Come Studiare per gli Esami

Scritto in collaborazione con: Megan Morgan, PhD

In questo Articolo:Gettare le Fondamenta per Essere Sempre ProntoCreare un Ambiente Ottimale per l'ApprendimentoOrganizzare lo StudioStudiare EfficientementeMantenere Alta la MotivazionePrepararti al Giorno dell'Esame9 Riferimenti

Proprio quando ti sembra che la giornata proceda in maniera rilassata e senza scossoni, il professore arriva con un quiz o un test a sorpresa, totalmente inaspettato. Tutti detestano sostenere esami, però sono una parte inevitabile della vita scolastica o universitaria. Tutti odiano questi momenti, ma puoi migliorare le tue tecniche di apprendimento per evitare di essere colto impreparato.

Parte 1
Gettare le Fondamenta per Essere Sempre Pronto

  1. 1
    Rivedi il programma delle lezioni. Informati su tutte le date delle prove e la relativa importanza ai fini del voto finale. Segnale su un calendario o un'agenda, in modo da non dimenticarle.
    • Pianifica delle sessioni di studio mirate a ripassare iniziando almeno una settimana prima rispetto a ogni esame. In teoria, dovresti prepararti un po' alla volta con largo anticipo, invece di provare a imparare tutto in un'unica e lunga sessione.
  2. 2
    Stai attento a lezione. Sembra un suggerimento banale, ma in effetti prestare attenzione mentre sei seduto in classe ti aiuta enormemente, una volta che arriva il momento di sostenere la prova. Non pensare che assorbirai automaticamente i concetti, non cadere in questa trappola. Sii uno studente attivo [1].
    • Ascolta attentamente, perché gli insegnanti spesso danno indizi come "Il concetto più importante di tutto questo discorso è...". Oppure, potrebbero porre una certa enfasi su determinate parole o questioni. È questo il vero segreto per sostenere un buon esame: più assorbi le informazioni sin da subito, meno dovrai studiare.
  3. 3
    Prendi buoni appunti. Più facile a dirsi che a farsi, ma imparare a prendere appunti validi ti aiuterà molto, una volta che arriverà il momento di studiare. Copia tutto quello che l'insegnante scrive sulla lavagna o illustra con le diapositive. Nei limiti del possibile, cerca di annotare i concetti spiegati dal professore, ma prendere appunti non dovrebbe distrarti al punto tale da non ascoltare attivamente [2].
    • Rivedi gli appunti quotidianamente, subito dopo ogni lezione. Questo ti aiuta a fissare le informazioni appena imparate [3].
  4. 4
    Fai in modo che lo studio diventi parte integrante della tua quotidianità. È fin troppo facile abituarsi a imparare tutto all'ultimo minuto, studiando come matti la sera prima di una prova. Invece, cerca di ritagliarti del tempo per studiare tutti i giorni. Segnarlo sull'agenda come se fosse un appuntamento o un impegno come un altro potrebbe aiutarti a mantenere una buona motivazione per non perdere l'abitudine [4].
  5. 5
    Informati sul formato della prova. Sarebbe meglio sapere come verrà presentato l'esame. Come verranno valutate le conoscenze degli studenti? È possibile fare del lavoro extra per alzare il voto? Il professore è disposto a dedicarti qualche minuto per rivedere i tuoi appunti e sottolineare i concetti generali più importanti che verranno affrontati?

Parte 2
Creare un Ambiente Ottimale per l'Apprendimento

  1. 1
    Studia in una stanza pulita, tranquilla e ordinata. Tutte le distrazioni vanno escluse dal posto in cui studi, perché potrebbero farti perdere la concentrazione. Correre a leggere un messaggio sul cellulare o controllare in continuazione i social network è sconsigliato mentre cerchi di imparare.
  2. 2
    Accendi le luci! Studiare in una stanza buia non è raccomandato. Di sera accendi delle lampade, mentre di giorno tira su la serranda (e apri leggermente la finestra). Le persone tendono a studiare e concentrarsi meglio in una stanza luminosa e ventilata, con pochi rumori di sottofondo.
  3. 3
    Spegni la televisione. Se da una parte molti studenti credono di essere bravi a fare più cose contemporaneamente, come studiare con la TV accesa o mentre chattano con gli amici, una ricerca suggerisce che questo non è vero per la maggior parte delle persone [5]. Per un rendimento migliore, elimina distrazioni come televisione e musica ad alto volume. Se cerchi di bilanciare in continuazione l'attenzione tra studio e TV, per il cervello è più difficile dare priorità all'acquisizione di informazioni [6].
  4. 4
    Decidi se la musica fa al caso tuo. L'effetto della musica sul rendimento della memoria varia a livello individuale. Alcuni studi hanno scoperto che la musica favorisce la memorizzazione per le persone affette da sindrome da deficit di attenzione e iperattività, mentre tale impatto è ridotto per chi non ha questo disturbo. La musica classica sembra essere la più efficace per migliorare la propria performance nello studio [7]. Devi determinare se ti dà una mano o meno. Se ti piace ascoltare della musica mentre studi, assicurati di concentrarti davvero sul materiale che devi imparare, non sul ritmo orecchiabile che canticchi nella tua mente.
    • Se devi assolutamente ascoltare la musica, scegli quella strumentale, in modo che le parole del testo non interferiscano con lo studio.
    • Ascoltare Mozart o la musica classica non ti renderà più intelligente né ti aiuterà a trattenere informazioni nel cervello, ma potrebbe rendere più ricettiva la mente di fronte all'apprendimento.

Parte 3
Organizzare lo Studio

  1. 1
    Concentrati sui tuoi obiettivi di apprendimento. Cosa intendi ottenere durante una sessione di studio? Stabilire un obiettivo di apprendimento concreto potrebbe aiutarti. Creare dei programmi di studio è un'altra valida idea. Se tre materie su cinque sono facili e puoi finire rapidamente i compiti, occupatene subito, così potrai dedicare del tempo di qualità a quelle più difficili, senza agitarti.
  2. 2
    Scrivi una guida allo studio per orientarti. Rivedi gli appunti e riscrivi le informazioni più importanti. Questo non solo ti offrirà un metodo di studio più mirato, ma la creazione stessa della guida è un'altra forma di apprendimento. L'importante è non perderci troppo tempo: devi anche seguire effettivamente il programma di studio.
  3. 3
    Trasforma gli appunti in altri formati. Riscrivere gli appunti è grandioso se impari in maniera cinestetica. Le mappe mentali rappresentano il metodo più efficace per farlo. Inoltre, quando riscrivi qualcosa, generalmente pensi a quello che stai facendo, all'argomento e al motivo per cui è importante. Ciò è particolarmente utile per rinfrescare la memoria. Se hai preso questi appunti un mese prima e da poco hai scoperto che sono pertinenti alla prova, riscriverli ti aiuterà a ripassarli e non li dimenticherai per il test.
    • Non devi solo copiare e ricopiare gli appunti. Questo solitamente porta a memorizzare le espressioni esatte che hai scritto invece dei concetti veri e propri. Invece, leggi e pensa al contenuto (potresti fare degli esempi), poi riesprimilo a parole tue.
  4. 4
    Fai a te stesso delle domande sugli argomenti subito dopo averli imparati. Ciò ti aiuta a capire se hai memorizzato quello che hai studiato. Non provare a ricordare le espressioni esatte degli appunti mentre cerchi di rispondere. Sintetizzare le informazioni per la risposta è una tattica molto più utile.
    • Rispondere alle domande ad alta voce può essere altrettanto utile: fallo come se stessi cercando di spiegare i concetti a qualcun altro.
  5. 5
    Rivedi i test e i compiti che hai fatto. Se nei lavori precedenti ti sono sfuggite delle domande, cerca le risposte e fai in modo di capire perché hai trascurato questi quesiti. Ciò è particolarmente importante se l'esame per cui studi è cumulativo o ingloba diversi argomenti, il che significa che riguarda tematiche trattate durante l'intero corso.

Parte 4
Studiare Efficientemente

  1. 1
    Studia negli orari giusti. Non farlo quando sei veramente stanco. È meglio dormire bene di notte dopo aver studiato per un'oretta che obbligarti a stare in piedi fino alle due del mattino. Non ricorderai più di tanto e probabilmente il giorno dopo il rendimento sarà scarso.
  2. 2
    Inizia il prima possibile. Non ridurti a studiare la sera prima. È stato dimostrato che stare per ore sui libri la notte prima di un esame è inefficace. Infatti, assimili talmente tante informazioni in una volta sola che è impossibile memorizzarle tutte. Così facendo, difficilmente si fisseranno dei concetti nella tua mente. Studiare prima e ripassare molteplici volte è il metodo perfetto per imparare i concetti. Questo è particolarmente vero con materie teoriche come la storia.
    • Studia sempre quando ne hai la possibilità, anche solo per 15-20 minuti. Questi brevi intervalli di apprendimento si accumulano rapidamente.
  3. 3
    Studia in base al tuo stile di apprendimento. Se impari in maniera visiva, usare immagini può esserti di aiuto. Le persone che imparano in maniera uditiva dovrebbero registrarsi mentre leggono gli appunti e li ripassano una volta assimilati. Se impari in maniera cinestetica, ripeti a te stesso i concetti ad alta voce mentre usi le mani o ti muovi nella stanza; in questo modo, sarà più facile memorizzare.
  4. 4
    Adatta le tecniche di studio a ogni materia. Ci sono discipline, come la matematica, che richiedono tanta pratica con i problemi e gli esercizi allo scopo di acquisire familiarità con i procedimenti necessari. Le materie umanistiche, come la storia o la letteratura, solitamente implicano una maggiore sintesi delle informazioni e memorizzazione di termini o date.
    • Qualunque sia la tua scelta, non devi semplicemente rileggere mille volte gli stessi appunti. Per riuscire a imparare davvero, devi assumere un ruolo attivo nella "creazione" delle conoscenze e nel ripasso delle informazioni. Prova a individuare un quadro generale tra gli appunti presi o riorganizzali per argomento o data.
  5. 5
    Pensa al tuo professore. Chiediti: "Quali sono le domande che troverò con più probabilità? Su quali argomenti dovrei concentrarmi per riuscire a sapere effettivamente quello che mi serve? L'insegnante potrebbe porre domande trabocchetto o tranelli per trarmi in inganno?". Questo potrebbe aiutarti a concentrarti sulle informazioni più importanti, invece di farti bloccare su concetti che magari non contano più di tanto.
  6. 6
    Chiedi aiuto. Se hai bisogno di una mano, rivolgiti a una persona che conosce queste materie: amici, familiari, tutor e professori sono tutte buone opzioni. Non capisci le spiegazioni che ti vengono date da questa persona? Puoi benissimo chiederle di elaborarle diversamente.
    • Chiedere aiuto ai professori fa capire che riservi un certo impegno allo studio, e questo può esserti di aiuto in futuro, non solo con gli esami. Ricorda sempre di rivolgerti agli insegnanti quando non sai di cosa stiano parlando o ti servono più informazioni. Probabilmente saranno contenti di darti una mano.
    • Spesso, nelle scuole e nelle università sono reperibili risorse che possono aiutarti ad affrontare lo stress, rispondere a domande collegate allo studio, darti consigli di apprendimento e altre forme di guida. Chiedi al professore o visita il sito web dell'istituzione per imparare a usare queste risorse.

Parte 5
Mantenere Alta la Motivazione

  1. 1
    Fai delle pause. Hai bisogno di tempo per divertirti, ed è meglio studiare quando ti senti riposato che sfinirti sui libri per tutto il giorno. Struttura attentamente le pause e lo studio. Solitamente, il metodo più efficace si compone di 20-30 minuti di studio seguiti da una pausa di 5.
    • Se il tuo problema è cominciare a studiare, suddividi la sessione in intervalli di studio da 20 minuti seguiti da una pausa di 10 allo scadere del tempo. Evita lunghe sedute ininterrotte.
    • Assicurati di strutturare gli intervalli di studio in maniera logica per non lasciare dei concetti in sospeso prima di fare una pausa. Potrebbe infatti essere più difficile ricordarli nella loro interezza.
  2. 2
    Pensa positivo, ma lavora sodo. L'autostima è importante. Stressarti perché hai studiato veramente poco o ossessionarti al solo pensiero di prendere un pessimo voto all'esame non fa che distrarti dal lavoro che devi fare per avere successo. A ogni modo, questo non significa che tu non debba studiare sodo: devi comunque impegnarti, anche se ti senti sicuro di te. Credere in te stesso ha l'esatto scopo di abbattere gli ostacoli sul cammino verso il successo.
  3. 3
    Lavora con altre persone. Fissa degli appuntamenti di studio in biblioteca con i tuoi amici per confrontarvi sugli appunti o spiegarvi a vicenda argomenti che non capite. Collaborare con altra gente ti consente di recuperare quei concetti che non hai afferrato, e ti permette anche di ricordare più informazioni. Infatti, questo succede perché vi spiegate reciprocamente i concetti o parlate abbondantemente della tematica.
    • Se chiedi aiuto ad altri studenti, non perdete tempo quando vi incontrate. Concentratevi su quello che dovete fare.

Parte 6
Prepararti al Giorno dell'Esame

  1. 1
    La notte prima, dormi a sufficienza. I bambini delle elementari in media hanno bisogno di 10-11 ore di sonno per un rendimento ottimale. Per gli adolescenti, invece, solitamente sono previste almeno 10 ore di sonno. È stato scoperto che dormire poco ha effetti deleteri a lungo andare, perché si è in "debito di sonno". Per rimediare alle cattive abitudini che si sono perpetuate nel tempo e recuperare correttamente il rendimento mentale, potrebbero essere necessarie diverse settimane di riposo quotidiano ottimale.
    • Non consumare caffeina o altre sostanze stimolanti 5-6 ore prima di andare a letto (tuttavia, se un medico ti ha prescritto un farmaco da assumere a un orario specifico, prendilo in base alle istruzioni, indipendentemente dall'ora in cui vai a dormire; prima di fare cambiamenti, consulta lo specialista). Queste sostanze riducono l'efficienza del sonno; ciò significa che potresti non sentirti ben riposato al risveglio, nonostante tu abbia dormito a sufficienza.
  2. 2
    Fai un pasto sano e leggero. Prepara una colazione equilibrata con proteine magre, verdure, acidi grassi omega-3 e antiossidanti. Per esempio, potresti mangiare una omelette agli spinaci accompagnata da salmone affumicato, un toast integrale e una banana [8].
  3. 3
    Portati uno snack. Se l'esame è lungo, metti uno snack nello zaino, a patto che tu ne abbia il permesso. Scegli un prodotto contenente carboidrati complessi e proteine, come un panino integrale al burro d'arachidi o anche una barretta di cereali. Ti aiuterà a recuperare la concentrazione quando inizierà a vacillare [9].
  4. 4
    Arriva in anticipo a scuola o all'università. Concediti almeno 5-10 minuti per raccogliere i pensieri prima che inizi l'esame. In questo modo, puoi adattarti all'ambiente e avere il tempo di rilassarti prima che cominci il test.

Consigli

  • Fai delle pause. Aiutano il cervello a staccare la spina e assimilare le informazioni imparate poco prima.
  • Non stenderti sul letto per studiare: puoi addormentarti facilmente.
  • Se ti sei fatto un'idea delle domande che ti verranno poste e trovi che sia difficile ricordare le risposte, preparati scrivendo il quesito sulla parte frontale di un cartoncino e la risposta sul retro. Esercitati associando la risposta alla domanda. Quando vai a sostenere la prova, la mente se ne ricorderà.
  • Essere attivo (correre, pedalare, ecc.) prima di iniziare a studiare potrebbe aiutarti a concentrarti e pensare ai problemi più attentamente.
  • Se hai intenzione di iniziare a una certa ora, per esempio alle 12, ma vieni distratto e ti accorgi che si sono fatte le 12:10, non aspettare fino alle 13 per cominciare. Non è mai troppo tardi per metterti al lavoro!
  • Riscrivi alcuni degli appunti principali facendo degli elenchi puntati: sono più facili da ricordare rispetto alla lettura di un paragrafo lungo.
  • Non avere fretta di studiare ogni capitolo. Procedi tranquillamente e impara bene almeno un capitolo principale invece di correre per studiarli tutti.
  • Leggi ad alta voce concentrandoti al massimo: ti aiuterà a imparare più velocemente.
  • Realizza un programma con cura. Sii organizzato e lavora sodo. Tutto questo ti aiuterà a superare l'esame con il massimo dei voti.

Avvertenze

  • Non studiare solo la sera prima di una prova. Impara gradualmente quando torni a casa da lezione, tutti i giorni. È inutile assimilare tutto in una volta sola.
  • Se possibile, evita di farti stressare dagli altri. Creare un'atmosfera intrisa di negatività e tensione mentre studi ti fa venire voglia di mollare.
  • Imbrogliare non risolverà i tuoi problemi scolastici o universitari, e finirai solo per essere colto in flagrante, prima o poi. Spesso, le punizioni per chi copia sono rigide: potresti mettere a repentaglio la tua carriera dal punto di vista legale o addirittura venire espulso.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Megan Morgan, PhD. Megan Morgan lavora come Consulente Accademica per il Programma Laureati presso la School of Public & International Affairs all'Università della Georgia. Ha realizzato un Dottorato di Ricerca in Inglese nell'Università della Georgia nel 2015.

Categorie: Tecniche di Apprendimento

In altre lingue:

English: Study For Exams, Français: étudier pour vos examens, Português: Estudar Para Provas, Español: estudiar para los exámenes, Deutsch: Richtig für Prüfungen lernen, Русский: подготовиться к экзаменам, 中文: 准备考试, Čeština: Jak se učit na zkoušky, Bahasa Indonesia: Belajar untuk Ujian, العربية: المذاكرة قبل الامتحان, हिन्दी: परीक्षा के लिए पढ़ें, Tiếng Việt: Ôn tập cho Kỳ thi, 한국어: 시험 공부하기, ไทย: ทำข้อสอบให้ดี, 日本語: テスト勉強をする, Türkçe: Sınavlara Nasıl Çalışılır

Questa pagina è stata letta 43 199 volte.
Hai trovato utile questo articolo?