Il Cantalupo è una varietà di melone che ha la buccia verdastra e la polpa di un bel colore arancione brillante. È un frutto ricco di vitamine - A, B, C e K - oltre che di potassio, fibre e magnesio. Tagliarlo non è affatto difficile, ma bisogna separare la polpa dalla buccia e dai semi prima di poterlo mangiare. Puoi servirlo da solo, tagliato a fette o a piccoli pezzi, oppure puoi usarlo come ingrediente per altre pietanze.

Metodo 1 di 3:
Servire il Melone di Cantalupo a Spicchi

  1. 1
    Lava e spazzola il melone intero. Sciacqualo sotto l'acqua corrente fredda ed elimina i residui di terra dalla buccia strofinandola con una spazzola per le verdure. I meloni crescono stando appoggiati sul terreno, quindi possono essere portatori di agenti batterici pericolosi per la salute (come la salmonella); pertanto, è molto importante pulire bene l'intera superficie esterna prima di affettarli.
    • Non è necessario o raccomandato lavare la frutta o la verdura usando un sapone o un detergente. L'acqua corrente pulita e una buona strofinata sono sufficienti per rimuovere sia lo sporco sia gli agenti patogeni che potrebbero essere presenti sulla buccia del tuo melone di Cantalupo.[1]
  2. 2
    Taglia il frutto a metà. Sistema il melone sul tagliere da cucina o su una superficie piana e resistente. Tienilo fermo con la mano non dominante mentre lo tagli con attenzione a metà usando un coltello da cuoco affilato, seguendo una linea centrale immaginaria. Non è necessario sbucciarlo prima di dividerlo in due.[2]
    • La buccia del melone di Cantalupo non è commestibile, ma se hai deciso di mangiare il frutto con le mani, puoi usarla per tenere facilmente le fette senza sporcarti.
  3. 3
    Rimuovi i semi svuotando le due metà al centro. Posiziona le due metà del frutto in modo che i semi siano rivolti verso l'alto, quindi utilizza un cucchiaio per raschiarle al centro ed estrarre i semi e le parti filamentose a cui questi ultimi sono attaccati. Fai attenzione ad asportare la minor quantità di polpa possibile per evitare sprechi, tanto più che la parte centrale è quella più succosa e dolce del frutto.[3]
    • Getta via i semi nel bidone del compost o dei rifiuti umidi dopo averli separati dalla polpa oppure puliscili dai filamenti e tostali in forno, come se fossero dei semi di zucca, per ottenere uno snack gustoso e nutriente.
  4. 4
    Affetta le due metà a spicchi. Capovolgile sul tagliere in modo che la buccia sia rivolta verso l'alto, quindi tagliale di nuovo in due per ottenere quattro grosse fette uguali. Ora ripeti e taglia ogni quarto di melone in due (nel senso della lunghezza) per formare otto spicchi sottili.[4]
    • Se i commensali sono numerosi o preferisci mangiare anche dell'altra frutta, puoi tagliare gli otto spicchi ancora a metà per ottenere un totale di sedici fette di melone.
  5. 5
    Servi le fette di melone ancora con la buccia. Una volta ottenuti gli spicchi, puoi servirli così come sono in modo da poterli mangiare senza il bisogno di usare le posate, tenendoli comodamente per la buccia. In questo modo non ti sporcherai le dita mentre gusti la polpa a piccoli pezzi.[5] Non mangiare la polpa di colore verde prossima alla buccia.
    • Getta via la buccia quando la polpa di colore arancione è terminata.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Tagliare un Melone di Cantalupo a Pezzi

  1. 1
    Lava e spazzola il frutto intero. Sciacqua il melone sotto l'acqua corrente fredda ed elimina i residui di terra dalla buccia strofinandola con una spazzola per le verdure. I meloni crescono stando appoggiati sul terreno, quindi possono essere portatori di agenti patogeni pericolosi per la salute (come la salmonella); pertanto, è molto importante pulirli bene all'esterno prima di affettarli.[6]
  2. 2
    Elimina le due estremità del frutto. Appoggia il melone sul tagliere posizionandolo su un fianco, quindi tienilo fermo con la mano non dominante mentre con l'altra tagli via 1-2 centimetri dalla parte in cui si trova il picciolo e da quella opposta. In questo modo otterrai due superfici piane su cui poterlo appoggiare in modo stabile e puoi sbucciarlo più facilmente.[7]
  3. 3
    Rimuovi la buccia dal frutto. Giralo in modo che sia appoggiato sulla parte piana in cui prima si trovava il picciolo. A questo punto puoi iniziare a sbucciarlo utilizzando un coltello da cuoco affilato. Fai scivolare la lama sotto la buccia seguendo il profilo arrotondato del frutto per rimuoverla striscia dopo striscia. Quando è necessario, ruota leggermente il melone e continua a tagliare finché tutta la buccia non è stata rimossa. Al termine, osservalo da vicino per vedere se ci sono dei residui di polpa di colore verde che puoi eliminare con un coltello più piccolo.[8]
    • Mentre rimuovi la buccia dal melone, cerca di preservare la maggior quantità di polpa arancione possibile per evitare sprechi.
  4. 4
    Rimuovi i semi al centro del frutto. Dopo averlo sbucciato, taglialo in due seguendo una linea centrale immaginaria con la lama. Ora appoggia le due metà sul tagliere con i semi rivolti verso l'alto ed estraili dalla polpa insieme alle parti filamentose a cui sono attaccati. Fai attenzione a non raschiare via anche la polpa arancione, che in genere in questo punto del melone è particolarmente dolce e succosa.
    • I semi si possono gettare nel bidone del compost o dei rifiuti umidi oppure si possono pulire dai filamenti e tostare in forno, seguendo lo stesso procedimento che si usa per quelli di zucca.[9]
  5. 5
    Taglia il melone a piccoli pezzi. Capovolgi nuovamente le due metà in modo che l'incavo in cui erano contenuti i semi sia rivolto verso il tagliere. Suddividi le due parti a strisce larghe tre centimetri, dopodiché tagliale perpendicolarmente rispettando la stessa ampiezza per ottenere dei cubetti uniformi (di 3 cm per lato).[10]
    • Una volta ottenuti i cubetti di melone, puoi mangiarli da soli, direttamente con le mani o con la forchetta, oppure puoi utilizzarli in cucina come preferisci combinandoli con altri alimenti dolci o salati.
  6. 6
    Preserva gli avanzi. Trasferisci i cubetti avanzati in un contenitore ermetico tipo Tupperware, quindi riponilo in frigorifero. Generalmente il melone si mantiene fresco per circa tre giorni. Se vuoi che duri più a lungo, mettilo nel congelatore; in questo modo si conserverà anche fino a un anno.[11]
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Mangiare il Melone di Cantalupo

  1. 1
    Assaporalo da solo o in combinazione con altri frutti. Il melone di Cantalupo è un frutto dolce, succoso e saporito che puoi tagliare a fette o a cubetti. Oltre a mangiarlo da solo, puoi abbinarlo agli altri tuoi frutti preferiti. Si sposa bene pressoché con qualsiasi varietà di frutta. Per esempio:
    • Frutti di bosco, come fragole, more o mirtilli;
    • Banane;
    • Frutti esotici, come l'ananas e il mango;
    • Melone verde o anguria;
    • Pesche;
    • Kiwi.
  2. 2
    Usalo in un'insalata. Il melone di Cantalupo può essere aggiunto a un'insalata verde e si abbina bene con diverse altre varietà di verdure a foglia e ortaggi. Puoi utilizzarlo come ingrediente extra per arricchire le tue insalate preferite o renderlo il protagonista del piatto. Prova per esempio questa combinazione:[12]
    • Cubetti di melone di Cantalupo;
    • Fette di cetriolo;
    • Dadini di cipolla rossa;
    • Semi di sesamo tostati;
    • Olio extravergine di oliva e aceto di riso;
    • Sale e pepe a piacere.
  3. 3
    Usalo in un frullato. Dato che si tratta di un frutto estremamente succoso, il melone è un ingrediente eccellente per preparare un frullato. Taglialo a piccoli pezzi e mettili nel frullatore insieme ad altri frutti, quindi lascia che i sapori e le consistenze si fondano dando vita a una bevanda salutare e deliziosa. Quando fa caldo aggiungi anche alcuni cubetti di ghiaccio per rinfrescarti mentre bevi il tuo frullato. Puoi anche trasformarlo in una colazione completa aggiungendo:
    • Yogurt o latte (se preferisci di origine vegetale);
    • Frutta a guscio;
    • Semi (per esempio di canapa);
    • Proteine in polvere.
  4. 4
    Assaggia la zuppa di melone. Con il melone di Cantalupo puoi ottenere una vellutata deliziosa, ideale per essere servita come antipasto durante le calde serate estive, dato che va mangiata fredda.[13] Puoi anche prepararla in anticipo e gustarla durante un picnic o in spiaggia.
  5. 5
    Usalo per preparare una salsa. Se hai mai assaggiato una salsa all'ananas o al mango, magari in abbinamento a un piatto esotico, saprai quanto sono buoni i condimenti preparati con la frutta. Puoi ottenere una salsa altrettanto gustosa utilizzando il melone di Cantalupo, per abbinarla per esempio con:
    • I tacos[14];
    • Gli hamburger;
    • Gli hot dog;
    • I nachos;
    • Il pesce.
    Pubblicità

Consigli

  • Un melone di Cantalupo maturo ha un profumo dolce e la buccia di colore beige. Soppesandolo con la mano dovresti sentirlo pesante e il picciolo dovrebbe cedere leggermente sotto una pressione delicata del pollice.
  • Al momento dell'acquisto, seleziona un frutto sodo, evitando invece quelli mollicci, ammaccati o che hanno delle macchie scure o la buccia ancora molto verde.

Pubblicità

Video
Quando usi questo servizio alcune informazioni potrebbero essere condivise con YouTube.

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 11 246 volte
Categorie: Frutta & Verdura
Sommario dell'ArticoloX

Per tagliare un melone a fette rapidamente, risciacqua l'esterno del frutto e strofinalo delicatamente con una spazzola per rimuovere sporco e batteri dalla buccia. Poi, taglialo a metà e rimuovi i semi al centro con un cucchiaio. Una volta eliminati tutti i semi, taglia le due parti a metà, poi taglia di nuovo i quarti a metà per formare degli ottavi. Se desideri uno spuntino più leggero, puoi dividere in due anche gli ottavi. Disponi le fette su un piatto per servirle. Buon appetito!

Questa pagina è stata letta 11 246 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità