I terremoti sono tra i disastri naturali più distruttivi. Essi si verificano principalmente nei pressi dei bordi delle placche tettoniche, ma, comunque, possono capitare praticamente ovunque. Non possono essere previsti, ma le tue chance di sopravvivere sono di gran lunga migliori se ti prepari in anticipo e se sai cosa fare in una situazione di questo tipo.

Parte 1 di 3:
Se Sei in un Veicolo

  1. 1
    Fermati il più velocemente possibile, sempre tenendo in considerazione la tua sicurezza, e resta nel veicolo. Evita di fermarti nei pressi o al di sotto degli edifici, degli alberi, dei cavalcavia e dei cavi elettrici. Possono cadere sul tuo mezzo.
  2. 2
    Rimani seduto nella tua macchina fino a quando non sarà finito.
    • Le automobili sono fatte di metallo, che proteggerà sia te sia la tua famiglia dalla maggior parte dei detriti e degli oggetti che cadono.
    • L'unica eccezione a questo si verifica quando ti trovi in un garage o in un parcheggio dai livelli multipli. Se sei in un garage, esci immediatamente dalla macchina e accucciati vicino al mezzo. Il metallo non ti proteggerà dai pezzi di cemento che cadranno sul veicolo. Se sei in un parcheggio su molteplici livelli, la sopravvivenza dipende unicamente dalla fortuna. Il modo migliore di massimizzare le tue chance di sopravvivenza è fare quello che faresti in un garage: accucciarti vicino all'auto.
    • Non cercare di affrettarti per tornare a casa. La maggior parte dei terremoti presenta delle scosse di assestamento, che non vanno sottovalutate.
    • Le scosse di assestamento hanno il potere di far crollare gli edifici danneggiati durante il primo terremoto.
      • Le scosse di assestamento possono essere molto lievi, intermedie ,avere la stessa potenza del terremoto originale o addirittura possono essere più potenti del terremoto originale. Queste scosse secondarie possono durare circa 10 secondi, o di più, e possono rappresentare una minaccia alla vita. Purtroppo, non è possibile sapere quando accadranno, dunque non hai altra scelta se non stare all'erta.
  3. 3
    Procedi con cautela una volta che il terremoto finisce. Evita le strade, i ponti o la rampe che potrebbero essere stati danneggiati dal fenomeno sismico.
  4. 4
    Attendi l'arrivo dei soccorsi cittadini o municipali. Non dovrai aspettare molto in macchina prima che giungano i soccorsi con l'acqua, il cibo e le scorte.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Se Sei in un Edificio

  1. 1
    Stabilizzati. Afferrati a un oggetto solido e stenditi a terra in modo da non cadere.
  2. 2
    Buttati a terra, copriti e fermati. Questo è lo standard nazionale per la sicurezza contro i terremoti. Il consiglio alternativo è avvicinarti a un mobile solido in modo che, se il muro dovesse cadere, crei uno spazio in cui ti sia possibile sopravvivere. Tuttavia, questo metodo, chiamato “triangolo della vita”, non è di aiuto quando si cercano i superstiti e non viene raccomandato dalla Croce Rossa Americana, dalla Structural Engineers Association of Northern California Response e dall'Earthquake Country Alliance.
  3. 3
    Se ti trovi in una struttura che collassa mentre sei all'interno, prima devi assicurarti che tu e le persone intorno a te stiate bene. Un modo comune per farlo è chiamare tutti per nome per stabilire un contatto con loro. Poi, cerca di capire se i membri del tuo gruppo sono stati feriti, e qual è la gravità delle lesioni. Se si tratta di un problema trattabile nell'edificio, come un graffio, può aspettare. Se ne hai la possibilità, chiama il dipartimento locale della polizia o un'ambulanza per comunicare la tua ubicazione. Cerca anche di identificare l'odore di gas, che sia naturale o quello che utilizzi per la tua macchina. Se senti odore di gas, cerca di trovare il punto in cui si è verificata la perdita avvalendoti dell'udito e della vista. Parla con le persone del tuo gruppo per capire chi è quella più vicina alla perdita, e poi chiedile di spiegarti se è particolarmente grave. Procedi nello stesso modo con gli eventuali incendi o se vedi o senti il fumo. Non avvicinarti agli incendi. Se riesci a vedere la luce, cerca di muoverti in sua direzione. Se le macerie intralciano verticalmente la via d'uscita che credi possa consentirti di andare all'esterno, fai una prova per capire se puoi spostarle. Innanzitutto, colpisci l'oggetto con le tue nocche, come se stessi bussando a una porta. Se non si muove, spingilo o dai delicatamente delle sgomitate. Non si muove? Probabilmente è pesante, e dunque non dovresti cercare di rimuoverlo. Nel caso si muova, invece, è sicuro procedere. Quando esci dalla struttura, aiuta tutti gli altri nella maniera più pronta possibile, affinché nessuno si faccia ulteriormente male. Conta ogni persona per vedere se tutti coloro che erano con te all'interno sono usciti. In caso negativo, non rientrare nell'edificio per cercarli. Potrebbe verificarsi una scossa di assestamento in qualsiasi momento e tu potresti rimanere intrappolato all'interno. È meglio aspettare che arrivino i vigili del fuoco per aiutare tutte le persone rimaste nella struttura. Una volta fuori, recati in un luogo sicuro, lontano dagli edifici alti, dagli alberi, dai cavi dell'elettricità, dai pali del telefono e dai camion. Durante una scossa di assestamento, la parte posteriore del camion potrebbe facilmente cadere sulle persone vicine. È meglio trovare un posto in cima a una collina o un'area in pianura. Se le doline sono tipiche delle tue zone, occhio ai segnali di una voragine che potrebbe aprirsi intorno a te.
  4. 4
    Copri la testa e il collo. Usa le mani e le braccia.
    • Dovresti coprire anche la parte superiore del corpo perché è indispensabile per non avere problemi al collo e poi alla testa.
    • Se soffri di disturbi respiratori, assicurati di coprire la testa con una t-shirt o una bandana, fino a quando tutte le macerie e la polvere si saranno assestate. Inalare l'aria contaminata non farà bene ai polmoni.
  5. 5
    Non muoverti. Se è sicuro farlo, resta dove sei per un paio di minuti, fino a quando non sarai sicuro della fine delle scosse.
    • Ricorda, le scosse di assestamento sono sempre possibili, specialmente dopo un grande terremoto. Questi movimenti sismici possono variare, ovvero essere percepiti solo da alcune persone o radere al suolo intere città. Possono far collassare gli edifici indeboliti, specialmente le case mobili.
  6. 6
    Esci lentamente dalla casa. Vedi cosa ne resta e incontra la tua famiglia all'esterno. Come in caso di incendio, si consiglia di riunirsi in un posto sicuro scelto in anticipo dalla famiglia, come un campo da calcio o un parco vicino. L'arrivo dei rinforzi non dovrebbe tardare tanto.
  7. 7
    Ispeziona la tua casa per trovare ciò che potrebbe essere in una condizione pericolosa. I frammenti di vetro, l'odore di gas o i dispositivi elettronici danneggiati sono degli esempi.
    • Non spegnere gli elettrodomestici usando la loro manopola on/off. Il solo accendere un interruttore potrebbe creare una scintilla, che potrebbe darti la scossa o causare un incendio. Questi incendi possono essere più mortali perché ti trovi vicino ai cavi elettrici.
  8. 8
    Assicurati che non si siano verificati incendi. Dovresti controllare la casa o l'edificio nel quale ti trovi per accertartene. Se hai bisogno di acqua per spegnerne uno, puoi ottenerla da uno scaldabagno, ma stai attento, perché è calda.
    • Pulisci le perdite pericolose. La benzina potrebbe essere fatale se esplode o entra a contatto con qualcosa di infiammabile. Se hai solo delle salviette di carta, usane vari strati perché questa sostanza è velenosa e molto difficile da lavare via. Coprire le perdite di benzina con delle palate di sabbia è una buona idea, però ricorda di segnare l'area, magari appoggiandoci un segnale scritto a mano che dica “Perdita di benzina qui” (attaccalo con il nastro adesivo a una sedia o a una macchina vicina per esempio).
    • Tieniti alla larga dalle aree danneggiate. Evitale fino all'arrivo della polizia, di un idraulico, dei pompieri o dei soccorsi, che ispezioneranno la zona e ti diranno se è sicuro entrare.
    • Non bere l'acqua del lavandino perché potrebbe non essere pura. Il sistema delle acque di scolo viene danneggiato dai grandi terremoti, dunque non scaricare. Piuttosto, chiudi l'acqua girando la valvola principale (lascia che lo faccia un idraulico al posto tuo se non sai dov'è). Assicurati di tappare i lavandini e le vasche per prevenire che le acque di scolo tornino indietro.
    • Ispeziona il caminetto per valutare se ci sono dei danni prima di accendere il fuoco. I danni invisibili in questi punti possono causare incendi.
    • Ispeziona le utenze.
      • Verifica le eventuali perdite di gas. Se avverti un forte odore di gas o senti un rumore simile a un soffio o a un sibilo, apri una finestra ed esci subito dall'edificio. Chiudi il gas girando la valvola principale esterna se puoi e chiama la compagnia che eroga il servizio dalla casa di un vicino. Ricorda, se chiudi il gas per una qualsiasi ragione, dovrà essere un professionista a riaprirlo, dunque gira la valvola solo se credi che le linee del gas siano state danneggiate o ci siano delle perdite.
      • Valuta gli eventuali danni al sistema elettrico. Se noti delle scintille o dei cavi rotti o sfilacciati o senti un odore di bruciato, stacca la corrente dalla scatola dei fusibili principali o dall'interruttore. Se devi passare attraverso un posto bagnato per arrivare alla scatola dei fusibili o all'interruttore generale, prima chiama un elettricista per chiedergli un consiglio.
      • Valuta i danni al sistema delle acque di scolo e a quello idraulico in generale. Se sospetti che le linee delle acque di scolo siano danneggiate, evita di usare il gabinetto e chiama un idraulico. Se i tubi dell'acqua sono danneggiati, mettiti in contatto con la compagnia che eroga il servizio ed evita di utilizzare l'acqua di rubinetto. Per andare sul sicuro, usa l'acqua imbottigliata o fai sciogliere dei cubetti di ghiaccio.
  9. 9
    Apri con cautela i mobili. Gli oggetti potrebbero cadere se apri velocemente gli sportelli. Ispeziona il danno e presta attenzione alle bottiglie di vetro, che potrebbero essersi rotte o avere delle perdite. Sii particolarmente attento per quanto riguarda l'alcool, gli acidi, i detergenti e qualsiasi altro prodotto tossico per il corpo umano. I contenitori potrebbero avere delle perdite o potrebbero essersi rovesciati.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Se Sei all'Esterno

  1. 1
    Resta fermo dove sei. Osserva i dintorni, specialmente se sei situato in un'area urbana. Ricorda che anche gli edifici costruiti secondo la normativa antisismica possono cadere, dunque non credere di essere totalmente al sicuro. Potrebbe formarsi una dolina sul suolo a causa del terremoto, quindi non camminare troppo.
  2. 2
    Allontanati dagli edifici, dai lampioni sulle strade, dai cavi elettrici e da qualsiasi altra cosa che possa crollare. Assicurati anche di non essere vicino a una faglia aperta. Molte persone sono morte dopo essere cadute nelle enormi voragini che si sono improvvisamente aperte dopo il terremoto. Ciò può succedere ovunque, includendo le strade e i parchi.
  3. 3
    Cerca un rifugio vicino a una collina o a un luogo in cui le macerie non ti cadano addosso. Se puoi, opta per un posto dove tu possa essere protetto dagli agenti atmosferici, ma accertati che le rocce e il suolo non crollino a causa delle scosse di assestamento. Non rifugiarti sotto un ponte, pur essendo robusto. Alcuni possono essere antisismici, ma gli elementi non del tutto sicuri, come i segnali o le luci, possono caderti addosso.
  4. 4
    Resta nel tuo rifugio, non muoverti. Il terremoto ha interessato un territorio vasto, dunque correre è la cosa peggiore da fare nel corso dei movimenti tellurici.
  5. 5
    Osserva gli edifici, i cavi dell'alta tensione o tutti gli elementi grandi e pesanti che potrebbero caderti addosso se fossi nelle loro vicinanze.
    • Comprendi che potrebbero ucciderti se fossi vicino a loro. Inoltre, durante una bufera di neve, non camminare nei pressi delle linee elettriche, dei lampioni caduti o dei resti degli edifici.
    • Il vetro sembra liscio e uniforme, ma, quando si rompe, un pezzettino potrebbe danneggiare un piede. È per questo che dovresti calzare delle scarpe pesanti per proteggerti in questi momenti.
  6. 6
    Stai attento se decidi di uscire dal tuo rifugio. Probabilmente ci saranno altre persone vicine a te o alla tua area. I cellulari e gli altri strumenti di comunicazione sono utili per tutti, dal momento che, se una persona è ferita, un'altra può chiamare l'ambulanza.
  7. 7
    Aspetta per qualche minuto dopo la prima scossa e poi muoviti per andare in un altro posto. È meglio aspettare, perché le scosse di assestamento solitamente sono le più forti. Puoi anche uscire, ma stai attento, evita che le macerie ti cadano addosso.
    Pubblicità

Consigli

  • Se sei in trappola, mettiti in comunicazione con le autorità per indicare la tua posizione. Un fischietto o un clacson può aiutare la gente a trovarti.
  • Dai una mano. Se sei sopravvissuto a un grave terremoto, offriti come volontario per fare il possibile allo scopo di trovare i sopravvissuti, far riunire le famiglie e gli animali domestici e ripulire dopo il disastro.
  • Richiedi l'assistenza di emergenza solo nelle situazioni urgenti. Le autorità sapranno che si è verificato un grave terremoto. Se puoi gestire in sicurezza la tua situazione da solo o aspettare l'arrivo dei soccorsi, non chiamare. Le linee telefoniche vanno lasciate libere soprattutto per chi necessita subito di essere aiutato.
  • Se sei a scuola, dai retta a quello che dicono gli insegnanti. Generalmente, dovresti abbassarti, metterti sotto un banco e proteggere la testa e la parte superiore del corpo.
  • Ascolta le ultime notizie usando una radiolina a pile. Questo è molto utile se hai bisogno di aiuto.
  • Fai delle esercitazioni a casa con la tua famiglia in modo che siate pronti al momento opportuno. Non dimenticare che il posto migliore in cui trovare riparo è rappresentato dagli spazi vuoti o nei pressi dei mobili pesanti.
  • Rivolgiti a un parente di fiducia che viva in un altro posto e usalo come contatto di emergenza nel caso di una grave urgenza. Ricorda che le linee telefoniche probabilmente saranno intasate, dunque usa parsimoniosamente il telefono, specialmente dopo le prime ore dalla scossa.
  • In genere, i terremoti dalla magnitudo inferiore a 6.0 non dovrebbero mettere in pericolo la vita. Appoggiarti a una parete o a un mobile pesante quando capitano queste scosse più deboli di solito funziona.
  • Aiuta le persone ferite, soprattutto quelle più giovani e anziane. Hanno bisogno di cure speciali, dunque non esitare.
  • Calza delle scarpe pesanti e chiuse sul davanti per proteggere i piedi dai vetri rotti, dalle macerie cadute e dagli altri tipi di pericolo.
  • Non lasciarti prendere dal panico. I terremoti non durano a lungo, di solito qualche secondo, al massimo un minuto. La scossa a San Francisco del 1989 durò solo 15 secondi. Sebbene un terremoto di 15 secondi sembri durare un'ora, alla fine terminerà.
  • Se viene lanciata un'allerta per uno tsunami, allontanati subito dalle spiagge. Migliaia di persone sono annegate durante lo tsunami del 2004 nell'Oceano Indiano perché rimasero a fissare “l'oceano vuoto”. Qualche minuto dopo, un potente tsunami si abbattette sulla costa, facendo annegare migliaia di persone, distruggendo molti edifici e causando innumerevoli dispersioni.

Pubblicità

Avvertenze

  • Mai scappare da un edificio quando si verifica un terremoto. Molte persone che cercano di farlo rimangono ferite o uccise dal vetro, dalle macerie, dai crolli, dai pezzi di metallo che cadono e dagli edifici e/o dai muri che collassano. Aspetta fino a quando non terminerà la scossa per evacuare con cautela dalla struttura.
  • Non ignorare le avvertenze, anche se dovessero essere falsi allarmi. Ricorda che, se viene lanciata un'allerta, devi prepararti immediatamente. Magari potresti perdere inutilmente tempo, ma sarebbe 10 volte peggio nel caso dovesse succedere qualcosa, e tu non hai fatto nulla per prevenire il danno.
  • Preparati anche alle condizioni meteorologiche. Se si verifica un grave terremoto quando il tempo è brutto, dovrai pure tenerti al caldo. Includi dei vestiti idonei nel kit di emergenza per sopravvivere al maltempo. Inserisci anche degli articoli per stare al fresco qualora facesse caldo e le temperature dovessero superare i 30ºC.
  • Stai attento agli altri rischi scatenati dai terremoti, come le frane e gli tsunami, se vivi nei pressi dell'oceano o del mare. Occhio ai danni agli edifici, alle autostrade e alle altre infrastrutture. Inoltre, devi prestare attenzione agli incendi che potrebbero seguire le scosse. I vulcani con le nevi perenni sulla vetta possono causare delle colate di fango, estremamente mortali per le persone.
  • Essere nei piani superiori di un edificio è più pericoloso che essere al primo piano. Sebbene al primo piano tu possa essere vittima del crollo dei piani superiori, cadere sulle macerie è molto peggio. La cantina non è il posto migliore in cui andare per la ragione diametralmente opposta, giacché puoi rimanere completamente sepolto sotto le macerie, specialmente se c'è più di un sottolivello.
  • Nel 1886, più precisamente il 31 agosto, alle 9:50 pm, avvenne un terremoto a Charleston, nella Carolina del Sud. La magnitudo fu di 7.3, dunque venne classificato come un evento decisamente grave. La città si trovava a oltre 500 km dalla più vicina faglia dei terremoti. Ciò dimostra che le scosse non si verificano solo nei pressi delle faglie.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

Articoli Vitali

Richiesti

  • Uno-quattro litri di acqua al giorno per persona
  • Cibo in scatola o in confezioni individuali. Considera i neonati, gli animali domestici e coloro che hanno dei requisiti alimentari speciali
  • Kit di pronto soccorso, da rinnovare di frequente per evitare che i farmaci scadano
  • Farmaci critici, occhiali, astucci per le lenti a contatto e altri elementi di questo tipo
  • Apriscatole
  • Radio portatile a batterie, pile di scorta
  • Torcia, batterie di riserva e lampadine
  • Scarpe pesanti per tutti i membri della famiglia
  • Guanti pesanti per ogni persona che pulisce le macerie
  • Coltello appuntito o lamette
  • Ricambio di vestiti puliti
  • Passaporti

Raccomandati

  • Coperte
  • Estintore chimico a secco di tipo ABC
  • Scorte di assorbenti per le donne
  • Scorte per i neonati (se hai figli)

Kit per la Macchina

  • Cibo che non vada a male conservato nelle latte di caffè
  • Acqua bollita
  • Manuale e kit per il pronto soccorso
  • Coperta
  • Torcia, batterie di scorta e lampadine
  • Medicine critiche, occhiali extra
  • Strumenti come il cacciavite, le pinze, i fili metallici e un coltello
  • Piccola pompa da giardino di gomma
  • Assorbenti per le donne
  • Scarpe pesanti e guanti


wikiHow Correlati

Come

Vivere Senza Elettricità

Come

Scassinare una Serratura con una Forcina

Come

Ritrovare degli Oggetti Smarriti

Come

Togliere le Macchie dagli Indumenti Bianchi

Come

Prenderti Cura di una Dracena Marginata

Come

Eliminare il Troncone di un Albero

Come

Prendersi Cura degli Spatifilli

Come

Salvare un Cactus Morente

Come

Controllare un Motore Elettrico

Come

Uccidere una Vespa

Come

Rimuovere la Ruggine dall'Acciaio Inossidabile

Come

Rimuovere le Macchie di Deodorante

Come

Alzare il pH di una Piscina

Come

Pulire la Lavatrice con l'Aceto
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 84 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 23 958 volte
Categorie: Casa & Giardino
Questa pagina è stata letta 23 958 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità