Scarica PDF Scarica PDF

Tsunami è una parola giapponese che indica una serie di onde distruttive e molto pericolose generate da un terremoto o altri tipi di turbolenze sottomarine. Negli ultimi anni, gli tsunami hanno causato una quantità incredibile di danni. Per sopravvivere a eventi così devastanti, è necessario essere preparati, vigili e calmi. Questo articolo illustra alcune misure da prendere per poter sopravvivere, a condizione di prepararsi e agire in tempo in modo da proteggere se stessi e la propria famiglia.

Parte 1
Parte 1 di 4:
Prepararsi in Anticipo

  1. 1
    Informati sul potenziale pericolo. È importante sapere in anticipo se la zona in cui vivi è a rischio di tsunami. Il pericolo potrebbe esistere nei seguenti casi:
    • La tua abitazione, la scuola che frequenti o il posto in cui lavori sono ubicati in una regione costiera, vicino al mare.
    • La casa, la scuola o il posto di lavoro si trovano sul livello del mare, a una quota piuttosto bassa, in una zona pianeggiante o in un territorio con pochi rilievi dal punto di vista morfologico. Se non sai a quale altitudine ti trovi, informati. Alcune istituzioni locali usano l'altitudine come parametro per determinare il rischio di tsunami.
    • Esistono segnali di allarme a indicare che una zona è soggetta a tsunami.
    • Istituzioni e autorità locali hanno diramato informazioni circa il potenziale rischio di tsunami.
    • Alcune barriere naturali, come argini e dune, sono state rimosse per favorire la costruzione di edifici.
  2. 2
    Presta attenzione se in passato uno tsunami ha colpito la tua regione costiera. Fai qualche ricerca oppure chiedi informazioni presso le autorità locali. Puoi fare una ricerca nel sito web della Protezione Civile per capire se l'area è a rischio di alluvioni.[1]
    • La maggior parte dei terremoti e delle eruzioni vulcaniche avviene in quella che viene definita "cintura di fuoco", una zona del Pacifico nota per la sua attività geologica. Cile, Stati Uniti occidentali, Giappone e Filippine sono aree particolarmente vulnerabili.
  3. 3
    Prepara l'occorrente e assicurati di tenerlo a portata di mano. Se si verifica uno tsunami (o un altro disastro naturale), sicuramente ti serviranno alcuni generi di necessità per la sopravvivenza da recuperare velocemente. Quindi, ti conviene organizzare un'attrezzatura idonea per la tua salvezza personale e quella della famiglia da tenere sempre a disposizione:
    • Prepara un kit d'emergenza. Cibo, acqua e una cassetta di pronto soccorso sono elementi essenziali. Conserva la cassetta in qualche punto della casa bene in vista, conosciuto da tutti i membri della famiglia e di facile accesso in caso di emergenza. Inoltre, potresti tenere nelle vicinanze un impermeabile o un altro soprabito idoneo per ogni persona.
    • Prepara un kit di sopravvivenza personale per ciascuno e uno generale per tutta la famiglia, contenente oggetti utili per tutti. Includi una scorta di farmaci necessari a ogni familiare. Non dimenticare l'occorrente per la sopravvivenza dei tuoi animali domestici.
  4. 4
    Elabora un piano di evacuazione. Affinché sia utile, dovresti svilupparlo in anticipo. Durante la fase di preparazione, considera la famiglia, il luogo di lavoro e la scuola. Se necessario, comincia a progettare un piano di evacuazione più ampio per la comunità in cui vivi, se non esiste già. Prendi l'iniziativa di implementarlo coinvolgendo le istituzioni locali e gli altri residenti. La mancanza di un piano di evacuazione e di un sistema d'allarme aumenta il rischio di incidenti o addirittura di morte a carico delle famiglie e dell'intera comunità. Ecco che cosa dovresti considerare per predisporlo in modo efficace:
    • Discuti con colleghi e familiari in merito alle varie opzioni per l'evacuazione. Ad esempio, individua un luogo in cui riunirvi in caso di tsunami.
    • Organizza esercitazioni pratiche per assicurarti che tutti i membri della comunità sappiano bene cosa fare e dove andare durante l'evacuazione.
    • Includi un piano per calcolare tutte le persone della comunità e fornire assistenza agli individui disabili o malati.
    • Assicurati che i segnali di allarme ed evacuazione siano compresi da tutti, distribuisci opuscoli o tieni lezioni per garantire che tutti siano a conoscenza delle procedure corrette.
    • Ricorda di offrire diverse vie di fuga dato che un terremoto potrebbe distruggere le strade e altre infrastrutture, bloccando alcuni percorsi.
    • Considera quale tipo di ripari e alloggi possono trovarsi nelle zone destinate all'evacuazione. Valuta se è il caso di costruire dei rifugi a scopo preventivo.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 4:
Riconoscere i Segnali d'Allarme di uno Tsunami

  1. 1
    Fai molta attenzione dopo un terremoto. Se vivi in una regione costiera, la presenza di una scossa di forte intensità dovrebbe metterti immediatamente in allarme e farti agire subito per evacuare la zona.
  2. 2
    Nota una rapida variazione del livello delle acque costiere. Se il mare si ritira all'improvviso, lasciando la sabbia nuda, tieni conto che questo fenomeno è uno dei massimi segnali d'allarme che indicano l'arrivo di una massa d'acqua sul litorale.
  3. 3
    Osserva strani cambiamenti di comportamento negli animali. Fai attenzione se gli animali scappano o si comportano in modo anomalo, per esempio cercando di rifugiarsi o raggrupparsi in modo diverso dal solito.[2]
  4. 4
    Ascolta gli avvertimenti delle autorità locali o della Protezione Civile. Fai attenzione se le istituzioni locali hanno il tempo di avvertire la popolazione. Aggiornati sulle modalità in cui prevedono di diramare avvisi per evitare che vengano confusi o ignorati quando vengono lanciati. Condividi queste informazioni con familiari, amici, vicini di casa e tutta la comunità. Se le autorità preposte mettono a disposizione opuscoli, un sito internet o altre fonti di informazione, chiedi delle copie da distribuire o invita le istituzioni ad adempiere questo compito.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 4:
Evacuare dopo uno Tsunami

  1. 1
    Abbandona i tuoi beni. Se si verifica uno tsunami, la cosa più importante in assoluto è salvare vite umane, non gli oggetti. Se cerchi di recuperare beni materiali, potresti ostacolare la fuga perdendo tempo prezioso. Prendi il tuo kit d'emergenza, qualcosa per tenerti al caldo, riunisci la tua famiglia e lascia immediatamente la zona. Se vuoi sopravvivere a uno tsunami, devi agire in fretta senza preoccuparti di proteggere le cose che ti appartengono.
  2. 2
    Spostati verso l'entroterra in una zona elevata. La prima cosa da fare, se possibile, è quella di allontanarsi dall'area costiera, dalle superfici lagunari o da altri bacini d'acqua e recarsi verso una località più elevata, meglio ancora se in collina o in montagna. Spostati ad almeno 3 km verso l'interno o 30 metri sul livello del mare.
    • Preparati all'eventualità di trovare strade completamente distrutte e devastate dallo tsunami.[3] Se hai intenzione di usare la rete stradale per raggiungere una località sicura, pensaci bene. Uno tsunami è in grado di distruggere le vie di comunicazione sia a causa dell'attività sismica sia a causa della potenza del terremoto. Usa il senso dell'orientamento e valuta di mettere una bussola nel tuo kit di sopravvivenza.
  3. 3
    Sali su una torre di evacuazione. Se non puoi andare verso l'entroterra perché l'accesso è bloccato, dirigiti in alto. Le torri di evacuazione sono progettate per resistere alla violenza degli tsunami. Le pareti sono realizzate per frangere i flutti, consentendo all'acqua di attraversarle e impedendo ai detriti di far crollare la struttura.
    • In mancanza una torre di evacuazione nelle vicinanze, trova un edificio alto. Anche se non è l'ideale perché potrebbe crollare, qualora fosse l'unica opzione possibile, scegline uno abbastanza alto, robusto e solido, e sali più in alto che puoi, addirittura sul tetto.[4]
  4. 4
    Arrampicati su un albero robusto. Come ultima possibilità, se resti intrappolato e non riesci a muoverti verso l'interno o salire su un edificio, trova un albero alto e resistente, e arrampicati fino in cima se puoi. Poiché c'è il rischio che la vegetazione venga trascinata dall'impeto dello tsunami, considera di adottare questa misura solo se tutte le altre alternative sono impraticabili. In ogni caso, più l'albero è forte e più robusti sono i suoi rami a cui aggrapparti (potresti rimanere per ore), maggiori saranno le tue probabilità di sopravvivere.[5]
  5. 5
    Reagisci in fretta se vieni trascinato nell'acqua. Se non sei riuscito a scappare e alla fine vieni travolto dallo tsunami, ci sono alcune cose che puoi fare per tentare di sopravvivere:
    • Aggrappati a qualcosa che galleggia. Afferra un oggetto galleggiante e usalo come zattera per mantenerti a galla. Potresti trovare in acqua degli oggetti che galleggiano, come tronchi d'albero, porte, attrezzature per la pesca.[6]
    Pubblicità

Parte 4
Parte 4 di 4:
Sopravvivere alle Conseguenze dello Tsunami

  1. 1
    Aspettati delle scosse di assestamento e un ulteriore sciame sismico. Lo tsunami si abbatte sulla terra con diversi movimenti ondosi. Potrebbero essercene parecchi, che durano per ore e, ognuno potrebbe essere più grande di quello precedente.[7]
  2. 2
    Cerca di ottenere informazioni attendibili. Ascolta la radio per ricevere aggiornamenti su ciò che sta accadendo. Non fidarti del passaparola. È meglio aspettare in un luogo sicuro anziché tornare troppo presto ed essere trascinati da altre onde in arrivo.
  3. 3
    Aspetta che le autorità locali dichiarino il "cessato pericolo". Solo a questo punto dovresti tornare a casa. Informati in anticipo sulle modalità con cui viene diramato questo avviso. Ricordati che le strade potrebbero essere state seriamente danneggiate dalla forza distruttrice delle onde e che potresti essere costretto a prendere vie di comunicazione alternative.[8] Un ottimo piano di emergenza preparato tempestivamente dovrebbe tenere conto di questo rischio e indicare percorsi alternativi e luoghi di ritrovo.
  4. 4
    Tieni presente che devi badare alla tua sopravvivenza anche dopo che lo tsunami è passato. Una volta che lo tsunami si è calmato, ci saranno macerie, edifici distrutti, infrastrutture rotte e persino cadaveri. I sistemi di approvvigionamento di acqua potabile potrebbero essere distrutti o interrotti, ma anche il cibo potrebbe mancare. Il rischio di malattie, il disturbo da stress post-traumatico, la disperazione, la fame e le ferite sono conseguenze gravi e pericolose quasi quanto lo tsunami stesso. Un ottimo piano di emergenza dovrebbe prendere in considerazione questi pericoli e indicare le misure necessarie per proteggere se stessi, la famiglia e la comunità.
  5. 5
    Raduna la comunità per organizzare un piano di risanamento. Se le istituzioni locali non hanno messo in atto nessun piano d'azione, insisti perché lo facciano oppure forma un gruppo per organizzare una gestione post-tsunami. Ecco che cosa dovrebbe comprendere:
    • Creare in anticipo scorte di acqua potabile. Che si tratti di acqua in bottiglia o filtrata, è necessario munire di una scorta d'acqua per ogni evenienza;
    • Aprire a tutti le case e gli edifici che non hanno subito danni: aiuta le persone in difficoltà e fornisci loro un riparo;[9]
    • Garantire la presenza di generatori elettrici per consentire di cucinare, mantenere l'igiene personale e ripristinare i servizi igienici e di trasporto più essenziali;
    • Organizzare rifugi di emergenza e distribuire generi alimentari;
    • Attivare immediatamente l'assistenza sanitaria;
    • Spegnere gli incendi e riparare le condutture del gas.
    Pubblicità

Consigli

  • Mentre ti allontani correndo in direzione opposta al mare, avverti più persone possibili. Senza fermarti, grida forte e chiaro: "Tsunami! Andate in alto!". Quando il mare si ritira, è molto probabile che restino solo un paio di minuti prima che l'onda ritorni.
  • Fai scappare anche i bambini. Non allontanarti da loro. Dai istruzioni chiare e semplici e assicurati che sappiano dove riunirsi, se doveste separarvi.
  • Se viene rilevato uno tsunami in lontananza, le città principali vengono avvisate qualche ora prima che si abbatta sulla costa. Ascolta gli avvisi diramati!
  • Il ruggito dell'oceano, il mare che si ritira e un forte terremoto sono tre segnali d'allarme dello tsunami. In questi casi, dirigiti verso l'entroterra o su un zona elevata.
  • Se sai che sta arrivando uno tsunami, avvisa i tuoi familiari di riunirsi in un posto sicuro in caso doveste separarvi. Ognuno dovrebbe munirsi di fischietto per chiamarvi se siete costretti a dividervi.
  • Al primo segnale di avvertimento, prendi i kit di emergenza e dirigiti verso una città o un paese dell'entroterra e rimani lì finché le autorità non annunciano il "cessato pericolo".
  • Trova una casa nell'entroterra o sopraelevata in cui fermarti prima che inizi lo tsunami.
  • Insegna ai bambini a riconoscere i segnali dell'arrivo di uno tsunami. Tilly Smith, una bambina di dieci anni, salvò la sua famiglia e altre persone nello tsunami del 2004 perché aveva imparato i segnali di pericolo durante l'ora di geografia.
Pubblicità

Avvertenze

  • Se sei in spiaggia e vedi che il mare si ritira completamente, scappa subito. Non perdere tempo cercando di capire la situazione, ma corri nella direzione opposta.
  • Non aspettare l'avviso di pericolo. Se pensi che stia arrivando uno tsunami, allontanati immediatamente.
  • La principale causa di morte durante uno tsunami è l'annegamento. La seconda è costituita dalle macerie scaraventate dalla violenza delle onde.
  • Quando è previsto l'arrivo di uno tsunami, ascolta sempre le istruzioni e i consigli forniti da polizia e Protezione Civile. In genere, vengono diramati via radio, quindi assicurati di averne sempre una a portata di mano in modo da essere aggiornato.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Cibo
  • Acqua potabile
  • Kit di primo soccorso per ogni famiglia o gruppo di persone
  • Vestiti asciutti e caldi, un soprabito impermeabile, se possibile, o un poncho, per ogni persona
  • Medicine necessarie a ogni persona, come l'inalatore per l'asma o i farmaci per il cuore
  • Torcia elettrica e batterie per ogni famiglia o gruppo di persone
  • Scorte di acqua e generi alimentari
  • Abbigliamento: due capi a persona
  • Coppia di calamite potenti per ogni famiglia o gruppo di persone
  • Radio a batteria o a manovella per ogni famiglia o gruppo di persone
  • Cuscino (gonfiabile) a persona
  • Telefono cellulare
  • Coperte o sacchi a pelo
  • Coltellino multiuso
  • Denaro contante per le emergenze
  • Copia dei documenti personali importanti, come certificato di nascita, testamento, carta d'identità
  • Giubbotto di salvataggio (se disponibile)

wikiHow Correlati

Accendere il Fuoco nel CaminettoAccendere il Fuoco nel Caminetto
Evitare che la Lampada di Sale si SciolgaEvitare che la Lampada di Sale si Sciolga
Scassinare una Serratura con una Forcina
Ritrovare degli Oggetti SmarritiRitrovare degli Oggetti Smarriti
Eliminare il Troncone di un Albero
Individuare le Infiltrazioni d'Acqua nelle MuratureIndividuare le Infiltrazioni d'Acqua nelle Murature
Usare un DeumidificatoreUsare un Deumidificatore
Rimuovere la Ruggine dall'Acciaio InossidabileRimuovere la Ruggine dall'Acciaio Inossidabile
Controllare un Motore ElettricoControllare un Motore Elettrico
Misurare l'AmperaggioMisurare l'Amperaggio
Sopravvivere a un'ApocalisseSopravvivere a un'Apocalisse
Togliere le Macchie dagli Indumenti Bianchi
Prenderti Cura di una Dracena MarginataPrenderti Cura di una Dracena Marginata
Rimuovere le Macchie dalla CartaRimuovere le Macchie dalla Carta
Pubblicità

Riferimenti

  1. https://hazards.fema.gov/femaportal/wps/portal Mapping Information Platform
  2. Diana L Guerrero (Ark Animals), Tsunami Earthquake Animal Prediction at Ark Animals
  3. http://pubs.usgs.gov/circ/c1187/#roads
  4. U.S. Geological Survey, Circular 1187, Version 1.1 (2005), Surviving a Tsunami - Lessons from Chile, Hawaii, and Japan
  5. U.S. Geological Survey, Circular 1187, Version 1.1 (2005), Surviving a Tsunami - Lessons from Chile, Hawaii, and Japan
  6. U.S. Geological Survey, Circular 1187, Version 1.1 (2005), Surviving a Tsunami - Lessons from Chile, Hawaii, and Japan
  7. U.S. Geological Survey, Circular 1187, Version 1.1 (2005), Surviving a Tsunami - Lessons from Chile, Hawaii, and Japan
  8. U.S. Geological Survey, Circular 1187, Version 1.1 (2005), Surviving a Tsunami - Lessons from Chile, Hawaii, and Japan
  9. U.S. Geological Survey, Circular 1187, Version 1.1 (2005), Surviving a Tsunami - Lessons from Chile, Hawaii, and Japan

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 153 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 35 288 volte
Categorie: Casa & Giardino
Questa pagina è stata letta 35 288 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità