Scarica PDF Scarica PDF

Quando un'infatuazione non trasmette più sensazioni euforiche, ma diventa una forma di ossessione, è il momento di cambiare rotta. Pensare continuamente a una persona può compromettere il benessere e la salute mentale. La buona notizia è che, se hai un chiodo fisso per qualcuno, questa condizione non dura per sempre. Puoi superare un'infatuazione tornando coi piedi per terra, indirizzando altrove i tuoi pensieri e cercando aiuto e sostegno.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Tornare con i Piedi per Terra

  1. 1
    Analizza i difetti. Quando perdi la testa per qualcuno, vedi solo quanto è straordinario. Tuttavia, nessuno è perfetto e privo di difetti – neanche chi ti piace. Pertanto, per ritornare alla realtà, stila un elenco dei vizi e delle debolezze che contraddistinguono questa persona.
    • Probabilmente impiegherai un po' di tempo prima di individuare i suoi difetti. Quindi, prova a stare a con lei al di fuori delle solite circostanze o trascorri più tempo in sua compagnia. Vedendola al di fuori del normale contesto in cui vi frequentate, potresti notare lati diversi e meno piacevoli.[1]
    • Se nonostante il tempo e l'impegno non riesci a trovare dei difetti, può darsi che la tua sia un'ossessione particolarmente complessa. In questo caso, rivolgiti immediatamente aiuto a un professionista della salute mentale.
  2. 2
    Tieni conto degli schemi messi in moto dal meccanismo dell'infatuazione. Ti è mai successo prima d'ora? È probabile che, se in questo momento hai una cotta per qualcuno, anche in passato ti sia trovato nella medesima situazione. Se l'ossessione che ne consegue è un fenomeno che si presenta con una certa frequenza nella tua vita, ammettilo.
    • Ad esempio, quando i sentimenti diventano insopportabili, tieni presente che dipendono da te. Quello che provi non dimostra che sei follemente innamorato o che non puoi vivere senza questa persona: è solo il modo in cui ti predisponi verso questo genere di esperienza. Arrivando a tale consapevolezza, potrai capire che si tratta di un'abitudine.[2]
    • Prova a tenere un diario per organizzare i tuoi pensieri e comprendere meglio gli schemi comportamentali che si innescano quando hai un'infatuazione.
  3. 3
    Non avere fretta. "Il tempo guarisce tutte le ferite" è un detto molto conosciuto, ma vero. Ripensa ai momenti della vita passata in cui eri ossessionato per qualcosa o avevi perso la testa per qualcuno. Chiediti come consideri oggi quelle situazioni. È molto probabile che le avrai superate ampiamente, quindi anche questa infatuazione diventerà un ricordo lontano.[3]
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Indirizzare altrove i propri Pensieri

  1. 1
    Pensa a qualcun altro. Se ti imponi di non pensare alla persona per cui hai una cotta, non andrai da nessuna parte. In realtà, è stato dimostrato che, provando a fermare questi pensieri, c'è il rischio di renderli più forti. Piuttosto, incoraggiati a pensare a qualcos'altro: un'altra persona.
    • Se sei fidanzato, pensa alla persona con cui hai già una relazione. Ricorda i momenti in cui ti sei sentito particolarmente vicino e legato a lei. Pensando a queste esperienze, puoi scacciare dalla mente l'altra persona.[4]
    • Se non sei fidanzato, concentrati su una persona che stimi, ad esempio un amico stretto, un familiare o un membro rispettabile della comunità in cui vivi.
  2. 2
    Usa la tua immaginazione. Ogni volta che il pensiero di una persona comincia a ossessionarti, impegnati in un gioco psicologico. Tenendo occupata la mente con un abile trucchetto, potrai arrestare certi pensieri e favorirne altri.
    • Ad esempio, considera la tua mente come una piccola stanza in cui vive una persona con una scopa. Immagina questo abitante che spazza via la polvere e pulisce il pavimento ogni volta che pensi alla persona di cui sei infatuato. Continua il gioco finché il pavimento non sarà completamente pulito e l'idea fissa di questa persona non sarà uscita dalla tua mente.[5]
  3. 3
    Datti una svegliata, letteralmente. Il dolore è un eccellente deterrente e può essere usato per fermare i pensieri ossessivi. Avvolgi un elastico di gomma attorno al polso e fallo schioccare ogni volta che incominci a pensare alla persona che ti piace. Alla fine assocerai il dolore al suo pensiero e ti fermerai.
    • Non torturarti! L'elastico deve procurare una sensazione leggermente fastidiosa.
    • Combina l'elastico al polso con un segnale visivo, come una luce rossa o un segnale di arresto. Pensa a queste immagini ogni volta che la tua mente viene sfiorata da pensieri indesiderati.
  4. 4
    Distraiti. Distogli la mente impegnandoti in qualcosa. In questo modo, non penserai più alla tua ossessione e al tempo stesso ti divertirai.
    • Ad esempio, leggi un libro, guarda il tuo programma televisivo preferito, allenati o chiama qualcuno. Le sensazioni positive che scaturiranno da queste attività andranno a sostituire quelle negative che provi quando pensi alla persona per cui hai una sbandata.[6]
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Chiedere Aiuto e Sostegno

  1. 1
    Consulta un professionista della salute mentale. Gli schemi messi in moto dal meccanismo dell'infatuazione spesso indicano dipendenza affettiva. È possibile che tu sia dipendente dai sentimenti che provi quando perdi la testa per qualcuno, quindi tendi a ripetere gli stessi comportamenti. Lo psicoterapeuta è in grado di aiutarti a interrompere questo circolo vizioso.
    • Chiedi ad amici, familiari o al medico curante un consiglio su chi rivolgerti. Cerca su Internet se ti senti a disagio a parlare con le persone che conosci.[7]
  2. 2
    Considera il problema principale. Consulta uno psicoterapeuta per capire il motivo per cui ti sei infatuato di una determinata persona. Ti aiuterà a individuare le insicurezze che hai temporaneamente messo a tacere a causa della tua ossessione. Potrebbe anche aiutarti a scoprire se esiste un'origine psicologica da cui dipende la tua infatuazione.
    • Ad esempio, potresti soffrire di un disturbo borderline della personalità e non saperlo. Se reiterate, l'infatuazione e l'ossessione possono essere sintomi di questa condizione.[8]
    • Se ritieni che la tua ossessione ti stia sfuggendo di mano, considera che il rischio di praticare l'autolesionismo è molto alto. Comunica quello che stai provando al tuo terapeuta. Sarà disposto a collaborare con te per risolvere questo problema.
  3. 3
    Confidati con le persone che ti vogliono bene. Parlando della tua sbandata, potrai comprendere alcuni aspetti che non avevi mai considerato prima. È probabile che chi ti sta vicino ti aiuti a individuare i motivi per cui la tua infatuazione è insensata e incoraggiarti a voltare pagina. Inoltre, potrebbe sostenerti nei momenti di disperazione.
    • Inoltre, chiedi una mano a chi ti sostiene. Potrebbe aiutarti a dimenticare la persona di cui sei infatuato trascorrendo più tempo con te, spronandoti a eliminarla dalla tua vita e ricordandoti tutti i suoi difetti nei momenti più difficili.[9]
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Dire a una Ragazza che Ti Piace Senza Essere RespintoDire a una Ragazza che Ti Piace Senza Essere Respinto
Capire se un Ragazzo ti Cerca solo per il SessoCapire se un Ragazzo ti Cerca solo per il Sesso
Comportarti quando Ti Senti EsclusoComportarti quando Ti Senti Escluso
Capire se un Ragazzo Non è Più Interessato a TeCapire se un Ragazzo Non è Più Interessato a Te
Smettere di Pensare a QualcunoSmettere di Pensare a Qualcuno
Scoprire Se la Tua Ragazza Ti TradisceScoprire Se la Tua Ragazza Ti Tradisce
Capire se Alla Tua Ragazza Piace Qualcun AltroCapire se Alla Tua Ragazza Piace Qualcun Altro
Capire se l'Ex Tiene Ancora a TeCapire se l'Ex Tiene Ancora a Te
Capire Quando la Tua Ragazza Vuole LasciartiCapire Quando la Tua Ragazza Vuole Lasciarti
Smettere di Amare Qualcuno Che Non Ti AmaSmettere di Amare Qualcuno Che Non Ti Ama
Infastidire il Vicino di CasaInfastidire il Vicino di Casa
Fargli Sentire la Tua MancanzaFargli Sentire la Tua Mancanza
Rompere una CoppiaRompere una Coppia
Dimenticare una Persona che AmiDimenticare una Persona che Ami
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Klare Heston, LCSW
Co-redatto da:
Assistente Sociale Clinico
Questo articolo è stato co-redatto da Klare Heston, LCSW. Klare Heston è un’Assistente Sociale Clinica Indipendente con Licenza in Ohio. Ha conseguito un Master in Assistenza Sociale alla Virginia Commonwealth University nel 1983. Questo articolo è stato visualizzato 19 285 volte
Questa pagina è stata letta 19 285 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità