Come Sopravvivere a un Attacco Cardiaco

1 Metodi:Sintomi Nelle Donne

Ogni anno circa 120 mila persone in Italia hanno un attacco di cuore, e di queste circa 25 mila muoiono prima di raggiungere l’ospedale[1]. Se mai dovesse accaderti, è essenziale agire in maniera rapida per massimizzare le probabilità di sopravvivenza. Se credi di avere un infarto cerca subito assistenza medica. In ogni caso continua a leggere per imparare come sopravvivere ad un attacco di cuore.

Passaggi

  1. 1
    Riconosci i segnali di un infarto. Quelli tipici includono affanno, senso di costrizione o di peso al petto e un intenso dolore che si irradia per tutto il torace. Sebbene questi siano definiti segnali di allarme, una larga percentuale di attacchi cardiaci non presenta questa sintomatologia. Le vittime riportano alcuni dei sintomi seguenti, sia isolati che combinati:

Sintomi Nelle Donne

  1. 1
    Pressione dolorosa, senso di costrizione, di pienezza o dolore al centro del petto. La durata è maggiore di qualche minuto oppure a intermittenza.
  2. 2
    Dolore o disagio in una o entrambe le braccia, alla schiena, al collo, alla mascella o allo stomaco.
  3. 3
    Affanno con o senza disagio al petto.
  4. 4
    Altri segni sono: improvvisa sudorazione fredda, nausea o sensazione di testa leggera.
  5. 5
    Come negli uomini, il segno più comune per le donne è dolore o disagio al petto. Tuttavia le donne sono più propense a sviluppare una sintomatologia più complessa come l’affanno, la nausea/vomito e il dolore alla schiena o alla mascella.
    • Senso di oppressione o dolore al petto che sembra causato dallo sforzo e che scompare quando riposi.
    • Palpitazioni o battito cardiaco accelerato.
    • Dolore alla parte superiore dell’addome che dura diversi minuti, simile ad un bruciore di stomaco.
    • Dolore e disagio alle braccia, collo, mascella o denti.
    • Vertigini, sensazione di testa leggera e svenimento.
    • Sudorazione abbondante.
    • Nausea (soprattutto nelle donne).
    • Improvviso malessere generale.
  6. 6
    Sii preparato. Se hai una storia clinica di angina pectoris o altri problemi cardiaci e assumi dei nitrati (come la nitroglicerina) porta i farmaci sempre con te. Se usi, anche sporadicamente, la bombola dell’ossigeno portala. Tutti inoltre dovrebbero avere nel portafogli una lista dei farmaci che assumono o a cui sono allergici. Queste informazioni sono di grande aiuto per i medici, per poter trattare l’infarto (e non solo) in maniera sicura. Se sei un soggetto ad alto rischio, porta sempre con te un cellulare e chiama il tuo dottore in merito all’opportunità di prendere l’aspirina.
  7. 7
    Cerca subito assistenza medica. Circa il 90% delle vittime sopravvive se arriva viva in ospedale. La maggior parte dei decessi è extra-ospedaliera, ed è causata dalla poca attenzione delle persone ai sintomi. Se presenti uno qualunque dei segni sopracitati, non aspettare. Chiama il 118 immediatamente. Anche se è vero che alcuni sintomi possono essere innocui, è altrettanto vero che se soffri di un infarto la tua vita dipende dalla rapidità dei soccorsi. Non avere paura e non sentirti imbarazzato di far perdere tempo ai medici e ai paramedici, loro capiranno.
    • Se pensi che l’ambulanza possa impiegare tanto tempo per raggiungerti, fatti portare da qualcuno in ospedale. Non guidare di persona, perché potresti svenire improvvisamente. Se ti trovi per strada, accosta e ferma un automobilista o chiama il 118 e aspetta i soccorsi.
    • Dì alle persone che ti stanno attorno che potresti avere un attacco di cuore. Se sei con i tuoi familiari o in un luogo pubblico, fai capire agli altri cosa ti sta succedendo. Se la situazione peggiora, la tua vita potrebbe dipendere da uno sconosciuto che ti pratica la rianimazione cardiopolmonare. Quando arrivi in ospedale dì ai medici ed infermieri del pronto soccorso che credi di avere un infarto. In questo modo non perderai tempo prezioso in sala d’aspetto.
    • Se sei in aereo, avvisa gli assistenti di volo immediatamente. Le compagnie aeree forniscono i loro velivoli con un kit di primo soccorso che può rivelarsi utile; l’equipaggio di cabina può cercare un medico fra i passeggeri e, se è il caso, praticare una rianimazione cardiopolmonare. Inoltre i piloti devono dirottare l’aereo verso l’aeroporto più vicino.
  8. 8
    Prendi un’aspirina o la nitroglicerina se è appropriato. Molte persone beneficiano dell’aspirina se assunta ai primi sintomi. Il modo migliore per favorirne l’assorbimento è masticarla, quindi non deglutirla intera. Tuttavia questo farmaco può peggiorare altre patologie, quindi chiedi al tuo medico se per te è adatto. Se ti sono stati prescritti i nitrati, prendili all'insorgenza dell'attacco cardiaco (a meno che il tuo medico ti abbia detto il contrario).
  9. 9
    Rendi minima l’attività fisica. Se non puoi sottoporti a cure mediche rapidamente, cerca di rimanere calmo e di muoverti il meno possibile. Se ti agiti puoi peggiorare il danno al cuore.
  10. 10
    Segui le indicazioni mediche dopo avere superato l’attacco di cuore. Se sopravvivi, è essenziale rispettare tutte le istruzioni del medico, per recuperare sia nei giorni immediatamente successivi, che a lungo termine. Le cure a breve termine sono essenziali per ridurre al minimo i danni; quelle a lungo termine prevedono dei cambiamenti nel tuo stile di vita per ridurre complicazioni e recidive.

Consigli

  • Cerca di stare calmo e al fresco. Usa un panno bagnato o un impacco freddo da mettere sull’inguine o sotto le ascelle per abbassare la temperatura del corpo. E’ stato dimostrato che in questo modo aumentano le probabilità di sopravvivenza.
  • Tieni un numero di telefono di emergenza nel tuo cellulare.
  • Il modo migliore per sopravvivere ad un infarto è quello di non averlo affatto! Quindi segui uno stile di vita sano. Mangia bene, fai esercizio fisico e non fumare! Se stai invecchiando, parla con il tuo medico in merito all’opportunità di prendere un dosaggio minimo di aspirina regolarmente. Potrebbe ridurre le possibilità d’infarto.
  • E’ un’ottima idea essere sempre preparato anche se non hai patologie cardiache. Un’aspirina da 80 mg potrebbe fare la differenza fra la vita e la morte, quindi tienila nel portafogli o in borsa. Inoltre tieni con te una lista delle allergie, delle terapie in atto e dei tuoi problemi di salute.
  • In alcune occasioni gli infarti sono asintomatici. Ma sono altrettanto pericolosi o mortali poiché la vittima non se ne accorge.
  • Stai particolarmente attento se sei un soggetto ad alto rischio, ad esempio sei anziano, obeso, diabetico non in terapia, se hai il colesterolo alto, se fumi o bevi troppi alcolici o se soffri di patologie cardiache. Discuti con il tuo medico un piano per ridurre le probabilità di infarto.
  • Se sei presente quando una persona ha un attacco di cuore, chiama subito il 118. Inoltre tutti dovrebbero sapere come prestare il primo soccorso in caso di infarto.

Avvertenze

  • Questo articolo è solo una guida di carattere generale e non sostituisce il parere medico.
  • Tempo fa circolava una email in cui si suggeriva di provare la "rianimazione cardiopolmonare con la tosse" in caso di infarto. Questa tecnica non è raccomandata. Anche se in alcune situazioni può essere eseguita sotto il controllo medico, potrebbe rivelarsi pericolosa.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Salute

In altre lingue:

English: Survive a Heart Attack, Español: sobrevivir a un infarto cardiaco, Português: Sobreviver a um Ataque Cardíaco, Русский: пережить инфаркт миокарда, Deutsch: Einen Herzinfarkt überleben, Français: survivre à une crise cardiaque, Tiếng Việt: Sống sót khi Lên cơn đau tim, العربية: النجاة من الأزمة القلبية, Nederlands: Een hartaanval overleven, 中文: 在心脏病发作时存活, Bahasa Indonesia: Selamat dari Serangan Jantung, ไทย: รอดตายจากหัวใจวาย, 日本語: 心臓発作から生き延びる, Čeština: Jak přežít infarkt, 한국어: 심장 발작이 일어났을 때 대처 방법

Questa pagina è stata letta 5 759 volte.

Hai trovato utile questo articolo?