Studiare è un'abilità importante da apprendere per la vita scolastica ma non solo, anche se può sembrare faticoso; imparare a studiare in modo più efficace può aiutarti a migliorare il rendimento scolastico e a ricordare quello che hai imparato. All'inizio potrebbe volerci un po' di tempo, ma più ti eserciti, più bravo diventerai a studiare!

Parte 1 di 3:
Creare Buone Abitudini di Studio

  1. 1
    Affronta lo studio con la mentalità giusta. I ricercatori hanno scoperto che il modo in cui gli studenti si accostano allo studio è importante quasi quanto cosa e come studiano.[1]
    • Pensa positivo. Non cedere alla sopraffazione o allo spavento, ma credi in te stesso e nella tua capacità di affrontare questa sfida.
    • Non pensare al peggio. Gestisci il tuo tempo e cerca di vedere il lato positivo della tua situazione di apprendimento, anche se è spiacevole o stressante, ma senza esagerare, altrimenti l'ottimismo potrebbe farti sottovalutare l'importanza di un esame o distrarti facilmente.
    • Considera ogni ostacolo come un'opportunità di crescita e apprendimento.
    • Non confrontare i tuoi risultati con quelli degli altri: il desiderio di competizione contribuirà solo a stressarti ulteriormente.
  2. 2
    Segui una routine di studio ben definita. Mantenere una tabella di marcia può aiutarti a gestire il tempo e il carico di lavoro e rendere più semplice concentrarti sul compito che stai svolgendo.[2]
    • Prova a inserire un "appuntamento di studio" con te stesso nella tua agenda o sul calendario: rendendole impegni formali che prendi con te stesso, considererai le sessioni di studio come una vera e propria responsabilità.
  3. 3
    Prova a modificare l'ambiente circostante per sessioni di studio più efficaci: le ricerche dimostrano che cambiare il luogo in cui si studia può favorire effettivamente la memorizzazione e il mantenimento delle informazioni.[3]
    • Stabilisci se lavori meglio in un ambiente tranquillo o rumoroso.
    • Prova a studiare con le finestre aperte, se il tempo lo permette, perché i ricercatori hanno scoperto che l'aria fresca è energizzante e rivitalizzante.[4]
  4. 4
    Mettiti quanto più comodo possibile. Anche se non devi metterti così comodo da rischiare di addormentarti, se ti senti scomodo avrai difficoltà a concentrarti, quindi predisponi un ambiente adatto allo studio.
    • Scegli una sedia su cui sedere comodamente per oltre un'ora e una scrivania o un tavolo dove disporre i materiali di studio.
    • Evita il letto, o potrai metterti talmente comodo da non riuscire a studiare; inoltre associare al letto altre attività oltre al sonno può rendere difficile fare un buon riposo notturno.[5]
  5. 5
    Studia senza distrazioni. Spegni il cellulare e la TV e resisti alla tentazione di controllare i tuoi profili sui social, perché sono distrazioni che possono ostacolare il tuo lavoro e rendere difficile ricordare le nozioni che apprendi.[6]
    • Anche se ritieni di essere abile nello svolgere più compiti contemporaneamente, studiare mentre fai cose come sfogliare Facebook, Instagram e simili non va per niente bene.
  6. 6
    Non affannarti. Suddividere il materiale da studiare in parti piccole e gestibili è più efficace che cercare di immagazzinare tutto in una volta: distribuisci il carico di lavoro in sessioni più brevi in più giorni o settimane per ottenere i risultati migliori.[7]
  7. 7
    Assumi un po' di caffeina poco prima di iniziare a studiare. In questo modo resterai sveglio e riuscirai a concentrarti meglio mentre leggi, studi e ti prepari per una lezione; gli studi hanno dimostrato che la caffeina non aiuta solo a restare attenti, ma anche a memorizzare.[8]
    • Attenzione a non esagerare: troppa caffeina può renderti nervoso, agitato o stressato; gli esperti raccomandano ai ragazzi di limitare il consumo di caffeina a 100-200 mg al giorno, l’equivalente di 1-2 tazzine di caffè, 1-3 lattine Red Bull o 3-6 lattine di cola.[9]
  8. 8
    Fai una pausa per fare sport. Gli studi mostrano che praticare attività di cardiofitness come parte della routine quotidiana può migliorare la memoria e la salute intellettuale in generale.[10]
  9. 9
    Considera di partecipare a un gruppo di studio. I ricercatori hanno scoperto che gli studenti che studiano in gruppo tendono a conseguire risultati migliori agli esami e ai quiz.[11]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Studiare dagli Appunti delle Lezioni

  1. 1
    Registra le lezioni e ascoltale a casa o fuori. Chiedi il permesso all'insegnante prima di registrare le lezioni: se acconsente, usa un registratore vocale; se usi un registratore digitale, converti il file in formato mp3 e ascolta la registrazione mentre torni a casa o mentre fai sport al mattino.
  2. 2
    Rielabora e riassumi gli appunti in classe. Annota i punti e i concetti importanti e i nomi e le date rilevanti anziché cercare di scrivere ogni singola parola che pronuncia l'insegnante.[12]
  3. 3
    Ripassa gli appunti ogni giorno. Se possibile, rivedi gli appunti subito dopo la lezione; se non è possibile, è comunque fondamentale studiare al più presto possibile nel corso dello stesso giorno, perché la maggior parte delle nozioni apprese durante la lezione si dimentica nel giro di 24 ore.
    • Leggi ogni frase degli appunti lentamente e attentamente.
    • Chiedi delucidazioni al tuo insegnante sulle parti che non hai compreso bene o che non ti sono chiare.
  4. 4
    Ricopia gli appunti delle lezioni su un quaderno apposito. In questo modo potrai compilare le nozioni più importanti in un unico posto e comprendere meglio gli appunti che hai preso a lezione. Tuttavia non limitarti a ricopiare il materiale senza pensare: riscrivere gli appunti delle lezioni con parole tue ti aiuterà a comprendere meglio i concetti semplicemente riformulandoli.[13]
  5. 5
    Rivedi nel fine settimana tutti gli appunti dei giorni precedenti. In questo modo rinforzerai quello che hai appreso durante la settimana e potrai contestualizzare meglio le lezioni giornaliere all'interno del piano di studi di una settimana.
  6. 6
    Organizza gli appunti. Può essere utile assegnare un colore apposito a ciascuna lezione o argomento o usare una serie di cartelle per creare un sistema ordinato.[14]
    • Prova metodi organizzativi diversi finché non trovi quello che fa per te, come separare le dispense dagli appunti o catalogare tutto per data, capitolo o argomento.
  7. 7
    Crea e usa le schede didattiche. Le schede (o flashcard) possono aiutarti a memorizzare nomi, date, località, eventi e concetti importanti e si possono usare per quasi tutte le materie insegnate a scuola.[15]
    • Identifica nomi, date, concetti più importanti e così via.
    • Scrivi il nome su un lato e la definizione sul retro; per le formule matematiche, scrivi l'equazione su un lato e la soluzione sull'altro.
    • Mettiti alla prova. Dopo aver imparato bene a dare la definizione o la soluzione in base ai quesiti riportati sul lato anteriore delle schede didattiche, mettiti alla prova usando le schede al contrario; in altre parole, leggi la definizione o la soluzione sul retro della scheda e prova a dire il termine o la formula scritti sul lato principale.
    • Suddividi le schede didattiche in gruppi fattibili. Oltre a sconsigliare di cercare di imparare tutti gli appunti o l'intero programma di studio in una volta sola, le ricerche hanno dimostrato che la cosiddetta “strategia del distanziamento” è più efficace rispetto a un'unica sessione concentrata quando si devono memorizzare le schede didattiche: non cercare di impararne più di 10 o 12 alla volta.[16]
  8. 8
    Usa le tecniche di memoria. Associare i nomi o i termini a qualcosa facile da ricordare può aiutarti a memorizzare le informazioni dagli appunti in maniera più semplice.[17]
    • Non usare tecniche di memoria complicate, ma semplici e applicabili durante un esame.
    • I testi delle canzoni potrebbero essere la strategia più semplice da usare: se ti blocchi, prova a canticchiare il ritmo della canzone dentro di te, associando il testo con qualsiasi argomento che stai cercando di memorizzare.
  9. 9
    Sfrutta le potenzialità dei cellulari. Non devi restare attaccato alla scrivania per studiare, ma usa anche la tecnologia per svincolare le tue sessioni di studio per poter studiare quando vuoi, dove vuoi.[18]
    • Ci sono svariate applicazioni per creare flashcard da poter ripassare ovunque ti trovi, per esempio mentre fai la fila al supermercato o sei sull'autobus.
    • Prova a inserire gli appunti in una wiki o in un blog, così potrai assegnare etichette ai post con le parole chiave rilevanti per trovare subito l'argomento quando arriva il momento di studiare; inoltre, potrai consultarli ovunque ci sia una connessione internet a tua disposizione.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Studiare sui Libri di Testo

  1. 1
    Scorri ciascun capitolo prima di leggere. Leggi i testi scritto in neretto o in corsivo oppure osserva un grafico o un diagramma, cercando anche le sezioni al termine di ciascun capitolo che riassumono i concetti chiave di quella determinata unità: le informazioni evidenziate in tal modo sono le più importanti e di solito sono quelle che gli insegnanti inseriscono in un compito in classe su quel capitolo o unità.
    • Se studi un'opera creativa come un testo teatrale o un romanzo, identifica i modelli e i concetti. I temi, ossia gli elementi che portano con sé significato aggiuntivo, come "oscurità", "sangue", "oro", possono ripetersi nel testo, suggerendoti che sono parti importanti a cui prestare attenzione, così come i "grandi temi".
    • Se l’insegnante lo consente, puoi usare una guida di studio come i Riassunti di Letteratura Italiana delle edizioni Bignami per capire più facilmente la trama e poterti concentrare sui temi e i concetti importanti, ma non fare affidamento solo su tali testi per apprendere tutto quello che c'è da sapere! Usali solo come mezzi sussidiari accanto ad altre tecniche di studio e di lettura.
  2. 2
    Leggi attentamente il capitolo e prendi appunti. Dopo aver scorso il capitolo e annotato i concetti chiave, leggi il testo per intero almeno una volta, facendo attenzione ai dettagli e prendendo appunti mentre procedi, così potrai comprendere l'argomento e contestualizzare il capitolo all'interno di un'unità più ampia.
  3. 3
    Sii un lettore attivo. È dimostrato che la lettura attiva, che implica porre domande su quanto si legge e prendere appunti, è più indicata ed efficace rispetto alla lettura passiva, volta solo ad arrivare alla fine del capitolo.[19]
    • Sottolinea i concetti chiave e cerchia i termini o i nomi che non conosci.
    • Annota le domande ai margini mentre leggi e poi trova le risposte.[20]
  4. 4
    Riformula i concetti chiave a parole tue. In questo modo otterrai una comprensione migliore dell'argomento e ricorderai i concetti in maniera più concreta.
    • Ricorda che riformulare permette anche di sintetizzare e concentrare, quindi assicurati di fare attenzione alle parti più importanti.
    • Per esempio, considera il testo seguente: "Gli studenti spesso abusano in citazioni dirette quando prendono appunti e, di conseguenza, abusano delle stesse nel testo d'esame. Probabilmente, solo circa il 10% dell'elaborato finale dovrebbe contenere citazioni dirette, perciò dovresti sforzarti di limitare la quantità di parti ricopiate tali e quali dai testi quando prendi appunti" (James D. Lester, Writing Research Papers, 1976, pp. 46-47)[21].
    • Una riformulazione del concetto chiave potrebbe essere la seguente: "Usa meno citazioni dirette negli appunti perché troppe risulterebbero eccessive nell'elaborato finale: limitale al 10%".
    • Come puoi notare, l'informazione più importante contenuta nel brano originale è sempre presente, ma è scritta a parole tue ed è molto più breve, il che la rende anche più semplice da ricordare in seguito.
  5. 5
    Revisiona tutto ciò che hai letto appena completi il capitolo. Rileggi gli appunti e le schede didattiche e interrogati da solo dopo averli letti più volte: dovresti essere in grado di ricordare la maggior parte dei concetti chiave, dei nomi rilevanti e delle date importanti; ripeti tale processo tutte le volte che è necessario per tenere a mente le nozioni mentre ti prepari per ulteriori test ed esami.
  6. 6
    Non provare a farlo tutto in una volta. Gli studi hanno dimostrato che il modo più efficace di studiare è in brevi sessioni concentrate, di solito con incrementi di 1-3 ore; preparati in più giorni, ciascuno con più sessioni.[22]
  7. 7
    Varia gli argomenti. I risultati delle ricerche indicano che studiare in una sessione argomenti simili, ma con variazioni, è più efficace ed efficiente rispetto a studiarne solo uno in una sessione.[23]
    • Puoi anche provare a collegare l'argomento che stai studiando a nozioni che conosci già, creando persino connessioni tra il nuovo argomento e quanto già appreso, perché ricorderai le nozioni nuove più facilmente se si rifanno a cose che già sai.[24]
    Pubblicità

Consigli

  • Identifica la parte della giornata in cui studi meglio: ci sono studenti che hanno abitudini notturne e studiano meglio la sera, altri sono più produttivi al mattino appena svegli; ascolta i segnali del tuo corpo per capire quando sei più produttivo nello studio.
  • Determina quali metodi di studio sono più adatti a te e segui tali abitudini.
  • Fai una pausa ogni una o due ore per non sovraccaricare il cervello, ma non fermarti troppo a lungo o troppo spesso.

Pubblicità

Avvertenze

  • Fare una maratona di studio per un esame è estremamente inefficace; concediti molto tempo per studiare e pratica abitudini di studio sane ed efficaci.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Rispondere Quando Ti Chiedono Come Stai

Come

Convertire un Voto da Percentuale a GPA in Scala 4,0

Come

Convertire i Secondi in Minuti

Come

Far Ripartire una Penna a Sfera Secca

Come

Trasferire gli Ebook su Kindle

Come

Diventare una Persona Acculturata

Come

Lavorare e Studiare Contemporaneamente

Come

Ribattere Quando Qualcuno Ti Dice Che Sei Grasso

Come

Battere il Cinque

Come

Scrivere in Codice

Come

Usare una Penna Stilografica

Come

Ricordare Qualcosa che Hai Dimenticato

Come

Aumentare il Proprio Livello di Cultura Generale

Come

Insegnare le Tabelline ai Bambini in Terza Elementare
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Megan Morgan, PhD
Co-redatto da
Dottorato di Ricerca in Inglese
Questo articolo è stato co-redatto da Megan Morgan, PhD. Megan Morgan lavora come Consulente Accademica per il Programma Laureati presso la School of Public & International Affairs all'Università della Georgia. Ha realizzato un Dottorato di Ricerca in Inglese nell'Università della Georgia nel 2015. Questo articolo è stato visualizzato 2 372 volte
Questa pagina è stata letta 2 372 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità