Scarica PDF Scarica PDF

A volte i videogiochi generano rabbia e frustrazione. Questo stato d'animo potrebbe dipendere dallo schema del gioco, dal fatto di non riuscire a superare un determinato livello o dalla presenza di altri giocatori. Per superare la rabbia, potresti impiegare un po' di tempo, ma esistono alcune semplici strategie da adottare per calmarti quando un videogioco alimenta questo spiacevole sentimento.

Parte 1 di 3:
Calmarsi nell'Immediato

  1. 1
    Metti via il joystick. Dal momento che sicuramente non vorrai romperlo in un impeto di rabbia, la cosa migliore da fare quando cominci a innervosirti è posarlo delicatamente. Dovresti anche spegnere la console per non continuare a esporti alle immagini e ai suoni del videogioco.
  2. 2
    Individua i sintomi fisici della rabbia. Potresti manifestare fisicamente i sintomi della rabbia prima ancora di capire che sei arrabbiato. Pertanto, presta attenzione alle sensazioni trasmesse dal corpo. C'è il rischio di avere uno scatto d'ira se presenti uno dei seguenti sintomi:
    • Muscoli tesi e mascelle serrate;
    • Mal di testa o mal di stomaco;
    • Aumento della frequenza cardiaca;
    • Sudorazione o agitazione improvvisa;
    • Stordimento.
  3. 3
    Concediti una pausa dal gioco. Se cominci a innervosirti, dovresti fare una pausa. Distraiti dalle dinamiche del gioco che ti hanno fatto perdere le staffe dedicandoti a qualcos'altro. Se ti concedi un po' di tempo per calmarti, potrai tornare a giocare con la mente più fresca e andare avanti nei livelli in cui avevi difficoltà.[1] La prossima volta che hai bisogno di un attimo di distrazione dalla tua frustrazione, considera di:
    • Chiamare un amico (o incontrarti di persona con lui!);
    • Mangiare uno spuntino o sgranocchiare qualcosa;
    • Pulire la tua camera, la cucina o il bagno.
  4. 4
    Vai all'aperto. Se vuoi calmarti più in fretta, prova a cambiare ambiente, magari uscendo a prendere una boccata d'aria.[2] [3] Per tenere la rabbia sotto controllo, trova un equilibrio tra il tempo passato davanti ai videogiochi e quello all'aperto.[4]
  5. 5
    Fai attività fisica. Lo sport è un ottimo modo per tirarti su di morale,[5] perché può ridarti il buonumore in meno di cinque minuti.[6] Non importa che esercizi fai. Ti basta aumentare la frequenza cardiaca affinché il corpo metta in circolo le endorfine che ti faranno sentire meglio.[7]
  6. 6
    Respira profondamente. La rabbia può aumentare la frequenza cardiaca, provocare tremore e tensione muscolare. Puoi contrastare questi sintomi respirando profondamente. Inoltre, per tenere sotto controllo le tue emozioni, hai la possibilità di combinare la respirazione profonda con la meditazione.[8] Tuttavia, anche il semplice impiego delle tecniche di respirazione profonda è in grado di offrirti vantaggi simili a quelli della meditazione.[9]
    • Per praticare la respirazione profonda, inspira contando fino a tre. Dopodiché trattieni l'aria nei polmoni per altri tre secondi. Infine, espira contando di nuovo fino a tre. Prova a concentrarti solo sui numeri mentre svolgi questo esercizio.
    • Assicurarti di riempire tutti i polmoni a ogni respiro, facendo dilatare la gabbia toracica e l'addome. Espira tutta l'aria e fai una pausa prima di inspirare di nuovo.
    • Continua a respirare finché non sentirai di aver ripreso il controllo.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Gestire le Cause della Rabbia

  1. 1
    Ricorda il motivo per cui stai giocando. Probabilmente giochi ai videogame solo perché ti piace. Tuttavia, se questo passatempo ti innervosisce puntualmente, non è detto che sia così divertente come credi.
    • Se il problema diventa cronico, trova un altro passatempo in modo da sostituire per un po' di tempo i videogiochi.
    • Se non ti diverti, non vale la pena continuare a giocare.
  2. 2
    Scegli un videogioco meno violento. Giocando (o anche assistendo) a un videogioco violento, c'è il rischio che la rabbia e l'aggressività aumentino, soprattutto se hai già qualche problema a controllare questi stati d'animo.[10] Se provi rabbia dopo aver giocato o assistito a un gioco violento, prova a sceglierne uno più tranquillo.
  3. 3
    Considera che la frustrazione può aumentare se non vinci. Potresti arrabbiarti anche quando non sei in grado di superare un livello o un ostacolo del gioco.[11] Rifletti sul motivo per cui tendi a innervosirti mentre giochi, cercando di capire se la tua rabbia dipende dall'incapacità di raggiungere un certo livello o dal fatto che vieni puntualmente ucciso.
    • Per gestire questo tipo di rabbia, prova a cimentarti in un gioco in cui hai già una certa dimestichezza e goditi il tuo successo. In alternativa, se hai la possibilità di scegliere il livello di difficoltà, prova a selezionare quello più basso per evitare di innervosirti.
  4. 4
    Blocca o evita i giocatori che ti fanno perdere le staffe. Se qualcuno ti prende in giro o ti infastidisce in un gioco online, bloccalo o segnalalo. Non vale la pena interagire con qualcuno che cerca solo di provocarti. Assicurati di essere a conoscenza delle norme che disciplinano la comunità o gli utenti del gioco prima di segnalare un partecipante, in modo da sapere se è stato scorretto a dispetto delle regole del gioco.
  5. 5
    Tieni conto se qualche fattore esterno ti condiziona emotivamente. A volte potresti provare rabbia nei confronti di persone o oggetti inanimati nei momenti più difficili della vita. Se ti accorgi che un videogioco alimenta questo stato d'animo (soprattutto se non è da te perdere facilmente le staffe), cerca di capire se altri aspetti della tua vita ti stanno procurando qualche tensione.
    • Per esempio, se hai appena perso il lavoro o ti sei messo nei guai a scuola, potresti sentirti avvilito e credere di non avere più il controllo della tua vita. Il fatto di non riuscire a superare un livello, aggiunto ad altre difficili esperienze, può portarti a esplodere davanti a un videogioco, anche se non è quest'ultimo la causa principale del tuo senso di impotenza.
  6. 6
    Metti via un gioco se ti avvilisce continuamente. Di certo non è quello che vorresti sentirti dire, ma se un determinato gioco alimenta la tua rabbia – a prescindere dalla violenza, dalla difficoltà dei livelli o dalla presenza di un personaggio snervante – forse ti conviene lasciarlo perdere per qualche tempo o anche prendere in considerazione l'idea di scambiarlo con un altro videogioco. Non casca il modo se lo metti via per salvaguardare il tuo benessere emotivo.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Individuare un Problema più Serio

  1. 1
    Sottoponiti a una diagnosi da dipendenza dai videogiochi. La dipendenza dai videogiochi (dipendenza da giochi online) non è una diagnosi ufficiale, ma sta cominciando a ricevere numerose attenzioni.[12] Se i videogiochi o le tue reazioni cominciano a condizionarti nella vita di tutti i giorni, potrebbe trattarsi di una dipendenza da videogiochi. Per mantenere una sana vita affettiva, è importante affrontarla. Considera che potresti soffrire di questo disturbo se:
    • Ti arrabbi, sei violento o depresso quando non passi un certo periodo di tempo giocando ai videogiochi;[13]
    • Giochi di nascosto e menti agli altri su quanto tempo hai trascorso alla console;[14]
    • Noti che i videogiochi hanno preso il sopravvento su altri hobby, impegni di scuola o lavoro;[15]
    • Consideri più importante giocare invece di passare un po' di tempo con le persone che fanno parte della tua vita.[16]
  2. 2
    Mantieni il controllo emotivo. Dovresti essere tu a controllare le tue emozioni, non il contrario. Se hai l'impressione che la rabbia in reazione ai videogiochi abbia preso in ostaggio la tua vita e tu non sia più in grado di controllarla, allora è arrivato il momento di cercare un aiuto per gestirla. Prova a consultare un terapeuta o seguire un corso di gestione della rabbia. È probabile che non si tratti solo di una reazione ai videogiochi e che si manifesti (o si manifesterà) in altri ambiti della tua vita.
  3. 3
    Chiedi aiuto se la rabbia sfocia nella violenza. Se hai reazioni violente nei confronti degli altri, dovresti cercare un aiuto per gestire la tua rabbia. Pertanto, non rimandare se:
    • Pensi di fare del male a te stesso o ad altri;[17]
    • Ricorri alla violenza fisica nei confronti di persone o oggetti;[18]
    • Il problema è cronico, ovvero accade più volte;[19]
    • La rabbia verso il gioco si sta infiltrando in altri aspetti della tua vita;
    • Hai manifestato diverse volte comportamenti violenti o aggressivi sul lavoro o verso una persona cara;[20]
    • Ti senti insoddisfatto nella tua vita.[21]
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Gestire uno Scatto d'Ira di un AdultoGestire uno Scatto d'Ira di un Adulto
Diventare un Esperto Giocatore di VideogiochiDiventare un Esperto Giocatore di Videogiochi
Controllare la RabbiaControllare la Rabbia
Liberarsi dalla RabbiaLiberarsi dalla Rabbia
Gestire chi è Arrabbiato con TeGestire chi è Arrabbiato con Te
Smettere di Trattare Male gli AltriSmettere di Trattare Male gli Altri
Imparare le Debolezze di ogni Tipo di PokemonImparare le Debolezze di ogni Tipo di Pokemon
Trovare Velocemente Diamanti su MinecraftTrovare Velocemente Diamanti su Minecraft
Trovare il Portale dell'End in MinecraftTrovare il Portale dell'End in Minecraft
Creare una Mappa in MinecraftCreare una Mappa in Minecraft
Creare Pozioni in MinecraftCreare Pozioni in Minecraft
Identificare le Coordinate della Tua Posizione in MinecraftIdentificare le Coordinate della Tua Posizione in Minecraft
Creare un Portale per il Nether in MinecraftCreare un Portale per il Nether in Minecraft
Giocare a Pokemon sul Tuo PcGiocare a Pokemon sul Tuo Pc
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 7 426 volte
Categorie: Videogames
Questa pagina è stata letta 7 426 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità