Come Smettere di Pensare di Non Meritare Niente

Scritto in collaborazione con: Tasha Rube, LMSW

A volte, la poca autostima può indurti a credere di non meritare nulla. È importante gestire questi pensieri e cercare di modificarli non appena ti passano per la mente. Se la sensazione di non essere degno di niente perdura o diventa più assillante, forse ti conviene cercare l'aiuto di uno psicologo qualificato.

Parte 1 di 4:
Modificare il Tuo Modo di Pensare

  1. 1
    Determina il motivo per cui ritieni di non meritare niente. Capire da dove nascono i sentimenti è il primo passo che ti consente di cambiare. Hai commesso un grave errore nella vita? Hai l'impressione di sbagliare continuamente? Ti sembra che non riesci a scrollarti di dosso qualcosa del tuo passato? Vorresti essere qualcun altro?[1]
  2. 2
    Ricorda che nessuno è perfetto. Ognuno ha i suoi difetti, anche quando dall'esterno sembra impeccabile. Anche tu potresti dare l'impressione di essere perfetto agli occhi degli altri.[2]
  3. 3
    Individua i pensieri automatici. A volte pensiamo senza analizzare quanto ci passa per la mente e permettiamo che tali considerazioni modellino la nostra visione del mondo. Ad esempio, potresti supporre: "Non merito questa promozione, perché non mi impegno al lavoro". Fai attenzione quando hai pensieri di questo tipo.
  4. 4
    Riesamina tutto ciò che pensi automaticamente. È vero che non lavori abbastanza da meritare una promozione? Riesci a ricordare in quale ambito del tuo lavoro ultimamente hai saputo dimostrare la tua competenza e sotto quale aspetto professionale ti sei ampiamente superato?[3]
  5. 5
    Correggi le tue convinzioni. Non appena ti accorgi che un pensiero negativo sta sfiorando automaticamente la tua mente, cerca di modificarlo. Ad esempio, se pensi di non meritare una promozione perché non stai lavorando sodo, di' a te stesso in modo chiaro e deciso: "Merito una promozione. Sono stato un impiegato fedele per cinque anni. Ho raggiunto tutti i miei obiettivi di vendita stabiliti per gli ultimi sei mesi".
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Ridurre le Energie Negative

  1. 1
    Prova a dedicare meno tempo alle persone negative. Ogni volta che vedi tua sorella maggiore, ti mortifica perché non riesci a dimagrire? Il personale della tintoria dove vai abitualmente è sempre scortese nei tuoi riguardi? Probabilmente non hai la possibilità liberarti completamente di queste persone, ma evita di passare troppo tempo con loro.
    • Se vedi che queste persone ti molestano verbalmente o assumono comportamenti prepotenti nei tuoi confronti, considera la possibilità di segnalarli alle autorità competenti. Ad esempio, in caso di cyber-bullismo, potresti comunicare all'amministratore del sito web l'autore degli atti aggressivi. Se è un collega di lavoro a tormentarti, rivolgiti al tuo capo.[4]
  2. 2
    Vai in cerca di persone che ti facciano stare bene con te stesso. Tieni conto che potresti trovarti di fronte all'eventualità di frequentare gente con cui normalmente non socializzeresti.
    • C'è una ragazza in palestra che ti saluta sempre e ti chiede come stai? Forse le piacerebbe prendere un caffè in tua compagnia.
    • Le persone del corso domenicale in chiesa ti fanno sentire il benvenuto ogni volta che li vedi? Forse potresti organizzare un incontro con loro al di fuori della chiesa.
    • C'è un collega che ti racconta sempre storie interessanti? Considera la possibilità di invitarlo a pranzo durante la pausa o a fare una passeggiata.
  3. 3
    Riduci il tempo che passi sui social media. Trascorri molto tempo sui social media paragonandoti ad altre persone? La gente tende a presentare una versione idealizzata di sé su Internet, quindi se confronti la tua vita a quella dei tuoi amici di Facebook, non potrai mai capire come stanno realmente le cose.[5]
  4. 4
    Passa più tempo nei posti in cui ti senti felice. C'è un museo interessante, una bella biblioteca, un'accogliente caffetteria o un parco inondato dal sole che potresti frequentare? Prova a cambiare ambiente per portare energia positiva nella tua vita.[6]
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Cambiare i Tuoi Comportamenti

  1. 1
    Prova a sottolineare un lato positivo della tua persona ogni mattina. Puoi farlo ad alta voce o in mente. Non preoccuparti se ripeti la stessa cosa più di una volta: è difficile cogliere un aspetto diverso ogni giorno, soprattutto nelle prime fasi di questo esercizio. Sicuramente troverai una miriade di qualità da mettere in risalto una volta che avrai incominciato a vederti con occhio meno severo.[7]
  2. 2
    Fai volontario. È importante sentirsi in grado di aiutare gli altri soprattutto se non si è soddisfatti del proprio lavoro e della vita personale. Secondo alcuni studi, la sensazione di riuscire a cambiare qualcosa può infondere autostima e accrescere il senso di gratificazione.[8] Pertanto, valuta l'idea di aderire a una attività di volontariato nella quale impegnarti con successo.[9]
    • Se sei bravo con i bambini, prendi in considerazione di dare lezioni private gratuite.
    • Se sei una persona organizzata ed efficiente, considera la possibilità di dare il tuo contributo presso un banco alimentare o un'organizzazione di beneficenza che dona gli oggetti usati che riceve.
    • Se sei abile nei lavori di riparazione, considera di unirti a un progetto o un'organizzazione no-profit per la costruzione di abitazioni e servizi pubblici nei luoghi disagiati del mondo.
  3. 3
    Parti da piccoli obiettivi. Raggiungendo ogni giorno un piccolo traguardo, ti sentirai continuamente soddisfatto e andrai ad accrescere la tua autostima.
    • Per esempio, "perdere 10 chili prima dell'estate" non è un obiettivo realistico e rischia di generare un senso di fallimento se non riesci a rispettarlo.
    • Invece, "mangiare a colazione alimenti privi di zucchero per tutta la settimana" è più realistico. Inoltre, se riesci a restare fedele a questo obiettivo, ogni giorno avrai la possibilità di sentirti soddisfatto.[10]
  4. 4
    Trova un motivo per ridere. Ridendo, permetti all'organismo di produrre le sostanze chimiche del "buonumore", chiamate endorfine. Se ridi più spesso, sarai in grado di avvertire un senso di benessere generale. Inoltre, guardando le circostanze con un pizzico di umorismo, sembrerai meno ostile e pesante.[11] Try
    • Guarda un cabaret in tv o in un locale;
    • Guarda una sit-com che ti piace fin da bambino;
    • Pratica lo yoga della risata;
    • Leggi un libro di freddure e barzellette;
    • Gioca con i bambini piccoli o animali domestici;
    • Partecipa a un gioco serale organizzato in un locale (anche piuttosto vivace, come Taboo, Cranium, o Catchphrase).[12]
    • Puoi anche simulare una risata tenendo una matita tra i denti per circa dieci minuti. I muscoli del volto cominceranno a reagire e l'umore potrebbe migliorare leggermente.[13]
  5. 5
    Fai attività fisica. Lo sport influisce positivamente sulla salute della mente e sull'autostima. In linea di massima le attività fisiche a intensità bassa o moderata (come lo yoga, le passeggiate o il giardinaggio) producono un effetto più incisivo.[14]
    • Se non hai tempo per andare in palestra, rifletti sul modo in cui puoi aggiungere un po' di moto nella vita quotidiana. Potresti chiudere la porta dell'ufficio e saltellare una decina di volte a gambe divaricate ogni ora, parcheggiare la macchina nel posto più lontano dall'ingresso di un palazzo, prendere le scale, mangiare un boccone mentre fai due passi a piedi.
  6. 6
    Segui una sana alimentazione. Molto spesso la salute fisica è collegata all'autostima. Oltretutto, considera che l'assunzione di vitamine, minerali e grassi buoni può risollevare lo stato d'animo.
    • Riduci il consumo di alimenti ad alto contenuto di zucchero, caffeina e alcol.
    • Mangia cibi ricchi di acidi grassi omega-3, come salmone, sgombro o trota, per migliorare l'umore.
    • Prova alimenti ricchi di vitamina D, comprese le uova e lo yogurt, per aumentare la produzione di serotonina (un neurotrasmettitore che provvede a stabilizzare l'umore) nel cervello.
    • Aumenta l'assunzione di vitamina B mangiando spinaci, broccoli, carne, uova e latticini, in modo da aumentare le energie.[15]
  7. 7
    Dormi a sufficienza. Il sonno influisce enormemente sulla salute mentale ed emotiva. Una bella dormita può cambiare completamente la visione del mondo. Affinché la qualità del sonno sia migliore, cerca di:
    • Coricarti e alzarti agli stessi orari. In questo modo permetterai al corpo di avere un ritmo costante da seguire ogni giorno.
    • Schiaccia un pisolino solo quando è assolutamente necessario. Non dormire più di 15-20 minuti, così non avrai difficoltà a prendere sonno la sera.
    • Evita di stare davanti a qualsiasi tipo di schermo (TV, telefono, laptop, ecc.) due ore prima di andare a letto.[16]>
  8. 8
    Prega. Se sei credente, la preghiera può essere quello che ti serve per apprezzare la vita. Pregando con altre persone (magari in chiesa o in un altro luogo sacro), hai l'opportunità di sentirti parte di qualcosa di più grande e tenere a bada quel senso di inutilità. Anche pregando per conto tuo, non avrai la sensazione di stare solo.[17]
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Ricevere Aiuto

  1. 1
    Cerca sostegno tra amici e familiari. Sappi che non sei solo con i tuoi problemi. Per alcune persone un amico o un familiare premuroso può fornire tutto l'aiuto necessario per riuscire a superare la convinzione di non essere degne di niente.
  2. 2
    Invita le persone di cui hai stima a farti qualche complimento. Secondo recenti studi, chi ha amici che non esitano a congratularsi prima che un lavoro sia portato a termine, è più incline a impegnarsi e ottenere risultati migliori rispetto a chi non ha ricevuto nessun genere di complimento. Quindi, non farti problemi ad andare in cerca di complimenti! Amici e parenti ti aiuteranno a ricordare che meriti tutte le cose belle che la vita ti offre.[18]
  3. 3
    Consulta il tuo medico curante. Può capitare che qualche problema di salute influisca negativamente sulla tua autostima. In questi casi, il medico può consigliarti se prendere integratori, cominciare a fare un po' di moto o rivolgerti a uno specialista.
  4. 4
    Trova un gruppo di sostegno. Non sei l'unica persona ad avere l'impressione di non meritare nulla. Cerca un gruppo di supporto tramite Internet o nella tua città.
    • Consulta questa pagina per trovare un professionista in grado di aiutarti a ritrovare la fiducia in te stesso attraverso corsi di formazione specifici o un percorso individuale.
  5. 5
    Considera l'aiuto di un terapeuta. Gran parte dei sintomi che segnalano la necessità di rivolgersi a un professionista includono:
    • Emozioni molto spesso sconvolgenti;
    • Trauma di grave entità;
    • Mal di stomaco o mal di testa frequente o altre malattie inspiegabili;
    • Relazioni tese.[19]
  6. 6
    Cerca di capire sei sei depresso. Se la convinzione di non meritare nulla dura per parecchio tempo, tieni conto che potresti soffrire di depressione. La depressione è diversa dalla tristezza: si tratta di un disturbo dell'umore che genera un senso di disperazione e inutilità. Ecco alcuni sintomi che indicano la necessità di rivolgersi a un professionista:
    • Mancanza di interesse verso cose e persone che una volta procuravano piacere;
    • Letargia;
    • Drastiche alterazioni nell'appetito e nel sonno;
    • Incapacità di concentrarsi;
    • Repentini cambiamenti di umore (soprattutto maggiore irritabilità);
    • Pensieri negativi inarrestabili;
    • Crescente consumo di sostanze stupefacenti;
    • Dolori e algie inspiegabili;
    • Disprezzo per se stessi o sensazione di completa inutilità.[20]
    Pubblicità

Avvertenze

  • Cerca aiuto presso un professionista qualificato se la convinzione di non meritare nulla persiste per settimane o se questa sensazione comincia a opprimerti.
  • Se la convinzione di non meritare niente ti porta a credere che non sei degno di vivere, cerca subito un aiuto. Dillo a un amico, un familiare o uno psicologo, chiama Telefono Amico al numero 199 284 284 oppure visita la pagina del sito.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Laurea Magistrale in Assistente Sociale Registrata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Tasha Rube, LMSW. Tasha Rube è un'Assistente Sociale Registrata nel Missouri. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Assistenza Sociale presso l'Università del Missouri nel 2014.
Categorie: Sviluppo Personale
Questa pagina è stata letta 5 518 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità