Scarica PDF Scarica PDF

A prima vista, essere orgoglioso può sembrare un punto di forza. In realtà, l'orgoglio è sinonimo di presunzione e di una visione distorta della propria importanza, che possono portarti a non vedere le tue lacune. Se sei orgoglioso, potresti pensare di essere migliore degli altri. Con il tempo, questo tratto della personalità può rovinare i rapporti interpersonali e limitare la crescita. Supera l'orgoglio riconoscendo le cattive abitudini, eliminando l'insicurezza e sostituendolo con l'umiltà.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Riconoscere il proprio Orgoglio

  1. 1
    Ammetti i tuoi errori. Se sei orgoglioso, probabilmente hai difficoltà ad ammettere quando sbagli. In una certa misura, a nessuno piace accettare i propri errori. Potresti negare la tua responsabilità perché "sbagliare" non è una possibilità in linea con la tua immagine di te stesso. Ma ammettere i propri errori non è una debolezza, è semplicemente una parte della natura umana.[1]
    • Impara ad ammettere gli errori e a scusarti o rimediare quando sbagli. Basta dire "Mi dispiace, ho sbagliato". In questo modo riuscirai a mantenere in buono stato le relazioni e favorire la tua crescita personale.
  2. 2
    Non assumere un atteggiamento difensivo. In qualche modo, essere troppo orgoglioso ti fa vivere sul filo del rasoio, perché hai sempre paura di perdere il tuo status o il favore degli altri. A causa di questa instabilità, potresti sentire subito il bisogno di difenderti. Un comportamento difensivo ti fa sembrare inflessibile e insicuro. Inoltre non favorisce la comunicazione aperta.
    • Invece di assumere un atteggiamento difensivo, fai una pausa. Non seguire l'istinto e fai un paio di respiri profondi. Esprimi il tuo assenso, almeno in parte, dicendo "Sì e...". Questa forma è migliore di "Sì, ma..." che sembra molto più difensiva. A quel punto, cerca di trovare insieme all'altra persona una soluzione efficace che non mette in pericolo il rapporto.[2]
    • Fai il possibile per sviluppare curiosità e ascoltare i punti di vista delle altre persone.
    • Impara ad accettare le critiche, che possono diventare occasioni di apprendimento. Prendere i pareri degli altri sul personale rende molto più difficile riflettere e migliorare.
  3. 3
    Impara a essere più consapevole. La consapevolezza ti aiuta a rallentare e a vivere il presente. Noterai di più i tuoi pensieri e le reazioni legate all'orgoglio. Inizia a praticare la consapevolezza per riconoscere e alla fine accettare quelle parti di te.[3]
    • Puoi attivare la consapevolezza quando l'orgoglio prende il controllo di te. Ad esempio, se ti senti minacciato da un collega che lavora in modo eccellente, rallenta, concentrati sui tuoi pensieri e sulle tue emozioni. Ricorda che non devi considerare il successo degli altri come una minaccia. Pensa piuttosto a cosa puoi apprendere da quella persona e riuscirai meglio a celebrare i suoi successi.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Non Dare Troppo Peso all'Opinione degli Altri

  1. 1
    Prendi più rischi. L'orgoglio può bloccarti perché ti preoccupi troppo di quello che le altre persone pensano di te e questo ti mette a disagio. Di conseguenza, avrai la tendenza a evitare le attività che possono farti perdere il tuo status. Potresti decidere di non fare nulla per cui gli altri ti possano giudicare, ad esempio non prendendo rischi e non provando cose nuove.[4]
    • Pensa a una cosa che ti piacerebbe imparare o fare e organizzati per iniziare a provarla dalla settimana prossima. Non pensarci troppo, fallo e basta.
    • Mentre ti dedichi a questa attività che ti mette alla prova, concentrati sulle emozioni che senti mentre affronti le tue preoccupazioni. Evita di pensare all'opinione o al giudizio degli altri. Se commetti un errore, accettalo come parte del tuo sviluppo. È normale e naturale sbagliare.
  2. 2
    Accetta le critiche costruttive. Gli orgogliosi raramente cercano il parere degli altri. Tuttavia, in alcuni casi un punto di vista esterno è l'unico modo per mantenere un'immagine realistica di se stessi. Cerca di ascoltare le critiche costruttive e di sfruttarle.[5]
    • Per iniziare, chiedi ad alcuni amici o colleghi di fare una lista sincera di tre qualità che ammirano di te e di tre aspetti su cui puoi migliorare. Non difenderti. Ringraziali e cerca di sfruttare i loro suggerimenti per la tua crescita personale.
  3. 3
    Smetti di paragonarti agli altri. Quando fai dei confronti, cerchi degli aspetti in cui sei migliore degli altri. Se sei orgoglioso, potresti misurare il tuo valore in base a quello che possiedi o a quello che hai fatto. Tuttavia, il modo più sano per stabilire quanto vali è considerare chi sei. Non devi basarti sui risultati o sui beni materiali.[6]
    • Riconosci le tue convinzioni attuali, ma impara a metterle in discussione. Questo ti aiuterà a crescere.
  4. 4
    Fai delle domande. L'orgoglio e la preoccupazione per l'opinione degli altri possono spesso illuderti e farti credere che tu sappia già tutto; se non è così, non hai il coraggio di ammetterlo a nessuno. Supera l'orgoglio ammettendo di non avere tutte le risposte. Impara a dire "Non lo so" e a fare domande per espandere il tuo modo di pensare.[7]
    • Ad esempio, quando ti trovi in classe e il professore ti fa una domanda a cui non sai rispondere, potresti reagire istintivamente con un atteggiamento difensivo. Al contrario, prova a dire: "Non sono sicuro, può aiutarmi a capire?".
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Sviluppare Umiltà

  1. 1
    Condividi le tue imperfezioni. Se l'orgoglio ti domina, probabilmente hai delle difficoltà ad ammettere le tue mancanze. Esercitati nella vulnerabilità e inizia a confessare i tuoi difetti. Potresti accorgerti che le altre persone saranno più attratte da te. Inoltre, le tue critiche sembreranno meno altezzose.
    • Non devi fare grandi rivelazioni, puoi iniziare dalle piccole cose. La prossima volta che senti qualcuno che si rende vulnerabile, ad esempio dicendo "Accidenti, non riesco proprio a resistere ai dolci!". Se hai lo stesso problema, dillo. Non rinunciare a sviluppare legami più profondi nel tentativo di sembrare perfetto.[8]
    • Serve coraggio per essere vulnerabili, ma con la pratica diventa più facile.
  2. 2
    Accetta i punti di vista diversi dal tuo. Ascolta attivamente. Puoi imparare qualcosa da tutti, persino da chi ti sembra essere inferiore a te. Se adotti la mentalità che quello che hai da dire è più importante dell'opinione degli altri, li allontanerai. Questo approccio limita moltissimo anche la tua capacità di crescere.[9]
    • Anche se qualcuno ti presenta un'idea assurda, mostragli rispetto e ascoltalo. Chi lo sa, magari a metà del discorso, potresti iniziare a vedere la genialità in quello che sta dicendo.
  3. 3
    Elogia gli altri. Nella vita professionale, così come in quella privata, è utile condividere le luci della ribalta. In alcuni casi, le persone orgogliose esitano a lasciare che siano gli altri a brillare. Potresti pensare che i tuoi successi vengano sminuiti. Non è così. Ammetti sempre i risultati degli altri e quando noti qualcosa di positivo in un'altra persona, dillo.[10]
    • Ad esempio, se noti che un amico è davvero bravo a scrivere, dillo. Prova: "Wow, ho sempre pensato di essere io lo scrittore della compagnia, ma sei davvero bravissima Laura. Questo racconto è fantastico!".
    • Elogiare gli altri ti aiuta anche a migliorare, sviluppandoti come persona.
  4. 4
    Impara a chiedere aiuto. Le persone umili sanno che tutti, prima o poi, hanno bisogno di una mano. Quelle orgogliose, al contrario, cercano spesso di fare tutto da sole, fingendo di non aver bisogno degli altri. Chiedere aiuto non è un segno di debolezza. In realtà, allevia le sofferenze e promuove la collaborazione, quindi è la scelta più intelligente.[11]
    • Inizia dalle piccole cose, chiedendo aiuto quando ne hai bisogno. Possono bastare richieste semplici, come tenerti la porta o ascoltarti in un momento di difficoltà. Nota le risposte positive alle tue richieste; alle persone piace rendersi utili!
  5. 5
    Servi gli altri invece di essere servito. Essere umili non significa mettere gli altri davanti a se stessi. Piuttosto significa non essere così egocentrici da perdere le occasioni di renderti utile. Concentrati sul mondo esterno e cerca di capire come puoi aiutare ed entrare in contatto con le altre persone, da pari grado.[12]
    • La prossima volta che vedi qualcuno in difficoltà, offrigli una mano. Chiedi a un collega, alla tua partner o a un amico "C'è qualcosa che posso fare per te?".
    • Puoi anche fare volontariato nella comunità locale.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Paul Chernyak, LPC
Co-redatto da:
Counselor Professionale Matricolato
Questo articolo è stato co-redatto da Paul Chernyak, LPC. Paul Chernyak lavora come Counselor Professionista Matricolato a Chicago. Si è laureato all'American School of Professional Psychology nel 2011. Questo articolo è stato visualizzato 11 820 volte
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 11 820 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità