Come Stabilire i Prezzi per i Lavori di Ricamo

In questo Articolo:Calcolare Costi e GuadagniConsiderazioni di MercatoUlteriori ConsiderazioniRiferimenti

Uno degli aspetti più difficili della vendita dei lavori di ricamo è saper stabilire i prezzi. Determina un prezzo di base sommando i costi totali e il guadagno che desideri ricavare, dopodiché modifica il prezzo in modo da andare incontro alle esigenze del mercato.

Parte 1
Calcolare Costi e Guadagni

  1. 1
    Calcola il costo del materiale. Il costo principale da prendere in considerazione è quello del materiale che utilizzi. Fai una lista di tutto ciò che compone il tuo lavoro di ricamo e dei prezzi di ogni voce.
    • Il tessuto su cui hai ricamato e il filo che hai usato costituiscono il materiale più visibile, ma è necessario considerare anche le perline, i pendenti e le decorazioni accessorie.
    • Se incornici il lavoro, devi includere il costo della cornice.
  2. 2
    Stabilisci il costo della manodopera. Dovrai farti pagare per il tempo speso, soprattutto se hai intenzione di vendere il ricamo attraverso un'attività dichiarata.
    • Fissa un compenso orario. Se desideri mantenere i prezzi bassi, utilizza il compenso minimo attuale.
    • Puoi tenere traccia del tempo che investi su ogni singolo pezzo o del tempo speso in media per realizzare un determinato ricamo.
    • Moltiplica il numero delle ore trascorse su ogni ricamo per il compenso che hai scelto. In questo modo potrai determinare il costo della manodopera per ogni singolo pezzo.
  3. 3
    Stabilisci le spese generali. Le spese generali riguardano il denaro speso per gestire la tua attività. Si potrebbero anche definire "spese di gestione".
    • Fai una lista di tutte le attrezzature utilizzate e i costi annuali relativi alla manutenzione di tali strumenti. Questo aspetto include le spese necessarie per acquistare o noleggiare macchine da ricamo.
    • Elenca le altre spese atte a gestire la tua attività nel corso di un anno, tra cui il costo di eventuali concessioni e autorizzazioni commerciali, l'affitto del locale o la connessione Internet (se presente).
    • Calcola il numero delle ore lavorate ogni anno, quindi dividi il risultato per il costo delle spese annuali. Otterrai i costi a carico della tua impresa per ora.
    • Moltiplica i costi per ora a carico della tua impresa per il numero delle ore passate su ogni ricamo in modo da determinare il prezzo di ciascun articolo. Esegui questa operazione se il valore delle spese di gestione sarà necessario per calcolare il prezzo finale.
  4. 4
    Includi le spese correlate. Le spese correlate sono i soldi che spendi quando prevedi di organizzare vendite in determinati luoghi.
    • Non devi calcolarle sempre, soprattutto se vendi i tuoi ricami esclusivamente tramite Internet.
    • Se hai intenzione di organizzare una vendita presso una fiera dell'artigianato, dovresti aggiungere i costi dello stand, delle spese di viaggio e tutti quelli relativi alla partecipazione a questo evento.
    • Calcola quanti articoli intendi vendere in fiera.
    • Dividi l'importo totale delle spese correlate per il numero dei prodotti che prevedi di vendere in modo da determinare il prezzo per ogni articolo. Questa cifra sarà necessaria per calcolare il prezzo finale.
  5. 5
    Prevedi il valore degli utili. Se vuoi che la tua attività di ricamo sia fiorente, devi calcolare il valore degli utili.
    • Se hai intenzione di sostenerti svolgendo questa attività, dovrai calcolare un utile più grande al di là del tuo compenso. Aggiungi i costi totali dell'impresa (materiale, manodopera, spese generali e correlate), dopodiché moltiplica il risultato per la percentuale dell'utile che desideri ricavare.
    • Se hai intenzione di sostenerti svolgendo questa attività, dovrai calcolare un utile maggiore del tuo compenso. Aggiungi i costi totali dell'impresa (materiale, manodopera, spese generali e correlate), dopodiché moltiplica il risultato per la percentuale dell'utile che intendi ricavare.
      • Una percentuale di utili del 100% ti permetterà di chiudere in pareggio con le spese.
      • Se vuoi che i guadagni siano superiori alle spese a carico dell'impresa, devi moltiplicare questi costi per una percentuale più alta. Ad esempio, puoi moltiplicare i costi totali per 1,25 se vuoi avere un utile del 125%. In questo modo recupererai le spese e otterrai un ulteriore profitto del 25%.
  6. 6
    Somma tutto per determinare il prezzo. Calcola i costi totali sommando quelli relativi al materiale, alla manodopera, alle spese generali e correlate. Aggiungi anche gli utili.
    • La somma di queste voci ti darà il prezzo finale del prodotto.

Parte 2
Considerazioni di Mercato

  1. 1
    Conosci il luogo in cui opera la tua attività.[1] Considera il luogo in cui andrai a vendere e la clientela a cui ti rivolgi. Il prezzo dei tuoi articoli dovrà prevedere questi fattori.
    • Se hai intenzione di vendere i tuoi lavori presso una fiera dell'artigianato, effettua una ricerca sui consumatori che di solito frequentano questo genere di eventi. Normalmente i clienti di una fiera artigianale ospitata presso una struttura scolastica o una chiesa hanno un budget inferiore rispetto a quelli che frequentano fiere organizzate da boutique o da chi raccoglie fondi per conto di aziende.
    • Se vendi esclusivamente in Internet o in un negozio, prendi in considerazione il genere di articoli che confezioni e il modo in cui li promuovi. I capi di abbigliamento messi in vendita presso una boutique e ricamati come pezzi unici andrebbero venduti a un prezzo superiore rispetto a quello di una marca di vestiti ricamati in serie e distribuiti attraverso un piccolo sito web.
    • Puoi abbassare il prezzo in base al luogo e alla clientela sia diminuendo il tuo compenso sia riducendo la percentuale relativa al margine di profitto, oppure utilizzando materiali meno costosi. Al contrario, puoi alzare i prezzi, calcolando un compenso maggiore, aumentando il profitto o utilizzando materiali più pregiati.
  2. 2
    Fai attenzione alla concorrenza. I prezzi che stabilisci per i tuoi lavori di ricamo dovrebbero rientrare nella gamma dei prezzi previsti dalla concorrenza. In caso contrario, modificali adeguatamente.[2]
    • Se i prezzi sono troppo alti, ovviamente perderai occasioni di vendita e la concorrenza se ne approfitterà.
    • Se i prezzi sono troppo bassi, rischi che i consumatori considerino il prodotto poco prezioso o di qualità inferiore. Anche in questo caso potresti perdere l'opportunità di fare affari e la concorrenza potrebbe approfittarsene.
  3. 3
    Migliora la percezione dei clienti relativa al valore dei tuoi articoli per aumentare il prezzo. Se vuoi convincere i clienti a comprare da te a prezzi leggermente superiori rispetto a quelli stabiliti dalla concorrenza, devi offrire qualcosa che li induca ad apprezzare maggiormente il tuo prodotto.
    • Il design gioca un ruolo molto importante in queste dinamiche. Se è più bello e originale rispetto a quello della concorrenza, probabilmente la clientela considererà i tuoi articoli più pregiati.
    • Il servizio clienti è un altro aspetto da considerare. Se impieghi tutte le tue forze a soddisfare la clientela o se sei disposto a personalizzare i tuoi ricami, i clienti si convinceranno che l'esperienza di shopping che trovano da te è molto più preziosa rispetto a quella che hanno avuto o avrebbero con qualcun altro.

Parte 3
Ulteriori Considerazioni

  1. 1
    Segnala chiaramente i prezzi. I clienti sono più propensi ad acquistare quando i prezzi sono inequivocabili e facili da individuare.
    • Se organizzi vendite presso fiere artigianali o hai un negozio fisicamente presente in città, ogni prodotto dovrebbe essere debitamente contrassegnato dal suo prezzo, esposto in maniera visibile. La maggior parte dei clienti non si ferma a chiedere informazioni sul prezzo di un articolo.
    • Allo stesso modo, i singoli ricami venduti online devono recare il prezzo in modo chiaro, dal momento che molti clienti non proveranno a contattarti per avere informazioni al riguardo.
    • Se vendi ricami su ordinazione, fornisci un prezzario in cui sono elencati chiaramente il costo dei prodotti di base, la personalizzazione e altri aspetti. Fai in modo che sia facile da trovare e attieniti alle cifre elencate per guadagnare e conservare credibilità.
  2. 2
    Fornisci diverse opzioni. Offri ai potenziali clienti una serie di opzioni che potrebbero andare incontro alle loro esigenze economiche.
    • Ad esempio, potresti vendere un articolo ricamato riccamente e realizzato con i materiali più pregiati a un prezzo più alto. Dopodiché inserisci alcune parti di quel modello e utilizza materiali di qualità leggermente inferiore per creare qualcosa di simile da vendere a un prezzo molto più basso. Metti in vendita entrambi i prodotti, affinché chi non può permettersi l'articolo più caro abbia la possibilità di prendere in considerazione quello simile, a un prezzo più modico.
    • Se qualcuno ordina un lavoro, ma non può permettersi di pagare il prezzo che hai proposto, offriti di abbassarlo, riducendo i costi. Comunica quale sarebbe la differenza se utilizzassi un certo numero di colori, un numero inferiore di punti o se il ricamo fosse più piccolo.
  3. 3
    Offri incentivi e sconti con la dovuta attenzione. Le offerte speciali possono essere un ottimo modo per attirare l'attenzione di nuovi clienti, ma anche per rinnovare l'interesse di quelli vecchi. Tuttavia, cerca di non farli affezionare a questo genere queste occasioni.
    • Le vendite speciali dovrebbero essere disponibili solo per un breve arco di tempo. Includono le offerte "paghi uno, prendi due" e regali promozionali.
    • Gli incentivi di fidelizzazione dovrebbero durare più a lungo. Infatti, includono, ad esempio, carte fedeltà e sconti per chi porta nuovi clienti o per quelli che già ha effettuato un primo acquisto.
    • Puoi anche applicare sconti fissi sulla quantità. Ad esempio, se il prezzo di una borsa ricamata è pari a € 25, tre borse potrebbero costare soltanto € 60, quindi scontate a € 20 ognuna.
  4. 4
    Sii deciso. Dopo aver stabilito un prezzo, non avere dubbi e mostra ai clienti la tua fermezza.
    • Se hai un rapporto diretto con i clienti, stabilisci un contatto visivo e parla chiaramente. Non scusarti mai per il prezzo di un articolo.
    • Mostrandoti deciso, infonderai fiducia nel cliente. Se sei sicuro dei prezzi che hai fissato, i clienti riconosceranno che sono giusti e che sai quello che stai facendo.
    • Se tergiversi o sembri incerto, i clienti saranno più propensi a pensare che stai cercando di vendere l'articolo a un prezzo più alto del dovuto. Potrebbero cambiare idea e andar via o contrattare per abbassarlo.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Business

In altre lingue:

English: Price Embroidery, Русский: оценить собственную вышивку, Português: Dar Preço a Bordados, Français: fixer le prix d'un article brodé, Bahasa Indonesia: Menentukan Harga Sulaman

Questa pagina è stata letta 5 717 volte.
Hai trovato utile questo articolo?