Come Smettere di Fumare Cannabis dopo Averla Usata per Molto Tempo

In questo Articolo:Prendere la Decisione di SmetterePerdere il VizioTrovare la ForzaCambiare le Proprie AbitudiniRestare Motivato

Anche se la cannabis crea meno dipendenza ed è meno pericolosa di molte altre sostanze illegali, può comunque diventare un’abitudine pericolosa in grado di influire negativamente sulla vita quotidiana, le interazioni sociali e le capacità fisiche. Ciò vale in particolare per chi la fuma da diversi anni. Se tu o uno dei tuoi cari avete questo problema, sappi che è possibile smettere di fare uso di cannabis in maniera molto semplice rispetto ad altre sostanze assuefacenti. Vai al primo passaggio per iniziare.

Parte 1
Prendere la Decisione di Smettere

  1. 1
    Impara come la cannabis influisce sulla tua vita. L’uso di cannabis causa mancanza di iniziativa o pigrizia, il rifiuto di partecipare a eventi sociali (soprattutto se bisogna interagire con non fumatori), inoltre provoca danni agli organi, come il cuore e i polmoni. Questi sono i motivi principali per cui sempre più persone decidono di smettere di fumarla. In che modo ti ha cambiato?
    • La dipendenza non distrugge solo la salute fisica, ma rende anche maggiormente inclini a sviluppare disturbi psicologici, come schizofrenia, depressione e ansia.
    • Il consumo di cannabis aumenta il rilascio di serotonina nel corpo, una sostanza chimica prodotta dal cervello che dona una sensazione di piacere. Sfortunatamente, più fumi cannabis, meno serotonina viene prodotta dall’organismo, di conseguenza la sensazione di piacere si riduce, e il desiderio di fumare aumenta.
  2. 2
    Fai un bell’esame di coscienza. Prenditi qualche ora del tuo tempo (o tutta la giornata) e trova un posto calmo e sereno, un ambiente in cui ti senti a tuo agio e puoi essere te stesso. Spegni il telefono per non farti disturbare e pensa all’uso che fai della cannabis. Alcune domande utili sono:
    • Quando l’hai provata la prima volta, e perché l’hai fatto?
    • Da quanto tempo fumi, e quanto spesso?
    • Cosa provi prima e dopo aver fumato? (cerca di concentrarti per capire se lo fai per attenuare pensieri negativi o per evitare di dover affrontare i tuoi problemi)
    • Hai mai trascurato i tuoi impegni (verso te stesso, la tua famiglia, i tuoi amici, il lavoro o la scuola) per colpa della cannabis?
    • Vorresti svolgere o eccellere in alcune attività in particolare, ma non lo hai ancora fatto perché non ti senti abbastanza motivato?
  3. 3
    Cerca di capire cosa ti motiva. Più ti avvicini alle ragioni che ti spingono a fumare, più sarà semplice smettere. Quando ci sarai riuscito, ti basterà pensare cosa potrebbe motivarti a smettere. Cerca di porti degli obiettivi alternativi, qualcosa che ti faccia perdere il vizio. Può essere qualunque cosa. Puoi decidere di fare domanda per una buona università, o prenderti cura della tua famiglia, persino eccellere in uno sport o in un’arte.
    • Se vuoi smettere, ricordati che più è forte ciò che ti motiva, maggiori sono le possibilità di farcela.
  4. 4
    Renditi conto che questa decisione è definitiva. Molte delle persone che soffrono di dipendenza sentono di voler smettere ogni volta che fumano. Ogni volta fanno una promessa a se stessi e tutte le volte ci ricascano. Devi comprendere che questa volta la decisione è definitiva. Il primo passo per guarire è quello di ammettere di avere un problema.
    • Devi comprendere intimamente che il tuo problema non è qualcosa di piacevole. I problemi vanno risolti prima che peggiorino, e questo è esattamente ciò che stai cercando di fare.
  5. 5
    Non dare la colpa a niente e a nessuno. Un altro fattore importante è quello di non incolpare la sostanza, gli altri o l’ambiente in cui vivi della tua dipendenza. Per riuscire a smettere devi iniziare a prenderti la piena responsabilità delle tue azioni, sia positive che negative. Ciò ti aiuterà in questo processo, poiché sarai più propenso a congratularti per i tuoi successi e a impegnarti duramente se le cose non andranno esattamente come le hai immaginate.
    • Scaricare la colpa sugli altri è solo un modo di giustificarsi, non farà che farti riprendere a fumare. Anche se il primo passo per smettere è essere onesti con se stessi, non significa che devi affrontare tutto il processo da solo. Alcune tecniche, soprattutto attraverso l’aiuto psicologico, possono incrementare notevolmente i tuoi sforzi.
  6. 6
    Informati sugli effetti collaterali. Fumare cannabis è un’esperienza piacevole, ma ha diversi gravi effetti collaterali che possono durare per molto, molto tempo. Sapere ciò che potrebbe accaderti ti aiuterà a rendere definitiva la tua decisione. Ecco alcuni effetti causati dall’uso prolungato di cannabis:
    • Aumento della frequenza cardiaca.
    • Perdita di coordinazione negli organi di senso.
    • Ansia.
    • Iperattività.
    • Allucinazioni.
    • Irritabilità.
    • Sbalzi d’umore.
    • Perdita di fertilità.
    • Isolamento.
    • Pensieri suicidi.
    • Comportamento aggressivo.
    • Intolleranza.

Parte 2
Perdere il Vizio

  1. 1
    Fai con calma. È molto difficile smettere per una persona che fa uso di una sostanza da tanto tempo. Smettere improvvisamente non farà che peggiorare i sintomi dell’astinenza, facendoti perdere la speranza di riuscire a continuare. È molto più semplice se decidi di scalare le dosi con l’obiettivo di smettere completamente.
    • Se hai l’abitudine di fumare due volte al giorno, limitati a una sola per una settimana. In questo modo aiuterai il corpo ad abituarsi alla riduzione di serotonina in maniera semplice e sana.
  2. 2
    Ricorda che vuoi smettere. Smettere può essere molto difficile, per questo motivo devi continuamente ricordarti che hai preso questo impegno per te stesso. Scrivi “io voglio smettere” su un pezzo di carta o segnalo come promemoria sul cellulare. Assicurati avere sempre a portata di sguardo questo mantra.
    • Ci saranno dei momenti in cui vorrai mollare tutto e accendertene una, ma quel promemoria ti aiuterà a ricordare la decisione che hai preso per il tuo bene.
  3. 3
    Elimina ogni demotivatore dalla tua vita. Per farlo dovrai liberarti di tutto ciò che ti ricorda la cannabis – cartine, poster, canzoni, film, ecc. Questo passaggio è importante perché quegli oggetti possono comunque tentarti, anche se pensi di aver risolto il problema e hai intenzione di conservarli come ricordo.
    • Se tieni la tua torta preferita sul tavolo della cucina, consapevole del fatto che non potrai mangiarne più, non farai altro che tormentarti inutilmente.
  4. 4
    Preparati ai sintomi di astinenza. Sono sostanzialmente irritabilità, insonnia, perdita dell’appetito, stanchezza e qualche mal di testa. Fortunatamente questi sintomi non durano a lungo, al massimo 10-15 giorni, a seconda di diversi fattori, come l’età, lo stato di salute e la durata d’uso.
    • La parte più difficile, tuttavia, è quella di rimanere per sempre alla larga dalla cannabis. Sono moltissimi i fattori in grado di scatenare nuovamente la voglia di usare questa sostanza o semplicemente di renderti molto difficile la vita senza fumo. Questo argomento verrà approfondito nella prossima sezione.

Parte 3
Trovare la Forza

  1. 1
    Trova un buon gruppo di sostegno. Accertati di essere circondato dalle persone giuste: la pressione esercitata dal gruppo è una delle prime cause che portano un individuo a usare sostanze illegali. Quando cerchi di smettere, frequenta gli amici che ti hanno incoraggiato a farlo, saranno molto più comprensivi nei tuoi confronti rispetto ai tuoi compagni di fumata, che potrebbero invogliarti a riprendere. Può darsi che nel profondo siano brave persone, ma se continui a esporti alla droga mentre smetti non farai che desiderarla di più.
    • Potrai ricominciare a frequentarli quando sarai riuscito a smettere, ma solo se pensi di essere abbastanza forte da non farti tentare.
  2. 2
    Parla della tua decisione alle persone che ti stanno vicino. Avrai bisogno dell’amore e della comprensione di famiglia e amici. Per questo è essenziale parlare ai tuoi cari della decisione di smettere di fumare. Spiegagli che per te è difficile e che hai bisogno del loro supporto. Fagli capire che hai intenzione di portare avanti questo impegno in maniera molto seria: faranno del loro meglio per supportarti.
    • Dovresti stare lontano dalle persone che fumano cannabis, anche se con alcuni di loro hai una relazione importante. Spiega che non hai intenzione di cambiare il loro comportamento (altrimenti potrebbero sentirsi attaccati e cercherebbero di convincerti a riprendere).
      • Afferma perché vuoi smettere e chiedi loro di non fumare e di non mostrare comportamenti legati al fumare quando stanno con te. Se sono dei veri amici, faranno ciò che gli chiedi.
  3. 3
    Fatti sostenere da un gruppo di supporto. Esistono molti centri di riabilitazione in grado di aiutarti a smettere di fumare, se pensi di non riuscire a farcela da solo. Ti impegnerà a rispondere delle tue azioni e sarai circondato da persone che stanno affrontando il tuo problema.
    • Alcune persone hanno bisogno di essere sorvegliate o minacciate da delle figure autoritarie per rimanere pulite. Questi centri verificano che tu non ricada nella dipendenza e ti aiutano a rimanere sobrio con terapie psicologiche e mediche, di solito attraverso la psicoterapia cognitivo-comportamentale, il metodo migliore per trattare i disturbi da uso di cannabis.
  4. 4
    Sottoponiti a terapia. La terapia può essere utile per il tuo problema, perché tende a comprendere le motivazioni profonde legate all’uso della cannabis e fornisce gli strumenti per affrontare gli eventi della vita, che potrebbero altrimenti riportarti sulla vecchia strada. Questi terapisti qualificati e certificati sono perfetti osservatori oggettivi in grado di mostrarti un punto di vista alternativo che potresti non aver mai considerato, motivandoti ulteriormente a smettere di fumare.
    • Inoltre questi specialisti hanno esperienza con persone il cui desiderio è quello di smettere di fumare cannabis, perciò sono in grado di trattare il tuo caso adattando perfettamente la terapia alla tua personalità e al tuo stile di vita. Anche se a volte può essere difficile scegliere quella migliore.
  5. 5
    Informati sulle terapie efficaci. Quando andrai in terapia ti sarà utile conoscere alcuni dei metodi più comuni ed efficaci riguardo al tuo problema. Eccoli:
    • Psicoterapia cognitivo-comportamentale. Questo tipo di terapia si basa sulla convinzione che i pensieri e le azioni sono interconnesse. Ciò significa che trasformando i tuoi pensieri negativi in positivi, anche le tue azioni cambieranno. Questo approccio si è rivelato molto valido per le persone che cercano di smettere di fumare cannabis, poiché analizza i pensieri che scatenano il desiderio della sostanza e di conseguenza lavora direttamente sul comportamento.
    • Psicoterapia motivazionale. Questa terapia è particolarmente efficace nei pazienti che tentano di smettere di fumare nicotina e cannabis e di bere alcolici. Si basa sul fatto che le persone che vivono queste dipendenze spesso si accorgono che stanno facendo del male a se stessi, ma decidono di farlo lo stesso. Lo scopo di questa terapia è di analizzare le tue motivazioni e di cambiarle in maniera positiva, senza ricorrere a giudizi o confronti. In questa terapia non ti viene detto cosa dovresti cambiare, ma ti viene richiesto quali sono le tue motivazioni e argomentazioni. Il terapista in questo senso ti aiuta a formulare delle proposte positive e le alimenta in modo da rafforzare le tue motivazioni.
  6. 6
    Scegli l’approccio giusto per te. Non esiste un metodo universalmente valido quando si tenta di smettere di fumare cannabis: ognuno è diverso e richiedere un trattamento differente. Questo è il motivo per cui dovresti scegliere la terapia che più ti convince. Se ti senti a tuo agio con l’approccio che viene utilizzato, allora riuscirai a combattere la tua dipendenza.
    • Ricorda che il tuo terapista cercherà sempre di adattare il suo metodo al tuo caso per aumentare le probabilità di riuscita.
    • Per scegliere un terapista consulta il tuo medico di famiglia. Ti darà degli ottimi suggerimenti, raccomandandoti i migliori specialisti nella tua zona. Ricorda di essere completamente onesto col tuo terapista: in questo modo vi aiuterete a vicenda a realizzare il tuo obiettivo.

Parte 4
Cambiare le Proprie Abitudini

  1. 1
    Mangia più frutta e verdura. Una dieta salutare durante questa fase di transizione aiuta a mantenere alto il livello di idratazione del corpo e allevia il desiderio di fumare. Concentrati su questi alimenti:
    • La cannabis aumenta la voglia di consumare cibi dolci e aromi artificiali. Due-tre mele al giorno possono alleviare questo desiderio. Inoltre masticare terrà impegnata la bocca.
    • Anche le verdure croccanti sono utili per contrastare la dipendenza. L’aglio e lo zenzero in particolare lasciano un sapore in bocca che rende disgustoso il sapore del fumo. Sminuzza questi due ingredienti in tocchetti masticabili e aggiungili regolarmente ai tuoi pasti.
  2. 2
    Consuma latte e formaggio. Questi alimenti alleviano i sintomi di astinenza, e possono anche farti apparire più in salute, dato che migliorano i capelli, la pelle e le unghie. Quando si tratta di prodotti caseari, quello che c’è da sapere è che:
    • Bere un bicchiere di latte un’ora prima di fumare può farti sentire pieno, facendoti perdere il desiderio. Lascia anche un sapore particolare in bocca, che non vorresti mai mescolare alla cannabis!
    • Il formaggio è molto importante perché contiene anche il sapore del sale, che rimane in bocca. Vacci piano se consumi già una buona dose di cibi grassi.
  3. 3
    Assumi anche la giusta quantità di zuccheri e grassi. Mentre smetti di fumare devi mantenere i tuoi livelli alimentari alti, poiché potresti provare una sensazione di stanchezza prolungata. Avrai bisogno di qualcosa che ti tira su, ecco qualche suggerimento:
    • Il cioccolato fondente è rinomato per le sue proprietà, migliora l’umore e permette di affrontare la depressione che segue l’interruzione del consumo di cannabis.
    • La frutta secca è un altro alimento utile per alleviare il desiderio di fumare.
  4. 4
    Consuma anche proteine e carboidrati. Almeno il 10% della tua dieta deve essere composto di proteine, e circa il 30% da carboidrati. Ecco degli ottimi alimenti:
    • Le carni bianche magre, il tonno e il salmone alleviano il desiderio di fumare e lasciano in bocca un sapore che cozza con quello della cannabis.
    • Quando si tratta di carboidrati, scegli sempre quelli più croccanti. Saziano di più e l’amido al loro interno è in grado di fornirti l’energia necessaria a perseguire i tuoi obiettivi.
  5. 5
    Fai esercizio fisico. L’allenamento è il modo migliore per risvegliare tutte le energie del proprio corpo, inoltre allevia la dipendenza. Ti aiuterà a mantenerti in forma e ti concentrerà su attività positive.
    • Lo yoga è famoso per rilassare la mente, di conseguenza è molto utile a contrastare l’astinenza.
    • Correre 30 minuti al giorno è un'attività salutare e utile per smettere di fumare.
  6. 6
    Tieniti occupato. Dopo aver scelto l’approccio adatto a te e aver parlato della tua decisione con i tuoi cari, considera l’idea di trovare una passione, qualcosa che ti tenga impegnato e che ti distragga dalla voglia di fumare. Per capire cosa fa al caso tuo, pensa alle cose che ti piace fare e poniti queste domande:
    • Sono bravo nei lavori manuali?
    • Mi piacciono gli sport? Anche se non pratichi nessuno sport, pensa a quelli che ti piace guardare in TV e considera l’idea di provarne uno.
    • Cosa piace fare ai miei amici?
      • Puoi anche farti altre domande adatte al tuo stile di vita e alla tua personalità, per trovare qualcosa in grado di occupare il tuo tempo libero. Trovare una passione ti aiuterà anche a mantenerti motivato, perché sai che le due attività non sono compatibili.
      • Un altro aspetto positivo è che iniziando a praticare uno sporto o un altro hobby sociale incontrerai nuove persone, lontane dalle tue vecchie abitudini. Ciò ti permetterà di crearti un nuovo stile di vita in cui non è inclusa la cannabis.

Parte 5
Restare Motivato

  1. 1
    Considera l’idea di assumere dei farmaci. Per le persone dipendenti da molto tempo è difficile smettere, per questo spesso confidano nei farmaci. Ne esistono di diversi tipi, in grado di dare lo stesso effetto della cannabis senza danneggiare il corpo. Questi farmaci aiutano a minimizzare l’astinenza portando la persona dipendente a smettere completamente.
    • I farmaci a base di nicotina, i cerotti e le gomme da masticare possono essere facilmente acquistabili in farmacia senza bisogno di prescrizione. La nicotina aiuta ad alleviare i sintomi dell’astinenza riducendo il senso di irritazione e il mal di testa.
      • Può esserti d’aiuto masticare una gomma ogni 2 ore. Se usi gomme da 4 mg, assicurati di non prenderne più di 20 al giorno; se sono da 3 mg, non masticarne più di 30.
      • Il cerotto deve essere sostituito ogni 16-24 ore e il dosaggio dipende dal livello di dipendenza. Puoi toglierlo prima di andare a dormire e rimetterlo non appena ti svegli. Ricorda che lascia un piccolo arrossamento sulla zona in cui viene applicato, quindi ti conviene cambiare spesso punto di applicazione.
  2. 2
    Cerca di non usare altre sostanze che provocano assuefazioni. Assicurati di non fare solo affidamento su questi farmaci (né su altre sostanze, come l’alcol) perché sono assuefacenti. Le dosi devono essere ridotte col tempo, in questo modo potranno asservire al proprio compito.
    • Se non hai ancora smesso di fumare, non devi assolutamente utilizzare farmaci a base di nicotina, la combinazione tra questi due elementi può comportare gravi problemi.
  3. 3
    Farmaci senza nicotina. Esistono altri tipi di farmaci che possono essere prescritti dal medico. Di solito sono utili Xanax, Zyban, Wellbutrin, Wellbutrin SR, Wellbutrin XL e Vareniclina. Queste medicine, prese con moderazione, agiscono sul cervello annullando l’astinenza.
    • Molti di questi farmaci vengono utilizzati nel trattamento dei sintomi della depressione e a volte possono causare agitazione, frustrazione e comportamenti inappropriati. Se noti dei cambiamenti negativi (peggiori di quelli che dovrebbero persistere temporaneamente) parlane con il tuo medico, probabilmente il dosaggio è sbagliato.
  4. 4
    Affronta i tuoi demoni interiori. Questo processo spesso comporta depressione, sbalzi d’umore e frustrazione. Non lasciare che questi cambiamenti temporanei dell’umore ti facciano demordere. Proverai un abbassamento dell’autostima: è normale visto che stai cercando di combattere contro le tue voglie. Abbi fede e ricordati che sei migliore di così, perché è vero!
    • Parla ad alta voce a te stesso davanti allo specchio e di’ al tuo riflesso che sei una persona bella e forte, che ha la voglia e la determinazione di superare i propri ostacoli. Se ti trovi più a tuo agio nella scrittura, acquista un diario e scrivici tutti i tuoi pensieri.
  5. 5
    Metti per iscritto tutti gli obiettivi che sei riuscito a raggiungere grazie al fatto di aver smesso di fumare, e segna su un diario tutte le fasi del tuo processo. Tieni il diario sempre sott'occhio, in modo da ricordare costantemente quanto sei bravo e per motivarti a continuare.
    • Un giorno, quando sarai in grado di sconfiggere la tua dipendenza, rileggerai quel diario e penserai a tutta la sofferenza che sei riuscito a superare grazie alla tua forza. Quando ti troverai davanti a dei momenti difficili nella vita, ti basterà rileggerlo per ritrovare quel momento di perfetto appagamento.

Consigli

  • Premere i propri punti di pressione può aiutare a reprimere l’astinenza. Cerca di identificare la zona sofferente, e massaggiala con le dita: ti permetterà di rilassare i muscoli.
  • Se sei fortunato e hai dei grandi amici, fatti aiutare da loro, non ti isolare.
  • Guarda dei film o dei documentari che ti incoraggino a perseguire il tuo obiettivo.
  • Una cosa che devi sapere e su cui devi contare è che arriverà il giorno in cui sarai riuscito a mettere tutto alle spalle. L’astinenza non ti perseguiterà più come prima. Non c’è nulla di meglio che sentirsi sobri.
  • Anche se ti sei liberato di tutto ciò che ti ricorda delle tue abitudini passate, ti capiterà lo stesso di provare una forte astinenza, di tanto in tanto. In queste situazioni è sempre meglio parlare con un amico fidato, un parente o un terapista e spiegargli come ti senti.


Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Dipendenza

In altre lingue:

English: Quit Smoking Weed After Years, Português: Parar de Fumar Maconha Depois de Anos de Uso, Русский: спустя годы бросить курить траву, Español: dejar de fumar marihuana después de años, Deutsch: Nach Jahren mit dem Gras rauchen aufhören, Français: se désintoxiquer de la marijuana, Bahasa Indonesia: Berhenti Merokok Ganja setelah Bertahun tahun, Čeština: Jak přestat po letech kouřit marihuanu, العربية: التوقف عن تدخين الحشيش

Questa pagina è stata letta 57 597 volte.
Hai trovato utile questo articolo?