Come Sviluppare le Difese Immunitarie

Scritto in collaborazione con: Mandolin S. Ziadie, MD

Il corpo è una macchina molto intelligente, sapientemente progettata per mantenerti in salute e difenderti dalle infezioni. I globuli bianchi, tra cui le cellule Natural Killer (o i linfociti NK) e i linfociti T, e altri sistemi di difesa sono sempre al lavoro per proteggerti, ma esistono comunque alcune misure che puoi adottare per migliorare il tuo sistema immunitario.[1]

Parte 1 di 3:
Accrescere le Difese Immunitarie Mediante l'Alimentazione

  1. 1
    Mangia gli agrumi. La vitamina C è un antiossidante di prima qualità. Si ritiene che potenzi l'azione di globuli bianchi, anticorpi e interferone, impedendo ai virus di svilupparsi.[2] Tuttavia, si dovrebbero condurre altre ricerche per verificare la sua utilità.[3]
    • Non è necessario spendere troppi soldi per una centrifuga. Basta mangiare gli agrumi e talvolta anche qualche pezzo di scorza per aumentare l'apporto di vitamina C.
    • Cerca di assumere 200 milligrammi di vitamina C al giorno, in modo da poter soddisfare il fabbisogno giornaliero di almeno 6 alimenti di origine vegetale tra frutta e verdura. Puoi trovare la vitamina C anche nei broccoli, negli spinaci, nei peperoni, nelle fragole e nei lamponi.[4]
    • Distribuisci l'apporto di vitamina C nel corso della giornata, altrimenti un consumo eccessivo concentrato in una sola volta rischia di essere espulso attraverso le urine.
  2. 2
    Assumi il beta-carotene. Si tratta di un antiossidante precursore della vitamina A, presente nella frutta e nella verdura, che potenzia le cellule Natural Killer e le altre cellule del sistema immunitario, rafforza le difese, previene e uccide le cellule tumorali (tramite l'incremento della produzione del fattore di necrosi tumorale).[5]
    • Il beta-carotene e altri carotenoidi sono presenti nella frutta pigmentata di arancione e giallo e in altri alimenti di origine vegetale, come il melone di Cantalupo, le patate dolci, la zucca e le carote; si trova anche negli spinaci. Mangia almeno cinque porzioni di frutta e verdura al giorno per soddisfare il fabbisogno minimo di beta-carotene, corrispondente a 6 milligrammi.[6]
    • Non esagerare con l'apporto delle vitamine. In quantità elevate la vitamina A pura può essere tossica, ma se assunta tramite alimenti contenenti beta-carotene il corpo andrà a convertirla in base alle necessità.[7]
  3. 3
    Mangia l'aglio. L'allicina e gli altri elementi presenti nell'aglio (che contengono zolfo) sembrano avere un ruolo importante nella salute. L'aglio potenzia l'azione di globuli bianchi, anticorpi e linfociti. Più aglio crudo – o cotto – mangi, meglio è. Una ricerca ha riscontrato una riduzione del 30% del rischio di cancro al colon nelle persone che lo assumono, crudo o cotto, rispetto a quelle che lo prendono sotto forma di integratori.[8]
    • Non esiste una quantità raccomandata per il consumo dell'aglio né il pericolo di un'intossicazione. Tuttavia, l'alito potrebbe soffrirne!
    • L'aglio è anche un antiossidante capace di eliminare i radicali liberi che favoriscono l'invecchiamento.
  4. 4
    Aggiungi un po' di zinco alla tua alimentazione. Lo zinco è un minerale che ha la proprietà di stimolare le difese immunitarie, perché aumenta la produzione e la forza di globuli bianchi e linfociti.[9]
    • Si trova nei cereali arricchiti di zinco, nei fagioli, nella carne, nei latticini, nella carne scura del tacchino, nelle ostriche e nella polpa di granchio.
    • In realtà, un consumo eccessivo di zinco, oltre i 75 milligrammi al giorno, può indebolire il sistema immunitario. Sono sufficienti 15-25 milligrammi al giorno.
  5. 5
    Assumi il selenio. È un minerale presente in molti alimenti, aumenta la produzione dei linfociti e rinforza il sistema immunitario. Se combinato con la vitamina E, le sue proprietà antiossidanti sono persino più potenti.[10]
    • Il pesce e i frutti di mare, gli alimenti di origine vegetale, i cereali integrali, il riso, l'aglio e molti altri cibi contengono questo minerale. Il fabbisogno giornaliero equivale a circa 55 microgrammi. Se lo assumi in quantità eccessive il rischio di diabete potrebbe essere più elevato, perciò non si consigliano gli integratori di selenio.[11]
  6. 6
    Assicurati di assumere gli acidi grassi omega-3. I pesci grassi, come il salmone e il tonno, le alghe e il krill, alcuni vegetali e certe qualità di olio derivato dalla frutta a guscio sono ottime fonti di acidi grassi omega-3, che vanno a promuovere l'attività dei globuli bianchi, la salute del cuore, il funzionamento del cervello, la salute gastrointestinale e molto altro ancora.[12]
    • I grassi omega-3 sono costituiti da tre tipi di acidi: EPA (acido eicosapentaenoico), DHA (acido docosaesaenoico) e ALA (acido alfa-linolenico). L'EPA e il DHA provengono dai pesci, dal krill e dalle alghe, mentre l'ALA si ottiene tramite alcune piante, come i semi di lino, la soia, i semi di zucca e la frutta a guscio, come le noci. L'EPA e il DHA vengono assimilati più facilmente dall'organismo, mentre l'ALA deve essere trasformato in EPA e DHA e questa conversione non avviene facilmente.[13]
    • Generalmente, agli adulti si consiglia di mangiare due porzioni di pesce a settimana per soddisfare il fabbisogno di omega-3. Il medico può consigliare di aumentarne il consumo se soffri di pressione alta o colesterolo, ma la regola generale è non superare i 3 grammi al giorno. Se la tua fonte di omega-3 è costituita dall'olio o dagli integratori, integra l'assunzione con la vitamina E.[14]
  7. 7
    Evita gli alimenti industriali. Mangiare cibo naturale reca numerosi benefici, e il rafforzamento delle difese immunitarie è uno di questi. Evita cibi poveri di nutrienti, come prodotti alimentari lavorati industrialmente, cibi raffinati, fritture ricche di zuccheri, grassi e sale.[15]
    • Mangiando alimenti naturali non trasformati (o trasformati in minima parte) andrai ad aumentare anche l'assunzione dei bioflavonoidi che permettono al sistema immunitario di inibire la penetrazione delle tossine ambientali nelle cellule. Mangiando 9 porzioni di frutta e verdura al giorno avrai la garanzia di assumere una corretta dose di bioflavonoidi.[16]
  8. 8
    Allatta tuo figlio al seno. L'allattamento al seno è il modo migliore per incominciare a rafforzare le difese immunitarie di un neonato. Definita "immunità naturale passiva", consente al bambino di ricevere anticorpi, agenti immunitari e globuli bianchi ogni volta che il piccolo assume il latte della madre.[17]
    • L'allattamento al seno favorisce anche la crescita dei batteri intestinali buoni, fondamentali per mantenere in forze il sistema immunitario.
    • Gli anticorpi trasmessi dalla madre sono fondamentali per garantire l'efficienza delle difese immunitarie del bambino nel corso della vita.[18]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Assumere gli Integratori

  1. 1
    Prova ad assumere tutte le sostanze nutritive di cui hai bisogno attraverso i cibi. Il modo migliore per assimilare i nutrienti consiste nel mangiare in modo bilanciato. Se invece ti sottoponi a una dieta restrittiva, che ti impedisce di assumere le sostanze nutritive necessarie, dovresti consultare il medico per sapere quali integratori possono essere più adatti alle tue esigenze.
  2. 2
    Prendi un multivitaminico. Di solito, attraverso la dieta si ottengono quasi tutti i micronutrienti, ma può capitare di avere bisogno di un piccolo rinforzo. L'organismo è intelligente e sa che cosa deve estrapolare da un multivitaminico e che cosa scartare.[19]
    • Anche le vitamine A, B2 e B6 hanno un ruolo importante nel sostenere le difese immunitarie.
    • Non è detto che una quantità maggiore sia necessariamente la cosa migliore, infatti il corpo espelle l'eccesso. Perciò, invece di assumere alte dosi di singole vitamine, potresti fare una scelta intelligente comprando un multivitaminico.
  3. 3
    Assumi la vitamina E. Si tratta di un antiossidante che stimola e migliora le cellule del sistema immunitario. Inoltre, può invertire parzialmente i danni dell'invecchiamento causati dall'indebolimento del sistema immunitario.[20]
    • Può essere difficile ricevere quantità sufficienti di vitamina E attraverso gli alimenti (soprattutto avocado, semi, oli vegetali e cereali) e probabilmente un multivitaminico non contiene le quantità raccomandate. In questi casi, prendi un integratore di sola vitamina E, senza superare la dose di 400 milligrammi al giorno.
  4. 4
    Prendi la spirulina. È un'alga di colore blu-verde e uno dei migliori "superfood" al mondo. Contiene proteine, vitamine, minerali e sostanze nutritive, quali la vitamina B, il beta-carotene, la vitamina E, il ferro, lo zinco e il selenio. Di conseguenza, promuove la rigenerazione cellulare, rafforza il sistema immunitario, protegge contro le allergie e combatte l'anemia da carenza di ferro.[21]
    • Solitamente la spirulina viene confezionata in fiocchi o in polvere secca, perciò è facile da aggiungere ai frullati. Anche se non esistono studi scientifici riguardo alle dosi raccomandate, in genere si consiglia di assumerne 2 grammi al giorno.[22]
    • Acquista la spirulina prodotta da un'azienda affidabile, perché, se le alghe non provengono da una coltivazione sicura, potrebbero essere contaminate da metalli pesanti e tossine.[23]
  5. 5
    Prova l'echinacea. Gli studi scientifici non si sono ancora espressi sulla sua efficacia. Si tratta di una pianta appartenente alla famiglia delle Asteraceae, venduta sotto forma di integratori che vanno a stimolare il sistema immunitario e combattere il raffreddore.[24]
    • Stai attento all'assunzione dell'echinacea. Potrebbe provocare eruzioni cutanee nei bambini sotto i 12 anni. Le persone che soffrono di allergie o assumono anticoagulanti o l'ibuprofene possono manifestare gravi effetti collaterali.
    • Non prendere l'echinacea ogni giorno. Assumi 300 mg di estratto in polvere (tintura madre o tè) tre volte al giorno, solo per i primi giorni di raffreddore.[25]
  6. 6
    Prendi i probiotici. Nell'intestino sono presenti centinaia di batteri buoni. È stato dimostrato che i probiotici, come il lactobacillus acidophilus, aumentano le cellule del sistema immunitario e suppliscono alle carenze.[26]
    • Le ricerche sull'esatta quantità di probiotici utili all'organismo sono in continua evoluzione, ma una teoria suggerisce che, come aiutano a scomporre il cibo nell'intestino, così rendono l'ambiente interno del corpo inadatto ai batteri "cattivi".[27]
    • Gli esperti concordano sul fatto che è possibile aiutare l'intestino consumando yogurt e altri prodotti alimentari arricchiti di probiotici.[28]
    • A seconda della fonte, che si tratti di integratori o latticini arricchiti di probiotici, sono necessarie da 1 a 15 miliardi di unità formanti colonie (o UFC) per preservare la salute dell'apparato digerente.[29]
  7. 7
    Stai attento al DHEA. Alcune persone suggeriscono di prendere il DHEA (deidroepiandrosterone), un ormone secreto dalla corteccia del surrene. È stato riscontrato un basso livello di DHEA nei soggetti che presentano alterazioni nel funzionamento immunitario, ma sono ancora poche le ricerche condotte sugli effetti di un'assunzione regolare di DHEA volta a promuovere le difese immunitarie nelle persone sane.[30]
    • Si consiglia di non superare la dose giornaliera di 50 milligrammi.
  8. 8
    Stai alla larga dall'argento. Alcune persone difendono i benefici dell'argento colloidale, che viene usato mischiando minuscole particelle di argento – uguale a quello presente nei gioielli – in un liquido da bere, iniettare o applicare sulla pelle. Non vi è alcuna prova scientifica a sostegno di un tale uso per rinforzare il sistema immunitario.[31]
    • L'argento non è un minerale fondamentale, perciò non è necessario all'organismo.
    • Poiché il corpo non ha bisogno dell'argento, quest'ultimo una volta preso va ad accumularsi, rischiando di danneggiare i reni e provocare convulsioni.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Migliorare lo Stile di Vita

  1. 1
    Vaccinati. I vaccini fortificano il sistema immunitario simulando un'infezione all'interno del corpo e stimolando in questo modo gli anticorpi a sviluppare la risposta immunitaria. Tali anticorpi andranno a riconoscere attacchi simili da parte di agenti patogeni, attivandosi a proteggere l'organismo contro infezioni e malattie future.[32]
    • Il calendario delle vaccinazioni, che parte dalla nascita, prevede i vaccini contro la varicella, la difterite, l'influenza, l'epatite B, l'haemophilus influenzae (o Hib, che causa la meningite), il morbillo, il meningococco, la parotite, la poliomielite, la rosolia, il tetano e la pertosse. Attualmente alcuni programmi per le vaccinazioni includono anche il papillomavirus umano (o HPV).[33]
    • I vaccini ottenuti dai germi indeboliti o uccisi non procurano la malattia: causano solo una reazione sintomatica, come rossore nel punto in cui è stata somministrata l'iniezione o una leggera febbre.
    • I vaccini non comportano rischi, non causano autismo e solo raramente provocano gravi reazioni allergiche, come nei casi di allergia alle uova.
  2. 2
    Esponiti ai germi. Esponendosi al rischio di contrarre malattie è possibile sviluppare anticorpi che in seguito si attiveranno a debellare le infezioni quando l'organismo si troverà esposto agli stessi agenti patogeni.[34]
    • Non esagerare con il disinfettante per le mani. I prodotti antibatterici in realtà favoriscono lo sviluppo di batteri resistenti che successivamente potrebbero sopravvivere ai trattamenti antibiotici, inibendo la loro efficacia quando c'è un reale bisogno. Lavati le mani con acqua e sapone normali (non antibatterici).
    • Non proibire ai tuoi figli di sporcarsi, accarezzare un cane affettuoso o usare i giocattoli caduti sul pavimento. È sufficiente che poi si lavino le mani con un normale sapone.
    • Alcuni studi hanno dato esiti sorprendenti: nei bambini che presentavano un rischio più elevato di esposizione alle infezioni, è stata registrata un'insorgenza di malattie cardiache meno elevata nel corso della vita.[35]
    • Non esporre forzatamente tuo figlio alla varicella e non ricorrere a simili mezzi per un supposto incremento delle difese immunitarie. La varicella può essere molto grave ed è meglio prevenirla con la vaccinazione.[36]
    • Rafforza il sistema immunitario in modo intelligente. Alcune persone potenziano le difese del corpo con determinati alimenti, piante e perfino con il veleno di serpente mediante esposizioni ripetute e crescenti. Non si tratta di un metodo sicuro e può comportare conseguenze persino letali.[37]
  3. 3
    Riduci lo stress. Lo stress cronico porta ad aumentare il tasso di cortisolo nel sangue, che va a indebolire il sistema immunitario.[38]
    • Impara ad affrontare lo stress cambiando le tue abitudini fisiche e mentali, magari mediante la meditazione, praticando sport, seguendo una dieta equilibrata o tenendo un diario.
    • La terapia cognitivo-comportamentale è uno dei metodi più efficaci per affrontare lo stress. Il terapeuta aiuta il paziente insegnandogli a riformulare e risolvere i problemi, tollerare le incertezze e aumentare la sua esposizione ai fattori che scatenano l'ansia.[39]
    • Secondo alcuni studi, traducendo in parole i propri stati d'animo all'interno di un diario è possibile gestire ciò che si prova, arginando le sensazioni negative e dando sfogo alle emozioni.[40]
  4. 4
    Ridi. Ridere allevia lo stress in varie situazioni, favorisce la produzione di endorfine che vanno a rinvigorire la mente e il corpo e migliora il sistema immunitario.[41]
    • La risata è la migliore medicina contro lo stress.[42] Prova a ridere: guarda uno dei tuoi film comici preferiti o pratica lo yoga della risata.
  5. 5
    Prendi il sole. Esistono sempre più prove a sostegno del fatto che la vitamina D promuove non solo la formazione di ossa forti (in quanto aiuta il corpo ad assorbire il calcio), ma anche il sistema immunitario.[43]
    • Esponiti 10-15 minuti alla luce del sole tre volte a settimana. Prendi le precauzioni necessarie per evitare di scottarti, applicando la crema solare, bevendo molta acqua e indossando un cappello. I benefici della vitamina D non svaniranno.[44]
    • Se preferisci prendere gli integratori di vitamina D, sappi che per un adulto sono sufficienti 15 microgrammi al giorno.[45]
  6. 6
    Dormi a sufficienza. Durante il sonno il corpo si riposa e si rigenera. Mentre dormi, il sistema immunitario mette in circolo delle proteine chiamate citochine, che svolgono un'importante azione protettiva nei periodi di stress o malessere fisico, quindi, se non dormi a sufficienza, non produrrai la quantità di citochine necessaria a conservare le tue forze e combattere le infezioni.[46]
    • La maggior parte degli adulti hanno bisogno di dormire 7-8 ore ogni notte.
  7. 7
    Evita la pulizia del colon. Alcune persone ritengono che la pulizia del colon, effettuata con acqua, caffè o altre sostanze, comporti un rafforzamento del sistema immunitario mediante l'eliminazione delle tossine. Non esistono prove scientifiche a sostegno di questa pratica, che può essere al contrario pericolosa e poco salutare.[47]
  8. 8
    Ricevi le cure mediche. Se ti è stata diagnosticata una malattia da immunodeficienza, il medico ti prescriverà una serie di iniezioni per via endovenosa.[48]
    • La terapia con immunoglobuline comporta l'iniezione diretta o l'introduzione per via endovenosa di anticorpi per combattere le infezioni. Di solito, si somministra in una struttura ospedaliera tramite una procedura ambulatoriale.
    • Il trapianto delle cellule staminali è una cura potenzialmente definitiva contro le malattie da immunodeficienza che comportano un rischio per la vita. È necessario che vi sia un grado stretto di parentela tra il donatore e il destinatario delle cellule staminali, ma, anche in questi casi, il successo del trapianto non è garantito.
    • Le persone sane che cercano solo di rafforzare il sistema immunitario non hanno alcun bisogno di ricorrere all'immunoterapia.
    Pubblicità

Consigli

  • Studiosi e ricercatori stanno ancora cercando di comprendere i complessi meccanismi del sistema immunitario e come vari farmaci, erbe e integratori influenzino i suoi processi. Uno stile di vita sano è sempre la migliore arma di difesa.[49]

Pubblicità
  1. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18384097
  2. http://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/selenium
  3. http://www.askdrsears.com/topics/feeding-eating/family-nutrition/foods-to-boost-immunity/foods-that-boost-your-immune-system
  4. http://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/omega3-fatty-acids
  5. http://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/omega3-fatty-acids
  6. http://www.nhs.uk/livewell/goodfood/pages/what-are-processed-foods.aspx
  7. http://www.askdrsears.com/topics/feeding-eating/family-nutrition/foods-to-boost-immunity/foods-that-boost-your-immune-system
  8. https://www.healthychildren.org/English/ages-stages/baby/breastfeeding/Pages/Breastfeeding-Benefits-Your-Baby's-Immune-System.aspx
  9. http://www.researchgate.net/publication/13397140_Breastfeeding_provides_passive_and_likely_longlasting_active_immunity
  10. http://www.health.harvard.edu/staying-healthy/how-to-boost-your-immune-system
  11. http://www.askdrsears.com/topics/feeding-eating/family-nutrition/foods-to-boost-immunity/foods-that-boost-your-immune-system
  12. http://www.askdrsears.com/topics/feeding-eating/family-nutrition/spirulina
  13. http://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/spirulina
  14. http://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/spirulina
  15. http://www.mayoclinic.org/drugs-supplements/echinacea/background/hrb-20059246
  16. http://umm.edu/health/medical-reference-guide/complementary-and-alternative-medicine-guide/herb/echinacea
  17. http://www.health.harvard.edu/staying-healthy/how-to-boost-your-immune-system
  18. http://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/lactobacillus-acidophilus
  19. http://www.sciencedaily.com/releases/2014/03/140312132632.htm
  20. http://umm.edu/health/medical/altmed/supplement/lactobacillus-acidophilus
  21. http://www.mayoclinic.org/drugs-supplements/dhea/background/hrb-20059173
  22. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/consumer-health/expert-answers/colloidal-silver/faq-20058061
  23. http://www.cdc.gov/vaccines/parents/vaccine-decision/prevent-diseases.html
  24. http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?id=648&area=Malattie%20infettive&menu=vaccinazioni
  25. http://www.slate.com/articles/double_x/doublex_health/2010/03/which_dirt_should_your_baby_eat.html
  26. http://articles.chicagotribune.com/2010-03-24/features/ct-x-n-health-dirt-20100324_1_nu-professor-northwestern-study-immune-system
  27. http://www.cdc.gov/chickenpox/about/transmission.html
  28. http://www.medscape.com/viewarticle/780470#vp_2
  29. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/stress-management/in-depth/stress/art-20046037
  30. http://www.mayoclinic.org/tests-procedures/cognitive-behavioral-therapy/basics/definition/prc-20013594
  31. http://newsroom.ucla.edu/stories/putting-feelings-into-words-155536
  32. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/stress-management/in-depth/stress-relief/art-20044456
  33. http://www.laughteronlineuniversity.com/laughter-less-stress-better-health-energy/
  34. http://www.immunologyexplained.co.uk/ImportanceImmuneSystem.aspx
  35. http://umm.edu/health/medical/ency/articles/vitamin-d
  36. http://umm.edu/health/medical/ency/articles/vitamin-d
  37. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/insomnia/expert-answers/lack-of-sleep/faq-20057757
  38. http://www.mayoclinic.org/healthy-living/consumer-health/expert-answers/colon-cleansing/faq-20058435
  39. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/primary-immunodeficiency/basics/treatment/con-20031958
  40. http://www.health.harvard.edu/staying-healthy/how-to-boost-your-immune-system

Informazioni su questo wikiHow

Specialista in Patologia
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Mandolin S. Ziadie, MD. La Dottoressa Ziadie è una Specialista in Patologia Iscritta all’Albo nel Sud della Florida. Ha completato l’internato in Patologia Pediatrica al Children’s Medical Center nel 2010.
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 7 237 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità