Come Smettere di Prendere le Cose sul Personale

Scritto in collaborazione con: Tasha Rube, LMSW

In questo Articolo:Migliorare l'AutostimaComunicare in Modo AssertivoOsservare la SituazioneComprendere le Motivazioni delle Altre Persone10 Riferimenti

Una persona prepotente ti fa sentire privo di valore? Fraintendi gli scherzi delle persone per insulti mascherati? Nella maggior parte dei casi, le azioni di una persona hanno poco a che fare con te. Dipendono invece da come è stata cresciuta, da come affronta i suoi problemi emotivi e da altre variabili, come l'umore, i livelli di energia o lo stato di salute. È importante ricordarlo se ti accorgi di incolparti per cose che sono fuori dal tuo controllo. Per smettere di prendere le cose sul personale, considera i fattori contingenti oltre alle motivazioni e al background di una persona. Migliorare la tua autostima e comunicare in modo assertivo sono aspetti chiave per riuscire a gestire i commenti delle altre persone.

Parte 1
Migliorare l'Autostima

  1. 1
    Scrivi un elenco dei tuoi punti di forza. Le opinioni e i comportamenti delle persone sono quello che sono. Diventiamo più suscettibili alle opinioni degli altri se abbiamo dubbi su noi stessi e se costruiamo l'idea del nostro valore personale sulle opinioni e sulle azioni degli altri. Tuttavia, quando hai fiducia nelle tue abilità, il comportamento rude di un'altra persona o la sua opinione negativa hanno meno impatto su di te. Essere fiero e sicuro delle tue capacità personali è più importante dell'opinione passeggera degli altri.
    • Crea un elenco dei tuoi punti di forza e delle tue capacità per ricordare il tuo valore. [1]
    • Scrivi una lista di qualità o momenti di cui sei fiero. Ricompensati per queste cose positive. Pensa alle abilità che hai dimostrato in quelle situazioni. Come puoi replicare quei comportamenti? Questo ti aiuterà ad acquisire sicurezza.
  2. 2
    Stila una lista di obiettivi. Avere cose a cui aspirare è essenziale per sentirsi più importanti e motivati. Includi in questo elenco cose in cui vorresti migliorare o progredire.
    • Poi, analizza ogni obiettivo e suddividilo in passaggi più piccoli. Come iniziare a lavorare per raggiungere quell'obiettivo? Quali piccole cose potresti fare già da oggi?
  3. 3
    Ricorda in che modo aiuti gli altri. Offrire il proprio contributo e aiutare altre persone sono azioni molto gratificanti che ti danno uno scopo nella vita e fanno crescere la tua autostima. Ricorda a te stesso i benefici e il supporto che dai a chi ti circonda.
    • Considera di fare volontariato come paramedico, a un evento scolastico, a una società di assistenza locale o su un sito web come wikiHow.
  4. 4
    Ricorda che non hai bisogno dell'approvazione delle altre persone. Se sei particolarmente sensibile al modo in cui vieni trattato e spesso hai reazioni esagerate, potresti avere problemi ad affrontare i rifiuti. Ti preoccupi sempre di sbagliare qualcosa quando ricevi lamentele o provochi dispiacere agli altri, quindi vuoi correggere quei problemi. È importante però capire che solo perché una persona non è contenta di te, non significa che tu abbia fatto qualcosa di sbagliato. In molti casi, significa che quell'individuo non è felice di sé e aspetta che sia tu a riempire quel vuoto (ma non è possibile).
    • Considera di giocare a Rejection Therapy per aumentare in modo graduale la tua tolleranza al rifiuto.
  5. 5
    Circondati di persone positive. Svilupperai più sicurezza in te stesso e sarai più felice se frequenterai persone che ti trattano bene.
    • Elimina le persone tossiche dalla tua vita. Quelle che ti trattano male o che scaricano tutti i loro problemi su di te senza offrire il loro supporto.[2][3]
  6. 6
    Prenditi cura del tuo aspetto fisico. Dedica del tempo alla cura dell'aspetto e scegli abiti che ti facciano apparire al meglio. Tieni i vestiti puliti e indossa capi della misura giusta per te. Getta i vestiti vecchi che non ti stanno, che sono usurati, sbiaditi, ecc.
    • Tieni una postura corretta, perché può migliorare il tuo umore.
  7. 7
    Sii gentile con gli altri. Essere gentile con gli estranei ti farà stare bene. Ascolta davvero le altre persone, compi atti casuali di gentilezza e trova dei modi per far sorridere il prossimo. Ti sentirai meglio.
  8. 8
    Sorridi. Sarai sorpreso dalle reazioni degli altri. Non puoi sapere com'è andata la giornata di una persona, ma l'effetto che può avere un semplice sorriso è sempre positivo.
  9. 9
    Sii creativo. Trova qualcosa a cui dedicarti. Creare qualcosa con le proprie mani è una fantastica sensazione. È meraviglioso tenere in mano un prodotto finito che hai creato tu e non esisteva in precedenza! Arricchire e nutrire la mente ti permette di crescere sempre di più come persona e trovare interessi in nuovi ambiti che prima perseguivi solo per soldi o prestigio.
  10. 10
    Parla con uno psicologo. Se pensi di reagire in modo troppo sensibile ai commenti delle altre persone, potresti trarre beneficio da un colloquio con uno psicologo. Questo professionista può aiutarti a identificare i problemi che causano la tua ipersensibilità. Può anche suggerirti strategie per gestire le interazioni con persone negative.

Parte 2
Comunicare in Modo Assertivo

  1. 1
    Tira fuori la voce. Quando pensi che una persona sia maleducata o irrispettosa, dillo. Se, ad esempio, una persona fa continuamente battute sgradevoli, falle sapere cosa pensi. Potrebbe non accorgersi di quanto sia aggressiva o offensiva e di come i suoi commenti ti influenzano.
  2. 2
    Usa affermazioni in prima persona. Le affermazioni in prima persona fanno capire che sei disposto ad assumerti la responsabilità delle tue opinioni e delle tue azioni. Questo pone l'accento su di te e sui tuoi sentimenti, non sembrerà che tu stia criticando il tuo interlocutore.[4]La comunicazione non violenta può essere una tecnica utile.
    • Un'affermazione non in prima persona: "Sei molto scortese e mi stai offendendo apposta!"
    • Affermazione in prima persona: "Mi sento offeso quando dici cose del genere."
    • Affermazione in prima persona: "Mi sento triste perché mi sembra che non ci vediamo più e vorrei frequentarti più spesso."
  3. 3
    Affronta la discussione con calma. Aggredire verbalmente l'altra persona non sarebbe molto produttivo. Dovresti piuttosto mantenere la calma e spiegare che stai cercando di dialogare. È preferibile comunicare come ti senti anziché litigare con l'altra persona.
  4. 4
    Usa un linguaggio del corpo appropriato. Quando comunichi in modo assertivo, fai attenzione a come ti muovi. Tieni un tono di voce calmo e un volume neutrale. Mantieni il contatto visivo. Rilassa il volto e il corpo.
  5. 5
    Cerca di capire quando non stai facendo progressi. Quasi tutte le persone rispondono in modo costruttivo alle affermazioni in prima persona, alle discussioni pacifiche e non aggressive. Altre potrebbero irritarsi, perciò se la conversazione non procede, allontanati. Potresti decidere di riprovare in seguito o semplicemente di evitare la persona.
  6. 6
    Ricorda che alcune persone hanno un atteggiamento offensivo o addirittura violento. Potrebbero usare tattiche di abuso emotivo e quindi umiliarti, incolparti per tutto o non dare valore ai tuoi sentimenti. Potresti sentirti spaventato, esausto, a disagio, minacciato, depresso quando sei in presenza di questa persona. Se questo è il caso, è un individuo altamente tossico e dovresti smettere subito di frequentarlo.
    • Se non sei certo della situazione, o se hai una disabilità (come l'autismo) che influenza la tua capacità di giudizio sociale, chiedi consiglio. Parla con qualcuno di cui ti fidi e fai delle ricerche sugli abusi su internet.

Parte 3
Osservare la Situazione

  1. 1
    Valuta la situazione. In alcuni casi prendiamo le cose sul personale e incolpiamo noi stessi per i comportamenti sbagliati di un'altra persona. Un bambino emotivo e turbato, ad esempio, potrebbe urlarti "Hai rovinato tutto!", perché hai scelto la torta sbagliata per la sua festa dei 12 anni. È importante valutare la situazione e riconoscere che il comportamento di un preadolescente è probabilmente dovuto agli ormoni, ai cambiamenti nella vita o alla sua incapacità di regolare la risposta emotiva quando le sue aspettative non sono soddisfatte. Probabilmente la sua reazione non dipende direttamente dalla scelta della torta o dal tuo lavoro di genitore.
  2. 2
    Evita di esagerare la situazione. In alcuni casi, diamo troppo peso a una situazione sulla base di esperienze precedenti o pregiudizi sulle persone.[5] Questo spesso porta a ingigantire un problema senza osservare onestamente i fatti. Prova ad analizzare la situazione in modo critico.
    • Non saltare alle conclusioni.
    • Non rendere la situazione troppo tragica. Non pensare che una piccola cosa sia la "fine del mondo". Le cose vanno davvero così male?
    • Evita di pensare che le cose accadono "sempre" o non accadono "mai".
  3. 3
    Chiedi chiarimenti. Se senti un commento che hai trovato offensivo o scortese, prova a chiedere alla persona di chiarire cosa intendesse dire. Potrebbe non essersi espressa correttamente o potresti non aver sentito bene.[6]
    • "Potresti spiegarti meglio? Non sono sicuro di aver capito."
    • "Non ho capito bene. Potresti dirlo con altre parole?"
  4. 4
    Dai alle altre persone il beneficio del dubbio. Se hai l'abitudine di prendere le cose sul personale, probabilmente hai la tendenza a presumere che qualcuno ti aggredisca in qualche modo, quando in realtà potrebbe solo scherzare o passare una brutta giornata. Potresti avere l'istinto di reagire in modo emotivo, ma fermati per un secondo. Magari non riguarda te.
    • Pensa a una brutta giornata che hai passato. È possibile che la persona stia affrontando una giornata del genere.
    • Considera che quella persona potrebbe ammettere di aver fatto un errore. Tutti diciamo cose di cui ci pentiamo e potrebbe essere questo il caso.
  5. 5
    Impara a capire cosa ti ferisce di più. Potresti essere molto sensibile riguardo ad alcuni argomenti. Potresti, ad esempio, essere molto insicura dei tuoi vestiti, perché tua mamma criticava sempre quello che indossavi quando eri piccola.[7]
    • Quando individui i tuoi elementi scatenanti, potresti accorgerti di prendere le cose in modo troppo personale.
    • Potrebbe esserti utile informare le persone delle cose che ti fanno scattare. "Preferirei che non facessi battute che mi paragonano a una strega. Il mio naso e il mio viso sono punti deboli per me, perciò mi fai stare male".
  6. 6
    Sposta le tue attenzioni. Quando prendi le cose sul personale, sposti l'attenzione da ciò che qualcuno ha detto o fatto ai tuoi sentimenti. Questi sentimenti possono intensificarsi se ti fisserai su di essi. Potresti persino accorgerti di ripensare a cosa avresti detto alla persona se avessi potuto. Quest'abitudine è detta "ruminare". Ci sono molte strategie che possono aiutarti a smettere di ruminare su un problema. Alcune di esse includono: [8]
    • Esercizi di consapevolezza. Sii presente nel momento, per lasciare alle spalle quelli passati.
    • Una passeggiata. Un cambio di ambiente può distrarre la mente dai problemi.
    • Rifletti sulle tue preoccupazioni per un periodo di tempo limitato. Concediti 20 minuti per preoccuparti di un problema. Terminato il tempo, passa a qualcos'altro.

Parte 4
Comprendere le Motivazioni delle Altre Persone

  1. 1
    Considera le emozioni del prossimo. Alcune persone potrebbero reagire in modo aggressivo a certe situazioni o comportarsi male dopo una brutta giornata. In queste situazioni, la loro ostilità è scaricata su tutte le persone che incontrano e non ha niente a che vedere con te. I comportamenti aggressivi non sono provocati da chi li riceve.
    • Un commesso, ad esempio, potrebbe non essere allegro, o essere proprio scortese, nei tuoi confronti. Non prendere l'offesa sul personale e ricorda: "Quella persona potrebbe passare una brutta giornata e desiderare solo di andare a casa. Probabilmente ha continuamente a che fare con clienti scortesi. Non c'è bisogno di prenderla sul personale...". Rispondi con qualcosa di carino, come "Spero che passi una buona serata" e sorridere. Potresti farlo sentire meglio. Anche se non farai alcuna differenza nella sua giornata, saprai di aver fatto il possibile per migliorare la situazione.
  2. 2
    Osserva come quella persona tratta gli altri. Potrebbe prendere in giro o insultare tutti quelli che incontra. Alcune persone sono antagoniste per natura. Chiediti:
    • Come interagisce con altre persone?
    • Si comporta così con tutti?
    • Qual è il contenuto dei suoi discorsi, senza prendere in considerazione il tono?
  3. 3
    Considera le insicurezze di quella persona. Potrebbe sentirsi minacciata da te in qualche modo? In questo caso, non sentirti male perché vali molto. Pensa a come potresti aiutare questo individuo a sentirsi meglio.
    • Fagli un complimento o chiedi se vuole parlare di qualcosa.
  4. 4
    Considera le capacità di gestione delle emozioni dell'altra persona. Ricorda che il tuo interlocutore potrebbe avere scarse abilità di comunicazione e gestione delle emozioni. Alcune persone non imparano come comunicare in modo efficace o come esprimere e gestire le loro emozioni. È importante ricordarlo, perché ti aiuta ad essere paziente e a simpatizzare con loro, così come faresti con un bambino piccolo che non ha ancora imparato come comportarsi.
    • Immagina che sia il bambino interiore a controllare la persona, che non ha ancora imparato come affrontare i problemi in modo maturo. Sarà molto più facile essere paziente e provare compassione quando vedi questo individuo come un bambino in via di apprendimento.
  5. 5
    Riconosci il background dell'altra persona. Alcune persone non hanno capacità sociali, non conoscono la buona educazione oppure hanno abitudini diverse dalle tue. Una persona può sembrare goffa o persino scortese senza volerlo. Altre si comportano in un certo modo e non sono consapevoli di come i loro comportamenti sono interpretati. Non si tratta di comportamenti maleducati o freddi diretti a te.[9]
    • Una persona di una cultura diversa, ad esempio, che si comporta in modo riservato, potrebbe apparire fredda o distaccata.
    • Altri, come chi è affetto da autismo, potrebbero non essere consapevoli di alcuni segnali sociali o di inflessioni nel tono. Potrebbero sembrare insensibili o maleducati senza volerlo.
    • Alcune persone potrebbero non capire che il loro atteggiamento "scherzoso" non è ricevuto bene dagli altri.
  6. 6
    Cerca di capire se una critica è costruttiva. Le critiche costruttive sono suggerimenti volti ad aiutarti. Non si tratta di critiche al tuo valore o alla tua personalità. Per la persona che ti critica, è facile individuare i punti da correggere. Spesso però dimentichiamo di dire quanto una persona valga. Le critiche costruttive dovrebbero permettere a chi le riceve di migliorare in modo chiaro e specifico. [10] Questo è l'esatto opposto di una critica non costruttiva, che potrebbe solo essere un commento negativo che non permette di migliorare.
    • Immagina, ad esempio, di aver lavorato nelle ultime settimane per preparare un progetto importante per il tuo capo. Hai dato il massimo e sei soddisfatto del risultato finale. Mostri il lavoro al capo, sperando di ricevere gli elogi che pensi di meritare. La risposta invece è una lista di cose da migliorare. Potresti sentirti abbacchiato, offeso o non apprezzato. Potresti prendere queste critiche come offese e non come un tentativo sincero di migliorare il tuo lavoro.
    • Critica non costruttiva: "L'articolo è tirato via e i riferimenti sono imprecisi. Il secondo argomento manca di sostanza". Questo commento non offre modo di migliorare.
    • Critica costruttiva: "L'articolo che hai scritto ha bisogno di più riferimenti e un'espansione sul secondo argomento. Per il resto, il lavoro è buono."
    • Critica decisamente non costruttiva: "Si tratta di un articolo scritto in modo terribile."
      • Quando ricevi delle critiche non costruttive potresti sentirti ferito. Considera le abilità della persona nella gestione delle emozioni e delle interazioni sociali.
  7. 7
    Fai delle domande quando ricevi critiche. Quando senti delle critiche, soprattutto se non sono costruttive, chiedi alla persona cosa intendesse. Dimostrerai che dai valore alle sue opinioni e potrai migliorare in modo educato la sua abilità di fare critiche costruttive.
    • Ad esempio, se il tuo capo dice "Si tratta di un articolo scritto in modo terribile", puoi rispondere con "Vorrei avere più dettagli sui motivi per cui l'articolo non le è piaciuto. Possiamo lavorare insieme per migliorarlo".

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Tasha Rube, LMSW. Tasha Rube è un'Assistente Sociale Registrata nel Missouri. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Assistenza Sociale presso l'Università del Missouri nel 2014.

Categorie: Sviluppo Personale

In altre lingue:

English: Stop Taking Things Personally, Español: dejar de tomar las cosas personalmente, Deutsch: Dinge nicht mehr persönlich nehmen, Português: Parar de Levar as Coisas para o Lado Pessoal, Русский: перестать принимать все близко к сердцу, Français: ne pas prendre les choses trop à cœur, Bahasa Indonesia: Berhenti Memasukkan Perbuatan atau Perkataan Seseorang ke Dalam Hati, 中文: 不让自己多心, 한국어: 다른 사람의 말을 개인적으로 받아들이지 않는 법, Tiếng Việt: Ngừng suy nghĩ một chiều, Nederlands: Stoppen met dingen persoonlijk op te vatten, العربية: التوقف عن أخذ الأمور على محملٍ شخصيّ, ไทย: เลิกเก็บคำพูดคนอื่นมาคิดมาก

Questa pagina è stata letta 23 303 volte.
Hai trovato utile questo articolo?