Esistono poche cose peggiori del vomitare quando si sta già male. L'influenza di stomaco può essere una malattia invalidante che prostra le persone per un paio di giorni. Fortunatamente, esistono alcuni modi di ridurre le proprie probabilità di vomitare quando si ha questo problema. Ecco ulteriori informazioni.

Metodo 1 di 3:
Bere e Mangiare per Prevenire il Vomito

  1. 1
    Bevi un po' di acqua. Il vomito può causare disidratazione, quindi dovrai reintegrare con l'acqua i fluidi persi. Ricorda che bastano piccoli sorsi; se buttassi giù un bicchierone tutto d'un fiato irriteresti lo stomaco e potresti vomitare ancora.[1]
    • Bevi a piccoli sorsi ogni 15 minuti dopo aver rimesso. Fallo per 3-4 ore, in modo da idratarti.[2]
    • Se avverti un po' di nausea, comincia a reidratarti bevendo solo un cucchiaio circa di acqua ogni 15 minuti. Se non vomiti da oltre un'ora, raddoppia la quantità.
    • Continua ad aumentare progressivamente l'apporto di liquidi fino a bere almeno 240 ml di acqua ogni ora. Fallo finché non torni a urinare regolarmente, ogni 3-4 ore.
  2. 2
    Succhia un cubetto di ghiaccio o dei ghiaccioli. Il ghiaccio apporta tre benefici: inizierai lentamente a idratarti e anestetizzerai i conati. Inoltre, cubetti e ghiaccioli ti aiuteranno a eliminare il saporaccio che rimane in bocca dopo il vomito.
  3. 3
    Consuma altri liquidi trasparenti. Aspetta qualche ora dopo aver vomitato prima di bere qualcosa che non sia acqua. Dopo qualche ora avrai bisogno di assumere fluidi contenenti elettroliti, minerali presenti nel corpo che servono a equilibrare il processo metabolico. Il vomito porta a una diminuzione degli elettroliti, quindi bere qualcosa che ne contiene in abbondanza ti aiuterà a ripristinare i processi metabolici.
    • Se vomiti di nuovo dopo aver cominciato a reidratarti, fai una pausa per far riposare lo stomaco, quindi riprendi ad assumere liquidi chiari a piccoli sorsi.
    • Un'ottima opzione è consumare una soluzione elettrolitica, come Pedialyte o un equivalente generico. È meglio però evitare le bevande sportive, perché più ricche di carboidrati che di elettroliti.
    • Una volta che hai vomitato, aspetta qualche ora prima di bere liquidi chiari. Assumili poi a piccoli sorsi, ogni 15 minuti. Per liquidi chiari si intende: succo di mela, bevande elettrolitiche come il Pedialyte, tè chiaro e brodo leggero.
  4. 4
    Bevi un tè allo zenzero. È stato dimostrato che il tè allo zenzero diminuisce il senso di vomito. Lo zenzero ha un effetto calmante sullo stomaco, diminuisce le probabilità di sentire nausea e di rimettere. Puoi comprarlo in erboristeria o al supermercato.
    • In alternativa, puoi masticare e poi sputare un pezzetto di radice di zenzero.
  5. 5
    Passa al cibo leggero. Una volta che il tuo corpo accetta l'acqua, il ghiaccio e i liquidi chiari e senti la nausea in maniera minore, puoi provare a mangiare cibi semplici, adatti allo stomaco. Mangia solo se non hai rimesso per almeno quattro ore. Cracker e biscotti possono aiutare molto. Altri alimenti semplici comprendono:[3]:
    • Banane, riso, mela frullata e pane tostato.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Evitare Ciò che Causa il Vomito

  1. 1
    Stai lontana da odori, gusti e tutto ciò che ti infastidisce. Se l'odore intenso del deodorante per auto ti dà la nausea anche quando non stai male, allora dovresti evitarlo. Tutto ciò che vedi, annusi, assaggi può essere di stimolo al vomito, perciò sapere prima cosa ti provoca la nausea è davvero importante.[4]
    • Ad esempio, alcuni la provano quando vedono il sangue, anche se è in un film. Altri quando mangiano gorgonzola, o provano il riflesso a vomitare all'odore dell'immondizia. Qualsiasi sia la tua fonte di innesco, stanne lontana.
  2. 2
    Evita acqua gasata, caffeina e bevande acide. Sono tre tipi di liquidi che possono stimolare il vomito oltre a irritare il tratto gastrointestinale. Dovrai lasciarle perdere per almeno un giorno dopo aver rimesso.
    • Le bevande gasate comprendono tutti i tipi di cola e la birra.
    • Quelle acide comprendono succo d'arancia, pompelmo e altre bevande a base di agrumi.
    • Le bevande a base di caffeina sono caffè, tè e bibite energetiche.
  3. 3
    Evita il piccante e il fritto. Sono alimenti clinicamente noti per indurre il vomito. Dato che lo stomaco deve lavorare il doppio per digerirli, il risultato sarà che probabilmente vomiteresti. Aspetta almeno 48 ore dopo aver smesso di vomitare, prima di mangiare qualsiasi cibo piccante o unto.[5]
  4. 4
    Evita la macchina. Se soffri di mal d'auto, i veicoli per te sono off limits. Quando si ha l'influenza di stomaco, si ha già la tendenza a vomitare in sé. Andare in macchina non farebbe che aumentare la probabilità. Questo perché i cambiamenti di direzione rapidi (come un'inversione a U specie se sei seduta dietro) stimola i recettori del labirinto vestibolare nell'orecchio interno. Da qui, gli impulsi sono trasmessi attraverso il cervello al cervelletto, dove si trova il centro del vomito, facendoti sentire fisicamente male.
    • Se non puoi proprio evitare di andare in macchina, chiedi all'autista da fare le curve dolcemente e guidare con attenzione, per non inasprire i movimenti. In questo modo diminuirai le probabilità di stare male.
  5. 5
    Non fumare. Probabilmente sai già che il fumo è dannoso per la salute. Tuttavia è anche peggio se stai cercando di smettere di vomitare. Quando fumi una sigaretta, inali nicotina. La nicotina fa rilassare lo sfintere inferiore esofageo (l'apertura inferiore dell'esofago) il che rende ancora più probabile che gli acidi dello stomaco irritino l'esofago, facendoti vomitare.
  6. 6
    Evita alcuni farmaci antinfiammatori non steroidei. Sono irritanti gastrici. Questi farmaci inibiscono la produzione del corpo di prostaglandine, i componenti chimici naturali che fungono da messaggeri e favoriscono l'infiammazione. Tuttavia, determinate prostaglandine servono comunque a proteggere le pareti dello stomaco, quindi questi farmaci annullano l'effetto protettivo, portando a irritazione vomito.
    • Tali farmaci comprendono aspirina, ibuprofene e naprossene.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Usare Tecniche di Relax e Distrazione

  1. 1
    Pensa in modo positivo. Il vomito parte dal cervello, la percezione mentale della nausea quindi può portarti a stare male. A causa di ciò, dovrai distogliere l'attenzione dal pensiero di vomitare, immaginando luoghi o altro che possano rilassarti. Quando inizi a provare nausea, immagina qualcosa che ti distragga e ti calmi. Ascolta della musica per supportare questi pensieri positivi.[6]
    • Per esempio, quando inizi a provare nausea, immagina la mattina di Natale. Pensa alla tua famiglia tutta attorno a te, l'albero che risplende illuminato, la legna nel camino, ecc.
  2. 2
    Guarda un film o leggi un bel libro. Proprio come i pensieri positivi, fare un'attività che ti assorba del tutto, ti aiuterà a smettere di vomitare. Quando la tua mente è occupata, è meno probabile provare nausea e quindi vomitare.
    • Guarda film che non ti ricordino la nausea però. Per esempio se ti dà fastidio il sangue, evita gli horror o quelli con i vampiri. Orientati sulle commedie, i drammatici, le storie d'amore, ecc.
  3. 3
    Prendi un po' d'aria. Se ti senti troppo debole per uscire, dovresti aprire la finestra e lascia entrare l'aria fresca. Può sollevare un po' il senso di nausea. Se riesci, metti una sedia all'esterno e siediti all'aria. Lascia che la brezza ti calmi e dai un'occhiata a ciò che ti circonda. Concentrarti su qualcosa di bello mentre respiri, può impedirti di vomitare.
  4. 4
    Stai dritta. Tieni la testa ad un angolazione fra i 45 e i 90° a letto. Allo stesso tempo, alza i piedi rispetto al corpo (usa i cuscini). Questa posizione può tenere sotto controllo la gravità e quindi evitarti di vomitare. Tenendo i piedi in alto rispetto al tuo baricentro migliorerai anche la circolazione sanguigna.
    Pubblicità

Consigli

  • Riposa. Il modo più veloce per riprenderti dalla nausea è riposare molto e lasciare che il corpo si auto curi.
  • Fai dei respiri profondi attraverso il naso ed espira dalla bocca.

Pubblicità

Avvertenze

  • Vai dal medico se il vomito persiste per più di due giorni negli adulti e uno nei bambini.
  • Se vomiti a zampillo, vai subito dal medico perché potresti avere un problema più grave.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Vomitare al Volante

Come

Vomitare nella Maniera Meno Scomoda Possibile

Come

Ammorbidire le Feci

Come

Preparare un Clistere

Come

Liberarti Velocemente della Diarrea

Come

Alleviare la Stitichezza con il Massaggio Addominale

Come

Evitare di Vomitare

Come

Espellere i Vermi Parassiti dell'Intestino

Come

Sapere se Hai Vermi Intestinali

Come

Mettere una Supposta

Come

Riconoscere i Sintomi dell'Appendicite

Come

Smettere di Vomitare

Come

Usare il Sale Inglese come Lassativo

Come

Capire se Hai l'Esofagite
Pubblicità

Riferimenti

  1. Fauci, Et al. (2012). Harrison’s Principles of Internal Medicine Eighteenth Edition. New York: McGraw-Hill Medical Publishing Division.
  2. http://www.uhs.umich.edu/diarrheavomiting
  3. Katzung, Bertram G. (2007). Basic & Clinical Pharmacology Tenth Edition. McGraw-Hill Medical Publishing Division.
  4. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/patientinstructions/000122.htm
  5. http://www.nytimes.com/1983/09/21/garden/eating-spicy-food-what-are-the-effect.html
  6. http://www.webmd.com/first-aid/vomiting-and-nausea-treatment

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 28 935 volte
Categorie: Apparato Digerente
Questa pagina è stata letta 28 935 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità