Scarica PDF Scarica PDF

Il bambù presenta molti vantaggi rispetto a diversi tipi di legname. Cresce estremamente in fretta, dettaglio che lo rende meno costoso; la sua venatura è gradevole e il materiale si stabilizza in modo tale da diventare molto versatile. Tuttavia, di fronte a delle caratteristiche che lo rendono il prodotto ideale per molti progetti, c'è però uno svantaggio: questo legno è più difficile da tagliare rispetto agli altri, ma puoi riuscirci facilmente utilizzando un attrezzo molto affilato.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Preparare il Bambù al Taglio

  1. 1
    Scegli i fusti - o culmi. Se hai deciso di usare il bambù per un progetto, dovresti in genere scegliere gli steli verdi che sono più facili da manipolare. Se il clima è piuttosto freddo, devi scaldarli per evitare che si scheggino o si spezzino in maniera inaspettata.
    • Applica del nastro adesivo di carta sulla linea di taglio. In questo modo, eviti che si formino delle schegge: Puoi usare delle cesoie affilate per recidere gli steli che hanno un diametro inferiore a 2-3 cm; se sono più grossi, devi usare un seghetto molto tagliente. Scegli una lama a denti dritti altrimenti lacera le fibre della pianta.
    • Usa un metro a nastro o fai riferimento al progetto dei lavori per determinare la larghezza del pezzo di bambù di cui hai bisogno. Trova un culmo che abbia più o meno lo stesso spessore, ma ricorda che questa pianta non mantiene un diametro uniforme.
  2. 2
    Trova i nodi. La maggior parte delle persone usa o taglia il fusto del bambù perché si tratta della parte che cresce sopra la terra ed è dritto.[1]
    • I nodi sono formazioni all'interno degli steli che li rendono forti ed è questa la ragione per cui la pianta li sviluppa; il loro numero può variare in base al tipo di bambù. Puoi individuarli osservando le zone in cui ci sono due anelli l'uno vicino all'altro; quello inferiore può essere considerato il fodero su cui si innesta quello superiore.
    • La maggior parte dei fusti è cava e lo spessore delle pareti varia in base alla specie di pianta; una sola specie presenta dei culmi pressoché pieni.[2]
  3. 3
    Lubrifica la superficie prima del taglio. In questo modo, la lama scorre con maggiore facilità. Devi realizzare un'incisione con un angolo di 45° fra due nodi consecutivi.
    • Ricorda di lavorare in una stanza e con strumenti a temperatura ambiente per evitare che il legno si spezzi.
    • Per lubrificare i culmi si usa in genere l'olio minerale.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Tagliare il Bambù

  1. 1
    Scegli l'attrezzo di taglio corretto. Se hai bisogno di poco materiale per un piccolo progetto di decorazione della casa, puoi prendere un semplice coltello da cucina ben affilato per tagliere il culmo.
    • Puoi eseguire un'incisione precisa utilizzando una sega fine per il legno o per il metallo. Dato che si tratta di un materiale fibroso, dovresti procedere con grande cautela verso la fine del taglio per evitare di sfilacciare l'estremità; procedi lentamente e usa una lama relativamente affilata. Taglia sempre il bambù in diagonale; puoi usare delle cesoie da giardinaggio se il fusto ha un diametro inferiore a 2-3 cm. Per le canne più spesse hai bisogno di un seghetto.
    • Se devi eseguire un lavoro di grandi dimensioni, hai bisogno di un piano di lavoro e un seghetto molto affilato. Appoggia la parte che vuoi tagliare sul bordo del tavolo e tieni il culmo fermo sulla superficie; a questo punto, ti basta segare l'estremità del bambù oppure puoi forarla con un trapano.
    • Per i culmi più spessi di 2-3 cm devi usare una sega a denti fini e un piano di lavoro stabile su cui fissarne entrambe le estremità (per questa operazione il nastro adesivo di carta funziona alla perfezione); successivamente, puoi bloccare la canna con una morsa, tracciare un segno nel punto che vuoi tagliare e procedere. Avvolgendo con uno straccio la porzione che entra nella morsa, puoi evitare che le ganasce ammacchino la superficie del legno.
  2. 2
    Taglia i fusti. Se vuoi mettere i culmi in un vaso come decorazione, sappi che non è molto difficile.
    • Prendi la canna e accertati che non sia danneggiata o malata, individuane i nodi cercando delle strutture anulari; assicurati che ce ne siano almeno 4-6.[3]
    • Usa un coltello affilato per recidere la pianta in corrispondenza del nodo più basso. Pratica un taglio inclinato di 45° e accertati che la lama sia abbastanza affilata da lasciare un bordo netto e non frastagliato. Seleziona un punto di giunzione della canna e taglia appena sopra di essa, tutta la parte che si trova sopra l'incisione morirà.
    • Togli ogni germoglio di foglia che si trova sul fondo dei culmi; non dimenticare di innaffiarli anche se li metti in un vaso ornamentale. Assicurati di cambiare l'acqua una volta a settimana e non esporre il bambù alla luce solare diretta; tuttavia, metti i fusti in una stanza luminosa.
  3. 3
    Prenditi cura dei rami. Se coltivi il bambù in giardino, devi potarlo per mantenerlo in salute.[4]
    • Le canne sopravvivono in genere circa 10 anni; una volta raggiunta la fine del loro ciclo vitale, dovresti rimuoverle per consentire la crescita di quelle nuove. Devi potarle dopo la terza o quinta stagione di sviluppo.
    • È meglio procedere quando non si formano le gemme. Per tagliare completamente il culmo, puoi usare la maggior parte dei seghetti manuali; indossa le opportune protezioni e fai attenzione quando maneggi gli strumenti affilati. Ricorda di recidere sempre sopra un nodo.[5]
    • Inizia a tagliare vicino al terreno. Ricorda di appiattire il ceppo per evitare che la gente vi inciampi; non dovresti rimuovere più di un terzo delle canne del cespuglio. Pratica un'incisione orizzontale per sbarazzarti dei culmi morti o danneggiati.[6]
  4. 4
    Spunta il bambù. Puoi anche tagliare via la parte apicale della pianta per renderla più lussureggiante ed evitare che si sviluppi verso l'alto.
    • Usa un seghetto manuale e pratica il taglio circa 3-4 cm sopra il nodo; quando elimini la punta dei culmi si sviluppano nuove foglie.
    • Alcune persone legano le canne fra loro con dello spago da giardinaggio e mozzano le parti apicali tutte in una volta, in modo che le foglie si sviluppino e rendano il cespuglio più rigoglioso.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Trapiantare il Bambù

  1. 1
    Trapianta i culmi per clonare la pianta. Scegline uno che abbia meno di tre anni.[7]
    • Se hai già il bambù in giardino o nel vaso, puoi propagarlo facilmente tagliando uno stelo in sezioni e interrando queste ultime come se fossero talee. Tali segmenti sviluppano nuove radici creando un clone della pianta "madre"; cerca di tagliare il culmo nella zona centrale. È necessario che ci siano almeno due internodi a ciascuna estremità; l'internodo è la porzione del fusto compresa tra due nodi consecutivi.
    • Taglia la canna in sezioni contenenti due o tre nodi che sono i punti del bambù da cui si sviluppano le foglie. Per questa operazione hai bisogno di un coltello affilato; per trovare il nodo osserva i culmi alla ricerca di quelli che si dilatano un po' e che presentano una leggera divisione. Taglia un numero di sezioni pari alle piante che vuoi coltivare; da ogni segmento si sviluppa una nuova pianta.
    • Aggiungi un paio di segmenti in più per compensare le eventuali perdite, le talee marcite o che non mettono radici ed elimina le foglie usando un tronchese.
  2. 2
    Interra la canna di bambù. Scava una buca nel terreno o riempi un vaso con 15 cm di terriccio per semina. Inserisci il segmento di culmo in modo da interrare uno o due nodi, avendo cura che sia perfettamente verticale o inclinato di 45° rispetto al terreno.
    • Tieni il terreno umido innaffiandolo quando è asciutto al tatto. Il momento migliore per trapiantare le talee di bambù è l'autunno, all'inizio della stagione piovosa; approfitta dei mesi umidi per far radicare i segmenti dei culmi.
    • Se interri la pianta in primavera o in estate, fai in modo che le sezioni siano ben innaffiate; non lasciare che si secchino, altrimenti muoiono o non si sviluppano in nuovi bambù. Il vero bambù è una pianta erbacea, devi quindi mantenerlo umido e trapiantarlo solo nel clima caldo.
    • Esiste un'altra pianta che viene spesso tenuta in casa e che viene chiamata "bambù della fortuna"; tuttavia, non si tratta affatto di un vero bambù, non confonderlo con la pianta originale e non tagliarlo per propagarlo perché sarebbe inutile.
    Pubblicità

Consigli

  • Se procedi al taglio in un ambiente freddo o fresco, scalda prima il legno. Il materiale freddo è più soggetto a scheggiature e rotture improvvise rispetto a quello caldo; il rischio di tale evenienza è maggiore con il bambù rispetto alle altre varietà di legname.
  • Se stai tagliando un pezzo lungo, sostieni entrambe le estremità del fusto utilizzando un cavalletto o un secondo piano di lavoro; il peso della parte libera potrebbe creare trazione sul materiale spezzandolo o scheggiandolo.
  • Cerca le varietà a cespuglio; gli altri tipi di bambù sono considerati invasivi, si diffondono rapidamente e sono difficili da controllare. Quelli a cespuglio tendono comunque a diffondersi ma in maniera più graduale e sono per natura più contenuti.
Pubblicità

Avvertenze

  • È molto difficile tagliare il bambù per il senso della lunghezza per ottenere delle assi piane e dovrebbe occuparsene un professionista. Considerando il prezzo contenuto della materia prima, questo lavoro non dovrebbe essere molto costoso; inoltre, la disponibilità del legname di bambù è in aumento ed è più semplice trovare il prodotto già finito che i pali giusti.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Metro a nastro
  • Cesoie da giardinaggio o seghetto elettrico a denti fini
  • Panno
  • Banco di lavoro con morsa
  • Nastro adesivo di carta

wikiHow Correlati

Fare un Irrigatore a Goccia con una Bottiglia di Plastica
Raccogliere il BasilicoRaccogliere il Basilico
Piantare un Albero di Avocado
Potare e Raccogliere la LavandaPotare e Raccogliere la Lavanda
Coltivare un Albero di GiadaColtivare un Albero di Giada
Innaffiare le OrchideeInnaffiare le Orchidee
Rinvigorire una Pianta di Aloe Vera AppassitaRinvigorire una Pianta di Aloe Vera Appassita
Togliere le Spine dei CactusTogliere le Spine dei Cactus
Ravvivare un'Orchidea che non FiorisceRavvivare un'Orchidea che non Fiorisce
Potare l'OrtensiaPotare l'Ortensia
Ottenere una Pianta di Aloe da una Foglia
Raccogliere i Semi di GirasoleRaccogliere i Semi di Girasole
Eliminare le Formiche dalle Piante in VasoEliminare le Formiche dalle Piante in Vaso
Piantare i Semi di CiliegioPiantare i Semi di Ciliegio
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Ryan Glynn, CPA
Co-redatto da:
Esperto di Piante e Paesaggista di Interni
Questo articolo è stato co-redatto da Ryan Glynn, CPA. Ryan Glynn è un esperto di piante, un paesaggista di interni e il fondatore di Chicago Plants, LLC. È specializzato in cura di piante da appartamento, paesaggismo di interni e giardinaggio. Ryan e la sua attività sono apparsi su diversi giornali, come "TimeOut Magazine" e "Chicago Tribune". Si è laureato in Contabilità alla University of Wisconsin-Madison. Questo articolo è stato visualizzato 45 257 volte
Categorie: Giardinaggio
In altre lingue
Questa pagina è stata letta 45 257 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità