Come Sviluppare la Capacità di Pensiero Critico

Se il tuo pensiero è confuso o miope, le tue decisioni potrebbero portare a conseguenze poco desiderabili. Le capacità cognitive sono spesso date per scontate. “Certo che so pensare!”, potresti dire a te stesso. La domanda è: sai pensare con abilità?

Passaggi

  1. 1
    Valuta la realtà oggettiva. Il nostro pensiero può essere efficace solo se basato sulla realtà. La realtà è oggettiva; esiste a prescindere dai tuoi desideri, capricci e obiettivi. Il tuo pensiero sarà produttivo se sarai in grado di percepire accuratamente e interpretare la realtà. Questo richiede oggettività: l'abilità di separare “ciò che è” da ciò che vorresti credere o sarebbe più facile credere.
  2. 2
    Mantieni una mente aperta. Una mente chiusa viene tagliata fuori dalla realtà. Un pensatore con la mente chiusa si riconosce facilmente; ha una serie di opinioni e atteggiamenti rigidi che non sono aperti alla discussione. Con un pensatore del genere non si può ragionare, poiché dovrebbe processare dei nuovi dati. Se ti sembra di parlare con un muro, probabilmente hai a che fare con un pensatore dalla mente chiusa. Tuttavia, essere con la mente aperta non significa non aderire alla verità come la conosci o che devi accettare qualsiasi punto di vista. La verità sa far fronte alle domande; solo l'illusione viene minacciata dallo scambio di opinioni.
  3. 3
    Non tollerare l'ambiguità non produttiva. La maggior parte delle decisioni che affronti implicano un livello di ambiguità, una zona grigia tra le alternative ovvie bianche e nere. Questa non è un'argomentazione a favore della tolleranza dell'incertezza: è la raccomandazione di esercitare il potere di pensiero per fare chiarezza. L'ambiguità è spesso sintomo di un pensiero trascurato, incompleto o irrazionale. Quando sperimenti uno stato del genere, è tempo di esaminare con attenzione le premesse, i principi, la conoscenza e l'efficacia del tuo processo cognitivo. La conoscenza è il recupero progressivo di chiarezza dall'incertezza e dalla confusione.
  4. 4
    Evita l’“effetto carrozzone”. Quando un concetto diventa popolare, molte persone saltano sul carrozzone per accoglierlo. Questa è solitamente più una funzione di conformismo che un pensiero critico. Osserva (e pensa) prima di saltare sul carrozzone.
  5. 5
    Distingui tra osservazione e inferenza, tra fatti determinati e congetture che seguono.
  6. 6
    Evita di giudicare finché non sei sicuro di avere informazioni adeguate. Potrebbe essere allettante saltare a conclusioni, ma potresti finire in una fossa che non hai visto. D'altra parte, una volta in possesso di informazioni complete, non esitare a giudicare in base a queste. Il giudizio è una parte del processo cognitivo, l'applicazione della tua abilità di giungere a conclusioni sulla realtà.
  7. 7
    Mantieni il senso dell'umorismo. Non puoi pensare lucidamente se tutto ti sembra una questione di vita o di morte. L'abilità di ridere di te stesso e di vedere l'umorismo nelle situazioni può spesso aiutarti a mantenere la chiarezza di pensiero e la prospettiva. Tuttavia, diffida della risata usata come arma per denigrare quello che apprezzi o come difesa psicologica; tali usi richiedono una risposta seria.
  8. 8
    Coltiva la curiosità intellettuale. Il mondo è pieno di cose che non conosci ancora. La curiosità è il segno di una mente libera e aperta alle meraviglie della realtà, impavida nell'affrontare l'ignoto per ottenere conoscenza. Un pensatore curioso esplorerà nuovi modi di guardare alle cose e di realizzarle. Imparare può essere un'avventura alla costante e continua scoperta, se coltivi una mente curiosa.
  9. 9
    Non prendere le cose sempre per buone. Molto presto la maggior parte di noi impara a non credere a tutto quello che sente. Immagina quanto saresti deluso se credessi a tutte le affermazioni della pubblicità che vedi in tv. Lo stesso principio dovrebbe essere applicato all'informazione che viene dai media, anche se presentata come “notizie”. Va masticata (e a volte sputata), ma non ingoiata interamente! Diffida delle belle confezioni che nascondono la realtà. A volte una grande scatola con una bella foto sopra ha poco a che fare con ciò che contiene; aprila e renditene conto da solo!
  10. 10
    Sfida la saggezza convenzionale. Ogni cultura si basa su alcuni presupposti che restano prevalentemente indiscussi. Galileo Galilei, astronomo e matematico, fu portato davanti all'Inquisizione perché osò mettere in discussione la “verità” sulla Terra come centro dell'universo. Tuttora i membri della Società della Terra Piatta credono che il mondo sia piatto come una pizza! Non puoi presupporre che ciò che è creduto comunemente sia vero senza ombra di dubbio. La verità è stabilita da un pensiero razionale, non da un sondaggio dell'opinione pubblica o dalle esperienze passate.
  11. 11
    Resisti agli appelli fatti all'emotività. L'emotività a volte offusca la ragione. Se sei arrabbiato o euforico, i tuoi processi cognitivi non funzioneranno come fanno di solito quando sei in uno stato più imperturbabile. Diffida delle situazioni in cui le tue emozioni vengono stimolate intenzionalmente (con la lusinga, la paura o l'aspettativa) mentre ti chiedono di prendere una decisione. Potrebbe essere una strategia per manipolare il risultato.
  12. 12
    Non accettare automaticamente l'autorità. L'appello all'autorità è uno degli stratagemmi preferiti della pubblicità. Le stelle di Hollywood, quelle sportive e gli eroi del passato vengono usati per promuovere qualsiasi cosa, dai cereali per la colazione alla biancheria intima, al deodorante. Siamo spinti a pensare che se quel personaggio dice che si tratta di qualcosa di eccezionale, deve esserlo per forza! Il fatto che un'autorità del genere venga pagata milioni di dollari per il suo parere potrebbe essere sufficiente per dubitarne come autorità oggettiva.
  13. 13
    Diffida del comportamento compiacente degli altri. La lusinga è un vecchio metodo di persuasione. Se qualcuno inizia ad adularti, potrebbe essere interessato a mettersi in tasca il tuo pensiero – o i tuoi soldi. Non è sempre facile trovare la differenza tra un complimento sincero e un'affermazione fatta per manipolarti.
  14. 14
    Sii consapevole quando il tuo io cerca di migliorare il comportamento. Le decisioni possono spesso essere influenzate da come vuoi apparire a te stesso o agli altri. Se sei troppo occupato a mantenere una certa immagine, potresti fare o dire cose che non sono davvero nel tuo migliore interesse. Quando hai una buona autostima, il comportamento basato sulle apparenze spesso perde interesse.
  15. 15
    Mantieni un senso della prospettiva. Quando sei nel mezzo di una faccenda importante, è facile perdere una visione equilibrata della situazione. Spesso può essere bene "prendere le distanze" e osservare il problema in un contesto più ampio. Ecco un metodo per stabilire una prospettiva: in una scala da 1 a 10, con 1 che sta per la morte di un ciuffo d'erba e 10 per la distruzione nucleare, come valuteresti la tua situazione? La situazione è davvero critica come appare al momento?
  16. 16
    Diffida delle regole non dette. A volte il comportamento è dettato da regole nascoste. Se non sei consapevole di tali regole non dette, non avrai le conoscenze necessarie per prendere una decisione. Se ti trovi in una situazione familiare, probabilmente conoscerai le regole (per esempio: non dondolare la barca, non mettere in discussione il capo, non sfidare il professore). Se invece ti trovi in una situazione poco familiare (o in una cultura straniera), potrebbe essere utile restare molto vigile e chiedere informazioni a chi è più familiare con quella situazione. Con questo non si vuole dire che dovresti essere limitato da certe regole, ma solo che la consapevolezza di queste sarebbe consigliabile.
  17. 17
    Sii consapevole di indizi non verbali. L'impatto della comunicazione verbale è meno della metà del messaggio che ricevi dagli altri; il resto del messaggio viene comunicato dal comportamento non verbale. Sarai influenzato da entrambi. Se qualcuno si comporta da amico mentre ti stringe troppo la mano, potresti avere ragioni di mettere in dubbio quello che dice! Lo stesso vale se qualcuno è stravaccato sulla sedia e sbadiglia mentre ti dice di essere interessato alle tue idee. Più chiara è la percezione dei fatti in una situazione, più chiaro sarà il tuo pensiero.
  18. 18
    Quando sei sotto pressione, fermati e pensa. Le decisioni impulsive spesso risultano essere delle cattive decisioni. Quando la pressione per prendere una decisione aumenta, la tentazione di prenderne una d'impulso è forte. Potresti perfino razionalizzare questo processo pensando che qualsiasi decisione è meglio di un'indecisione; questo, però, raramente è vero. L'indecisione spesso è il risultato di scarse abilità nel prendere una decisione. L'impulsività garantisce solo che presto raccoglierai le conseguenze delle cattive decisioni!
  19. 19
    Guarda oltre le etichette e gli stereotipi. Le etichette e gli stereotipi sono un tipo di scorciatoia mentale che può facilitare il pensiero e la comunicazione. Se hai bisogno di un mobile con quattro gambe per sederti, è più facile chiedere una sedia e ignorare le tante variazioni di design e di materiali. Tuttavia, se stai sondando una possibile scelta di carriera, non dovresti essere soddisfatto di una descrizione stereotipata della mansione che ti interessa, dovresti voler sapere esattamente cosa significa veramente essere un poliziotto, un neurochirurgo o un analista finanziario. Allo stesso modo, avere a che fare con persone con una diversa cultura o origine sociale viene reso ancora più difficile da stereotipi che oscurano la verità.
  20. 20
    Elimina il dialogo con te stesso. Molto di quello che sembra pensiero è in realtà una conversazione con te stesso che tieni di continuo. Questo dialogo con te stesso prende la forma di giudizi e atteggiamenti critici su te stesso. Le tue capacità cognitive possono essere distrutte dal dialogo con te stesso che riporta continuamente messaggi negativi, rinforzando un'immagine negativa di sé (“Non riesco a fare bene niente”, “Non sono in gamba quanto gli altri”) o atteggiamenti (“È meglio non fidarsi di nessuno”, “La scuola è una perdita di tempo”). A meno che questo tipo di pensiero negativo non venga sfidato e sostituito da un dialogo con se stessi più positivo, tenderà a influenzare le tue decisioni in modo indesiderato. L'elemento fondamentale in un cambiamento del genere è coltivare l'autostima. La terapia è una buona soluzione per questo tipo di problema.
  21. 21
    Cerca coerenza. Ralph Waldo Emerson scrisse una volta: “La coerenza stupida è il folletto dispettoso delle menti povere”. Una coerenza attenta, però, è la caratteristica di un pensiero accurato e preciso. Coerenza e logica sono i criteri da applicare a tutto quello che prendi in considerazione. L'incoerenza è spesso usata per oscurare la verità.
  22. 22
    Pratica l'empatia. C'è un detto indiano che dice di camminare per un chilometro nelle scarpe di un'altra persona prima di giudicarla. In altre parole, non dovresti giudicare gli altri finché non comprendi bene la loro situazione. Praticando questo tipo di empatia, diminuirai dei potenziali giudizi avventati che un giorno potresti rimpiangere. Potresti anche scoprire che un po’ di comprensione facilita una migliore visione del comportamento altrui. Maggiore è la tua visione di te stesso e degli altri, più sagge saranno le tue decisioni.
  23. 23
    Prenditi del tempo per controllare i fatti. Se non hai chiari i fatti, le tue decisioni saranno probabilmente distorte. Nelle faccende importanti dovresti cercare di avere accesso diretto ai fatti più rilevanti. Se devi prendere una decisione sul lavoro e desideri sapere qualcosa sulle tue capacità professionali, è meglio fare un test attitudinale anziché chiedere ai tuoi amici in cosa pensano che tu sia “bravo”. Allo stesso modo, è meglio trovare la tipologia di lavoro di una certa posizione basandosi su referenze e colloqui con altri lavoratori, anziché su stereotipi che potrebbero essere pieni di verità parziali e omissioni significative. Verifica l'affidabilità delle tue informazioni. L'hai avuta da una fonte affidabile? Puoi trovare un'altra fonte che confermi quest'informazione? Se le risposte a queste domande sono affermative, puoi avere più fiducia nei fatti che usi come base per le tue decisioni.
  24. 24
    Verifica la validità delle tue informazioni. L'informazione può essere affidabile ma non valida. La validità ha a che fare con la pertinenza dell'informazione nel contesto in cui viene applicata. Potrebbe essere un'informazione affidabile dire che se strofini un fiammifero il risultato sarò il fuoco – a meno che tu non sia sott'acqua o nello spazio! Il contesto è importante!
  25. 25
    Coltiva la capacità di ascolto. Quando si tratta di conversazione, quello che senti è quello che ricevi. L'ascolto è un'altra capacità che tendiamo a dare per scontata, ma viene raramente utilizzata con efficacia come pensiamo. Quante volte sei stato nel mezzo di una conversazione e improvvisamente hai realizzato che l'altra persona ti ha fatto una domanda che non avevi neanche sentito? Quante volte sei stato così preoccupato dai tuoi pensieri in classe da eliminare la voce del tuo insegnante? Accade a tutti noi e dimostra la difficoltà di praticare questa capacità apparentemente semplice. Se ascoltiamo con più attenzione, otteniamo informazioni più corrette; se otteniamo informazioni più corrette, prendiamo decisioni migliori.
  26. 26
    Sii consapevole del pensiero illogico. Ci sono interi libri di filosofia dedicati alla logica e al modo in cui si può distorcere. Gli stereotipi spesso si basano sul pensiero illogico, applicando specifiche caratteristiche in modo universale senza una vera base verificabile o presupponendo una connessione causale tra due eventi con collegati. La pubblicità spesso incoraggia associazioni illogiche: la carne di manzo viene passata come “cibo per persone vere” (cosa mangiano le persone “non vere”?) e i denti bianchi o il deodorante giusto sembrano garantire una frotta di belle donne (o uomini affascinanti) ai tuoi piedi. Potrebbe sembrare ovvio che certe affermazioni siano ridicole, ma qualcuno paga queste pubblicità un sacco di soldi per un motivo!
  27. 27
    Ascolta il tuo intuito. Tutti hanno delle sensazioni sulle cose, prima o poi. Queste sensazioni sono spesso il risultato di informazioni registrate a livello inconscio. È come quando ti accorgi che qualcuno ti sta osservando, poi alzi lo sguardo e scopri che è vero. Non c'era un motivo logico per credere che qualcuno ti stesse osservando, ma viene comunque registrato. L'intuito non può prendere il posto del pensiero logico, ma può essere sviluppato come un aiuto valido. Cercando di essere più consapevole delle tue intuizioni, puoi aumentare la sensibilità verso questo tipo di informazione. Una volta che la metti alla prova e ti fidi, puoi migliorare le tue capacità decisionali.

Consigli

  • È bene usare carta e penna per il pensiero critico quando ci troviamo in situazioni complesse.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 23 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Sviluppo Personale

In altre lingue:

English: Improve Critical Thinking Skills, Español: mejorar las habilidades de pensamiento crítico, Français: améliorer son esprit critique, Deutsch: Die kritische Denkfähigkeit verbessern, Português: Melhorar Suas Habilidades de Pensamento Crítico, Русский: улучшить навыки критического мышления, Bahasa Indonesia: Mengembangkan Kemampuan Berpikir Kritis, Nederlands: Kritischer denken, العربية: تنمية مهارات التفكير النقدي, Tiếng Việt: Cải thiện kỹ năng tư duy phản biện, ไทย: พัฒนาทักษะการคิดวิเคราะห์, 中文: 提高批判性思维能力

Questa pagina è stata letta 7 574 volte.
Hai trovato utile questo articolo?