I vasi in terracotta sono abbastanza robusti finché non si prova a tagliarli o forarli, cosa che rappresenta un problema se hai in progetto di trasformare un normale vaso di terracotta in una pentola tajine, in una lanterna per la veranda o il patio, in un "giardino delle fate", in un terrario per rane o in qualsiasi altra cosa la tua creatività ti suggerisca. Per questo motivo, prima di avvicinarti al tuo vaso con una sega, una mola o un trapano, leggi le risposte elencate di seguito relative alle domande chiave che potresti avere. In questo modo potrai aumentare le probabilità di ottenere risultati eccellenti, anziché mucchi di cocci di terracotta che una volta erano splendidi vasi.

Question 1
Question 1 di 9:
Che strumento dovrei usare?

  1. 1
    Usa una sega circolare (per esempio un Dremel) per tagliare i vasi di piccole dimensioni. Non è in grado di tagliare la terracotta come se fosse burro, però ti garantirà di completare il lavoro. Per ottenere i risultati migliori, usa la punta del Dremel dotata di lama diamantata (o l'accessorio simile in dotazione allo strumento da taglio che stai usando). Di seguito trovi alcuni dei consigli che occorre tenere a mente:[1]
    • Indossa guanti da lavoro, occhiali protettivi e una mascherina antipolvere.
    • Immergi il vaso in acqua per circa 20 minuti in modo che durante il taglio si produca meno polvere. Sarà comunque un lavoro che creerà molta polvere e confusione, quindi è sempre meglio eseguirlo all'aperto.
    • Blocca il vaso in una morsa da banco per stabilizzarlo durante la fase di taglio (fai attenzione a non stringere troppo la morsa altrimenti il vaso si romperà).
    • Accendi la sega circolare, quindi appoggia delicatamente la lama rotante sulla superficie del vaso. Applica una pressione uniforme e costante, anziché cercare di far penetrare con forza la lama all'interno della terracotta. Incidi la superficie del vaso (puoi anche passare da parte a parte), poi muovi la lama lentamente lungo la linea del taglio.
    • Versa o spruzza dell'acqua con regolarità sul punto del vaso in cui stai eseguendo il taglio per evitare che la terracotta si surriscaldi.
    • Con molta attenzione, elimina eventuali bordi affilati presenti lungo il taglio levigandoli con la carta vetrata a grana 80.
  2. 2
    Per tagliare vasi di grandi dimensioni, usa una smerigliatrice angolare. La tecnica di taglio da impiegare in questo caso è pressoché identica a quella da usare quando si utilizza una sega circolare, ma la smerigliatrice angolare è molto più grande e potente. Assicurati di indossare tutto l'equipaggiamento protettivo necessario, immergi il vaso in acqua per ridurre la quantità di polvere che verrà prodotta, taglia il vaso applicando una pressione leggera, uniforme e costante, quindi elimina eventuali bordi affilati usando la carta vetrata.[2]
    • A differenza di una sega circolare o di un Dremel che possono essere impugnati anche con una sola mano, la smerigliatrice angolare va impugnata e controllata con entrambe le mani. Blocca il vaso in una morsa da banco, facendo attenzione a non serrarla troppo, così da avere entrambe le mani libere per poter impugnare in sicurezza la smerigliatrice.
    • Una lama diamantata garantirà un lavoro eccellente, ma puoi usare anche un disco da taglio per pietra e cemento.
    • La smerigliatrice angolare produce una grande quantità di rumore quando è in funzione, quindi è consigliabile indossare anche delle cuffie protettive.
  3. 3
    Usa una seghetto con una lama al carburo di tungsteno. Si tratta di un'alternativa efficace seppur un po' più lenta. Se hai il tempo e la resistenza fisica per tagliare il vaso a mano, puoi optare per l'utilizzo di un seghetto dotato di lama al carburo di tungsteno. Le lame di questo tipo hanno un'azione molto simile a quella della carta vetrata, anziché a quella di una lama con denti in metallo. Anche in questo caso, come nel caso di utensili elettrici, immergi il vaso in acqua, indossa tutto l'equipaggiamento di sicurezza necessario per preservare la tua incolumità fisica e blocca il vaso in una morsa per ottenere i risultati migliori. Esegui il taglio compiendo movimenti lunghi e regolari avanti e indietro, per sfruttare tutta la lunghezza della lama, applicando una pressione costante e sufficiente per avanzare lungo la sezione del taglio.[3]
    • Se devi sostituire la lama del seghetto, allenta il dado a farfalla presente vicino all'impugnatura girandolo in senso antiorario. Rimuovi la vecchia lama sfilandola dai due fermi posti all'estremità del seghetto, installa la nuova lama e serra il dado a farfalla ruotandolo in senso orario.
    Pubblicità

Question 2
Question 2 di 9:
Quali strumenti non dovrei usare?

  1. 1
    Evita di usare seghe circolari o a mano dotate di lame dentate. Più i denti metallici della lama o del disco da taglio sono grandi e maggiore sarà il rischio di scheggiare la terracotta e rompere il vaso. Opta sempre per utensili che compiano un'azione fresante sulla terracotta, anziché scalfente.[4]
    • Indipendentemente dallo strumento che hai scelto per effettuare il taglio (una sega circolare, una smerigliatrice angolare o una sega a mano), scegli sempre una lama o un disco da taglio diamantati o in carburo di tungsteno. Questo utensili da taglio sono progettati per avere un'azione fresante su materiali come il vetro, il cemento o la pietra.

Question 3
Question 3 di 9:
Come faccio a tagliare il fondo del vaso?

  1. 1
    Fai scorrere lentamente la lama della sega circolare o il disco da taglio della smerigliatrice angolare lungo la circonferenza del fondo del vaso. Indipendentemente dall'aver deciso di eseguire il taglio a mano libera o aver tracciato una linea da seguire, taglia il vaso ad almeno 2-3 cm dal fondo per ridurre le probabilità di romperlo. Incidi la superficie del vaso creando un piccolo solco usando lo strumento da taglio che hai scelto di utilizzare, ruota leggermente il vaso e pratica una nuova incisione che segua la precedente, quindi ripeti il processo finché non avrai completato il taglio.[5]
    • Se stai usando una smerigliatrice angolare, è molto probabile che dovrai effettuare 1-2 passate per poter tagliare completamente il fondo e rimuoverlo dal resto del vaso. Nel caso di una sega circolare portatile o di un Dremel ci vorranno 2-3 passate.
    • Per eseguire un taglio più preciso blocca il vaso in una morsa da tavolo. Se invece la precisione del taglio non è un fattore determinante, puoi semplicemente appoggiarlo per terra su un lato.
    Pubblicità

Question 4
Question 4 di 9:
Posso tagliare il vaso esattamente a metà?

  1. 1
    Sì, incidi la superficie del vaso lungo la linea di taglio usando la sega o la smerigliatrice, quindi separalo a metà con delicatezza e attenzione. Traccia una linea che divida il vaso esattamente a metà, bloccalo in una morsa da tavolo con il lato rivolto verso l'alto. Adesso incidi la superficie del vaso lungo la linea che hai tracciato usando lo strumento che hai scelto. Applica una pressione leggera e uniforme durante il taglio. Cerca di creare un'incisione che raggiunga circa la metà o 2/3 dello spessore della terracotta. Dopo che avrai completato il taglio, il vaso dovrebbe dividersi a metà da solo applicando una leggera pressione. In caso contrario colpiscilo con delicatezza lungo la linea del taglio usando un piccolo martello in gomma o un utensile simile.[6]
    • Tagliando la terracotta da parte a parte usando una sega circolare o una smerigliatrice angolare è molto probabile che il vaso si frantumi.
    • Il taglio non risulterà netto e pulito, quindi fai molta attenzione ai bordi irregolari perché saranno estremamente taglienti.

Question 5
Question 5 di 9:
Posso creare delle decorazioni in rilievo o incise?

  1. 1
    Puoi creare un'incisione decorativa usando un incisore a mano portatile. Pulisci la superficie del vaso e immergilo in acqua, quindi usa uno stencil (oppure disegna il soggetto dell'incisione a mano libera) per riportare il disegno dell'incisione direttamente sul vaso. Indossa l'equipaggiamento di sicurezza per intero, guanti da lavoro, occhiali protettivi e mascherina antipolvere, quindi accendi l'incisore. Usa una punta sottile (delle dimensioni di quella di una matita) per incidere lungo le linee del disegno fino alla profondità che desideri. A questo punto elimina i residui di polvere usando un panno pulito.[7]
    • Gli utensili prodotti dalla Dremel sono un'ottima opzione per questo tipo di lavori, ma non l'unica.
    • Valuta di bloccare il vaso in una morsa da banco per tenerlo fermo mentre lavori sull'incisione.
  2. 2
    Usa l'incisore a mano anche per rimuovere la terra cotta in eccesso presente nell'incisione e portare alla luce il disegno finito. L'unica differenza rispetto a prima è che adesso dovrai usare la punta dell'incisore per rimuovere tutta la terracotta in eccesso e, se necessario, perforarla completamente. In questa fase puoi usare sia la punta della fresa dell'incisore sia i lati per completare il disegno dell'incisione. L'elevata velocità di rotazione della punta dell'incisore è perfetta per arrotondare e smussare i bordi dell'incisione, tuttavia potresti avere comunque la necessità di usare la carta vetrata quando avrai terminato il lavoro.[8]
    • Questo è un ottimo modo per incidere i vasi di terracotta come faresti con le zucche per Halloween.
    Pubblicità

Question 6
Question 6 di 9:
Che cosa devo fare se devo creare un foro?

  1. 1
    Pratica un foro con attenzione e delicatezza usando una piccola punta per cemento o pietra, quindi usa una punta più grande per allargarlo. Immergi il vaso in acqua per almeno 20 minuti (o per tutta la notte) per ammorbidire la terracotta e ridurre la polvere che si creerà durante il lavoro. Posiziona due pezzi di nastro adesivo di carta a X sul punto in cui devi praticare il foro. Monta sul trapano la punta per cemento più piccola che hai, quindi pratica un foro nella terracotta con delicatezza e lentezza. Esercita una pressione sulla punta del trapano sufficiente a evitare che possa spostarsi dal punto in cui devi praticare il foro.[9]
    • Se necessario, usa una punta leggermente più grande della prima per allargare il buco che hai creato. Continua in questo modo per ottenere un foro delle dimensioni desiderate.
    • Per evitare di farti male con le schegge di terracotta che si produrranno, indossa degli occhiali protettivi e dei guanti da lavoro.
    • Ricorda di lasciare che sia la punta del trapano a fare tutto il lavoro. Se eserciterai una pressione per finire prima o per cercare di agevolare il processo di foratura, rischierai di scheggiare la terracotta.

Question 7
Question 7 di 9:
Come si rompe un vaso in caso di necessità?

  1. 1
    Usa un pezzo di legno e un martello per rompere il vaso in maniera controllata. Indossa occhiali protettivi, guanti da lavoro e indumenti lunghi che proteggano braccia e gambe dai detriti di terracotta. Posiziona il pezzo di legno (che può essere un pezzo di una normale asse in legno) contro la parete interna superiore del vaso nel punto in cui desideri romperla e tienila in posizione. A questo punto colpisci la parte esterna del vaso con il martello esattamente dove hai posizionato il pezzo di legno. In questo modo, molto probabilmente, romperai un grosso frammento della parete del vaso e otterrai anche dei pezzi più piccoli.[10]
    • Copri il vaso con un asciugamano come protezione aggiuntiva contro le eventuali schegge di terracotta che si potrebbero produrre durante il lavoro.
    • Forse ti stai chiedendo perché mai dovresti avere bisogno di rompere un vaso; tuttavia, sono moltissimi i progetti fai da te in cui serve un vaso rotto. Per esempio, sta diventando molto popolare creare un "giardino delle fate" all'interno di un vaso di terracotta rotto.
    • Se stai cercando di realizzare un "giardino delle fate", il tuo obiettivo è quello di rimuovere una porzione della parete del vaso lasciando il fondo intatto.
    Pubblicità

Question 8
Question 8 di 9:
Come si crea un "giardino delle fate" all'interno di un vaso rotto?

  1. 1
    Riempi il vaso usando i frammenti di terracotta, del terriccio, aggiungi le piante e completa il lavoro con le decorazioni tipiche di un "giardino delle fate". Riempi il vaso per circa 1/4 della capienza con del terriccio, quindi posiziona i pezzi di terracotta che hai ricavato dalla rottura del vaso e aggiungi altra terra per ricavare delle pareti, delle aree inclinate e una scala a chiocciola. A questo punto aggiungi alcune piante in miniatura (come la "lacrima di bambino" e la trichostema lanatum) una piccola casetta adatta per le fate, un castello o qualsiasi altro elemento decorativo che desideri.[11]
    • Puoi acquistare le decorazioni adatte al tuo "giardino delle fate" online, nei negozi di bricolage e fai da te o anche nei negozi che vendono acquari e accessori correlati.
    • Se ti serve un'ispirazione esegui una ricerca online usando le parole chiave "giardino fate vaso rotto". Alcuni degli esempi che troverai sono davvero molto belli.

Question 9
Question 9 di 9:
Ho rotto un vaso, che cosa posso fare?

  1. 1
    Non limitarti a buttarlo nella spazzatura, cerca di riutilizzarlo. Se il vaso si è rotto eccessivamente per poterlo utilizzare per realizzare un "giardino delle fate", cerca un altro modo per utilizzare i pezzi di terracotta che hai ottenuto. Per esempio puoi usarli per riempire il fondo di altri vasi che userai per le tue piante in modo da favorire il drenaggio dell'acqua. Oppure posiziona i cocci di terracotta alla base delle piante per evitare che gli scoiattoli possano scavare dei buchi alla ricerca di cibo.[12]
    • I frammenti che hai ricavato dal bordo superiore del vaso sono perfetti da usare come etichette descrittive per le piante che hai in giardino o in casa. Dovrai semplicemente scriverci sopra il nome di ognuna e poi piantare il pezzo di vaso nel terreno.
    • Fai molta attenzione. I bordi dei cocci di terracotta possono essere molto affilati, quindi maneggiali con cura.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
wikiHow Staff Writer
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità.
Categorie: Hobby & Fai da Te
Questa pagina è stata letta 383 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità