Come Studiare la Filosofia

In questo Articolo:Laurea in FilosofiaStudiare le Opere FilosoficheFare Ricerca e Scrivere nell'Ambito della FilosofiaIntavolare un Discorso Filosofico

Lo studio della filosofia è lo studio delle verità, dei concetti e dei principi che appartengono all'esistenza e alla conoscenza. Puoi studiare filosofia a scuola o all'università, ma indipendentemente da dove si studia, è necessario saper leggere, scrivere e discutere di concetti filosofici.

Parte 1
Laurea in Filosofia

  1. 1
    Consegui una laurea di primo o secondo livello. All'università gli studenti di filosofia, di solito, studiano varie correnti filosofiche dalla prospettiva storica e teorica.
    • Puoi iscriverti al corso di laurea di primo livello, che dura tre anni, e poi decidere di fermarti. Altrimenti, puoi continuare a studiare iscrivendoti a un corso di laurea magistrale, che dura due anni. In effetti, la filosofia è una disciplina molto complessa, che non è facile apprendere in poco tempo.
    • Probabilmente studierai filosofia "continentale", ovvero le correnti filosofiche sviluppate soprattutto nel continente europeo, e la filosofia "analitica", basata perlopiù sull'analisi matematica, logica e scientifica.
    • L'etica, la metafisica, l'epistemologia e l'estetica costituiscono gli argomenti di studio più comuni in un corso di laurea in filosofia.
  2. 2
    Consegui la laurea magistrale. Se intendi continuare gli studi di filosofia, dopo aver preso la laurea di primo livello, puoi iscriverti a un corso di laurea specialistica/magistrale.
    • Si tratta di un titolo accademico di secondo livello, che dura due anni.
    • Gli studi durante il corso di laurea magistrale costituiscono perlopiù un'indagine più approfondita rispetto al programma previsto per la laurea di primo livello.
  3. 3
    Prova a fare un concorso di dottorato. Ottenere una laurea di dottorato in filosofia può essere un percorso un po' più complesso, poiché si tratta di fare ricerca su un argomento specifico.
    • Dovrai preparare un progetto di ricerca e presentarlo all'interno di un concorso che prevede due prove, una scritta e una orale, dopo le quali, se sarai passato, potrai cominciare a portare avanti lo studio inaugurato dal tuo progetto, mentre sei seguito da un tutor.

Parte 2
Studiare le Opere Filosofiche

  1. 1
    Leggi più volte il testo. La maggior parte degli studenti di filosofia devono leggere le opere di filosofia diverse volte prima di capire pienamente il contenuto. Andando avanti negli studi, potrai elaborare un tuo metodo di studio. All'inizio, tuttavia, ti converrà leggere il testo quattro volte.
    • Durante la prima lettura guarda la tabella dei contenuti, i punti chiave e/o il glossario, quindi dai un'occhiata veloce ai passaggi del testo. Muoviti rapidamente, leggendo una pagina in circa 30-60 secondi. Sottolinea con la matita i termini e i concetti che vuoi rimarcare. Sottolinea anche tutti i termini poco conosciuti.
    • Nella seconda lettura sfoglia il testo in modo simile, ma fermati a cercare tutti i termini o le frasi che non riconosci e che non riesci a spiegarti usando il contesto. Il tuo obiettivo è ancora incentrato sull'individuare i termini e i concetti chiave. Spunta con la matita i paragrafi che ritieni di aver capito e contrassegna quelli che non capisci con un punto interrogativo o una "x".
    • Nel corso della terza lettura torna sulle sezioni contrassegnate da un punto interrogativo o una "x" e leggile più attentamente. Se le hai capite, metti un segno di spunta, altrimenti se non afferri il significato, contrassegnale con un secondo punto di domanda o un'altra "x".
    • Durante la quarta lettura rivedi rapidamente il testo per ricordarti l'obiettivo principale e gli argomenti chiave. Se stai studiando per una lezione, individua i passaggi contrassegnati in cui hai avuto difficoltà, in modo da poter fare domande al corso.
  2. 2
    Leggi il più possibile. L'unico modo per prendere confidenza con la filosofia è immergersi nelle opere filosofiche. Se non le leggi, non sarai in grado di parlare o scrivere usando il linguaggio che caratterizza questo studio.
    • Quando studi filosofia all'università, dovresti sempre leggere le opere assegnate durante il corso. Ascoltarne le interpretazioni riportate dal professore o da altri studenti, non le rimpiazzerà. È necessario esaminare e confrontarsi con i concetti da solo, invece di pensare che sarà ugualmente utile sfruttare il lavoro degli altri.
    • Anche trovare letture per conto tuo è utile. Quando avrai preso dimestichezza con i diversi settori in cui la filosofia si dirama, potrai gradualmente iniziare a selezionare le tue letture su eventuali argomenti di interesse.
  3. 3
    Considera il contesto dell'opera. Tutte le opere di filosofia sono state scritte entro i confini di un determinato contesto storico e culturale. Anche se la maggior parte dei capolavori di filosofia offrono verità e ragionamenti che possono essere utilizzati ancora oggi, ciascuno di loro può presentare anche pregiudizi culturali di cui tenere conto.
    • Pensa a chi ha scritto l'opera, quando fu pubblicata, dove è stato pubblicata, ai destinatari originali e allo scopo per cui è stata inizialmente sviluppata quella tesi. Inoltre, chiediti come è stata ricevuta a suo tempo e come viene percepita oggi.
  4. 4
    Determina le tesi. Alcune tesi sono evidenti ed esplicitamente dichiarate, ma molte altre non lo sono. Pertanto, dovrai prendere in considerazione i passaggi e i concetti chiave, che hai notato durante le prima e seconda lettura, per afferrare l'idea principale che il filosofo cerca di argomentare.
    • Una tesi può essere positiva o negativa, vale a dire che può accettare una particolare idea filosofica o rifiutarla. Individua prima di tutto l'idea e, poi, sfrutta i passaggi messi in luce dall'autore riguardo a questa idea per capire se la tesi è positiva o negativa.
  5. 5
    Cerca le argomentazioni. Gli argomenti a sostegno costituiscono l'impianto filosofico dell'autore. Per ricostruire la tesi, dovresti già conoscerne qualcuno, ma è meglio passare nuovamente al setaccio i concetti chiave dell'opera per individuare le argomentazioni che potresti aver perso eventualmente.
    • Solitamente i filosofi usano l'argomentazione logica a sostegno delle loro tesi, presentando e utilizzando in modo chiaro concetti e modelli di pensiero a sostegno di tutto il loro impianto filosofico.
  6. 6
    Valuta ogni argomentazione. Non tutte le argomentazioni presentate saranno valide. Metti in discussione la validità di un argomento, valutando le premesse e le inferenze su cui è costruito.
    • Individua le premesse e chiediti se sono vere come sostiene l'autore. Prova a fare un contro-esempio che provi che la dichiarazione è sbagliata.
    • Se le premesse sono vere, chiediti se le inferenze, che dipendono da tali premesse, sono ugualmente esatte. Applica il modello di ragionamento a un caso diverso e vedi se regge. Se non restano valide, anche il ragionamento non lo sarà.
  7. 7
    Valuta le argomentazioni nel loro complesso. Dopo aver esaminato tutti le premesse e le inferenze che appartengono a una tesi, è necessario valutare se il concetto finale è sensato e obiettivo.
    • Se tutte le premesse e le inferenze sono esatte e non riesci a pensare a nessun argomento logico da opporre alla tesi principale, è necessario accettare formalmente le conclusioni, anche se ancora non ci credi personalmente.
    • Se una delle premesse o delle inferenze presentano qualche difetto, però, puoi rifiutare le conclusioni.

Parte 3
Fare Ricerca e Scrivere nell'Ambito della Filosofia

  1. 1
    Comprendi lo scopo. Ogni cosa che scrivi ha uno scopo. Se devi scrivere una tesina alla fine di un corso, può darsi che ti verrà assegnato un argomento da analizzare. Se non è così, però, è necessario individuare un argomento o un concetto da esaminare prima di iniziare a scrivere.
    • Assicurati di avere una risposta chiara alla tua domanda principale. Questa risposta diventerà la tua tesi.
    • Forse dovrai dividere la tua domanda principale in diversi punti, ciascuno dei quali avrà bisogno di una sua risposta. Mentre traccerai i suddetti punti, la struttura della tua tesina inizierà a prendere forma.
  2. 2
    Dichiara e sostieni la tua tesi. Come già notato in precedenza, la tesi dipenderà dalla risposta che svilupperai in base alla domanda principale. Tuttavia, deve essere più di una semplice dichiarazione. Dovrai dimostrare il percorso del ragionamento che porta a lei.
  3. 3
    Studia tutti gli aspetti di un problema. Anticipa le contro-argomentazioni che si oppongono a ogni punto del ragionamento. Nella tesina riporta l'attenzione su queste contro-argomentazioni e spiega perché tali obiezioni non sono valide o esatte.
    • Dedica solo una piccola frazione del tuo lavoro ad affrontare queste obiezioni. La maggior parte della tesina dovrà essere orientata prevalentemente a spiegare i concetti.
  4. 4
    Organizza i concetti. Prima di scrivere, dovresti organizzare i concetti che intendi utilizzare. Puoi farlo ricorrendo a qualsiasi tecnica di elaborazione testi, anche se schemi e diagrammi sono tra gli strumenti più utili.
    • Metti la tua tesi nella parte superiore del grafico o dello schema. Ogni argomento principale dovrebbe essere inserito in una casella del grafico o nella voce dello schema. Le caselle secondarie o i sottotitoli devono riportare i punti che vanno ad ampliano ulteriormente gli argomenti principali, ovvero le tue premesse e inferenze.
  5. 5
    Scrivi in modo chiaro. Dovresti usare un linguaggio conciso e concreto e scrivere in voce attiva.
    • Evita le espressioni inutili e forbite che hanno il solo scopo di impressionare e concentrati esclusivamente a illustrare i contenuti più significativi.
    • Elimina i passaggi inutili. I passaggi irrilevanti e ripetitivi dovranno essere eliminati.
    • Definisci i termini chiave e usali per tutta la tesina.
  6. 6
    Rivedi il tuo lavoro. Dopo aver scritto la prima bozza, torna indietro e ricontrolla il ragionamento e lo stile usato per scrivere.
    • Gli argomenti deboli andranno rafforzati o eliminati.
    • Gli errori di grammatica, i pensieri disorganizzati e i paragrafi caotici andranno riscritti.

Parte 4
Intavolare un Discorso Filosofico

  1. 1
    Preparati. Forse non è possibile prepararsi con il dovuto anticipo a una conversazione filosofica. Tuttavia, le discussioni filosofiche che hanno luogo durante gli studi sono pianificate in anticipo.
    • Rivedi i testi assegnati per la discussione e trai le tue conclusioni sulla base di un ragionamento valido.
    • Se la discussione non è stata pianificata, passa brevemente in rassegna i concetti correlati prima di entrare attivamente nella discussione.
  2. 2
    Sii rispettoso, ma aspettati una situazione conflittuale. Un dialogo filosofico non sarebbe molto interessante se tutti avessero le stesse idee. Pertanto, è normale che si manifesti disaccordo, ma comunque si dovrebbe conservare un atteggiamento di rispetto nei confronti degli altri e delle loro idee, anche quando si cerca di dimostrare che si sbagliano.
    • Mostra rispetto ascoltando attentamente e cercando di vedere le obiezioni come idee valide.
    • Quando una conversazione solleva un problema importante, lo scambio di idee rischia di diventare più acceso e di sfociare in un conflitto di visioni. Tuttavia, dovresti cercare di terminare la conversazione con una nota positiva e rispettosa.
  3. 3
    Fornisci approfondimenti di qualità. Se sull'argomento di discussione non hai una forte opinione o ampie conoscenze, ascolta invece di parlare. Parlare soltanto non è sufficiente. Se quello che dici non si dimostra molto valido, il tuo contributo non promuoverà alcun dialogo.
    • Al contrario, se hai un forte argomento da esporre, condividilo. Non impedire agli altri di parlare, ma presenta le tue idee e i tuoi argomenti.
  4. 4
    Fai molte domande. Le domande pertinenti, che portano ad approfondire un argomento, possono essere altrettanto importanti in una discussione quanto gli argomenti validi.
    • Se i punti esposti da un'altra persona ti sembrano poco comprensibili, non esitare a chiedere chiarimenti.
    • Se hai un'opinione, benché poco decisa, su un punto che nessun altro ha ancora affrontato, non esitare a sollevare l'argomento.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Filosofia

In altre lingue:

English: Study Philosophy, Deutsch: Philosophie studieren, Español: estudiar filosofía, Français: étudier la philosophie, Русский: изучать философию, Português: Estudar Filosofia, Bahasa Indonesia: Mempelajari Filsafat

Questa pagina è stata letta 10 581 volte.
Hai trovato utile questo articolo?