Come Superare un'Ossessione

Scritto in collaborazione con: Paul Chernyak, LPC

In questo Articolo:Svuotare la MenteCreare Nuove AbitudiniTrarre Qualcosa di Positivo da un'Ossessione9 Riferimenti

Avere un’ossessione significa avere una visuale limitata della realtà: si diventa incapaci di guardare oltre l'oggetto della propria fissazione e di preoccuparsi di altro. L’ossessione entra a far parte della vita quotidiana ed è paragonabile alla paura. È diversa della dipendenza, la quale spinge le persone a non sentirsi mai totalmente appagate se non a contatto con l’oggetto da cui dipendono.[1] Superare un'ossessione non è un compito facile, ma la liberazione da questa sopraggiunge nel momento in cui si capisce come smettere di alimentarla ulteriormente, orientando la propria energia verso altre persone e interessi. Continua a leggere per scoprire come avere il controllo sulla tua ossessione e impedirle di condizionare sia i tuoi pensieri sia le tue azioni.

Parte 1
Svuotare la Mente

  1. 1
    Allontanati dalla causa della tua ossessione. Quando hai un'ossessione per qualcuno o per qualcosa, una stretta vicinanza sarà di ostacolo al tentativo di rivolgere il pensiero verso qualcos’altro. Maggiore è la vicinanza all’oggetto dell’ossessione, più difficile sarà orientare il pensiero altrove. Una distanza fisica tra te e la tua ossessione ti consentirà oltretutto di distaccarti mentalmente. All’inizio sarà difficile, ma in breve tempo sentirai che l’incantesimo che ti ossessiona inizierà a indebolirsi gradualmente.
    • L’ossessione verso una persona è il segno di una relazione malata. Devi limitare i contatti con la persona verso la quale hai sviluppato questa ossessione malata. Trascorri del tempo cercando di distrarti con altre cose e trovando il modo di raggiungere un obiettivo diverso e più grande.[2]
    • Può darsi che tu sia ossessionato da un’attività in particolare, per esempio giocare al tuo videogioco preferito. In questo caso, elimina il gioco dalla tua vita: disinstallalo dal computer o dona la console a un amico che la conservi per tutto il tempo necessario al superamento dell’ossessione.
  2. 2
    Smetti di alimentare l’ossessione. Quando si alimenta un'ossessione, si prova una piccola esplosione di piacere e diventa quindi realmente difficile perdere l’abitudine. Basta pensare alla fonte della tua ossessione per aumentare il suo controllo su di te. Per riuscire a perdere questa ossessione, devi privarla di nutrimento. Per esempio, se sei ossessionato da un personaggio famoso, smetti di parlarne con gli amici. Smetti di leggere i suoi tweet e di fantasticare su una vostra possibile relazione. Maggiore è lo spazio che la tua mente concede all’ossessione, più questa ti consumerà.[3]
    • Non è un compito facile smettere di alimentare un’ossessione. Dire a te stesso che visiterai un determinato profilo Facebook per l’ultima volta prima di porre fine a questa abitudine non è altro che un giochetto psicologico. Se vuoi sconfiggere la tua ossessione, devi liberartene proprio nel momento di massimo coinvolgimento.
    • Talvolta, un'ossessione è così radicata da sopravvivere nonostante gli sforzi fatti per non alimentarla. Nonostante l’impegno, il pensiero potrebbe continuare a farvi ritorno. Se accade questo, non essere severo verso te stesso: puoi sempre avere la meglio sulla tua ossessione, ci vorrà solamente ancora del tempo.
  3. 3
    Distogli l’attenzione dai pensieri ossessionanti. Interrompere i pensieri ossessionanti è molto più facile di quanto sembri. Se pensare al tuo argomento preferito o parlarne ti fa stare bene, perché dovresti smettere? Ricorda il motivo per cui vuoi superare un’ossessione: vedere oltre e godere di tutto ciò che la vita ha in serbo per te. Quando sopraggiungono dei pensieri ossessionanti, fai in modo di avere a disposizione una serie di ottime distrazioni per non ricadere nel tunnel.[4] Ecco alcune distrazioni ideali:
    • Dedicati a un'attività sportiva che tenga occupata anche la mente. Andare a correre o camminare potrebbe non essere la scelta migliore, perché avresti troppo tempo per rimuginare sulla tua ossessione. Prova l’arrampicata, la speleologia o uno sport di squadra che impegni sia la mente che il corpo.
    • I romanzi sono un'ottima distrazione. Scegli un libro nuovo o guarda un film le cui tematiche sono assolutamente lontane dalla tua ossessione del momento.
    • Sul momento, mentre i tuoi pensieri iniziano a vagare e ti occorre urgentemente una distrazione, prova a mettere della musica ad alto volume, chiama un amico (con cui parlare di tutto, esclusa la tua ossessione), leggi un articolo di giornale impegnativo o torna a lavorare.
  4. 4
    Sposta l’attenzione su ciò che hai trascurato. Quando hai un’ossessione, non ti rimane molto tempo per le altre cose: dare il massimo sul posto di lavoro, curare i rapporti interpersonali e dedicarsi a interessi non connessi alla tua ossessione. Quando inizi a investire il tuo tempo in altri settori della vita, non ne avrai molto altro da dedicare alla tua ossessione.
    • Riprendere le relazioni trascurate finora è un ottimo metodo per sconfiggere un'ossessione. I tuoi amici e familiari saranno lieti della tua rinnovata presenza e ti forniranno nuove stimolanti idee, recenti problematiche e drammi a cui riservare la tua attenzione. Ti farà bene pensare a qualcosa di completamente nuovo!
    • Molte persone credono che lasciarsi sommergere dalla vita lavorativa possa impedire ai pensieri ossessionanti di predominare. A prescindere dalla tua professione, cerca di dare il massimo.
  5. 5
    Impara come vivere nel momento. Sei una persona che sogna a occhi aperti? Puoi sprecare tutto il tempo che vuoi pensando a qualcuno o qualcosa che ti ossessiona. Tuttavia, quando sei seduto in un determinato luogo ma con la testa da un’altra parte, significa che ti stai perdendo ciò che ti sta davanti. Se sei pronto a porre fine alla tua ossessione, devi imparare a essere consapevole. Questo significa che devi vivere nel presente, anziché pensare al passato o al futuro.
    • Affina i cinque sensi e cerca di percepire concretamente quello che ti accade intorno. In questo momento esatto, quali sensazioni avverti grazie all'olfatto, alla vista, all’udito e al gusto? Presta attenzione a ciò che accade davanti ai tuoi occhi anziché essere continuamente distratto.
    • Ascolta realmente le persone, quando comunicano con te. Abbandonati alle conversazioni, piuttosto che annuire distrattamente mentre con la testa sei su un altro pianeta.
    • Quando senti che i pensieri sono inclini all’ossessione, l'ideale è avere un mantra da recitare. Ripetere semplici frasi come “Respira”, “Vivi nel presente” oppure “Io sono qui” potrebbe aiutarti a ricondurre i pensieri al momento presente.[5]
  6. 6
    Sottoponiti a una terapia cognitivo-comportamentale (TCC). I terapisti cognitivo-comportamentali riconoscono che potrebbe non esistere un modo per smettere di pensare a un'ossessione, ma operano al fine di indebolire i legami tra i pensieri ossessionanti e la loro causa nella vita quotidiana. In questo modo è più facile gestire la vita, pensare a cosa fare e farlo; la gestione dell’ossessione si semplifica lievemente.[6]
    • La TCC può servire anche per elaborare una parola o un'azione che possa “rompere” il pensiero ossessionante e permettere lo spostamento dell’attenzione su qualcos’altro.[7]

Parte 2
Creare Nuove Abitudini

  1. 1
    Rafforza i rapporti interpersonali. Se l’oggetto della tua ossessione è una persona, il metodo migliore per cambiare la situazione è trascorrere del tempo con qualcun altro. Potrai investire tutta l'energia che riversavi nell’oggetto della tua ossessione nella conoscenza di qualcun altro. Iscriviti a un corso, socializza quando porti il cane al parco oppure rafforza le tue amicizie del momento. Entrare in contatto con altre persone ti consentirà di scoprire quante cose ancora il mondo ha in serbo per te a differenza di una singola ossessione.
    • Non fare paragoni fra le nuove conoscenze e la persona da cui sei ossessionato. Cerca di apprezzare le loro peculiarità anziché plasmarle secondo la forma di qualcun altro.
    • Anche se l’oggetto della tua ossessione non è una persona, ti farà comunque bene frequentare nuove amicizie. Queste ti mostreranno prospettive e idee mai conosciute prima.
  2. 2
    Mira ad avere interessi nuovi. Quella di “provare nuove esperienze” può sembrare una banale soluzione a ogni problema, ma la realtà è che funziona davvero. Nuove competenze o progressi in ambiti mai sperimentati prima risveglieranno la mente e stimoleranno nuovi punti di vista che ti aiuteranno a uscire dalla situazione in cui sei incastrato. Dimostra all’oggetto della tua ossessione che non sei più sotto il suo controllo dedicandoti ad altre cose: qualsiasi cosa, davvero, purché non abbia il minimo legame con la tua ossessione.[8]
    • Se per esempio l’oggetto della tua ossessione è una persona che detesta visitare i musei d’arte o guardare i film stranieri, questa è l’occasione giusta per immergerti nelle attività trascurate a causa sua.
    • Se l’oggetto della tua ossessione è una determinata tematica, cerca di studiare un argomento radicalmente diverso per cambiare.
  3. 3
    Apporta delle modifiche alla tua vita quotidiana. Se la tua ossessione è alimentata dalle tue abitudini, per esempio percorrere tutti i giorni lo stesso tragitto per andare al lavoro e attraversare il quartiere in cui vive l’ex, è giunto il momento di cambiare strada. Fermati un momento a pensare: quali abitudini devi modificare in quanto rappresentano un ostacolo insormontabile al superamento dell’ossessione? È possibile scoprire subito qual è la risposta. Fai uno sforzo concreto per cambiare la tua quotidianità; all’inizio sarà difficile, ma ti accorgerai presto di quanto gradualmente inferiore sarà l’intensità dei tuoi pensieri ossessionanti. Ecco alcuni cambiamenti che potrebbero favorire un nuovo assetto mentale:
    • Cambia il tragitto per andare al lavoro o a scuola.
    • Frequenta una palestra diversa oppure frequentala in orari del giorno diversi per evitare di incontrare l'oggetto della tua ossessione.
    • Piuttosto che accendere il computer appena ti svegli per controllare le e-mail e i soliti siti web, inizia la giornata con la meditazione, una corsetta o una passeggiata con il cane.
    • Frequenta luoghi di ritrovo diversi durante il fine settimana.
    • Cambia la musica che ascolti mentre lavori.
  4. 4
    Trasforma la tua vita. Se non tolleri più il potere che la tua ossessione esercita sui pensieri e le abitudini, riacquista il controllo grazie a qualche trasformazione personale. Può sembrare esagerato, ma a volte devi stravolgere le cose solo per dimostrare a te stesso di potercela ancora fare. Prendi un aspetto della tua vita che rappresenta la tua ossessione e trova il modo di ravvivarlo, rimettendolo completamente a nuovo.
    • Può darsi che la trasformazione rappresenti per te un cambiamento nell’aspetto fisico. Se hai tenuto i capelli lunghi per assecondare i gusti della persona da cui sei ossessionato, perché non cambiare le cose con un taglio? L’ideale è un taglio corto e alla moda che non abbia il minimo legame con la tua ossessione.
    • Se trascorri tutto il tuo tempo online, visitando sempre gli stessi siti, potrebbe essere giunto il momento di ristrutturare la tua stanza o il tuo ufficio. Cambia la disposizione dei mobili e acquistane qualcuno nuovo. Riordina la scrivania e personalizzala con fotografie nuove o soprammobili. Liberati di tutto ciò che ti riporta alla mente quello che devi dimenticare e lasciati contornare da oggetti che testimoniano i progressi fatti.
  5. 5
    Consulta un terapeuta. Capita che un’ossessione sia talmente profonda e ostinata da rendere impossibile il suo superamento senza un aiuto professionale. Se ti risulta difficile gestire la tua ossessione al punto da perdere la capacità di essere felice, pianifica un incontro con un terapeuta. Un consulente esperto potrà consegnarti le risorse adeguate per riconquistare la padronanza dei tuoi pensieri e riprendere il controllo della tua esistenza.
    • Se alcuni tipi di pensieri si ostinano a non voler sparire o se diventa necessario ripetere certi rituali all'infinito, la causa potrebbe risiedere in un disturbo dell'ansia conosciuto come disturbo ossessivo-compulsivo (DOC).[9] In questo caso, è fondamentale parlarne al fine di avere accesso a terapie e farmaci adeguati al trattamento del DOC.

Parte 3
Trarre Qualcosa di Positivo da un'Ossessione

  1. 1
    Trasforma la tua ossessione in una cosa positiva. Non tutte le ossessioni sono dannose. In effetti, molte persone vivono la propria vita alla ricerca di una “passione”, cioè quell’elemento che possa infondere il desiderio di accrescere la propria conoscenza e il proprio impegno. Puoi ritenerti molto fortunato se possiedi un’ossessione che ti riempie di una adeguata determinazione. Se per esempio vivi solo per l’astronomia e non desideri altro che dedicarle il tuo tempo, potresti trasformare la tua ossessione in una carriera di successo.
    • Anche se la tua ossessione non dovesse trasformarsi in un prestigioso dottorato di ricerca in astronomia, puoi sempre indirizzarla verso un’attività redditizia. Può darsi che tu sia ossessionato dai pettegolezzi sulle celebrità tanto da non riuscire a smettere di leggere i giornali scandalistici. Perché non avviare un blog incentrato sul gossip o un account Twitter per condividere le tue scoperte?
    • Inoltre potresti trarre dalla tua ossessione la giusta spinta al miglioramento personale. Se l’oggetto della tua ossessione è qualcuno che neanche ti guarda, potresti decidere di abbandonare le cattive abitudini che ti trattengono dal farti notare. Trova la motivazione per alzarti presto al mattino e fare una corsa prima di andare al lavoro o leggere tutto il materiale della lezione per fare un acuto intervento in classe.
  2. 2
    Fai in modo che la tua ossessione sia la tua musa. Se l’oggetto della tua ossessione è una persona, potresti sfruttare la tua energia per dare vita a un valido prodotto. Alcune delle migliori creazioni letterarie, artistiche e musicali prendono vita dalle ossessioni. Se non riesci a smettere di pensare a quella persona, pervadi di sentimenti non ricambiati un poema, una canzone o un dipinto.
  3. 3
    Trascorri del tempo con coloro che condividono la tua stessa ossessione. Potresti giudicare la tua ossessione un problema, ma solo finché non incontrerai un gruppo di persone che condivide la stessa passione. A prescindere dall’oggetto della tua ossessione, potresti non essere l’unica persona a sperimentare il suo fascino. Scopri chi altro condivide il tuo stesso interesse, in modo da poter scambiare informazioni e discuterne di continuo. Non importa se sei il più convinto tifoso di una squadra di calcio, se continui a guardare ogni video in cui è presente una certa attrice oppure se rimani alzato fino a tardi per giocare al tuo videogioco preferito: esiste la possibilità che ci siano altre persone come te.
  4. 4
    Non permettere a un’ossessione di circoscrivere il tuo mondo. L’ossessione è grave solo nel momento in cui inizia a impossessarsi del tuo tempo e della tua energia, senza lasciarne per altre attività. L’unica persona in grado di capire realmente quando è troppo sei tu. Se la tua ossessione è una fonte di gioia ma non ti impedisce di appagare i bisogni primari e di avere cura degli amici, puoi consentirle di seguire il suo corso. Tuttavia, se ti lascia un senso di restrizione, cerca di smettere di alimentarla e concedi a te stesso la possibilità di assaporare altre esperienze per un momento.

Consigli

  • Vivi nuove esperienze per liberare la mente dall'ossessione, per esempio esci con gli amici, leggi un libro o impara a suonare uno strumento musicale.
  • Non limitarti ad allontanare l’ossessione e affrontala.
  • Prenditi tutto il tempo necessario. Non serve smettere di colpo.
  • Non avere timore né vergogna.
  • Prendila come una battaglia da vincere.

Avvertenze

  • Per molte persone il disturbo ossessivo-compulsivo e la dipendenza sono entrambi dei seri problemi. Se proprio non riesci a gestire una o più ossessioni e/o se stai danneggiando te stesso o gli altri, richiedi immediatamente l’aiuto di un professionista.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Paul Chernyak, LPC. Paul Chernyak lavora come Counselor Professionista Matricolato a Chicago. Si è laureato all'American School of Professional Psychology nel 2011.

Categorie: Salute Mentale

In altre lingue:

English: Get over an Obsession, Español: superar una obsesión, Français: surmonter une obsession, Русский: преодолеть навязчивую одержимость, Português: Superar uma Obsessão, 中文: 摆脱强迫症, Deutsch: Eine Besessenheit überwinden, Bahasa Indonesia: Mengendalikan Obsesi, Nederlands: Over een obsessie heen komen, Tiếng Việt: Vượt qua Nỗi ám ảnh, العربية: التخلص من هوس ما, ไทย: เลิกหมกมุ่น, 한국어: 집착에서 벗어나는 법, हिन्दी: किसी जुनून से छुटकारा पाएँ (Get over an Obsession)

Questa pagina è stata letta 120 785 volte.
Hai trovato utile questo articolo?