Mentire in modo patologico è un atteggiamento complicato e, spesso, frainteso. Raccontare qualche bugia di tanto in tanto non ti rende di certo un bugiardo patologico; tuttavia, se non sei in grado di fermarti, sfrutti le menzogne per manipolare gli altri oppure le tue bugie hanno un impatto notevole sulla tua vita, probabilmente hai un problema.[1] Se hai intenzione di smettere di mentire, davanti a te non hai una strada semplice da percorrere, tuttavia riconoscendo il problema e chiedendo aiuto hai già compiuto i passi più importanti.

Parte 1 di 9:
Metti a tacere i pensieri negativi che rivolgi verso te stesso.

  1. 1
    Non hai bisogno di mentire per fare colpo sulle persone. Se ti ritrovi a pensare che non sei all'altezza degli altri, così come sei, potresti avere la tentazione di raccontare una bugia per apparire sotto una luce migliore. Invece di fingere, ricorda a te stesso quali sono le tue migliori qualità. Sono le tue caratteristiche positive che devi mettere in risalto, non servono degli inganni per sembrare più simpatico o fare una buona impressione sulle persone soltanto per un breve momento.[2]
    • Diciamo che tu voglia fare colpo su una collega dicendole che hai visto il suo film preferito. Se in realtà non l'hai mai visto, sii sincero. Raccontale invece di tutti i film interessanti che hai guardato davvero!
    • Dille qualcosa come "Non l'ho ancora visto. Allora cercherò di recuperarlo!".
    Pubblicità

Parte 2 di 9:
Accetta le conseguenze delle tue azioni.

  1. 1
    Astieniti dal mentire soltanto per prevenire un esito indesiderato. Quando fai uno sbaglio, non affrettarti ad accampare scuse; invece, ammetti onestamente ciò che è accaduto. Poi, assumiti la responsabilità, porgi le tue scuse e tenta di rimediare alla situazione meglio che puoi. Non è un approccio semplice e richiede impegno, tuttavia vivere una vita onesta di cui sei fiero ti permette di sentirti bene con te stesso e ne vale assolutamente la pena.[3]
    • Se ferisci i sentimenti di un tuo amico, non scaricare la colpa su di lui e non giustificarti, dicendo magari di avere avuto una brutta giornata. Devi essere semplicemente sincero e ammettere che ti dispiace.
    • Magari hai dimenticato di innaffiare le piante del tuo coinquilino. Non mentire, negando la realtà, quando il tuo coinquilino torna a casa e si accorge delle piante appassite. Ammetti il tuo sbaglio e chiedigli scusa.
    • Non aspettarti di essere sempre perdonato per i tuoi errori, ma è comunque probabile che le persone ti rispettino almeno per avere ammesso la tua responsabilità.

Parte 3 di 9:
Non tralasciare dettagli importanti.

  1. 1
    Anche l'omissione è una sorta di menzogna.[4] Quando parli con qualcuno, evita di nascondere aspetti del racconto e di sorvolare su dettagli che ti metterebbero in cattiva luce. Se sei andato a cena con la tua ex, ma non hai il coraggio di dirlo alla tua compagna, non modificare la realtà dei fatti raccontando di essere stato a cena con un vecchio amico, e non omettere del tutto di essere stato a cena. Ammetti semplicemente la verità, così da potere avere un confronto aperto al riguardo.[5]
    • Anche questo è un passo importante per assumersi la responsabilità delle proprie azioni.
    Pubblicità

Parte 4 di 9:
Affronta le conflittualità in modo onesto.

  1. 1
    Talvolta le persone mentono per evitare di essere in disaccordo con qualcuno. Questa abitudine di compiacere sempre il prossimo può lasciarti amareggiato e finirà per allontanarti dalla persona a cui hai mentito. Per stabilire dei legami basati su una comunicazione aperta e sulla fiducia, devi essere onesto anche in caso di disaccordo. Questo approccio ti permette di legare in modo più profondo con le persone, sebbene possa essere difficoltoso parlare apertamente.[6]
    • Diciamo che il tuo partner dimentica spesso di mettere a posto la sua biancheria, cosa che ti infastidisce non poco. Non dirgli che ti sta bene soltanto per evitare una discussione. Potrebbe essere invece meglio per entrambi fargli sapere quello che pensi davvero.
    • Esponi la questione in maniera diretta e rispettosa, dicendo ad esempio: "Capisco benissimo che ultimamente sei stato molto occupato, ma stasera riusciresti a mettere a posto i tuoi vestiti?".

Parte 5 di 9:
Pensa prima di parlare.

  1. 1
    Fermati un attimo per elaborare i tuoi pensieri, così da non mentire in modo compulsivo. Se ti ritrovi a raccontare spesso delle bugie senza neanche accorgertene, prenditi qualche secondo prima di intervenire in una discussione o di rispondere a una domanda. Avrai così modo di riflettere su una risposta sincera anziché raccontare una menzogna in modo istintivo.[7]
    • La prossima volta che il tuo capo ti chiede se hai portato a termine un incarico, non rispondere d'impulso. Fermati e chiedi a te stesso: "Ho fatto tutto quello che mi aveva chiesto?". A quel punto, potrai dargli una risposta ponderata e onesta.
    Pubblicità

Parte 6 di 9:
Sii sincero con te stesso.

  1. 1
    Non iniziare a credere alle tue stesse menzogne. Talvolta è difficile accettare la dura realtà dei fatti. Magari hai grosse difficoltà nel mettere dei soldi da parte perché hai l'abitudine di fare acquisti online e ormai la situazione è fuori controllo. Potrebbe essere più facile convincerti che sia una cosa normale, che non hai un problema. Tuttavia, devi avere il coraggio di riflettere in modo onesto sulle cose che non riesci ad ammettere nemmeno a te stesso se vuoi risolvere la situazione. Smetti di mentire, sia a te stesso sia agli altri.[8]
    • Tutti sbagliano di tanto in tanto. Riflettere onestamente sul proprio comportamento può essere d'aiuto per modificare atteggiamenti errati ed evitare di ripetere gli stessi errori. Continuare a mentire non ti aiuterà sul lungo termine.[9]

Parte 7 di 9:
Prendi nota delle menzogne che racconti in un diario.

  1. 1
    Può esserti di aiuto nel riconoscere degli schemi che si ripetono e porre fine a un determinato tipo di atteggiamento. Per smettere di mentire, devi innanzitutto ammettere che hai questo problema. Scrivi tutte le bugie che racconti durante la giornata, quindi rifletti sul motivo che ti ha portato a farlo. Acquisirai così una maggiore consapevolezza di ciò che ti spinge a mentire; le cause possono essere tante: può essere l'insicurezza così come il desiderio di compiacere il prossimo.[10]
    • Riflettere in modo onesto può essere terapeutico. Considera questo diario come un porto sicuro in cui hai la possibilità di elaborare le tue emozioni e riconoscere che cosa puoi fare per migliorare.
    Pubblicità

Parte 8 di 9:
Rivolgiti a un professionista della salute mentale.

  1. 1
    Uno psicoterapeuta o uno psichiatra può aiutarti a comprendere la radice del problema. Ci sono tantissimi fattori da prendere in considerazione, come una bassa autostima, la fobia sociale e l'impulsività.[11] Chiedi aiuto a uno specialista per scoprire le vere motivazioni che ti spingono a mentire. Il medico di base può consigliartene uno che lavora nella tua zona, altrimenti fai una ricerca online.[12]
    • Può essere difficile, ma cerca di essere del tutto sincero con il tuo psicoterapista o psichiatra. È un professionista ed è lì per aiutarti, non per giudicare le tue difficoltà e la tua condotta.

Parte 9 di 9:
Chiedi aiuto per scoprire se hai un disturbo mentale che ti spinge a mentire.

  1. 1
    I bugiardi patologici possono soffrire di un disturbo narcisistico di personalità, di un disturbo antisociale di personalità o di un disturbo borderline di personalità. Se pensi che la tua necessità di mentire possa dipendere effettivamente da una patologia, sappi che puoi farti aiutare. Parla con un professionista della salute mentale, come uno psichiatra o uno psicoterapeuta, che ti sapranno offrire tutte le risorse di cui hai bisogno.[13]
    • Tra gli altri sintomi del disturbo narcisistico di personalità, c'è il senso di superiorità nei confronti altrui, la difficoltà nel mantenere dei rapporti interpersonali sani, una sensazione di bassa autostima e di vergogna.[14]
    • Tra i sintomi del disturbo antisociale di personalità c'è il disprezzo per le regole e l'indifferenza verso ciò che è giusto o sbagliato, un atteggiamento violento e aggressivo, relazioni interpersonali abusive e morbose.[15]
    • Il disturbo borderline di personalità si presenta con un'intensa paura dell'abbandono, depressione e ricorrenti sbalzi d'umore.[16]
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Smettere di PiangereSmettere di Piangere
Superare un'OssessioneSuperare un'Ossessione
Stare Bene con Se StessiStare Bene con Se Stessi
Controllare gli Impulsi SessualiControllare gli Impulsi Sessuali
Superare un Periodo DifficileSuperare un Periodo Difficile
Aiutare Qualcuno con una Bassa AutostimaAiutare Qualcuno con una Bassa Autostima
Nascondere le Cicatrici Causate dall'AutolesionismoNascondere le Cicatrici Causate dall'Autolesionismo
Proteggerti da uno PsicopaticoProteggerti da uno Psicopatico
Sapere se Sei Malato MentalmenteSapere se Sei Malato Mentalmente
Smettere di Avere gli IncubiSmettere di Avere gli Incubi
Evitare di Arrabbiarti Anche Quando Non Puoi Farne a MenoEvitare di Arrabbiarti Anche Quando Non Puoi Farne a Meno
Smettere di Essere GelosoSmettere di Essere Geloso
Smettere di Essere AutolesionistaSmettere di Essere Autolesionista
Capire se una Persona è BipolareCapire se una Persona è Bipolare
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità.
Questa pagina è stata letta 46 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità