Gli squali attaccano l'uomo raramente ma, quando lo fanno, le ferite sono molto gravi o mortali. Gli studiosi non credono che gli squali attacchino l'uomo per cibarsi; ci mordono perché sono curiosi di capire che razza di animali siamo proprio come fanno i cani quando annusano i nuovi amici ma con risultati parecchio più devastanti. Evitare le zone dove vivono gli squali è il modo migliore per prevenire un attacco, ma se ti trovi accidentalmente in acque infestate devi avere un piano di riserva.

Parte 1 di 3:
Giocare in Difesa

  1. 1
    Non distogliere lo sguardo dallo squalo. Questi animali hanno diverse tecniche di attacco. A volte nuotano in tondo per un po' prima di aggredire, altre volte attaccano dal basso verso l'alto, altre ancora ti prendono di sorpresa alle spalle. Per poterti difendere devi sapere dov'è, perciò non perderlo mai di vista anche mentre stai cercando una via di fuga.
  2. 2
    Mantieni la calma e non fare movimenti improvvisi. Quando avvisti uno squalo è probabile che se ne andrà di sua spontanea volontà. Non puoi scappare da uno squalo nuotando, per cui uno sprint non ti metterà in salvo a meno che tu non sia molto vicino alla spiaggia. È importante che tu rimanga lucido e freddo per valutare costantemente la situazione e cercare una via di salvezza.
    • Dirigiti lentamente verso la riva o la barca più vicina; non sbracciarti e non tirare calci mentre nuoti.
    • Non bloccare la traiettoria dello squalo. Se ti trovi fra lo squalo e il mare aperto, spostati.
    • Non girare le spalle allo squalo quando ti muovi. Ricorda, è importante non perderlo mai di vista.
  3. 3
    Assumi una posizione di difesa. Se non puoi uscire subito dall'acqua, cerca di diminuire i possibili fronti d'attacco dello squalo. Se sei nell'acqua bassa metti i piedi per terra. Appoggia le spalle a uno scoglio, una palizzata, una roccia affiorante – qualsiasi ostacolo solido - in modo che lo squalo non possa prenderti alle spalle. In questo modo dovrai preoccuparti di proteggerti solo dagli attacchi frontali.
    • Se stai facendo immersioni vicino alla riva potresti scendere sul fondale per trovare un riparo. Cerca una barriera corallina o una roccia sul fondo.
    • In mare aperto metti le tue spale contro quelle di un'altra persona: entrambi dovrete difendervi dagli attacchi provenienti da una sola direzione.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Combattere lo Squalo

  1. 1
    Colpisci lo squalo sul muso e sulle branchie. Fingere di essere morto non ti aiuterà con uno squalo aggressivo. La tua tattica migliore sarà fargli credere che sei una minaccia forte e credibile. Di solito un colpo violento al muso, agli occhi o alle branchie lo fa scappare poiché sono le sue uniche aree davvero vulnerabili.
  2. 2
    Continua a colpirlo se non se ne va. Colpiscilo agli occhi e alle branchie ripetutamente e con violenza. Non smettere di farlo dato che in acqua i colpi sono meno efficaci a causa dell'attrito. Puoi anche provare a graffiare le branchie e gli occhi. Continua a farlo finché non riuscirai ad allontanarti.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Scappare e Cercare Aiuto

  1. 1
    Esci dall'acqua. Anche se lo squalo se ne va non sarai al sicuro finché resti in acqua. Gli squali a volte si allontanano momentaneamente per poi tornare all'attacco. Torna a riva o sali in barca il più rapidamente possibile.
  2. 2
    Fatti curare. Se sei stato morso è assolutamente necessario un intervento medico il prima possibile. Puoi aver perso molto sangue (dipende da dove sei stato morso), quindi bisogna intervenire subito per fermare l'emorragia. Anche se hai riportato ferite minori devi comunque farti medicare. Cerca di restare calmo finché non arrivano i soccorsi per evitare che il tuo cuore pompi il sangue troppo in fretta peggiorando l'emorragia.
    Pubblicità

Consigli

  • Non arrenderti. Finché continuerai a combattere ci sono buone probabilità che lo squalo desista e vada in cerca di prede più facili.
  • Guardati attorno. Gli squali solitamente cacciano vicino ai litorali sabbiosi e alle rive scoscese. Se vedi dei pesci che continuano a saltar fuori dall'acqua probabilmente c'è un predatore in zona e POTREBBE essere uno squalo.
  • Ricordati di respirare mentre combatti. Hai bisogno di un'adeguata ossigenazione per difenderti efficacemente dagli attacchi dello squalo e per trovare velocemente una via di fuga.
  • Non impedire allo squalo la via verso il mare aperto. Se si sentirà in trappola diventerà aggressivo.
  • Non indossare orologi o gioielli luccicanti: attirano gli squali.
  • Gli squali tendono a squarciare e dilaniare le loro prede, quindi se la persona che viene azzannata “abbraccia” letteralmente lo squalo (rimanendogli attaccata) può evitare di perdere gli arti o grandi quantità di carne. Inoltre questa azione evita che le zone morsicate rimangano intrappolate in bocca allo squalo dato che i suoi denti sono rivolti verso l'interno proprio per questo scopo.
  • Cerca di fermare il sangue per evitare un'emorragia e per perdere meno energie.
  • Mantieni la calma e nuota verso la spiaggia o verso qualunque cosa vicina a te che ti permetta di uscire dall'acqua e poi chiama aiuto.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non provocare mai uno squalo e non metterti intenzionalmente in una posizione che lo costringa ad attaccarti.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 141 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 53 023 volte
Questa pagina è stata letta 53 023 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità