La fine di un'amicizia può essere un'esperienza straziante. È del tutto normale riflettere su che cosa sia andato storto e sentire la mancanza del tuo vecchio amico, sia quando vi è un allontanamento graduale, sia quando si verifica un brutto litigio. Sebbene sia importante riflettere sulla perdita di un'amicizia per superare l'evento traumatico, rimuginare e tormentarsi può rendere difficile lasciarsi tutto alle spalle. Continua a leggere: troverai alcuni consigli che ti saranno utili per riacquistare l'equilibrio perduto e tornare a guardare al futuro da una prospettiva positiva.

Parte 1
Parte 1 di 10:
Annota i tuoi sentimenti in un diario.

  1. 1
    Metterli nero su bianco può essere piuttosto liberatorio. Se ti sorprendi a rimuginare, annota ciò che pensi e come ti senti. Quando hai finito, rileggi quanto hai scritto per comprendere più a fondo le tue emozioni e lasciarle andare.[1]
    • Se continui a ripensare all'ultima conversazione avuta con questo amico, fai caso ai tuoi sentimenti: come ti senti? Magari provi rabbia per ciò che ti ha detto o forse sei ancora ferito dalle sue parole.
    • Elabora le emozioni nel modo più giusto per te. Se non te la senti di scrivere lunghe pagine di diario, prova a disegnare, comporre poesie o fare delle liste.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 10:
Scrivi una lettera senza spedirla.

  1. 1
    Rivolgiti all'amico ormai perso: ti aiuterà ad accettare l'evento e scendere a patti con la realtà. Magari ci sono alcune cose che avresti voluto dirgli o domande rimaste senza risposta. Scrivi tutto nella lettera. Quando hai finito, stracciala! Puoi anche gettarla via oppure organizzare una breve cerimonia simbolica, bruciando questa lettera per lasciarti tutto alle spalle.
    • Potresti non avere mai la possibilità di affrontare il tuo amico faccia a faccia per dirgli queste cose, perciò sfogare tutta la frustrazione in una lettera del genere ti aiuterà certamente a lasciare andare almeno una parte delle emozioni negative che ti porti dentro.

Parte 3
Parte 3 di 10:
Sbarazzati delle cose che ti riportano alla memoria l'amico perso.

  1. 1
    Non devi per forza gettarle via, ma se sono in bella vista, spostale almeno temporaneamente, magari mettendole tutte in una scatola. Se te la senti, dai via qualsiasi regalo ti abbia fatto e altri ricordi, come cartoline, vecchie lettere e biglietti. Cancella o archivia le foto e i video che conservi sul telefono. Quando non sarai più circondato dalle cose che ti ricordano il tuo amico, sarà più facile andare avanti e smettere di pensare a lui.[2]
    • Per alcuni, gettare o dare via tutte queste cose potrebbe essere un gesto troppo estremo: in tal caso, basta conservare tutto in un posto che non sia a vista, almeno per un po'.
    Pubblicità

Parte 4
Parte 4 di 10:
Blocca, silenzia o togli l'amicizia a questo amico sui social media.

  1. 1
    Controllando il suo profilo sui social, finirai soltanto per pensare a lui ancora più spesso. Seleziona le opzioni necessarie per non visualizzare più le sue Storie e i suoi post su siti come Instagram e Twitter. Se non vuoi incappare per caso nei suoi post o vuoi impedirgli di contattarti, bloccarlo è la soluzione migliore.[3]
    • Bloccare o togliere l'amicizia a qualcuno sui social può sembrare un atto meschino, ma è necessario per ritrovare un equilibrio e andare avanti con la propria vita.

Parte 5
Parte 5 di 10:
Parlane con un familiare o un amico di cui ti fidi.

  1. 1
    Se hai bisogno di sfogarti, non tenerti tutto dentro. Un familiare o un amico stretto può ascoltarti, aiutandoti a elaborare l'accaduto. Raccontagli che cos'è successo e come ti sei sentito. Ascolta i consigli e le opinioni che ti vengono offerte. Alla fine, cambia del tutto argomento per prendere un attimo di respiro: approfittane per chiedere a questo amico o familiare come sta e chiacchierate di qualcos'altro.[4]
    • Evita di confidarti con qualcuno che abbia un rapporto di amicizia con entrambi. Potrebbe finire in tragedia e, in ogni caso, metteresti questo amico comune in una posizione scomoda.
    Pubblicità

Parte 6
Parte 6 di 10:
Prenditi cura di te.

  1. 1
    Concentrati sulle tue esigenze, sia fisiche sia emotive. Non è facile, ma tornerai a stare bene, anche senza questa amicizia.[5] Mangia bene, scegliendo alimenti sani; dormi a sufficienza e non dimenticare di fare attività fisica regolarmente: avrai così abbastanza energia da dedicare al lavoro, ai tuoi interessi e agli hobby. Concentrandoti su te stesso, anziché sull'amicizia perduta, riacquisterai la tua autostima e riuscirai a capire quali sono le cose importanti da cercare nelle future amicizie.[6]
    • Torna a occuparti delle cose che ami. Prendi delle lezioni di pittura se ti intriga l'arte. Fai delle escursioni, se stare all'aria aperta ti dona sollievo e ami la natura. Rimettiti in gioco dedicandoti alle attività che ti rendono felice.
    • Prova cose nuove per scoprire il tuo potenziale. Se hai sempre desiderato suonare il pianoforte, è questo il momento giusto per iniziare a prendere delle lezioni.
    • Essere aperto alle nuove esperienze ti aiuterà anche a conoscere altre persone. Ricorda che la vita ha ancora tanto in serbo per te.

Parte 7
Parte 7 di 10:
Guarda i tuoi errori da un'altra prospettiva.

  1. 1
    Cerca di trarne un insegnamento, così da agire in modo diverso quando ti troverai a gestire altre amicizie, in futuro. A volte, capita che ci si allontani senza un reale motivo o magari è il tuo amico che ti ha fatto un torto. Tuttavia, se le tue azioni hanno contribuito alla fine dell'amicizia, non essere troppo duro con te stesso.[7] Rifletti sugli errori commessi, ma devi perdonarti per riuscire ad andare avanti e modificare il tuo atteggiamento.[8]
    • Per esempio, se non sei mai stato un amico molto affidabile, impegnati per non venire meno alla parola data, in futuro.
    Pubblicità

Parte 8
Parte 8 di 10:
Pratica la 'mindfulness', cioè l'attenzione consapevole.

  1. 1
    Concentrare la mente sul momento presente, in modo consapevole, aiuta a rompere il ciclo della 'ruminazione', ossia quei pensieri ossessivi che ti portano a rimuginare senza fine su un accaduto. Se la tua mente è bloccata sul pensiero dell'amicizia perduta, cerca di spostare l'attenzione sui tuoi sensi. Quando ti trovi all'aria aperta, concentrati sul clima e sulle sensazioni che avverti. Nota i suoni che ti circondano, come il cinguettio degli uccelli o il rumore di un camion poco lontano. Spostando l'attenzione in modo consapevole sulle sensazioni fisiche e sul mondo in cui sei immerso, riuscirai a interrompere i pensieri ossessivi prima che la situazione ti sfugga di mano.[9]
    • Non è necessario dedicare una parte della giornata alla pratica della 'mindfulness'. Sfrutta l'attenzione consapevole per reindirizzare i pensieri che sfuggono al tuo controllo e ti spingono a rimuginare.

Parte 9
Parte 9 di 10:
Medita per rasserenare la mente.

  1. 1
    Anche soltanto 5 minuti al giorno di meditazione fanno miracoli. Innanzitutto, scegli un ambiente piacevole e confortevole in cui sederti. Quindi, concentrati soltanto sul respiro. Inspira ed espira lentamente, portando l'attenzione sull'addome che si alza e si abbassa delicatamente. Ogni volta che un pensiero emerge, nota la sua presenza e lascialo andare senza alcun giudizio. Questa pratica ti aiuta a ritrovare il controllo quando inizi a rimuginare in modo ossessivo (la cosiddetta 'ruminazione').[10]
    • Se hai difficoltà a calmare la mente, prova a ripetere un mantra mentalmente. Scegli delle parole tranquillizzanti, come "calma", "quiete", "pace".
    • Puoi anche visualizzare un'immagine rilassante, che inspiri tranquillità. Prova a immaginare una spiaggia da sogno, una foresta bellissima o qualsiasi altra scena che ti aiuti a rilassarti.
    • Con il tempo e la pratica, puoi aumentare il tempo della meditazione da 5 a 15 minuti.
    Pubblicità

Parte 10
Parte 10 di 10:
Chiedi aiuto a uno psicoterapeuta.

  1. 1
    Sarà in grado di offrirti gli strumenti per andare avanti con la tua vita, se sei in difficoltà. Quando i pensieri ossessivi riguardanti la fine dell'amicizia iniziano a distrarti dal lavoro o dagli impegni scolastici e ti impediscono di sentirti sereno, cerca un aiuto professionale. Uno psicoterapeuta può aiutarti a elaborare ciò che provi e ti darà consigli pratici per gestire i tuoi pensieri.[11] Se non sai a chi rivolgerti, chiedi consiglio al tuo medico di base oppure cerca uno psicoterapeuta online che lavori nella tua zona.[12]
    • La fine di un'amicizia può essere destabilizzante e difficile da affrontare, a volte anche più della perdita di un partner. Non essere duro con te stesso se hai bisogno di un aiuto in più. È del tutto normale e comprensibile.

wikiHow Correlati

Farsi degli AmiciFarsi degli Amici
Scoprire Se una Ragazza Ti Ama o È Solo una Buona AmicaScoprire Se una Ragazza Ti Ama o È Solo una Buona Amica
Affrontare il Fatto di non Avere AmiciAffrontare il Fatto di non Avere Amici
Ravvivare un Rapporto di AmiciziaRavvivare un Rapporto di Amicizia
Capire se un Tuo Amico è un Vero AmicoCapire se un Tuo Amico è un Vero Amico
Fare Pace con un Amico dopo un LitigioFare Pace con un Amico dopo un Litigio
Tirare su il Morale a QualcunoTirare su il Morale a Qualcuno
Sbarazzarsi di un Amico IndesideratoSbarazzarsi di un Amico Indesiderato
Identificare i Pessimi AmiciIdentificare i Pessimi Amici
Divertirti con la Tua Migliore AmicaDivertirti con la Tua Migliore Amica
Sapere se i Tuoi Amici ti Stanno UsandoSapere se i Tuoi Amici ti Stanno Usando
Risollevare il Morale a un Amico dopo una RotturaRisollevare il Morale a un Amico dopo una Rottura
Ricucire un'Amicizia SpezzataRicucire un'Amicizia Spezzata
Riconoscere un Falso AmicoRiconoscere un Falso Amico
Pubblicità
  1. https://counseling.uoregon.edu/how-stop-obsessing
  2. Lena Dicken, Psy.D. Psicologa Clinica. Intervista all'Esperto. 15 December 2020.
  3. https://psychcentral.com/blog/8-tips-to-help-stop-ruminating

Informazioni su questo wikiHow

Lena Dicken, Psy.D
Co-redatto da:
Psicologa Clinica
Questo articolo è stato co-redatto da Lena Dicken, Psy.D. La Dottoressa Lena Dicken è una psicologa clinica che vive a Santa Monica, in California. Con oltre otto anni di esperienza, è specializzata in terapia per ansia, depressione, transizioni di vita e difficoltà relazionali. Utilizza un approccio integrativo che combina terapie basate sulla psicodinamica, sul comportamento cognitivo e sulla consapevolezza. Si è laureata in Medicina Integrativa alla University of Hawaii di Manoa. Si è poi specializzata in Psicologia del Counseling presso l'Argosy University di Los Angeles e in Psicologia Clinica alla Chicago School of Professional Psychology di Westwood. È anche la fondatrice di Saltwater Sessions, un programma basato sulla sua tesi di dottorato che combina surf, consapevolezza e rivalutazione positiva. Del lavoro della Dottoressa Dicken si è parlato su GOOP, The Chalkboard Magazine e in numerosi altri articoli e podcast. È una psicologa abilitata dallo stato della California.
Categorie: Amicizia
Questa pagina è stata letta 502 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità