Se hai preso un brutto voto in un'interrogazione, un compito in classe o in pagella, i tuoi genitori potrebbero arrabbiarsi con te. È stressante affrontare la loro collera, ma cerca di mantenere la calma e di dialogare con loro. Se prometti di impegnarti di più e proponi dei metodi per migliorare i tuoi voti, dovresti riuscire a calmarli.

Parte 1 di 3:
Parlare dei propri Voti

  1. 1
    Anticipa la notizia ai tuoi genitori, se possibile. È sempre meglio evitare di presentarti improvvisamente con un brutto voto ai tuoi genitori. Se sono sorpresi o impreparati, potrebbero arrabbiarsi ancora di più quando vedranno il tuo voto. Se sai che riceverai un'insufficienza, comunicalo ai tuoi genitori prima che vedano la pagella o il compito.[1]
    • Un giorno o due prima della valutazione, prova a dire: "Non penso di aver fatto bene in chimica questo semestre e potrei aver preso un brutto voto".
  2. 2
    Pianifica in anticipo. Decidi che cosa dire e come farlo prima di iniziare a parlare. Le conversazioni di questo tipo di solito vanno più lisce se rifletti prima di aprire la bocca. Potresti magari prendere degli appunti o scrivere su un foglio di carta i punti chiavi da trattare.
    • Pensare a che cosa dire e a come spiegare il tuo brutto voto ti aiuterà a calmarti. Inoltre, dovrebbe permetterti di mettere in ordine i tuoi pensieri, portando a una conversazione più produttiva e utile.
  3. 3
    Inizia la conversazione con maturità. Quando parli con i tuoi genitori dei tuoi voti, cerca di restare calmo, maturo e di essere diretto. È più probabile che si calmino se non sarai ostile durante il dialogo. Anche se ti sembrano arrabbiati, cerca di mantenere la serenità.[2]
    • Inizia con: "So che non siete felici della mia pagella e volevo parlare con voi di come migliorare i miei voti".
    • Se i tuoi genitori ti fanno domande in preda alla rabbia (per esempio "Hai idea di quanti sacrifici facciamo per mandarti a scuola?") rispondi con calma (come "So che volete che ottenga buoni risultati e mi dispiace di avervi deluso").
  4. 4
    Mantieni la calma. I tuoi genitori potrebbero arrabbiarsi o sentirsi frustrati a causa del tuo brutto voto. Se capita, tu cerca di restare tranquillo. Litigando con loro, mettendoti a piangere o a urlare non farai altro che peggiorare la situazione. Fai un respiro profondo e prova a rispondere con calma alla rabbia che subisci.[3]
    • Può esserti utile fare una pausa durante la conversazione per respirare profondamente. Se gli animi si scaldano, chiedi ai tuoi genitori se puoi allontanarti un attimo per ritrovare la lucidità.
    • Hai il diritto di esprimere il tuo disagio nei confronti dei tuoi genitori o di chiedere loro aiuto per la scuola. In effetti, probabilmente saranno più disponibili ad aiutarti se spiegherai che cosa provi con sincerità. Potete lavorare insieme per migliorare.
  5. 5
    Non accampare scuse. Spesso i genitori si arrabbiano ancora di più quando pensano che stai inventando delle scuse o che semplicemente non ti impegni. Evita di dire frasi come "Non è colpa mia". Anche se i tuoi brutti voti sono giustificabili in parte da delle attenuanti, ai tuoi genitori non farà piacere sentire le tue scuse quando sono arrabbiati.
  6. 6
    Ammetti i tuoi errori. Fai sapere ai tuoi genitori che capisci di aver sbagliato. Se vedono che cerchi sinceramente di assumerti la responsabilità dei tuoi errori, la loro rabbia svanirà. Ammetti i motivi per cui i tuoi voti sono bassi.[4]
    • Per esempio, puoi dire: "So di aver usato troppo il cellulare questo semestre e che non lo avrei dovuto portare in classe. Probabilmente è questo il motivo per cui ho preso brutti voti".
  7. 7
    Lascia parlare i tuoi genitori. Si arrabbieranno ancora di più se li interrompi. A nessuno piace ricevere un rimprovero, ma è importante che i tuoi genitori abbiano la possibilità di dire la loro. Quando ti parlano, cerca di considerare davvero il loro punto di vista. Vogliono che tu ottenga buoni risultati ed è comprensibile che i brutti voti li facciano arrabbiare.[5]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Cercare di Migliorare

  1. 1
    Prendi l'iniziativa. Ancora prima di parlare con i tuoi genitori, inizia a cambiare il tuo modo di fare, in maniera da dimostrare che sei sincero. Parla dei tuoi voti con il tuo insegnante, prepara un piano di studi oppure informati sulle opzioni di tutoraggio offerte dalla tua scuola. Ai tuoi genitori passerà prima la rabbia se vedono che cerchi davvero di migliorare.
  2. 2
    Spiega ai tuoi genitori che ti impegnerai di più. Si arrabbieranno meno se vedono che hai capito che le cose devono cambiare. Una volta che hai ascoltato la loro opinione e che hai spiegato i motivi dei tuoi brutti voti, prometti di migliorare. Puoi dire: "So che siete arrabbiati, ma proverò a migliorare i miei voti".[6]
  3. 3
    Trova idee su come migliorare. Ai tuoi genitori non basta una vaga promessa che farai meglio. Prometti che ti impegnerai di più e poi passa ai dettagli di come hai intenzione di farlo. Insieme, potete discutere dei motivi per cui i tuoi voti sono bassi e di come migliorarli.[7]
    • Prova a decidere in accordo con i tuoi genitori anche degli obiettivi da raggiungere. Fissate dei traguardi insieme e chiedi aiuto ai tuoi genitori per raggiungerli; includendo i tuoi genitori li rendi parte del processo e ti sentirai più responsabilizzato.
    • Per esempio, immagina di aver preso brutti voti perché passi più tempo a parlare con gli amici su internet invece di studiare. Proponi di limitare il tempo che passi al computer o prometti di non usare internet se prima non hai finito i compiti.
  4. 4
    Fai sapere ai tuoi genitori come possono aiutarti. È nel loro interesse darti una mano. Riuscirai a calmarli proponendo metodi più produttivi per affrontare i tuoi voti. Invece di arrabbiarsi, hanno l'opportunità di scoprire di che tipo di aiuto hai bisogno.[8]
    • Per esempio, puoi dire: "Mi sto impegnando molto in chimica, ma non riesco a capirla. Posso andare a lezione?".
  5. 5
    Proponi tu una punizione. Assumerti la responsabilità è un ottimo modo per calmare i tuoi genitori. Non aspettare che siano loro a punirti. Piuttosto, suggerisci una punizione produttiva che ti aiuti a migliorare i voti. Per esempio: "Perché non mi prendete il cellulare tutti i giorni quando torno da scuola, finché non ho finito i compiti?".[9]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Andare Avanti

  1. 1
    Accetta il piano d'azione dei tuoi genitori senza opporti. Una volta che hanno deciso come procedere, non metterti a litigare. Contestare il loro piano o lamentarti non farà altro che aumentare la loro rabbia. Anche se le nuove regole che devi seguire ti fanno sentire frustrato, accettale con maturità, in modo da evitare che i tuoi genitori si arrabbino ancora di più.[10]
  2. 2
    Ricorda la visione d'insieme. Per mantenere il controllo delle tue emozioni, ricorda perché i tuoi genitori sono arrabbiati. I voti sono importanti per il tuo futuro. Possono aiutarti a entrare in una buona università e in futuro a trovare un buon lavoro. È stressante affrontare la rabbia dei tuoi genitori, ma pensa che desiderano solo il meglio per te.[11]
  3. 3
    Impegnati per migliorare i tuoi voti. Inizia subito a studiare di più per avere risultati migliori. In questo modo eviterai di far arrabbiare i tuoi genitori in futuro.[12]
    • Fai attenzione in classe prendendo appunti, evitando i dispositivi elettronici e non sedendoti accanto ai tuoi amici.
    • Fai domande su tutto quello che non ti è chiaro e fissa incontri privati con il tuo insegnante.
    • Non procrastinare i compiti e studia per le verifiche e le interrogazioni con largo anticipo.
  4. 4
    Mantieni una comunicazione aperta con i tuoi genitori. Continua a parlare con loro del tuo andamento a scuola, anche quando le cose vanno bene. Racconta che voto hai preso nell'ultima verifica, spiega in quali materie fai più fatica e descrivi gli altri dettagli della tua vita accademica. La comunicazione aperta aiuta i tuoi genitori a capire quando hai bisogno di aiuto e a prevenire i brutti voti in futuro.[13]
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Calcolare il Voto di un Test

Come

Copiare Durante un Compito in Classe Utilizzando il Materiale Scolastico

Come

Trovare Qualcosa da Fare durante una Lezione Noiosa

Come

Studiare

Come

Saltare una Lezione

Come

Affrontare un Brutto Voto

Come

Infastidire i Tuoi Insegnanti

Come

Inventare una Buona Scusa per non Aver Fatto i Compiti

Come

Convertire un Voto da Percentuale a GPA in Scala 4,0

Come

Andare Bene a Scuola

Come

Finire Velocemente i Compiti

Come

Scrivere un Discorso Come Rappresentante di Istituto

Come

Perdere Tempo in Classe

Come

Riprendersi da un Brutto Voto
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Tasha Rube, LMSW
Co-redatto da:
Tasha Rube, LMSW
Laurea Magistrale in Assistente Sociale Registrata
Questo articolo è stato co-redatto da Tasha Rube, LMSW. Tasha Rube è un'Assistente Sociale Registrata nel Missouri. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Assistenza Sociale presso l'Università del Missouri nel 2014. Questo articolo è stato visualizzato 22 453 volte
Categorie: Cose di Scuola | Gioventù
Questa pagina è stata letta 22 453 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità