Come Spiegare la Quaresima a un Bambino

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 24 Riferimenti

In questo Articolo:Parlare della Morte e della Resurrezione di GesùDescrivere i Giorni Principali della QuaresimaInsegnare i Riti Connessi alla PasquaVivere la Pasqua in Famiglia

La Quaresima è il periodo di preparazione alla Pasqua, la festività cristiana che celebra la resurrezione di Gesù Cristo. Molti cristiani considerano i quaranta giorni della Quaresima come un'opportunità per cambiare la propria vita quotidiana e avvicinarsi il più possibile a Dio. Tuttavia, non è semplice spiegare questo concetto a un bambino, perché potrebbe sconvolgersi al pensiero della morte di Gesù e restare confuso dai cambiamenti nelle sue normali abitudini opponendosi all'idea del sacrificio che comporta la Quaresima. In ogni caso, offrendogli alcuni chiarimenti e parlando delle tradizioni che la caratterizzano, puoi aiutarlo a comprendere meglio quello che succede, soprattutto se cerchi di vivere con lui questo periodo dell'anno liturgico.

Parte 1
Parlare della Morte e della Resurrezione di Gesù

  1. 1
    Racconta a tuo figlio la vita di Gesù. Se vuoi che tuo figlio accetti la fede cristiana e le sue principali tradizioni, dovresti parlargli regolarmente di Gesù, non solo durante le festività. Leggete insieme la Bibbia prestando attenzione soprattutto alla storia della sua vita e cerca dei testi per bambini sul tema della Quaresima e della Pasqua su Internet o tra gli scaffali della tua libreria o biblioteca preferita.[1]
    • Durante la Quaresima, poni l'accento sul fatto che Gesù è nato e vissuto sulla Terra per uno scopo: mostrare a tutti come si ottengono la salvezza e la vita eterna. Fagli notare come, nonostante le sue sofferenze, accettò e abbracciò la chiamata di Dio grazie alla gloria eterna che avrebbe concesso a tutti gli uomini.
  2. 2
    Spiega la morte di Gesù adattandola alla sua età. Non devi soffermarti sugli aspetti più truculenti della crocifissione, che possono turbare e spaventare i bambini piccoli, ma prova a narrare la morte di Gesù. Metti in evidenza le ragioni che lo portarono al sacrificio, spiegando che rinunciò alla vita terrena affinché i credenti potessero beneficiare della salvezza eterna.[2]
    • Se tuo figlio va ancora all'asilo, limitati a dire che Gesù è morto e risorto per l'umanità.
    • Se frequenta le scuole elementari, aggiungi altri dettagli in merito alla morte e alla risurrezione. Chiarisci che la sua dipartita non equivale a una fine, ma all'inizio della vita eterna.
    • Se è appena entrato nell'adolescenza, è in grado di comprendere meglio i particolari della crocifissione e il simbolismo della morte e della rinascita in funzione della salvezza dell'umanità.
  3. 3
    Esponi il significato della Pasqua. Insegna a tuo figlio che la Pasqua è la festa cristiana più importante, anche più del Natale, che non si limita ai coniglietti, alle uova e al cioccolato. La domenica di Pasqua si celebra il ritorno di Gesù dalla morte. I concetti di resurrezione e vita ultraterrena sono fondamentali nella fede cristiana, quindi non esitare a spiegarli.[3]
    • Se tuo figlio è ancora un bambino, digli che tutti i festeggiamenti della Pasqua dovrebbero ricordarci gioiosamente che Gesù ci ama e ci ha mostrato la via per la vita eterna.
    • La Quaresima, quindi, è un momento di riflessione e concentrazione che permette ai fedeli di prepararsi a comprendere il potere e la gloria della Domenica di Pasqua.

Parte 2
Descrivere i Giorni Principali della Quaresima

  1. 1
    Spiega il Mercoledì delle Ceneri. La Quaresima inizia con il Mercoledì delle Ceneri, durante il quale molti credenti appongono sulla fronte il simbolo della croce usando la cenere. Questo giorno ha lo scopo di ricordare agli uomini la loro mortalità ("Ricordati, uomo, che polvere sei e in polvere ritornerai", Genesi 3,19), ma non è necessario dare troppo risalto a questo concetto quando devi presentare questo rito liturgico a un bambino. Cerca di essere più pragmatico.[4]
    • Se ti è utile, parla meno della morte e precisa che il segno della croce rievoca la figura principale della Quaresima, ovvero Gesù.
  2. 2
    Onorate insieme la Settimana Santa. Tuo figlio dovrebbe comprendere che l'ultima settimana prima di Pasqua è molto importante. Digli che la parte finale della Quaresima porta alla celebrazione della Pasqua.[5]
    • Fai notare che la Domenica delle Palme segna l'ingresso di Gesù a Gerusalemme tra folle acclamanti, ma che nel giro di pochi giorni molte di quelle persone gli volteranno le spalle. Spiega che il loro atteggiamento dimostra la velocità con cui tutti possono cedere alle tentazioni del male e allontanarsi da Dio.
    • Durante il Giovedì Santo raccontagli che cosa successe la notte prima della morte di Gesù e come il Figlio di Dio scelse di trascorrere l'Ultima Cena con la sua "famiglia", formata dal gruppo dei discepoli. Per rievocare questa vicenda, considera l'idea di cenare tutti insieme.
  3. 3
    Presta particolare attenzione al Venerdì Santo. Quello della morte di Gesù è un giorno triste per i cristiani, ma puoi stimolare l'interesse di tuo figlio affinché ne comprenda il senso. Tenendo in considerazione la sua età, raccontagli l'episodio della crocifissione, concentrandoti maggiormente sul sacrificio compiuto da Gesù a favore di tutti gli uomini e sulla gloria che sarebbe sopraggiunta.[6]
    • Proponi di dipingere insieme le uova, ma fai notare che non si tratta solo di qualcosa che accompagna il coniglietto pasquale. Le uova rappresentano la promessa di una nuova vita, quindi i credenti possono celebrare la risurrezione di Gesù, pur commemorandone la morte.
  4. 4
    Termina la Settimana Santa con gioia. Spiega a tuo figlio che, in genere, il sabato precedente la Pasqua non viene celebrata nessuna liturgia (tranne la veglia), in modo che i fedeli possano concentrarsi completamente sulla domenica. Parla della Pasqua con gioia ed entusiasmo spiegando il simbolismo delle uova dipinte e la meraviglia della risurrezione, della salvezza e della vita ultraterrena grazie a Dio.[7]
    • In alcune tradizioni, il Sabato Santo è un giorno di digiuno e i cesti che contengono il cibo da preparare il giorno successivo vengono benedetti dal sacerdote.
    • Accogli con gioia la domenica di Pasqua. Prega, canta, festeggia. Vai in chiesa. Trascorri la giornata insieme ai tuoi cari.

Parte 3
Insegnare i Riti Connessi alla Pasqua

  1. 1
    Spiega il digiuno. Durante la Quaresima, i cristiani "digiunano" in vari modi per entrare in contatto con Gesù e onorarlo. Il Figlio di Dio digiunò per quaranta giorni nel deserto. Fai notare che durante la quaresima il "digiuno" non è una disciplina strettamente collegata al cibo. Esistono altri modi per sacrificarsi e avvicinarsi al Signore.[8]
    • Non imporre a tuo figlio un sacrificio simbolico per quaranta giorni. Puoi certamente insegnargli il concetto e incoraggiarlo a fare un tentativo, magari invitandolo a rinunciare ai dolci o ai videogiochi.
    • Il periodo del digiuno è anche un ottimo momento per dimostrare solidarietà alle persone che non hanno cibo. Porta tuo figlio con te per donare viveri e alimenti presso un banco alimentare o servire pasti in un rifugio per senzatetto.
    • Se siete cattolici, in genere non si applicano le regole del digiuno prima dei 18 anni e l'astinenza dalla carne prima dei 14.[9] Diventano più rigide (e talvolta variano) per i cattolici di rito orientale[10] e i cristiani ortodossi.[11]
  2. 2
    Incoraggia il pentimento. Insegna a tuo figlio che il pentimento dei propri peccati rafforza la relazione con Dio. È probabile che all'inizio egli non comprenda il valore della ricerca del perdono. Tuttavia, invitandolo ad ammettere e chiedere scusa per i suoi errori (come litigare con i suoi amici, dire parolacce, mangiare dolci di nascosto), potrai aiutarlo a diventare una persona più matura.[12]
    • Fagli notare come, di solito, ci si sente meglio quando "si confessa tutto" dopo aver tenuto nascosta la verità o aver detto una bugia per giustificare uno sbaglio. Aggiungi che è possibile avvertire questa stessa sensazione di sollievo e unione quando ammettiamo i nostri errori davanti a Dio e chiediamo il suo perdono.
  3. 3
    Insegna a tuo figlio il significato dell'acqua. L'acqua è fondamentale per la vita umana, ma rappresenta anche il battesimo e la purificazione dal peccato. Metti in casa un simbolo, come una bottiglia d'acqua, e incoraggia tuo figlio a riflettere sul suo valore e parlare della sua importanza.[13]
    • Fai notare che, come l'acqua naturale purifica il corpo, così Gesù è "l'acqua vivificante" che riesce a purificare l'anima.
  4. 4
    Metti in risalto l'impegno di mantenere una stretta relazione con Dio. La vita eterna dei cristiani dipende da quello in cui credono e dal modo in cui si comportano durante la loro esistenza. Il Signore ispira le persone ad avere fede e si aspetta che agiscano correttamente con se stesse e con gli altri. È facile dimenticarlo, ma la Quaresima serve a ricordare anche questo aspetto.
    • Suggerisci di considerare la Quaresima come un modo per avvicinarsi a Dio. Fagli notare che Gesù ha usufruito dei quaranta giorni nel deserto per allontanarsi dalle distrazioni ed entrare in comunione con il Signore. Anche tuo figlio può servirsi della Quaresima per mettere da parte alcune distrazioni materiali.[14]

Parte 4
Vivere la Pasqua in Famiglia

  1. 1
    Ringraziate insieme Dio per le cose più belle che avete. Non devi tenere un sermone su questo argomento, ma accenna con chiarezza e in maniera naturale al fatto che potete godere di certi lussi che ad altri sono negati. Quindi, ricorda a tuo figlio che nessuno dovrebbe darli per scontati.
    • Spiega che durante la Quaresima è possibile rinunciare a qualcosa di superfluo in modo da ricevere la benedizione di Dio e onorarlo donando a chi ha bisogno.[15]
  2. 2
    Insegna dando l'esempio. Rispetta il significato della Quaresima e cerca di essere un punto di riferimento per tuo figlio. Rispetta i riti e cerca di rendere la Quaresima un periodo di vicinanza e riflessione per tutta la famiglia.[16]
    • Metti in pratica quello che predichi. Se ti aspetti che tuo figlio sacrifichi qualcosa di importante, devi comportarti nello stesso modo. Per esempio, se lui rinuncia ai suoi giocattoli, tu puoi fare altrettanto con i social network e i videogiochi.
  3. 3
    Vivete insieme all'insegna della fede. Leggi la Bibbia, prega e parla con tuo figlio del cristianesimo. Trova dei libri per bambini sulla vita di Gesù, sulla Quaresima e sulla Pasqua e cerca di suscitare il suo interesse. Per esempio, considera l'idea di interpretare con una piccola recita gli eventi più importanti, come l'Ultima Cena o la scoperta della tomba vuota la mattina di Pasqua.[17]
    • Incoraggialo a preparare qualcosa. Quando la famiglia si riunisce, realizzate ognuno con le proprie mani croci, corone di spine e altri simboli. Dipingete e decorate insieme le uova di Pasqua. Cerca qualche progetto su Internet per prendere spunto.[18]
  4. 4
    Cucinate tutti insieme durante la Quaresima. Digiunare non vuol dire necessariamente mangiare piatti insipidi e poco allettanti. Prepara qualcosa che piace a tuo figlio per incoraggiarlo ad accettare i simboli e i riti della Quaresima. Se può aiutarti in cucina, tanto meglio.
    • Cerca qualche ricetta online. Puoi scoprire piatti che vanno dal tonno in casseruola[19] al pasticcio di salmone[20] ai panini ripieni di verdure.[21]
    • Non dimenticare i dolci di Pasqua, come i pretzel morbidi e gli hot cross buns!
  5. 5
    Sprona tuo figlio ad aiutare gli altri. Lascia che decida quale gesto di gentilezza fare e a chi rivolgerlo. Assegnandogli un ruolo attivo alimenterai il suo entusiasmo e si sentirà più motivato a rendersi utile.
    • Per esempio, se nel vostro vicinato abita una persona anziana e introversa, tuo figlio piccolo potrebbe decorare un biglietto di auguri, dipingere le uova e aiutarti a preparare alcuni dolcetti pasquali da portarle. Il più grande, invece, potrebbe darti una mano a pulire il suo terrazzo e piantare dei fiori primaverili.
    • Fai capire che donarsi agli altri è un comportamento molto più cristiano che rinunciare ai propri beni materiali.[22]
  6. 6
    Rendi la Quaresima bella e allettante. Non presentarla come un periodo di sofferenza, sacrificio e dolore, ma come un momento di riflessione, da dedicare alla famiglia. Insegna l'importanza di apprezzare la vita e i miracoli della risurrezione e della vita dopo la morte.[23]
    • Evita di descrivere la Quaresima dicendo: "Passeremo un mese e mezzo a dolerci per la morte di Gesù. Dopodiché potremo festeggiare la sua risurrezione".
    • Piuttosto, prova a esprimerti in questo modo: "Consideriamo questo periodo per riflettere e concentrarci sul sacrificio che Gesù ha fatto per noi tutti, e ringraziare per la gloria eterna che ci ha donato".
  7. 7
    Non limitarti a riprendere le tue vecchie abitudini, una volta passata la Pasqua. Tieni presente e insegna ai tuoi figli che la Quaresima serve per migliorare sul piano personale. I valori che trasmette dovrebbero durare anche conclusa la Quaresima.[24]
    • Non smettere di donare cibo al rifugio per i senzatetto. Continua a limitare l'uso dello smartphone. Non trascurare neanche di parlare, leggere e pensare a Gesù. Continua a trascorrere momenti importanti con la tua famiglia.

Consigli

  • Allarga il concetto del "digiuno". Tuo figlio può digiunare rinunciando a un bene materiale, evitando di discutere con i suoi fratelli o sforzandosi di non essere arrogante con i genitori.
  • Ricordati di considerare l'età e il livello di maturità di tuo figlio. Se è molto piccolo, non spaventarlo con racconti della crocifissione che indugiano in particolari truculenti. Inoltre, evita di terrorizzarlo con il pentimento e obbligarlo a comportarsi in un certo modo.

Riferimenti

  1. https://www.presbyterianmission.org/ministries/theology-formation-and-evangelism/curriculum/ideas-magazine/talking-children-lent-easter/
  2. https://sacredheartschooldc.org/documents/Catholic%20Faith/LENTANDEASTERIDEASFORCHILDRENBOOKLET_001.pdf
  3. https://www.presbyterianmission.org/ministries/theology-formation-and-evangelism/curriculum/ideas-magazine/talking-children-lent-easter/
  4. https://sacredheartschooldc.org/documents/Catholic%20Faith/LENTANDEASTERIDEASFORCHILDRENBOOKLET_001.pdf
  5. https://www.presbyterianmission.org/ministries/theology-formation-and-evangelism/curriculum/ideas-magazine/talking-children-lent-easter/
  6. https://www.jellytelly.com/blog/how-to-talk-to-kids-about-lent
  7. https://www.presbyterianmission.org/ministries/theology-formation-and-evangelism/curriculum/ideas-magazine/talking-children-lent-easter/
  8. https://www.jellytelly.com/blog/how-to-talk-to-kids-about-lent
  9. http://www.usccb.org/prayer-and-worship/liturgical-year/lent/catholic-information-on-lenten-fast-and-abstinence.cfm
Mostra altro ... (15)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Religione | Festività & Tradizioni

In altre lingue:

English: Explain Lent to a Child, Русский: объяснить ребенку, что такое Великий пост (католический), Español: explicar la Cuaresma a un niño, Português: Explicar a Quaresma a seu Filho, Deutsch: Deinem Kind die Bedeutung der Fastenzeit erklären, Français: expliquer le carême à un enfant, Bahasa Indonesia: Menjelaskan Masa Prapaskah kepada Anak

Questa pagina è stata letta 42 750 volte.
Hai trovato utile questo articolo?