Scarica PDF Scarica PDF

La morte di un padre solitamente è uno degli avvenimenti più tristi che una persona dovrà mai affrontare nella vita. Tuo padre potrebbe essere stato il tuo migliore amico, un supporto insostituibile, la persona che ti faceva sempre ridere. Potreste aver avuto una relazione difficile, ma ti senti comunque molto turbato per la sua scomparsa. Avrai probabilmente bisogno di tempo per vivere il lutto, il che significa che ti ci vorrà un po' per elaborarlo prima di stare meglio. Appoggiarti agli altri e impegnarti in una qualche routine può aiutarti ad avviare il processo di guarigione. Anche se non supererai mai del tutto la perdita, ricorda che la felicità è dietro l'angolo. Tuo padre vivrà per sempre nel tuo cuore.

Metodo 1 di 3:
Affrontare il Lutto

  1. 1
    Chiedi risposte agli adulti. La morte di tuo padre potrebbe averti lasciato con molta confusione o domande senza risposta. Sebbene tua madre o altri parenti stiano cercando di proteggerti, è comprensibile che tu voglia sapere la verità. Parla con la tua famiglia e chiedi ciò che vorresti sapere.
    • Potresti dire: "Ehi zia Laura, so che tutti dicono che papà è morto in un incidente d'auto, ma nessuno mi vuole spiegare ciò che è successo. Ho molte domande. Puoi aiutarmi?".
    • Meglio conosci la situazione, più facile sarà per te affrontarla. Non avere paura di porre domande a cui vuoi o senti di dover dare una risposta.
  2. 2
    Piangi, se ne hai bisogno. Durante questo periodo difficile, concediti di passare un po' di tempo, ogni giorno, semplicemente a essere triste. Piangere può aiutarti a vivere il lutto tirando fuori le tue emozioni. Non vergognarti di mostrare come ti senti, anche se ti capita di piangere davanti ad altre persone. Capiranno.
    • Talvolta, può capitare di sentirsi prosciugato da tutte le emozioni o completamente sotto shock, e anche questo va bene. Se non riesci a piangere, non sforzarti. Ritagliati un po' di tempo per stare da solo con i tuoi pensieri.
  3. 3
    Passa il tempo a ricordare. Prenditi del tempo per riflettere sui ricordi che hai di tuo padre. Tira fuori alcuni album fotografici e ricorda com'era. Questo probabilmente ti farà sentire triste ed è normale; sentirai anche molta felicità mentre ripensi ai momenti allegri passati insieme.
    • Ripensa soprattutto ai momenti che hai passato da solo con tuo padre. Quei ricordi sono speciali perché sono solo vostri.
    • Se hai ricordi dolorosi o difficili di tuo padre, cerca di non sentirti in colpa. È normale che alcune persone provino rabbia durante il lutto.
  4. 4
    Parla con i tuoi fratelli, se ne hai. Sebbene sia utile parlare con degli adulti durante questo periodo, a volte le conversazioni con i tuoi coetanei possono essere più utili. Se tuo padre aveva altri figli, parla con loro, soprattutto se hanno più o meno la tua età. Saranno in grado di capire il tuo dolore meglio di chiunque altro perché era anche il loro padre.
  5. 5
    Scrivi ciò che provi. Scrivere può aiutarti a liberare i sentimenti repressi che potresti provare. Alla fine di ogni giornata o quando stai attraversando un momento particolarmente difficile, metti i tuoi sentimenti nero su bianco. A volte tirare fuori i propri pensieri può essere ciò di cui si ha bisogno per sentirsi meglio.
    • Ad esempio potresti scrivere: "Ho avuto un crollo perché stavo facendo la spesa e ho visto dell'attrezzatura da pesca e papà ha sempre amato pescare. Vorrei poter andare di nuovo a pescare con lui".
  6. 6
    Esprimi le tue emozioni in modi creativi. Forse non hai davvero voglia di parlare di tuo padre, in questo momento, oppure ti senti più arrabbiato che triste. Puoi trovare altri modi per far uscire le tue emozioni, per esempio decidendo di disegnare, dipingere, ascoltare musica o riorganizzare la tua stanza. Fai ciò che ti senti di fare.
    • Prova a disegnare o colorare i ricordi che hai di tuo padre. Potresti scegliere di creare immagini che sarebbero state significative per lui. Se per esempio amava pescare, potresti disegnare un lago.
  7. 7
    Scegli alcuni dei suoi oggetti che desideri conservare. Probabilmente ci sono alcune cose davvero importanti possedute da tuo padre che vorresti tenere. Avere alcune di queste cose può aiutarti a sentirti vicino a lui e mantenere viva la sua memoria.
    • Ad esempio potresti voler tenere un anello che portava sempre, una delle sue cravatte o un libro che ti leggeva quando eri piccolo.
  8. 8
    Chiedi una pausa da scuola, se pensi di averne bisogno. Se sei ancora alle elementari potresti scoprire che sarà difficile concentrarti sullo studio mentre stai affrontando il lutto. Chiedi a tua madre o al tuo tutore se puoi allontanarti dalla scuola per una settimana circa. Anche se poi dovrai ancora affrontare la morte di tuo padre, parte dello shock sarà svanita.[1]
    • Puoi dire: “Mamma, so che la scuola ricomincia lunedì, ma non mi sento pronto. Sono ancora molto triste e ho paura di scoppiare a piangere in classe. Posso stare qualche giorno a casa?”.
    • Quando devi tornare a scuola, affronta un giorno per volta. Racconta ai tuoi insegnanti cosa è successo e prendi appunti in modo da rimanere concentrato.
  9. 9
    Trova modi per onorare tuo padre nei giorni importanti. Dopo la morte di tuo padre, il suo compleanno, la festa del papà o altre festività importanti potrebbero essere momenti davvero difficili per te. Invece di temere questi giorni, fai qualcosa per celebrare la sua memoria: organizza una cena in famiglia in cui potete condividere storie su quanto fosse spassoso; puoi anche dedicarti a qualcosa che gli è sempre piaciuto fare, come giocare a baseball o fare volontariato.[2]
    • Cerca di non essere da solo in quei giorni, poiché potrebbero essere davvero difficili.
    • Le festività più importanti possono essere momenti davvero difficili da affrontare, ma tu provaci. Ricordare attivamente tuo padre in questi giorni aiuterà ad accelerare il processo di guarigione, non a rallentarlo.
  10. 10
    Ricorda che non è colpa tua. A volte, quando si perde qualcuno, può capitare di sentirsi in colpa. Potresti pensare: "Se mi fossi comportato meglio con mio padre, forse sarebbe ancora qui". Ricorda che non avresti potuto fare nulla per impedire ciò che è successo e che non è colpa tua! È normale desiderare che tuo padre sia ancora vivo, ma non punirti per cose che non hai fatto o che non puoi cambiare.[3]
    • Se hai litigato con tuo padre durante i suoi ultimi giorni, ricorda che ti avrebbe perdonato. Cerca di non incolpare te stesso.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Cercare Aiuto

  1. 1
    Parla con persone di cui ti fidi. Cerca di non isolarti durante questo periodo. Parlare della morte di tuo padre può davvero aiutarti ad andare avanti. Trova persone con cui senti di poterti confidare e inseriscile tra le chiamate rapide per i giorni particolarmente brutti. Potresti scegliere di parlare con tua madre, tuo nonno, tuo fratello, un consulente scolastico o un amico.
    • Potresti per esempio chiamare un'amica che ha perso sua madre qualche tempo fa. Puoi dirle: “Ciao, so che hai perso tua madre qualche anno fa. Immagino di aver sempre saputo che mio padre sarebbe morto, un giorno, ma è successo così all’improvviso… Non sono riuscito a dirgli addio e sto passando un periodo difficile”.
    • Se provi a parlare con qualcuno il cui genitore è morto di recente, tieni presente che potrebbe non essere ancora pronto ad affrontare l’argomento.
  2. 2
    Trascorri del tempo con amici e famigliari. Sebbene sia fondamentale passare del tempo da solo, non correre il rischio di isolarti. Cerca di non stare da solo per più di tre ore al giorno. Invece, trascorri del tempo con famigliari e amici, in particolare quelli che erano più vicini a tuo padre. Potrete aiutarvi a vicenda a superare il lutto.[4]
    • Se hai bisogno di passare un po' di tempo da solo, va benissimo. Cerca però di bilanciarlo con il tempo trascorso con altre persone. In questo modo avrai modo di riprenderti senza isolarti dai tuoi cari.
  3. 3
    Chiedi alla tua famiglia di raccontarti storie su tuo padre. Anche se tu e tuo padre eravate molto legati, probabilmente ci sono un sacco di storie interessanti che non conosci. Prenditi del tempo per scoprire alcune cose che non sapevi da persone che lo conoscevano da prima della tua nascita.
    • Ad esempio, i suoi fratelli potrebbero avere storie divertenti o interessanti su di lui.
  4. 4
    Accetta e chiedi aiuto quando ne hai bisogno. Se i tuoi amici ti contattano, offrendoti assistenza per fare qualcosa, lascia che ti aiutino! Questo è un momento difficile per chiunque, pertanto se senti di avere bisogno di un piccolo aiuto, va bene così. È a questo che servono gli amici e la famiglia!
    • Se per esempio hai fame e i tuoi amici si offrono di portarti il pranzo, accettalo! Puoi ricambiare il favore un altro giorno, quando saranno loro ad averne bisogno.
    • Inoltre, se hai bisogno di aiuto, chiedi! Puoi dire: "Ciao Sara, ti dispiacerebbe venire a studiare con me per l'esame di matematica? Faccio fatica a concentrarmi da quando è morto mio padre e mi farebbe comodo un po’ di aiuto".
  5. 5
    Trova un gruppo di sostegno nella tua zona. I gruppi di sostegno ti offrono spazio per condividere i tuoi sentimenti e per imparare attraverso l'esperienza altrui. In questo periodo, può essere utile stare con persone che sanno esattamente ciò che provi, quindi cerca gruppi di sostegno vicini a te.[5]
    • Ad esempio, potresti cercare online "gruppi di sostegno al lutto" o "gruppi di sostegno per la perdita di un genitore" per vedere se ci sono risultati nella tua zona.
    • Se non riesci a trovare nessun gruppo di sostegno nei dintorni, cercane uno online e chatta con altre persone che si trovano in una situazione simile alla tua.
  6. 6
    Chiedi aiuto a un terapeuta se pensi di essere depresso. La perdita di un padre può essere un evento straziante, quindi è normale avere bisogno di supporto extra. Se senti di non avere nessuno con cui parlare o pensi di essere depresso, fatti aiutare. Ci sono molti terapeuti che possono aiutarti a superare questo trauma.[6]
    • Se frequenti la scuola, magari c'è un assistente sociale, un consulente per l'orientamento o uno psicologo scolastico che può darti una mano attraverso questa fase.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Godersi di Nuovo la Vita

  1. 1
    Prenditi cura del tuo corpo. Proprio come quella mentale ed emotiva, anche la salute fisica è importante. Potresti aver perso l'appetito o sentire che è impossibile prendere sonno. Prova comunque a fare tre pasti al giorno, anche piccoli. Bevi molta acqua per non disidratarti. Se non riesci a dormire, prova a fare un bagno rilassante prima di coricarti e non assumere caffeina dopo mezzogiorno.[7]
    • Anche l'esercizio fisico aiuta tanto! Aumenta la produzione di endorfine che sono un naturale stimolante dell'umore. Cerca di fare esercizio almeno tre volte a settimana per 30 minuti. Puoi iniziare con poco, camminando semplicemente intorno al tuo isolato.
  2. 2
    Reinserisci gradualmente il divertimento nella tua vita. Anche se in questo momento potresti non avere voglia di fare nulla di divertente, pianifica almeno una distrazione al giorno. Puoi iniziare con qualcosa di poco impegnativo, ad esempio guardando un programma televisivo che ti piace o mangiando un gelato. Col passare del tempo avrai voglia di fare qualcosa di più, come andare in spiaggia o ballare.
  3. 3
    Aiuta chi si trova in difficoltà. Probabilmente negli ultimi tempi hai avuto bisogno di un po' di aiuto da parte degli altri. Quando inizi a sentirti meglio, prova a pensare di ricambiare il favore. Hai un amico che deve traslocare? Aiutalo a fare i bagagli. Magari nel tuo quartiere c'è una mensa per i poveri dove puoi dare una mano. Aiutare gli altri ti farà vedere che c’è uno scopo più elevato.
  4. 4
    Non avere fretta. Anche quando riesci a passare una buona giornata, potrebbe essere seguita da due brutte. Potresti fare molti progressi e poi svegliarti una notte piangendo a dirotto perché ti manca tuo padre. Ricorda che non sei solo e che i tuoi sentimenti sono del tutto normali. Affrontare la morte del proprio padre è un processo che dura tutta la vita e che nessuno potrà mai superare completamente, tuttavia lo stai facendo nel modo più sano possibile, quindi sii fiero di te stesso. [8]
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Riconoscere i Genitori TossiciRiconoscere i Genitori Tossici
Morire SerenamenteMorire Serenamente
Convincere i Tuoi Genitori a Farti Fare Qualsiasi CosaConvincere i Tuoi Genitori a Farti Fare Qualsiasi Cosa
Vestirsi per un FuneraleVestirsi per un Funerale
Aiutare Qualcuno a Superare la Perdita di un ParenteAiutare Qualcuno a Superare la Perdita di un Parente
Dire Creativamente a Tuo Marito che Diventerà PadreDire Creativamente a Tuo Marito che Diventerà Padre
Infastidire tua SorellaInfastidire tua Sorella
Affrontare il Fatto che i Tuoi Genitori non Ti AmanoAffrontare il Fatto che i Tuoi Genitori non Ti Amano
Vivere Dopo la Morte del ConiugeVivere Dopo la Morte del Coniuge
Disconoscere la Propria FamigliaDisconoscere la Propria Famiglia
Affrontare la Morte di un GenitoreAffrontare la Morte di un Genitore
Dire ai Tuoi Genitori che Hai un RagazzoDire ai Tuoi Genitori che Hai un Ragazzo
Fare uno Scherzo a Tuo FratelloFare uno Scherzo a Tuo Fratello
Far Fare il Ruttino a un Bambino che DormeFar Fare il Ruttino a un Bambino che Dorme
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Klare Heston, LCSW
Co-redatto da:
Assistente Sociale Clinico
Questo articolo è stato co-redatto da Klare Heston, LCSW. Klare Heston è un’Assistente Sociale Clinica Indipendente con Licenza in Ohio. Ha conseguito un Master in Assistenza Sociale alla Virginia Commonwealth University nel 1983. Questo articolo è stato visualizzato 44 259 volte
Categorie: Gioventù | Famiglia
Questa pagina è stata letta 44 259 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità