Come Spargere la Calce

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 11 Riferimenti

In questo Articolo:Testare il SuoloProcurare il MaterialeTrattare il Giardino

La calce è una sostanza ottenuta dal calcare che viene usata in agricoltura e nel giardinaggio per bilanciare il livello di acidità del terreno. Il prodotto per uso domestico viene solitamente venduto sotto forma di pellet o polvere e si cosparge su un prato che non cresce bene, per aiutare il terreno a diventare un ambiente più favorevole per l'erba. È meglio applicarlo dopo aver controllato il pH del suolo, un criterio che misura l'acidità. Il processo richiede di comprare la dose corretta di calce, usare un macchinario per spargerla, dissodare e bagnare il terreno per permettere alla sostanza di penetrare, controllare di nuovo il pH dopo un mese e dopo un anno per verificare i cambiamenti.

Parte 1
Testare il Suolo

  1. 1
    Compra una sonda per pH o un kit per eseguire il test. Per verificare questo parametro e altre caratteristiche del terreno, puoi utilizzare indifferentemente un kit con prodotti liquidi (che viene in genere dotato di provette, contagocce, soluzione di prova) oppure una sonda da conficcare nel giardino. Entrambi i metodi offrono risultati di qualità simili, ma in certe situazioni la sonda potrebbe non essere efficace quanto i liquidi. Questi strumenti elementari sono disponibili a un prezzo relativamente contenuto (intorno a 8-12 euro) presso i negozi di giardinaggio.[1]
  2. 2
    Controlla il pH del giardino. Prima di comprare la calce e iniziare a diffonderla nella proprietà, dovresti accertarti che il terreno ne abbia davvero bisogno. In genere, il prato cresce meglio con un pH compreso tra 6 e 7, la calce interviene correggendo l'acidità del suolo alzando il valore di questa grandezza chimica; di conseguenza, se dai tuoi controlli ottieni un pH inferiore a 6, dovresti probabilmente spargere la calce.[2]
    • Segui le indicazioni riportate sulla confezione del prodotto che acquisti.
  3. 3
    Fai testare il terreno da un professionista. I kit casalinghi per il controllo del pH permettono di capire se il suolo è troppo acido e ha bisogno di calce, ma non sono in grado di rilevare le dosi esatte per riportare i valori a un livello adeguato; si consiglia quindi di far analizzare un campione di terra presso un laboratorio, per sapere con certezza la quantità di calce da applicare.[3]
    • Non è facile trovare un laboratorio che esegua test per l'agricoltura e che si trovi nella zona in cui vivi; tuttavia, è spesso possibile inviare il campione di terreno a mezzo posta e ottenere in seguito i risultati. Fai qualche ricerca online e non escludere le università, che hanno in genere a disposizione dei laboratori ben attrezzati; solitamente, la procedura richiede una settimana circa.

Parte 2
Procurare il Materiale

  1. 1
    Compra la calce che ti serve. Una volta ottenuti gli esiti dei test professionali condotti sul terreno, hai un'idea molto più chiara di quanta calce devi acquistare. In linea generale, a prescindere dal livello di acidità del suolo, 25 kg di calce dovrebbero essere sufficienti per coprire circa 90 m2 di giardino; valuta la superficie della proprietà e procedi all'acquisto tenendo in considerazione questa proporzione.[4]
    • La calce è disponibile sotto forma di polvere o pellet e viene classificata come dolomitica o calcica; la prima si rivela più adatta ai prati, perché è ricca di calcio e magnesio, i nutrienti essenziali per un giardino sano.
  2. 2
    Acquista uno spargicalce. Se ne possiedi già uno, meglio ancora; tuttavia, se è la prima volta che tratti il terreno, devi comprarlo. Si tratta di un recipiente dotato di ruote che distribuisce la calce man mano che lo spingi in avanti; esistono due modelli principali: a caduta e rotante. Il primo lascia cadere la sostanza attraverso i buchi sul fondo del contenitore, mentre quello rotante è dotato di un meccanismo che lancia la calce su una superficie maggiore. I modelli a caduta sono più precisi, ma quelli rotanti permettono di completare il lavoro più velocemente e di trattare uno spazio più vasto.[5]
    • La scelta dipende essenzialmente da te, ma puoi chiedere dei consigli a qualche conoscente o al commesso del negozio di giardinaggio. Se hai una proprietà grande, uno spargicalce rotante è probabilmente la soluzione migliore, perché permette di trattare una superficie ampia; se hai invece un giardino di piccole dimensioni e vuoi un'applicazione precisa, opta per quello a caduta.
  3. 3
    Usa le protezioni. Dovresti indossare i guanti ogni volta che maneggi la calce, perché può ustionare un po' la pelle; gli occhiali di sicurezza non sono obbligatori, ma rappresentano una buona precauzione. Se la stai spargendo in una giornata ventosa, dovresti indossare anche una semplice mascherina. Sebbene la calce non sia tossica per gli animali e le persone, può essere irritante, vale quindi la pena mantenere gli occhi, la bocca e la pelle coperti. Non diffondere mai la sostanza a mano, neppure con i guanti; si tratta di un metodo meno efficace rispetto all'uso dello spargicalce e inoltre non è sicuro.[6]
    • Fai in modo che i bambini non si avvicinino al giardino mentre lavori e nei due giorni successivi, per consentire alla calce di stabilizzarsi; sebbene questa sostanza non provochi malattie o la morte, è un irritante per l'epidermide ed è meglio essere cauti.
    • La calce non si è dimostrata tossica per gli animali, ma impedisci ai tuoi amici pelosi di andare in giardino per un paio di giorni.

Parte 3
Trattare il Giardino

  1. 1
    Ara la terra. Se non hai il tempo o la possibilità di farlo, non è un lavoro obbligatorio, seppure vivamente raccomandato; dissodare il terreno prima di applicare la calce permette alla sostanza di penetrare con maggiore facilità. Sebbene non sia un problema limitarsi a diffonderla semplicemente sulla superficie, l'aratura preventiva permette un maggior contatto.[7]
    • Puoi utilizzare una motozappa oppure procedere con un aratro manuale e una vanga per smuovere tutto il terreno del giardino.
    Consiglio dell'Esperto
    Maggie Moran

    Maggie Moran

    Orticoltrice
    Maggie Moran lavora come Giardiniera Professionale in Pennsylvania.
    Maggie Moran
    Maggie Moran
    Orticoltrice

    Spargi la calce durante la stagione fredda. Maggie Moran, orticoltrice, spiega: "Se c'è troppo sole, la calce può bruciare l'erba. Per evitare che questo accada, spargila quando le temperature sono basse. Il periodo migliore è in autunno, in inverno o all'inizio della primavera".

  2. 2
    Prepara lo spargicalce. Appoggialo su una superficie di cemento mentre riempi il serbatoio con la calce; verifica la presenza di una tacca che indica il livello massimo e, nel caso non ci sia, lascia circa 2-3 cm di spazio libero dal bordo superiore. Leggi le istruzioni che sono riportate sia sulla confezione della calce sia sul macchinario, per conoscere la velocità di diffusione corretta. Se esiste un'impostazione di velocità media, usala perché dovrai eseguire due passaggi su tutta la proprietà.[8]
  3. 3
    Cammina lungo il perimetro del terreno da trattare. La forma del giardino determina il percorso esatto che devi seguire, ma lo scopo principale è quello di ricoprire l'intera superficie. Inizia dal perimetro per avere una linea di riferimento in corrispondenza della quale devi tornare indietro a ogni passaggio.[9]
  4. 4
    Percorri la zona avanti e indietro. Al primo passaggio cammina in linea retta da un'estremità all'altra; per assicurarti di coprire strisce rettilinee, cerca di mantenere le ruote dello spargicalce sulla linea precedente. Se il giardino ha una forma irregolare, potresti incontrare alcune difficoltà, ma fai del tuo meglio per rispettare questo tipo di schema; inizia sempre spingendo lo strumento prima di azionare la leva che rilascia la sostanza.
    • Se la scorta di calce nel serbatoio inizia a esaurirsi, non scuotere l'attrezzo. Fermati lasciando lo spargicalce nel punto in cui si trova e vai a prendere altra sostanza per riempire nuovamente il contenitore.
    • Ricorda di utilizzare una velocità media di diffusione, perché con ogni probabilità dovrai ripassare due volte la superficie. Se il tuo macchinario non prevede un'impostazione specifica di questo tipo, fai del tuo meglio per mantenere un tasso di diffusione basso.
  5. 5
    Procedi con la seconda applicazione muovendoti in direzione perpendicolare alla prima. In questa fase, devi camminare nella tua proprietà seguendo linee ortogonali a quelle tracciate in precedenza; questa tecnica assicura di trattare ogni centimetro del giardino cospargendo la calce nei punti trascurati al primo passaggio.[10]
    • Non esagerare con la dose, limitati a due applicazioni.
    • Se hai rispettato le istruzioni riportate sulla confezione della sostanza e sul macchinario, dovresti aver diffuso la quantità giusta. Si ritiene che non esista un metodo efficace per correggere un sovradosaggio di calce, l'unica cosa che puoi fare è lasciare quindi che la sostanza si stabilizzi e che il tempo ripristini l'equilibrio.
  6. 6
    Innaffia il giardino. La calce è un minerale ad azione lenta, sono pertanto necessari diversi mesi prima che agisca; tuttavia, puoi accelerare il processo iniziale bagnando leggermente la terra per permetterle di penetrare un po'; in questo modo, ogni particella rimasta attaccata ai fili d'erba ha l'opportunità di essere "lavata" nel terreno. Se non vuoi irrigare il giardino, innaffialo almeno un po' per inumidire la superficie.[11]
  7. 7
    Controlla il pH dopo un mese. Aumentare il pH del prato non è un processo esatto e immediato; se il suolo è molto acido e deve essere alcalinizzato ancora di più, potrebbe essere necessaria più di un'applicazione. Trascorso un mese, esegui un altro test del pH per capire se devi spargere o meno altra calce.
    • Ricorda che la terra ha bisogno di circa sei mesi per modificare il suo livello di acidità; la seconda ispezione potrebbe quindi portare a risultati analoghi ai primi. Per bilanciare completamente il pH servono anche due anni.

Consigli

  • L'autunno è la stagione ideale per spargere la calce, perché il terreno ha abbastanza tempo per assorbirla prima che spuntino i nuovi germogli in primavera.
  • Dopo averla applicata una o due volte, il giardino non dovrebbe più aver bisogno di calce per 2-5 anni, in base al tipo di terreno, dato che alcuni la trattengono meglio di altri.
  • Dovresti testare nuovamente la terra un anno dopo la prima applicazione, per verificare che il pH sia cambiato. Dato che l'assorbimento della calce e la successiva alterazione del livello di acidità sono processi piuttosto lunghi, potrebbe essere necessario provvedere con un altro ciclo.
  • È quasi impossibile correggere una sovraesposizione alla calce, devi perciò calcolare correttamente le dosi fin dalla prima volta. Segui i risultati dei test professionali e distribuisci solo la quantità di prodotto raccomandata dalle istruzioni dello spargicalce e riportata sulla confezione.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Giardinaggio

In altre lingue:

English: Spread Lime, Español: esparcir cal en tu jardín, Português: Espalhar Cal, Deutsch: Kalk streuen, Français: épandre de la chaux, Bahasa Indonesia: Menyebarkan Kapur di Halaman

Questa pagina è stata letta 20 348 volte.
Hai trovato utile questo articolo?