Come Studiare Quando hai dei Bambini

Scritto in collaborazione con: Michelle Golden, PhD

In questo Articolo:Sfruttare al Meglio il Tempo a CasaTrarre Benefici dalla Frequenza ScolasticaRendere la Vita più Semplice13 Riferimenti

Svolgere contemporaneamente il ruolo di studente e genitore può essere alquanto opprimente. Se hai dei bambini e stai valutando la possibilità di tornare a scuola, potresti chiederti come trovare il tempo per conciliare le tue responsabilità nei confronti dei figli con quelle scolastiche. Forse quando eri più giovane riuscivi a studiare fino a tarda notte, ma gestire un figlio dormendo poco o non dormendo affatto porta di sicuro al tracollo fisico – e ne risente indubbiamente anche lo studio. Tuttavia, con un po' di pianificazione, pazienza e costanza puoi sicuramente trovare un compromesso tra il ruolo di genitore e quello di studente.

Parte 1
Sfruttare al Meglio il Tempo a Casa

  1. 1
    Programma il tempo da dedicare allo studio. Prendi un calendario o un'agenda e definisci un momento specifico (almeno una volta al giorno) per studiare senza la benché minima distrazione. Forse ti accorgi che non riesci sempre a rispettare tale pianificazione, ma mantenere una routine può aiutarti a diventare il più efficiente possibile ed evitare che le mansioni genitoriali possano rovinare il momento che dedichi allo studio a casa.[1][2]
    • Puoi fare diverse prove trovando degli orari diversi durante la giornata e la serata, per capire qual è il migliore per te. Riesci a concentrarti meglio subito dopo il lavoro? Dopo cena? In tarda serata? Solo tu puoi capire qual è il momento più adatto.
    • Valuta di creare una programmazione di studio a rotazione, se i tuoi compiti di genitore e gli altri impegni cambiano da un giorno all'altro; assicurati solo di annotarli su carta, in modo da non dimenticarli e rischiare di non rispettare la routine. Più sei costante e più diventa facile "restare in carreggiata".
    • Pianificare lo studio non esclude che tu possa aggiungere qualche altro momento da dedicare ai libri di testo, quando ne hai il tempo; in realtà, in questo modo puoi distribuire meglio la mole di lavoro e sentirti meno sovraccaricato.
  2. 2
    Definisci uno spazio fisico della casa in cui studiare. Se è possibile, trova un luogo dove poterti concentrare sui libri con pochissime distrazioni. Affinché questa strategia sia efficace, evita che i bambini possano entrare nella stanza; oltre ad aiutarti a mantenere la concentrazione, questo espediente fa sì che i bambini non pasticcino con i compiti che ancora devi terminare o le pagine del libro che stai studiando.
    • Se non hai uno spazio specifico della casa da dedicare allo studio, cerca almeno di avere una scatola, un cassetto o un armadietto in cui riporre il materiale scolastico quando non lo usi, affinché resti al sicuro.
    • Se hai uno spazio per studiare, ma non puoi impedire ai bambini di restarne fuori, fai almeno in modo che imparino a non entrare o a non disturbarti quando sei concentrato sui libri, a meno che non sia una situazione di emergenza.
  3. 3
    Cerca di programmare i momenti di studio "attorno" agli impegni familiari. Impostare una sessione di studio è sicuramente utile, ma devi anche cercare dei momenti più brevi durante tutta la giornata da poter dedicare a questa attività. In tal modo, l'impegno scolastico si integrerà perfettamente tra le diverse responsabilità familiari e non avrai la sensazione di perdere tempo con i bambini.
    • Studia un po' prima di cena, mentre la pasta bolle o mentre l'arrosto cuoce in forno; puoi inserire una sessione di studio quando aspetti che tuo figlio finisca l'allenamento di calcio o mentre aspetti in coda durante le diverse commissioni. Questo ti permette di massimizzare il tempo dedicato allo studio senza che influisca negativamente sugli impegni familiari.
  4. 4
    Fatti aiutare dai tuoi figli. Se sono abbastanza grandi, assegna loro delle mansioni domestiche da svolgere mentre studi; in questo modo, loro sono occupati e tu riesci a concentrarti meglio sui tuoi compiti. Questo metodo offre anche il vantaggio di insegnare ai bambini l'etica del lavoro e allo stesso tempo di portare a termine le faccende di casa.[3]
    • Se i tuoi figli sono in età scolastica, stabilire la regola che devono fare i compiti mentre anche tu ti dedichi ai libri permette di evitare distrazioni.
    • Se sono troppo piccoli per poter svolgere mansioni casalinghe, chiedere di aiutarti potrebbe non essere una soluzione ideale; tuttavia, anche ai più piccoli puoi assegnare dei compiti "finti" che possono sembrare un gioco, ad esempio spazzare.
    • Se si rifiutano di seguire queste regole, valuta di sviluppare un sistema di punteggi e ricompense che ricevono a ogni compito terminato; per esempio, lavorando due ore possono guadagnare mezz'ora ininterrotta da dedicare ai programmi televisivi.
  5. 5
    Parla con il tuo partner affinché ti sostenga durante il periodo di studio. Se hai un compagno o un partner che vive con te e i bambini, discutete del tempo che vuoi dedicare allo studio. Puoi chiedergli che ti aiuti e ti assista quando cerchi di studiare durante il giorno; può prendersi cura dei bimbi quando sei impegnato sui libri oppure aiutarli nei compiti quando tu non ne sei in grado.
    • Non temere di chiedergli aiuto. I genitori dovrebbero fare un lavoro di squadra e il tuo partner dovrebbe sostenere il tuo desiderio di raggiungere obiettivi scolastici.
  6. 6
    Trova un aiuto esterno. Se hai la possibilità di pagare qualcuno che ti aiuti con i bambini o nelle mansioni domestiche (come pulire o cucinare), puoi valutare questa opzione; così facendo, puoi liberarti di parecchi impegni e avere a disposizione del tempo da dedicare ai libri quando è necessario. Se non puoi permetterti di pagare un collaboratore domestico, prova a organizzarti con amici e familiari per scambiare con loro una serie di servizi. Questo genere di soluzione comporta dei benefici per tutti e ti permette di studiare senza dover badare ai bambini.[4]
    • Se il coniuge vive con te, è certamente in grado di assumersi qualche responsabilità in più per controllare da solo i bambini alcune sere a settimana; in teoria, questo è un argomento che dovreste affrontare prima di decidere di tornare a scuola.
    • Se hai scelto di ingaggiare un babysitter mentre studi, cerca qualcuno che si adatti ai tuoi tempi e che sia disponibile a badare ai bimbi in base alla programmazione di studio.

Parte 2
Trarre Benefici dalla Frequenza Scolastica

  1. 1
    Frequenta tutte le lezioni. La famiglia ha ovviamente la priorità per la maggior parte delle persone, ma se ti sei impegnato per riprendere gli studi, devi tenere in considerazione questo fattore. Saltare le lezioni perché ti senti in colpa a lasciare la famiglia riduce solamente i vantaggi di cui puoi godere dagli studi. Se la scuola è importante per te, fai in modo di sfruttare al massimo l'occasione assistendo a tutte le lezioni.
    • Occasionalmente, le situazioni o gli impegni familiari possono entrare in conflitto con quelli scolastici costringendoti a fare delle assenze. Se sorgono degli imprevisti inevitabili, ricorda di spiegare la situazione all'insegnante e valuta con lui come puoi recuperare.
    • Se non puoi frequentare le lezioni, chiedi ai compagni di classe di passarti gli appunti; tuttavia, ricorda che si tratta di un ripiego e che gli appunti non possono sostituire la tua presenza durante le lezioni.
  2. 2
    Presta molta attenzione in classe. Presenziare alle lezioni è importante, ma non è sufficiente per riuscire negli studi. Se ti prendi l'impegno di andare a scuola, cerca di sfruttare al meglio questa possibilità partecipando attivamente alle discussioni, ponendo delle domande e prendendo diligentemente degli appunti in merito all'argomento trattato. Impegnarsi un po' di più a lezione significa studiare meno a casa e avere più tempo per i bambini.
    • Pensa al tempo che trascorri a lezione come l'opportunità principale di apprendere senza distrazioni. Questo è un momento in cui sei certo di non essere disturbato, non sprecarlo quindi preoccupandoti di quello che devi fare a casa o sentendoti in colpa per non essere con i bambini.[5]
  3. 3
    Semplifica l'orario scolastico. Quando scegli i corsi da frequentare, fai attenzione ai giorni, alle ore e alle sedi in cui si svolgono le lezioni. Dedica un po' di tempo per impostare una programmazione che sia semplice da rispettare. Cerca di raggruppare le lezioni, in modo da non doverti recare all'università più volte al giorno, ma solo un paio di giorni a settimana.[6][7]
    • Se possibile, usa i mezzi pubblici per andare e tornare da scuola, in modo da avere del tempo in più per studiare durante il tragitto; in tal caso, devi verificare che gli orari dei treni e degli autobus siano compatibili con quelli delle lezioni.
    • Se non lavori, cerca di programmare le lezioni mentre i bambini sono a scuola; in questo modo, riduci al minimo il tempo che trascorri lontano da loro.
  4. 4
    Sfrutta le opportunità messe a disposizione dalla scuola. Le università offrono in genere parecchi servizi per aiutare gli studenti a prepararsi, a gestire il tempo e perfino a svolgere i compiti. Chiedi informazioni al consulente scolastico o al tutor accademico in merito a queste possibilità oppure leggi il sito web dell'ateneo per sapere a quali servizi puoi accedere.[8]
    • Chiedi al consulente scolastico di aiutarti e consigliarti quando ne hai bisogno; questa persona è una delle risorse più preziose che hai a disposizione, perché è in grado di massimizzare i tuoi sforzi.
    • Non dimenticare le risorse che sono indirettamente correlate allo studio; questo significa poter accedere al consultorio sanitario dell'università, ai servizi per i disabili e alle strutture ricreative. Più ti senti garantito dai tuoi diritti e maggiori sono le possibilità di avere successo negli studi.
  5. 5
    Studia mentre sei all'università. Cerca delle aule dedicate allo studio individuale, per passare un po' di tempo sui libri tra una lezione e l'altra oppure mentre aspetti che il traffico si riduca prima di tornare a casa. La biblioteca dell'ateneo dispone in genere di aule in cui puoi trovare delle ampie scrivanie, accesso ai computer, libri di testo e un'atmosfera silenziosa e rilassata.[9]
    • In base alla distanza a cui si trova l'università dalla tua abitazione, potresti anche considerare di rendere questi spazi scolastici il luogo in cui svolgere tutti i tuoi compiti "post-lezione", evitando così le distrazioni presenti in casa.
    • Mantenere la vita scolastica separata da quella domestica ti permette di sfruttare al meglio il tempo, perché eviti di entrare contemporaneamente nel ruolo di "genitore" e di "studente"; dopotutto, è risaputo che i bambini non permettono ai genitori di avere del tempo proprio.
  6. 6
    Fissa un appuntamento con il professore nelle ore di ricevimento degli studenti. Gli insegnanti stabiliscono dei momenti da dedicare individualmente agli studenti al di fuori delle lezioni in classe. Questa è la prima possibilità che hai di ottenere un aiuto personalizzato con i progetti, i compiti e gli argomenti che ti sono ostici. Cerca di integrare questi momenti nella tua agenda scolastica settimanale, anche se non hai un disperato bisogno di aiuto; così facendo, puoi instaurare un rapporto personale con l'insegnante ed eviti di dover riorganizzare la programmazione, nel caso avessi la necessità di chiarire alcuni concetti.
    • Se l'orario di ricevimento dell'insegnante non è compatibile con i tuoi impegni, spiegagli la situazione e chiedigli se può darti un appuntamento subito prima o dopo la lezione.
    • Se sei uno studente a distanza (frequenti le lezioni online), il professore mette probabilmente a disposizione dei momenti in cui può essere contattato privatamente per via telematica; ricorda di sfruttare questa opportunità come se fosse "dal vivo".

Parte 3
Rendere la Vita più Semplice

  1. 1
    Abbi fiducia in te. Cerca di non indugiare nei pensieri negativi, come la paura per avere interrotto gli studi da parecchio tempo, essere molto più vecchio rispetto agli altri studenti o l'idea che non dovresti rubare così tanto tempo alla famiglia. Ricorda a te stesso che lo stai facendo per migliorarti, che hai il sostegno dei familiari, la maturità e l'esperienza per riuscire in questo obiettivo.
    • Decidere di tornare a scuola è uno dei passi più difficili; una volta che l'hai intrapreso, trova conforto nel fatto che hai preso una decisione importante e che ora sei nella posizione giusta per trarne beneficio.
    • Ricorda che stai facendo qualcosa di prezioso per te, che stai affrontando un percorso per migliorare e questo avrà ripercussioni positive sui figli nel lungo periodo; abbandona ogni convinzione che si tratti di una scelta egoista o che possa nuocere ai bambini.
  2. 2
    Mantieniti al passo con i compiti. Se ti è stato dato un programma di studi, prenditi del tempo per pianificarlo in modo da portare a termine i compiti nel rispetto delle scadenze. Potrebbe essere necessario studiare di più prima degli esami o delle date di consegna. Essere preparato per il futuro ti impedisce di restare indietro, il che renderebbe molto difficile recuperare, a causa degli impegni con i figli e la scuola.
    • Un buon metodo per mantenere il passo con lo studio è quello di passare un po' di tempo ogni giorno sui libri invece di "sgobbare" la notte prima dell'esame finale.[10] Se sei costante e riesci a dedicare anche solo 20 minuti al giorno per i tuoi impegni scolastici, questo impegno si sommerà in tuo favore.
    • Se hai difficoltà a mantenere il ritmo delle lezioni, chiedi dell'aiuto in più all'insegnante per comprendere i concetti e maggiore contributo da parte del coniuge nella gestione dei bambini; in alternativa, chiedi al babysitter di lavorare mezz'ora in più al giorno.
  3. 3
    Stabilisci delle aspettative ragionevoli. Da qualunque punto di vista lo si osservi, non è affatto facile essere uno studente-genitore. Cerca di non caricarti di troppa pressione pretendendo da te grandi risultati in ogni campo. I tuoi obiettivi accademici dovrebbero basarsi su quello che speri di ottenere nel lungo termine e contestualizzati alla tua vita privata e familiare: stai studiando solo per divertimento o lo devi fare per conservare il tuo lavoro?
    • Impegnati per superare gli esami, lavora per questo obiettivo e sii orgoglioso di qualunque risultato in più che riesci a ottenere.
    • Nella peggiore delle ipotesi, se vieni bocciato a un esame, dovrai sostenerlo nuovamente in un secondo momento. Si tratta di una conseguenza meno grave rispetto a trascurare i bambini a favore dello studio; le tue priorità come genitore dovrebbero definire i tuoi ragionevoli obiettivi accademici.[11]
  4. 4
    Non sentirti colpevole per lo studio. Sebbene possa essere difficile trovare un equilibrio tra scuola e famiglia, dovresti cercare di non colpevolizzarti per non passare del tempo con i bambini. Puoi comunque essere un genitore premuroso e raggiungere le mete personali che ti sei proposto, soprattutto se hai organizzato gli impegni scolastici "attorno" alla vita familiare.
    • Puoi pensare al tuo impegno nello studio come a un comportamento positivo che i tuoi figli possono prendere a modello. La tua capacità di conciliare scuola e casa può diventare un esempio che i bambini osservano e a cui potranno fare riferimento in futuro.
  5. 5
    Prenditi del tempo per stare bene con la famiglia. Non permettere agli studi di consumare tutta la tua vita e non mancare agli eventi speciali dei bambini. Se necessario, programma del tempo da dedicare ad attività divertenti da svolgere con loro oppure per rilassarvi insieme; in questo modo, non ti senti esausto, trovi sollievo dal senso di colpa generato dal fatto che trascorri parecchio tempo a scuola e aiuti tutta la famiglia a restare unita.[12][13]
    • Il tempo per la famiglia prevede di presenziare alla recita di fine anno dei bambini o a un evento sportivo che li coinvolge, guardare un film insieme o perfino fare una breve vacanza; fai in modo di avere del tempo per tutte quelle attività che mantengono la famiglia unita.
    • In futuro, rimpiangerai molto di più di aver perduto la recita di tuo figlio che una lezione a scuola o perfino un esame; si tratta di un dettaglio che devi considerare quando sviluppi un programma e stabilisci delle priorità.

Consigli

  • Impara a riconoscere quando fai "il passo più lungo della gamba". Non sentirti in colpa se devi dare priorità alle tue responsabilità e se senti la necessità di eliminare degli impegni.
  • Non dimenticare di prenderti del tempo per rilassarti, fare attività fisica e godere dei tuoi passatempi; in questo modo, puoi restare concentrato durante i momenti di studio e mantenere un atteggiamento positivo.
  • Rendi partecipi i bambini dell'importanza dello studio. Se comprendono che si tratta di una cosa preziosa per te, saranno più propensi a lasciarti in pace e tranquillo quando ne hai bisogno.

Avvertenze

  • Non sacrificare il tuo benessere solo per presenziare a dei corsi in più; se sei troppo stanco per mantenere standard elevati a scuola, potresti avere gravi conseguenze di salute e non otterresti comunque buoni risultati accademici.
  • Fai attenzione a non trascurare le necessità emotive e psicologiche dei bimbi. Se tuo figlio ha sempre la sensazione di essere ignorato a favore dello studio, potrebbe soffrire per il fatto che stai studiando e arrivare a comportarsi male.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Michelle Golden, PhD. Michelle Golden lavora come insegnante di inglese ad Athens, in Georgia. Ha realizzato un Dottorato di Ricerca in Inglese presso la Georgia State University nel 2015.

Categorie: Genitori

In altre lingue:

English: Study when You Have Children, Español: estudiar con niños, Português: Estudar Quando Você Tem Filhos, Русский: заниматься учебой, если у вас есть дети, Bahasa Indonesia: untuk Kuliah Setelah Memiliki Anak, Deutsch: Lernen wenn du Kinder hast, Français: être étudiant lorsqu'on a des enfants

Questa pagina è stata letta 937 volte.
Hai trovato utile questo articolo?