Diciamo che ti svegli e c'è un orso nella tua tenda… avere un enorme predatore che incombe su di te probabilmente è una delle esperienze peggiori della vita. Sopravvivere all'attacco di un orso è una questione di vita e di morte. Dipende dal tipo di orso, dal suo comportamento nei tuoi confronti e da ciò che sei disposto a fare per vivere. Se dovessi mai avere la sfortuna di incontrare un orso da vicino e questi sembrasse intenzionato ad attaccare, ecco qualche suggerimento per riuscire a cavartela.

Passaggi

  1. 1
    Identifica velocemente la razza. Conoscendolo saprai come agire se ti attacca. Ricorda che colore e misura non sono gli unici indicatori della specie, anche chi è esperto a volte fatica a determinare le differenze fra un orso nero e un grizzly. Le caratteristiche comuni di alcune specie includono:
    • Orso nero (Ursus americanus): pesa fra i 56 e i 300 kg.[1] Il colore della pelliccia tende ad andare dal nero al biondo. Il muso è solitamente più chiaro; molti orsi neri hanno anche delle chiazze di bianco su gola e petto. Sono alti dai 60 ai 100 cm alla spalla e 1,2-2,1 m in piedi sulle zampe posteriori. Cerca queste caratteristiche distintive: lineamenti definiti del muso, linea del dorso dritta, testa piccola e artigli corti e scuri.[1]
    • Orso marrone (sotto specie "grizzly") (Ursus arctos e Ursus arctos horribilis): presente in Eurasia e Nord America. Pesa fra i 300 e i 680 kg, e il più grosso è la specie kodiak (rivaleggiando anche con il polare).[2] Sulla quantità di sottospecie di orsi marroni c'è un dibattito ancora aperto, ma solitamente potrai cercare alcune caratteristiche distintive. I grizzly pesano circa 250-450 kg se appartengono a zone interne, mentre quelli che vivono in quelle costiere arrivano anche a 650 kg.[1]Il colore va anche in questo caso dal nero al biondo, con la differenza che il pelo sfuma verso l'argento, sembrando "brizzolato" (ossia "grizzled", da cui il nome). In piedi, raggiunge circa i 2,7-3,7 metri. Negli orsi marroni, grizzly e kodiak, cerca come elementi probanti una gibbosità sulle spalle, una linea del dorso digradante, un muso schiacciato o concavo, testa larga e chiara, artigli lunghi e curvi.[1]
    • Orso giocoliere ("Melursus ursinus"): gli orsi giocolieri sono una specie notturna e insettivora che si trova nell'area indiana. Hanno un pelo scuro e irsuto, un muso chiaro dal pelo corto e artigli lunghi e curvi che usano per scavare formiche e termiti. Una "V" o "Y" color crema solitamente distingue il loro torace. Le narici si possono chiudere per proteggere gli animali da polvere e insetti mentre cercano in un termitaio o in un alveare. Grazie a uno spazio fra i denti riescono a succhiare formiche, termiti e altri insetti. Gli orsi ballerini arrivano a 150-180 cm in piedi, 60-90 cm alla spalla e pesano da 65 kg (le femmine più leggere) a 135 kg (i maschi più pesanti).
    • Orsi polari (Ursus maritimis): pesano circa 350-680 kg, le femmine circa la metà.[3] Si trovano nell'Artico e si sono adattati alla neve, al ghiaccio e all'acqua fredda. Il più grande carnivoro terrestre; l'orso polare alla spalla va dai 130 ai 160 cm. Solitamente è bianco con il corpo allungato rispetto a quello marrone, una testa e un naso più lunghi.
    • Per collocare le diverse specie vedi i "Consigli" in fondo all'articolo.
  2. 2
    Cerca di valutare se l'orso che hai davanti sia in attacco o in difesa per cercare di proteggersi da altri predatori. Questo ti sarà utile per capire quanto puoi fare per convincerlo che non sei una minaccia, in modo che ti lasci da solo (ad esempio cercando di sembrare il più grande possibile, facendo rumore, fingendoti morto, ecc.). D'altro canto, se ti vede come una preda invece che una minaccia, l'orso non smetterà di attaccarti nemmeno se ti fingi esanime o gridi, perciò dovrai trovare qualcosa di più efficace che possa aiutarti a fuggire. I motivi classici per cui un orso si sente minacciato comprendono la protezione dei cuccioli, di cibo nascosto o di una carcassa; sorpresa o confusione, paura, l'impressione che il suo spazio sia stato invaso e che gli venga bloccata la via d'uscita. Un comportamento predatorio solitamente è causato dalla fame e dall'indifferenza allo status umano. La più grande incidenza di attacchi da parte degli orsi neri è di tipo predatorio rispetto a quelli marroni, ma i giovani di questa specie o i grizzly possono comunque essere predatori a loro volta se abbandonati dalla madre, in quanto stanno apprendendo come procurarsi del cibo e possono essere tentati a vederti come tale. Ricorda che qualsiasi sia il motivo dietro l'attacco, l'orso è pericoloso. Ecco alcuni indicatori generali che mostrano se l'orso sta reagendo in modo difensivo o predatorio:[4]
    • Attacco difensivo dell'orso nero: se si difende cercherà di colpirti e morderti. I bersagli meno comuni saranno la testa e il corpo (morso che uccide).
    • Attacco predatorio: l'orso che ha fame spesso ti "troverà" e potrebbe averti inseguito. Cercherà di morderti dietro al collo o sulla testa. Ti afferrerà in una sorta di "abbraccio" mentre ti morde. Non cercherà mai di smettere.
    • Attacco difensivo del grizzly e dell'orso marrone: potrebbe fuggire o fare una serie di cariche finte per capire quanto sei minaccioso. La ferocia dell'attacco può essere determinata cercando la posizione delle orecchie: più sono in avanti e più serio sarà il pericolo. Altri indicatori che sta per attaccare sono l'inarcarsi della schiena e del collo e i grugniti. Ricorda che se corre a favore di vento potrebbe implicare che cerca un segnale olfattivo migliore dell'intruso. Quando ti attacca, ti morderà sulla testa e dietro al collo, spezzandoti la colonna con un colpo poderoso della zampa.
    • Attacco predatorio: stessi indicatori di quello per difesa con un aumento della pericolosità delle intenzioni (per esempio, le cariche finte diventano un alzarsi in piedi mentre cerca di morderti o afferrarti). Se l'orso è a quattro zampe, l'aggressione sarà preceduta da un dondolio della testa da lato a lato, mentre i denti cozzano tra loro e la bocca si apre e si chiude.
    • Orso ballerino: solitamente mangiano solo piante quindi è probabile che ti attacchi per difendere se stesso o i cuccioli. Solitamente cercherà di colpirti e morderti ma non mirerà a collo o testa.
    • Orso polare: solitamente gli orsi polari sono affamati e pericolosi. Da secoli sono noti i loro attacchi alle persone e possono inseguirti a lungo. Mordono alla testa.[5] Pensa sempre a un attacco di tipo predatorio e che l'orso non smetterà mai di starti addosso.
    • Qualsiasi specie di orso ti capiti durante un campeggio – o peggio dentro la tenda – probabilmente ti starà attaccando in modo predatorio e dovrai agire in fretta per difenderti. Non fare la preda: rimani calmo e difenditi con tutto ciò che hai. Dovessi notare un orso nei dintorni del campeggio, contatta subito la forestale.
  3. 3
    Che tu sia attaccato per fame o per difesa, sarai comunque in pericolo. Tuttavia, il meccanismo di difesa numero uno è rimanere lucidi, quindi: niente panico. Se ti agiti non riuscirai più a pensare e potresti reagire come una preda, per paura, il che ti metterà ancora di più in pericolo. Alcuni punti chiave per aiutarti:
    • Cerca di sembrare più grosso di quanto sei in realtà. Alza le braccia sulla testa, allarga le gambe separandole un po' (ma non troppo da sbilanciarti). Potresti anche alzare la giacca sulla testa per dare l'impressione di essere più alto, ma in quel caso il tuo corpo potrebbe essere scoperto e se l'orso decidesse di attaccarti non riusciresti a riabbassare tutto velocemente. Non usare la giacca se implica togliersi lo zaino (vedi sotto).
    • Se indossi uno zaino, tienilo addosso. Sarai più protetto, specie se devi fare il "morto" (vedi sotto).
    • Evita di guardare l'orso negli occhi: può venire interpretato come una minaccia e implicherebbe la carica o attacchi ripetuti. Allo stesso modo, non distogliere mai lo sguardo dall'orso in genere, così saprai ciò che fa ogni momento.
    • Il rumore può peggiorare le cose oppure no. Gli orsi piccoli, compresi quelli neri, possono esserne spaventati. Alcuni ritengono che un rumore metallico li spaventi perché non è "naturale" – e ci sono esempi documentati di orsi che scappano al suono delle chiavi di casa che sbattono.[6] Tuttavia qualsiasi rumore funzionerà in questo caso. Gli orsi più grossi, compresi i neri e i polari, sono incuriositi dai rumori e in questo caso potrebbero avvicinarsi per controllare.
    • Di notte, usa una lampada o una torcia potente per accecarli, specie se un orso ti sorprende nella tenda. Anche il flash della macchina fotografica li accecherà temporaneamente.
    • Evita qualsiasi movimento repentino e non correre. Gli animali che predano amano il movimento e la naturale tendenza a scappare a gambe levate innescherà la reazione alla caccia. Un orso riesce a correre a 60 km/h, quindi non credere di poterlo battere!
    • Allo stesso modo, mai nasconderti in qualcosa di morbido come la tenda. L'orso non sarà ingannato dal fatto che non sei visibile e allo stesso modo nasconderti potrebbe innescare il suo istinto predatorio.
    • Il consiglio comune di arrampicarsi su un albero è sbagliato. Gli orsi (specie i neri e i ballerini) sono arrampicatori veloci. Cercare di salire su un albero potrebbe forse aumentare le possibilità di sopravvivere se ti trovi contro un orso di una certa stazza come un grizzly. Ma alcuni grizzly comunque hanno questa capacità a loro volta. Potrebbe esserti utile questa tattica se un orso finge la carica: in quel caso arrampicarti gli indicherebbe che non sei una minaccia. Ma se sali, accertati che l'orso non sia potente tanto da far cadere l'albero e ricorda che dovrai salire abbastanza per essere fuori dalla sua portata una volta che sarà in piedi (cosa che l'orso può fare velocemente). Se sei attaccato da un orso nero/ballerino (a meno che non sia molto grande) o da orsi di piccole dimensioni, non arrampicarti su un albero perché verresti velocemente ripreso. Se ti trovi costretto a questa manovra, sali più in alto che puoi, in un punto in cui anche un orso di 120 kg non possa arrivare senza scivolare dai rami rompendoli.
    • Cerca di mettere distanza fra te e l'orso: la distanza è tua amica mentre ti difendi. A mani nude non riusciresti mai a fargli qualcosa prima che lui la faccia a te. Fai del tuo meglio per mettere qualcosa di largo fra te e l'orso, come un albero o una roccia.
  4. 4
    Gestisci l'attacco il più tranquillamente possibile. Alcuni caricano per testarti e vedere cosa fai.[1] Anche se è dura, cerca di rimanere immobile in piedi mentre l'orso ti attacca.[6] Alcuni saranno presi in contropiede dall'immobilità e smetteranno di considerarti una minaccia. Preparati comunque a un attacco tu stesso, con dello spray al pepe, dei bastoni o altro. Non usare le tue armi se l'orso non ti attacca, però, alcuni lo fanno a mo' di bluff prima di decidere se vale la pena o meno, e reagendo innescheresti inutilmente la sua rabbia, quando magari lui se ne andrebbe annoiato.
    • Dopo una carica per finta, parla dolcemente, muovi piano le mani sulla testa e arretra lentamente.
    • Nota che se l'orso si alza sulle zampe posteriori, spesso è perché vuole capire cosa succede e non per lanciarsi all'attacco. Rimani fermo e lasciati studiare, potrebbe trovarti noioso.
    • Un grizzly tenderà alla carica direttamente, mentre l'orso nero andrà a zig-zag. Non correre per non dare il via alla caccia. Naturalmente venire sorpresi da un orso che vuole caricare non rende facile lo stare fermo, perciò presta attenzione a eventuali avvisi di orsi dove vai a campeggiare.
  5. 5
    Impara quando è utile fingerti morto e quando no. Se l'orso resta troppo interessato a te o intende attaccarti, fare il morto potrebbe essere un'opzione, specie se ne hai davanti uno marrone o un grizzly. Se sei sicuro della specie, per fare il morto buttati a terra sulla pancia. Allarga le gambe (per evitare che l'orso ti faccia rotolare facilmente) e copriti il retro del collo con le mani, allacciando le dita. Usa i gomiti per coprirti il viso. Rimani immobile e zitto. Steve French, un medico che è stato attaccato più volte dagli orsi, ha notato che le vittime attaccate durante un incontro ravvicinato che si proteggono in questo modo e non fanno resistenza, tendono a sopravvivere con solo qualche ferita.[6] Se l'orso riesce a farti rotolare, torna di nuovo sulla pancia ogni volta. La speranza è quella che l'orso si annoi alla fine e ti lasci perdere. Se sembra andarsene resta in posizione finché sei assolutamente certo che è lontano.[4]
    • Per quanto riguarda il rovescio della medaglia, molti esperti di plantigradi raccomandano di non fare mai il morto davanti a un orso nero (non con quello polare). Così facendo potresti diventare la sua cena. Non tutti gli esperti però concordano e l'autore di Bear Aware, Bill Schneider, suggerisce che se non sei in grado di identificare l'orso, è sempre meglio attuare questa tattica.[7]
    • Se l'orso marrone o il grizzly ti scuote un po', rimani giù e in silenzio. Se inizia a leccarti le ferite rianimati velocemente: sta pensando di mangiarti e dovrai combattere.
  6. 6
    Sfrutta il più possibile le debolezze degli orsi. Ci sono alcune cose che puoi cercare di fare. Innanzitutto, prova a difenderti su un tratto scosceso o in discesa; così facendo l'orso avrà difficoltà a stare in piedi eretto quindi ridurrà la sua forza (stando in piedi può beneficiare di più della sua forza per farti del male). Nota che l'attacco laterale può essere più duro perché l'orso non ci vedrebbe bene (i muscoli del collo e la struttura della mandibola gli rendono difficile ruotare il collo facilmente, limitandogli la visuale laterale), quindi dovrai sfruttare la cosa a tuo vantaggio. Ricorda che un orso attaccherà anche in orizzontale, il che potrebbe andare a tuo sfavore.
    • Per quanto ne sanno gli scienziati, gli orsi hanno una vista buona come quella umana. Con l'età si può deteriorare (come per noi), ma non basare la tua difesa sul fattore vista (insomma, non giocare a nascondino con un orso).[1]
  7. 7
    Lotta con tutto ciò che hai. Se hai provato tutto il resto e l'orso è ancora lì, la tua vita è in pericolo e quindi devi fare il possibile. Cerca di afferrare qualsiasi oggetto per lottare. Rocce, bastoni, detriti ecc. e tirali contro gli occhi dell'orso, oppure usa l'arma per colpirlo sul muso, una parte molto sensibile. Quando cerchi questi oggetti sarai tentato di piegarti o acquattarti e questo ti farebbe diventare più piccolo facendoti perdere la vista sull'orso. Quando ti difendi, tieni a mente che devi essere veloce, aumentare la distanza, essere aggressivo e cercare di evitare la sua forza (che è incredibile), in ordine di importanza.
    • Se puoi, sferra un diretto o un calcio nella pancia. Anche i calci diretti sono efficaci – sono quelli che dà la polizia per sfondare una porta. Colpisci velocemente e ritira la gambe prima che l'orso riesca ad afferrartela (se ci riesce sei a tutti gli effetti disarmato). Se ti trovi su un dirupo e l'orso è più in basso di te, sferrerà il suo attacco di testa perché non riesce a stare in piedi, quindi dovrai calciare in conseguenza.
    • I muscoli di collo, testa e mascella possono essere sfruttati come resistenza. Se lo fai correttamente, un calcio in queste zone può provocare un'emorragia a causa della resistenza dell'orso, causandogli un colpo di frusta.
    • Se gli dai un pugno, ricorda che potrebbe essere inutile. Un pugno funziona solo quando arriva diretto sul naso dell'orso.[6] Dove è possibile, evitalo perché ti espone pericolosamente.
    • Dove puoi, colpisci e spostati verso l'alto, colpisci e spostati verso l'alto. Rimanendo in alto rispetto all'animale avrai più probabilità di colpirlo facendogli male e quindi l'orso scapperà.
    • Proteggiti. Non puoi permetterti di sbagliare. I colpi dell'orso uccidono alci e cervi con un solo movimento, tu come finiresti? Usa lo zaino come scudo, gettagli addosso cose come la macchina fotografica, bottiglie, scarpe, bicchieri ecc., mirando alle zone più sensibili sul muso.
    • Se devi batterti e fargli male, l'orso ti vedrà come una minaccia costante. Scapperà o continuerà l'assalto finché la minaccia non sarà svanita.
  8. 8
    Usa lo spray al peperoncino. Questo passaggio viene trattato a parte solo perché non è detto che tu ce l'abbia (non tutti concordano sull'uso e sull'efficacia di uno strumento chimico che implica una corretta e assidua manutenzione e un costo elevato), e anche perché devi sapere come usarlo correttamente. La prima cosa da fare è capire che lo spray è solo un deterrente che può far crescere la rabbia nell'orso, quindi non usarlo come unica arma. Secondo, lo spray deve essere a portata di mano. Se è in fondo allo zaino non avrai tempo di cercarlo – la tua velocità di reazione è vitale in questo caso.
    • Usa lo spray al momento dell'attacco.
    • Sappi che la distanza di efficacia solitamente va dai 6 ai 9 metri. Spera di trovare prima qualcosa di grosso da mettere fra te e l'orso.
    • Controlla la direzione del vento. Non servirà a niente usare lo spray contro l'orso se poi ti arriva addosso. Se il vento spira verso di te dovrai trovare una posizione migliore facendo attenzione. Se piove molto lo spray non sarà efficace perché verrà lavato via facilmente.
    • Segui le istruzioni. Ti serviranno prima di andare in campeggio. Non avrai tempo per leggerle mentre un orso ti sta valutando. Marche diverse funzionano in modo diverso, le bombolette nuove possono richiedere altre manovre per essere usare quindi devi informarti prima.
    • Punta lo spray verso l'orso in modo da nebulizzarlo esattamente dove ti attaccherà. Spruzza appena ti carica, a 12 metri da te e grida allo stesso tempo.[4]
    • Aspettati una reazione: l'orso proverà subito un dolore intenso, un bruciore pungente agli occhi e avrà problemi a respirare. Un orso arrabbiato e disorientato comunque cercherà di avventarti su di te, quindi non ritardare la prossima azione se hai la possibilità di scappare.
    • Se hai dimenticato lo spray, usa un qualsiasi repellente: anche quello per le zanzare può pizzicare. Non affidarti ad altri spray oltre quello al pepe come arma perché solitamente non hanno alcun impatto, usali come ultima spiaggia.
    • Nota che c'è una grande differenza tra gli spray al peperoncino per gli orsi e quelli di difesa personale. I principi attivi sono diversi e lo spray “umano” fuoriesce in un flusso diretto, mentre quello per gli orsi esce creando una nebbia. Molti esperti affermano che lo spray “umano” non funzionerebbe su un orso (e potrebbe essere illegale), quindi fai le tue ricerche e, forse, investi nella bottiglia leggermente più costosa di spray per orsi.
    • Fai attenzione anche alla direzione del vento. Non sarebbe piacevole spruzzare te stesso per sbaglio nel tentativo di difenderti dall'orso.
  9. 9
    Considera il coinvolgimento di chi ti accompagna. L'attacco di un orso a un gruppo va discusso comunque. L'essere insieme in una zona dove ci sono gli orsi non è una scelta necessariamente saggia. È per questo molti parchi sia in Canada che negli Stati Uniti raccomandano di percorrere alcuni sentieri in gruppi di almeno 6 persone. Se un orso ti affronta per attaccarti mentre sei in compagnia, gli altri potrebbero avere un ruolo cruciale nello spaventarlo. Più persone implicano più rumore e quindi l'impressione di essere attaccato da più fronti, il che farà desistere l'orso. Se siete solo un paio, però, tre al massimo, l'orso potrebbe non essere intimidito e cercare ancora di accattare. Il vantaggio di essere con qualcuno è che potrete difendervi a vicenda. Se ad esempio vi buttate a terra e vi fingete morti ma l'orso dà una zampata a uno dei due, l'altro potrà tirare qualcosa negli occhi dell'animale e spruzzarlo per farlo allontanare. Se un orso ti attacca e sei con persone in grado di rendersi utili, prova le seguenti tattiche:
    • Continua a parlare chiaramente con gli altri. Di’ loro cosa stai per fare per rassicurarli e informarli delle azioni. Rimani calmo e cerca di non gridare – a meno che faccia parte della strategia del rumore.
    • Evita di lascia la persona sola con l'orso. Dovreste rimanere assieme il più possibile per aiutare a consolidare l'idea del gruppo come insieme difficile da combattere. Evita di lasciare le persone sole.
    • Uno potrà raccogliere munizioni da tirare mentre l'altro distrae l'orso.
    • In particolare, proteggi chi è giovane o vulnerabile. Fai del tuo meglio per far da scudo ai bambini o a chi può andare nel panico. Tienili vicini in modo che l'orso non li identifichi come una preda facile e rassicurali per evitare loro reazioni di panico.
  10. 10
    Scappate appena siete nelle condizioni di farlo. Come già detto, mai correre. Se hai ferito un orso abbastanza per impedirgli di venirti dietro per un po', cammina il più velocemente possibile allontanandoti. Tieni in mano qualche arma di difesa in caso dovesse inseguirti. Cerca di spostarti senza fare rumore in modo da non attirare ulteriormente l'attenzione. Probabilmente sarai sotto shock, ma fai tutto ciò che puoi per trovare un posto sicuro.
    • Quando arretri, fallo rimanendo faccia all'orso in modo da poter vedere le sue intenzioni. Parla con un tono basso come se volessi rassicurarlo (e magari rassicurare te stesso).
    • Se sei al Polo, cerca di salire su un veicolo o di entrare in un rifugio dove possibile. Sfortunatamente rimarrai un bersaglio facile per via delle vaste distese di neve. Inoltre gli orsi polari hanno un senso dell'olfatto estremamente sviluppato (trovano un cucciolo di foca sepolto a 2 km di distanza!).
  11. 11
    Sii realista. I suggerimenti di questo articolo non sono altro: suggerimenti. Non c'è una lista da spuntare per sopravvivere a un attacco da parte di un orso, e quello che hai letto sono generalità prese da varie fonti e basate sulle esperienze di chi ha incontrato gli orsi. Nessuno di questi approcci garantisce la sopravvivenza, perché la reazione dell'orso dipende in larga parte dal contesto, da come reagisci tu (e chi è con te) e dai motivi dell'orso stesso che ti diverranno chiari appena vi incrociate. In più, gli orsi sono molto forti. Sapere che comunque c'è gente che è sopravvissuta ti dovrebbe aiutare. Sii sempre pronto e rimani calmo: visitare luoghi dove ci sono gli orsi implica delle responsabilità che devi conoscere.
    • Mantieni la paura degli orsi in prospettiva; dopo aver letto un articolo come questo potresti pensare che gli orsi non aspettino altro che te. In linea di massima non è così: gli orsi hanno ampie opportunità di attaccare le persone, ma quasi sempre scelgono di non farlo. Coabitano pacificamente nella maggior parte delle zone, e quei pochi che possono causare problemi vengono solitamente gestiti dalle autorità in modo efficace. Puoi aiutare questa convivenza pacifica non dando da mangiare agli orsi (per evitare il condizionamento da cibo), non incoraggiandoli nel tuo spazio vitale, non provocandoli e diffondendo il messaggio su come rimanere al sicuro quando sei nei loro territori. La prevenzione funziona meglio di una cura: segui sempre le istruzioni che ti eviteranno gli incontri o li scongiureranno. Ricorda che la maggior parte degli orsi stessi eviterà il confronto, se possibile.
    Pubblicità

Consigli

  • Cerca di apparire più forte. Più sembri forte e chiassoso, più potresti spaventare l'orso.
  • Come gli esseri umani, gli orsi preferiscono una minore resistenza. Ecco perché sono attirati dai sentieri perciò attento durante le escursioni.
  • Per evitare di essere attaccato da un orso:
    • Cammina, corri o vai in escursione in gruppo.
    • Mai cucinare nella tenda o lasciare cibo in giro, mai lasciare cose aromatiche come dentifricio o deodorante.
    • Evita di profumare come una pasticceria se in giro ci sono degli orsi. Lascia profumi, dopobarba e creme in città.
    • Mai dar da mangiare agli orsi, in questo modo vedrebbero le persone come fonte di cibo e da lì a giudicarli cibo stesso il passo è breve.
    • Riporta sempre gli avvistamenti vicino ai campeggi e in presenza di persone.
    • Non andare in escursione, a camminare o a correre nelle zone dove vivono gli orsi, di notte.
    • Fai molto rumore per evitare di sorprendere un orso.
    • Tieni i cani al guinzaglio, potrebbero ingaggiare una lotta – e il cane perderà sempre.
    • Mai spruzzare spray al pepe nelle tende, sugli abiti ecc. In questo modo attrarresti l'orso! L'odore residuo è simile a quello di cibo, quindi meglio evitare di invitarli a pranzo, e usare lo spray sull'orso solo in caso di difesa.
  • Molti orsi girano anche nelle zone urbanizzate. Se c'è del cibo che li attrae arriveranno anche se magari non li vedrai, perché sono sempre molti furtivi. Se visiti un posto noto per gli orsi, parla con i locali sulle norme di sicurezza.
  • Gli orsi escono a qualsiasi ora del giorno e della notte, non sarai al sicuro solo perché è pieno giorno. Però preferiscono l'alba e il tramonto per mangiare rispetto al mezzogiorno. Le escursioni notturne sono sconsigliate dove ci sono gli orsi, potrebbe esserti vicini e tu non te ne accorgeresti aumentando la possibilità di incontri sgraditi.
  • Se intendi visitare un luogo popolato da orsi, meglio provare prima le procedure di sicurezza. Le prove permettono al cervello di riconoscere le cose da ripetere senza pensarci (per esempio rimanere calmo, evitare il contatto con gli occhi, sembrare più grosso, indietreggiare lentamente senza correre, ecc.) e se la paura ti immobilizza almeno avrai una memoria fisica di cosa fare e avrai qualche possibilità di cavartela. Fai le prove con un amico prima di partire.
  • Alcuni preferiscono usare un'arma. È possibile solo se sai cosa stai facendo e in quelle situazioni uniche in cui non ci sono alternative. Chi lavora in zone remote come i biologi, i trivellatori, gli escursionisti intrepidi, dovrebbe portarsene una. Se dovessi scegliere questa opzione, metti l'arma in un posto accessibile ma usala sempre e solo se non hai altra scelta. Obbedisci alle leggi relative alle armi in aree di protezione ambientale; usale in caso di difesa e non per provocare o con crudeltà. Anche un'arma è un pericolo, e maneggiarne una scorrettamente potrebbe essere peggio che non incontrare un orso.
  • Luoghi popolati dagli orsi:
    • Gli orsi neri sono nativi del Nord America. Preferiscono le foreste. Negli Stati Uniti ne troverai nella maggior parte delle zone forestali del nord-est, nel Midwest, nella regione delle Montagne Rocciose, sulla costa occidentale e in Alaska. Si allontanano di poco dalle zone in cui vivono. In Canada, gli orsi neri sono nella maggior parte delle province anche se sono estinti sull'isola Prince Edward. Ce ne sono anche in qualche zona del Messico, anche se sono in pericolo. [8] Ci sono circa 50 orsi neri per ogni grizzly, ma ciascuna specie è responsabile di circa la metà degli incidenti fatali legati ai plantigradi, il che implica che i grizzly sono più pericolosi degli orsi neri.[1]
    • Gli orsi marroni preferiscono i luoghi semi-aperti come zone di montagna e si trovano in Eurasia e Nord America – circa il 95% in Nord America e Alaska, il resto nelle Montagne Rocciose, nelle pianure dell'ovest e sulle coste (anche i grizzly si trovano nell'interno e sulla costa). In Europa ce ne sono nei Pirenei (altamente minacciati) e in Svezia, Finlandia, Romania, Grecia, Bulgaria, Slovacchia, Slovenia e Russia.[2]
    • Gli orsi ballerini sono nativi dell'India. Abitano foreste e pianure nelle regioni di India, Bangladesh, Nepal e Bhutan. L'orso ballerino dello Sri Lanka si trova solo sull'isola, nelle foreste di pianura. Non sono orsi molto competitivi per il territorio, anche se lasciano dei segni sugli alberi con gli artigli e i denti. Possono anche lasciare le feci alla base degli alberi. I segni sono comuni nella stagione dell'accoppiamento e in questo caso possono effettivamente essere legati al territorio.
    • Gli orsi polari, adattati a neve e ghiaccio, si trovano al Circolo Polare Artico.
  • Se vedi un orso che si aggira nei pressi di un campeggio fai molto rumore e cerca di spaventarlo.[9] Chiama subito le autorità in caso.

Pubblicità

Avvertenze

  • Lo spray al pepe perde di efficacia con il tempo, controlla la bomboletta agitandola un paio di volte (due o tre risucchi significano che funziona, uno continuato indica che è andato) e guarda la data di scadenza prima di usarlo.
  • Mai provocarlo. Mai combattere contro un orso per provare qualcosa. Gli orsi feriscono e uccidono con facilità. La maggior parte comunque cerca di evitare il confronto con le persone perciò, se riesci a rendere nota la tua presenza in anticipo, non ti metti in mezzo, non minacci i piccoli e non lo provochi, non ti attaccherà.
  • Ricorda che l'attitudine alla preda dell'orso potrebbe impedirgli di capire se sei o meno una minaccia per lui.
  • Non cercare di salvare la tua attrezzatura. Puoi sempre comprarla nuova… tu invece non puoi essere sostituito.
  • Solo perché Baloo de "Il libro della giungla" è un ballerino gentile, NON farti incantare. Gli orsi sono pericolosi!
  • Quasi tutti gli orsi sono in grado di salire sugli alberi. Quelli più grandi li buttano giù.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Fuggire Da Un Orso

Come

Creare un Habitat per le Tartarughe di Terra

Come

Allevare un Cucciolo di Tartaruga

Come

Liberarsi dei Gechi Comuni in Casa

Come

Tenere gli Inseparabili (Pappagallini) come Animali Domestici

Come

Riconoscere un Ragno Lupo

Come

Prendersi Cura di un Riccio

Come

Far Uscire le Lucertole da Casa Tua

Come

Convincere i Tuoi Genitori a Prenderti un Cane

Come

Identificare i Ragni

Come

Sopravvivere all'Attacco di un Lupo

Come

Prendersi Cura di una Mantide Religiosa

Come

Capire il Tuo Coniglietto

Come

Catturare una Lucertola Senza Usare le Mani
Pubblicità

Riferimenti

  1. 1,01,11,21,31,41,51,6Bill Schneider, Bear Aware, p. 13, (1996), ISBN 1-56044-456-8
  2. 2,02,1http://en.wikipedia.org/wiki/Brown_bear
  3. http://en.wikipedia.org/wiki/Polar_bear
  4. 4,04,14,2Paul Tawrell, Camping and Wilderness Survival, p. 891, (2006), ISBN 978-0-9740820-2-8
  5. http://www.arcticwebsite.com/BearSurvival.html
  6. 6,06,16,26,3Colin Fletcher and Chip Rawlins, The Complete Walker, IV, p. 738, (2002), ISBN 0-375-70323-3
  7. Bill Schneider, Bear Aware, p. 70, (1996), ISBN 1-56044-456-8
  8. http://en.wikipedia.org/wiki/American_black_bear
  9. Zora Aiken and David Aiken, The Essential Family Camper, p. 47, (2001), ISBN 0-07-137614-3

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 60 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 40 361 volte
Categorie: Animali
Questa pagina è stata letta 40 361 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità