto in futuro.
    • Se ti è capitato di commettere un errore, pensa a come avresti potuto evitarlo. Le cose sarebbero andate meglio se avessi sentito il parere di qualcun altro? Se una persona aveva una buona idea in proposito, vai da lui e digli che avresti dovuto ascoltarlo. Non sarà facile, ma ti aiuterà a evitare lo stesso errore in futuro.
  2. 2
    Accetta le cose per come sono. La cosa più difficile da accettare per una persona prepotente è che alcune cose non si possono cambiare. Inclusi i colleghi, il clima, gli amici, e tutto ciò che non può essere tenuto sotto controllo. Prima imparerai ad accettarlo, prima smetterai di essere prepotente e riuscirai a sviluppare una mentalità più calma e rilassata.
    • Certo, è ammirevole voler cambiare qualcosa che non funziona nel proprio ambiente, ma non è sempre possibile. Impara a considerarle cose di poca importanza, anziché sprecare tempo ed energie cercando di controllarle.
  3. 3
    Rinunciare al controllo può essere soddisfacente tanto quanto prenderlo. Probabilmente la percepisci come una debolezza o pensi di abbandonare la tua visione perfetta delle cose. In realtà rinunciare al controllo può essere un’esperienza molto gratificante. Non solo migliorerai le tue relazioni con gli altri offrendogli delle responsabilità, ma riuscirai anche ad alleviare lo stress. Inoltre avrai più tempo per fare ciò che più ti piace (tranne essere prepotente con altre persone). All’inizio può sembrare spiacevole, ma più lo farai, più ti sentirai bene.
    • Comincia con poco per abituarti. Non devi mollare tutte le responsabilità riguardo al progetto più importante o smettere di prendere decisioni. All’inizio cerca di condividere qualche responsabilità, puoi lasciare che un collega controlli un rapporto o far decidere a un amico il posto in cui andare a mangiare. Ti accorgerai che diventa più semplice col tempo.
  4. 4
    Non puoi cambiare gli altri. Spesso le persone prepotenti vorrebbero che le persone che li circondano si comportassero in maniera diversa. Vorrebbero degli amici più affiatati, dei colleghi più zelanti o più efficienti, e provano di tutto per far cambiare le persone in questo senso. Sono molte le situazioni in cui un cambiamento può essere positivo, soprattutto se si ha un coinquilino disordinato o un collega ritardatario. Vale la pena affrontare questi problemi, ma non ti aspettare che la gente cambi completamente o rimarrai deluso.
    • Per esempio, se hai un coinquilino trasandato, puoi chiedergli di lavare la sua parte di piatti, di portare fuori la spazzatura più spesso e di pulire i suoi spazi. Puoi dirglielo sperando di non doverlo più ripetere, ma non aspettarti che quella persona tenga sempre tutto lindo e pinto.
  5. 5
    Migliora la tua autostima. Molte persone si comportano in maniera prepotente perché mancano di autostima. Probabilmente pensi che la gente ti ascolti solo quando ti comporti in maniera maleducata e prepotente, ripetendogli centinaia di volte cosa fare. Devi invece riconoscere di essere una persona che vale la pena ascoltare, che non è necessario fare pressione sugli altri per ottenere qualcosa. Impegnati facendo ciò che ami, cercando di affrontare i problemi che possono essere risolti.
    • Molti pensano che le persone prepotenti abbiano un ego molto grande, ed è questo il motivo per cui abbaiano ordini. La verità è che la maggior parte di loro lo fa perché ha una scarsa autostima e pensa che sia l’unico modo per farsi ascoltare.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Rinunciare al Controllo

  1. 1
    Sii più flessibile. Le persone prepotenti spesso sono inflessibili, non lasciano spazio a nessuna idea nuova e odiano l’idea del “piano B”. Se vuoi perdere questa cattiva abitudine dovrai imparare a essere più flessibile anziché aspettarti che vada tutto in un certo modo. Facciamo degli esempi. Da tempo aspetti una cena con gli amici per mangiare cibo messicano, ma loro ti portano in un ristorante giapponese. I tuoi colleghi ti chiedono un giorno in più per la consegna del rapporto per colpa di alcuni cambiamenti avvenuti all’ultimo minuto. Cerca di capire che non è la fine del mondo se le cose non vanno come previsto, e che c’è ancora la possibilità che funzionino.
    • Per imparare ad essere flessibili bisogna iniziare a smettere di programmare. Non riuscirai a fare cambiamenti, se pianifichi le tue giornate al minuto.
  2. 2
    Impara a gestire l’ansia. Molte persone si comportano in maniera prepotente perché non riescono ad accettare che qualcosa non vada esattamente come pianificato. Si fanno prendere dall’ansia se qualcuno tarda di cinque minuti o se un progetto non viene riportato in maniera perfetta o se qualcuno decide di andare in un posto mai visitato prima. Se il tuo comportamento è frutto della paura del cambiamento, dovrai iniziare a mettere la tua ansia da parte.
    • Non riesci a prendere sonno perché sei troppo preoccupato? Non riesci a concentrarti sul tuo lavoro perché sei ossessionato dal fatto che potrebbe andare tutto storto? Se soffi di gravi crisi di ansia, dovresti consultare il parere di uno specialista in salute mentale.
    • Se l’ansia non e grave puoi mettere in pratica delle misure per ridurla da solo, per esempio con lo yoga, o la meditazione. Puoi anche provare a ridurre la caffeina e ad aumentare le ore di sonno.
    • Naturalmente ci sono persone più ansiose di altre. Riuscirai lentamente a trovare un modo per contrastare i tuoi comportamenti ansiosi quando imparerai a controllarli. Per esempio, se hai l’ansia di arrivare tardi a lavoro e di rimanere incastrato nel traffico, puoi provare a uscire di casa 15 minuti prima, e vedere che effetto fa.
  3. 3
    Lascia che gli altri prendano delle decisioni. È la cosa che fa più paura alle persone autoritarie, ma quando ci proverai ti accorgerai che non c’è nulla di cui temere. Comincia con qualcosa di piccolo. Quando sei con gli amici lasciagli decidere che film vedere o in quale ristorante mangiare. Se sei al lavoro, lascia che uno dei tuoi colleghi decida la formattazione dei rapporti, o che scelga altre persone da includere nel progetto. Quando noterai che non cambia nulla, riuscirai a resistere al bisogno di prendere ogni decisione e darai un’opportunità agli altri.
    • La cosa potrebbe causare una sorpresa piacevole se sei sempre stato autoritario. Gli farà piacere ricevere una possibilità.
    • Prendi un bel respiro e di’: “non lo so, tu cosa vorresti fare ?”. Ti accorgerai che non è tanto male quanto sembra.
  4. 4
    Sii più spontaneo. Le persone autoritarie di solito sono tanto spontanee quanto un cesto di frutta. Il tuo compito è quello di contrastare le tue abitudini per trovare un nuovo modo di vivere fuori dalla tua routine. Accetta quell’invito all’ultimo momento per una gita con gli amici. Inizia ad appassionarti per qualcosa che non avresti mai considerato utile fino alla settimana scorsa. Inizia a cantare senza motivo. Fai ciò che di solito non ti sogneresti neppure e goditi l’aria di novità. Ti accorgerai presto di non riuscire più ad essere autoritario, perché la tua vita è diventata imprevedibile.
    • Passa più tempo con delle persone spontanee che non pianificano il proprio futuro e riuscirai a farti contagiare dal loro modo di fare.
    • Anziché pianificare ogni attimo, cerca di lasciarti il weekend libero, potresti fare un sacco di nuove esperienze.
  5. 5
    Delega. Un’altra cosa che puoi fare è delegare alcune delle tue mansioni. Se stai organizzando il tuo matrimonio, chiedi a un amico di aiutarti a scegliere i fiori e a un altro di preparare gli inviti, anziché urlare con chiunque ti capiti a tiro. Non ti caricare di ogni responsabilità, condividile e ti accorgerai che è meglio delegare che fare il prepotente e l’autoritario con gli altri.
    • Questo è uno strumento fondamentale in ambito lavorativo, soprattutto negli uffici. Otterrai dei risultati in maniera molto più veloce se deleghi una parte del lavoro a delle persone di cui ti fidi, anziché stare col fiato sul collo a tutti senza risolvere nulla.
  6. 6
    Non dare suggerimenti se non ti vengono chiesti. Di solito le persone autoritarie tendono a dire alle persone ciò che dovrebbero fare o come si dovrebbero comportare senza che nessuno glielo chieda. Se un amico ti chiede un consiglio, è un conto, ma non dovresti mai suggerirgli di lasciare la ragazza o di tagliare i capelli se non ti ha esplicitamente chiesto un parere. Mostra sensibilità per i bisogni degli altri e offriti di dare un consiglio solo se ti viene richiesto o se noti che qualcuno è nei guai fino al collo, anziché comportarti come un “so tutto io” che ritiene i propri metodi infallibili.
    • Ti troverai ovviamente in situazioni in cui il tuo metodo è l’unico per riuscire a completare un progetto. Dillo a voce alta, in maniera calma, senza generare conflitti. Basta che inizi con, “ci sono già passato. Ti posso dare un suggerimento che ha funzionato per me?” in questo modo non darai l’aria del supponente.
    Pubblicità

Consigli

  • A volte basta prendere un respiro profondo e contare fino a dieci. Rilassati, ma soprattutto pensa prima di parlare o di fare qualcosa.
  • Essere autoritario non fa di te un buon capo. Cerca un articolo su WikiHow per imparare a diventarlo.
  • Pensa agli altri. Quando sei in un gruppo, sai che con te ci sono altre persone che provano affetto per il proprio lavoro. Sii paziente e prova a comprendere ciò che provano, ascoltali e rifletti sulle loro idee. Fagli capire che sono stati ascoltati, anche se non ti trovi d’accordo con loro.

Pubblicità

Avvertenze

  • Quadno smetti di fare il prepotente, qualcuno potrebbe smettere di apprezzarti. Non succede perché ti trova meno attraente, ma perché non prova più timore reverenziale nei tuoi confronti. Abbandona la prepotenza a tuo rischio e pericolo.


Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 21 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 2 965 volte
Categorie: Personalità
Questa pagina è stata letta 2 965 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità