Scarica PDF Scarica PDF

Le persone tingono i mattoni per diverse ragioni: per far sì che una riparazione si fonda esteticamente con il resto della parete, per abbinarli alla decorazione circostante o solo per realizzare un gradevole cambiamento di colore. Diversamente dalla vernice comune, la tintura penetra nel mattone e si lega alterandone la tonalità in maniera irreversibile, lasciando però respirare il materiale.

Parte 1
Parte 1 di 2:
Per Iniziare

  1. 1
    Accertati che il mattone possa assorbire l'acqua. Versagli sopra 250 ml d'acqua; se il liquido si raccoglie in gocce e scorre via, il mattone non può essere tinto.[1] In questo caso, potrebbe essere rivestito con un prodotto sigillante oppure potrebbe essere costituito da materiale non assorbente. Leggi il prossimo passaggio per avere maggiori informazioni.
  2. 2
    Togli lo strato di sigillante, se necessario. Se la superficie del mattone non assorbe l'acqua, devi rimuovere il rivestimento. La procedura non sempre porta ai risultati sperati e potrebbe causare delle macchie. Fai un tentativo con il metodo descritto di seguito:[2]
    • Applica del diluente per lacca su una piccola superficie e lascia che agisca per dieci minuti.
    • Strofinalo via e ripeti il test con dell'acqua. Se il liquido penetra, usa il diluente su tutto il mattone.
    • Se l'acqua non viene assorbita, ripeti il procedimento usando un prodotto commerciale specifico per eliminare i trattamenti di superficie dai mattoni o dal calcestruzzo.
    • Se anche il prodotto commerciale non funziona, non è possibile tingere il mattone; in tal caso, ti devi limitare a verniciarlo esternamente.
  3. 3
    Lava i mattoni. Inizialmente, impregnali d'acqua in modo che non possano assorbire la soluzione detergente. Strofinali con un sapone neutro e diluito lavorando dall'alto verso il basso per sbarazzarti della muffa, delle macchie e della sporcizia. Risciacquali poi dall'alto verso il basso e lascia che si asciughino completamente.[3]
    • I mattoni molto macchiati dovrebbero essere trattati con un detergente chimico specifico, ma tale prodotto potrebbe rovinare il mattone stesso, la malta o interferire con il processo di colorazione. Opta per le soluzioni più delicate e in particolare evita l'acido muriatico non tamponato.
    • Se stai trattando una superficie ampia, incarica un professionista per lavarla con un'idropulitrice. Se usato scorrettamente, questo strumento può graffiare i mattoni in maniera irreversibile.
  4. 4
    Scegli il prodotto per tingere i mattoni. Se possibile, recati in un colorificio dove sia consentito provare dei campioni di colore prima di acquistarlo. Se hai deciso di comprarlo online, opta per un kit composto da diverse tonalità, in modo da poterle mescolare e fare diversi esperimenti per trovare la sfumatura che desideri. Scegli una tintura fra queste tipologie:
    • I prodotti a base d'acqua sono consigliati per la maggior dei lavori, sono facili da applicare e permettono ai mattoni di "respirare", evitando così l'accumulo di acqua.
    • Le tinture premiscelate con prodotti sigillanti creano un rivestimento impermeabile sulla superficie del mattone; in molti casi, possono peggiorare i danni causati dall'acqua.[4] Usale solo su piccole aree che sono gravemente esposte all'acqua oppure sui mattoni molto porosi e danneggiati.[5]
  5. 5
    Proteggi il tuo corpo e l'area circostante dagli schizzi. Indossa guanti, abiti vecchi e occhiali di protezione.[6] Utilizza del nastro adesivo di carta per coprire le zone che non vuoi colorare, come i davanzali delle finestre, gli stipiti delle porte e via discorrendo.
    • Non è necessario coprire le fughe di malta fra i mattoni fintanto che applichi il colore con attenzione.
    • Tieni a disposizione un secchio d'acqua o lavora vicino a un lavandino, per poter risciacquare rapidamente ogni schizzo di tintura. Se la pelle si sporca, lavala con acqua saponata; se il colore entra negli occhi, risciacquali per dieci minuti.
  6. 6
    Verifica le condizioni climatiche. La superficie di mattoni dovrebbe essere completamente pulita e asciutta. Non dovresti tinteggiare i muri esterni durante le giornate ventose, per evitare che il colore goccioli e venga applicato in maniera non uniforme. Alcuni prodotti non devono essere utilizzati quando fa molto caldo o freddo, in base alle indicazioni riportate sulla confezione.
    • La temperatura è in genere un problema solo nei climi estremi. In base al prodotto che hai scelto, quella minima di applicazione oscilla fra i -4 e i +4 °C, mentre quella massima si aggira intorno ai 43 °C.
  7. 7
    Miscela la tintura. Leggi scrupolosamente le istruzioni riportate sulla confezione; di solito, è necessario diluire il colore con acqua prima di usarlo. Misura accuratamente la quantità di liquido per ottenere una tonalità uniforme e mescola rispettando un movimento a "8".
    • Utilizza un contenitore monouso in cui puoi inserire comodamente il pennello.
    • Se hai dei dubbi, aggiungi poca tintura all'acqua. Puoi sempre aumentare la concentrazione di colore in un secondo momento, mentre è più difficile diluirlo, una volta che è stato applicato.
    • Se stai miscelando diverse tonalità fra loro, annota le esatte quantità dei diversi prodotti, in modo da poter riprodurre la medesima "ricetta" per il lotto successivo.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 2:
Applicare la Tintura

  1. 1
    Fai una prova su una piccola superficie. Esegui un test applicando il colore su un angolo del muro o su un mattone di scarto. Aspetta che si asciughi completamente per valutare l'effetto finale del colore. Segui le linee guida descritte qui di seguito per spalmare la tinta.
    • Ripeti questo passaggio ogni volta che provi una nuova miscela. Le tinte per mattoni sono indelebili, vale quindi la pena investire un po' di tempo per trovare la tonalità che preferisci. Se non trovi una sfumatura adatta, chiedi aiuto al personale del colorificio a cui ti sei rivolto per l'acquisto.
  2. 2
    Intingi un pennello nel colore e strizzane il liquido in eccesso. Scegli un pennello normale, ma fai in modo che sia largo quanto un singolo mattone. Intingilo nella tintura e premilo contro la parete interna del contenitore più vicina a te, per sbarazzarti del prodotto in eccesso. Non usare la parete interna più lontana, altrimenti gli schizzi potrebbero finire sul muro.[7]
    • Se temi che il colore goccioli sui mattoni, esercitati nella tecnica di applicazione con della semplice acqua, perché una tintura a base d'acqua possiede la stessa consistenza.
    • Se devi trattare delle superfici molto ampie, utilizza un rullo da imbianchino o un aerografo. Entrambi i metodi garantiscono un minore controllo dell'applicazione e non permettono di evitare le fughe.
  3. 3
    Applica la tintura. Se la parete è di mattoni fugati, fai scorrere il pennello su un solo mattone alla volta con un movimento fluido. Sui vialetti di mattoni e sulle altre strutture non fugate puoi diffondere il colore con passate sovrapposte, ricoprendo la superficie due volte. In entrambi i casi, ritocca immediatamente le piccole fessure con un angolo del pennello.
    • Trascina il pennello nella direzione della mano che utilizzi per dipingere (da sinistra a destra se sei destrimano).[8]
  4. 4
    Mescola il colore ogni volta che intingi il pennello. Carica le setole di tintura e premile contro la parete del secchio ogni tre o quattro passate oppure ogni volta che ti accorgi che lo strato di colore è meno uniforme. Non dimenticare di mescolare per mantenere la tonalità costante.[9] Non far scorrere il pennello solo parzialmente su un mattone, a meno che non sia assolutamente necessario.
  5. 5
    Applica il colore seguendo uno schema casuale. Se tinteggi i mattoni con pennellate in fila, ottieni delle zone più o meno scure a una estremità nel momento in cui il prodotto nel secchio inizia a scarseggiare. Per conferire un aspetto naturale a queste piccole differenze, applica la tintura in maniera irregolare.
  6. 6
    Pulisci immediatamente ogni goccia. Se il colore gocciola lungo la parete, può lasciare delle strisce più scure difficili da eliminare, una volta che sono state assorbite; strofinale via con un panno umido non appena si formano. Premi il pennello contro la parete interna del secchio per evitare questi piccoli contrattempi.
    • Se macchi accidentalmente una fuga e non puoi pulirla completamente, raschia via il colore delicatamente con un vecchio cacciavite o un altro attrezzo di metallo.[10]
  7. 7
    Tinteggia le fughe (facoltativo). Se prevedi di colorare anche il cemento fra i mattoni, usa un pennello sottile largo quanto le fughe. Si consiglia di usare una tonalità differente per questioni estetiche.
  8. 8
    Pulisci. Lava tutti gli strumenti per evitare che i residui si secchino. Butta il contenitore in cui hai versato la tintura e smaltisci il prodotto in eccesso, rispettando le avvertenze di sicurezza riportate sulla confezione.
  9. 9
    Aspetta che la tinta si asciughi. I tempi variano ampiamente in base alla temperatura, al grado di umidità e al prodotto stesso.[11] Una buona circolazione dell'aria sulla superficie dei mattoni accelera il procedimento.
    Pubblicità

Consigli

  • La vernice per mattoni non è in genere pericolosa per la salute e non è un rischio per la sicurezza; tuttavia, è sempre una buona idea controllare l'etichetta del prodotto per conoscere le avvertenze.
  • Diversamente dalla vernice normale, la tintura penetra nei mattoni conferendo loro il proprio colore invece di ricoprirli semplicemente. La tonalità finale è un mix fra il colore originale della superficie e del prodotto.
  • Usa una spugna o un asciugamano per realizzare un effetto spugnato o invecchiato.
  • Elimina l'eccesso di colore quando usi un prodotto al lattice, altrimenti si accumula come uno strato spesso sui mattoni anziché penetrare nel materiale.
Pubblicità

Avvertenze

  • La vernice per mattoni è indelebile, non potrai riportare la superficie al suo colore originale.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Guanti, occhiali di protezione e abiti vecchi
  • Tintura per mattoni
  • Contenitore monouso
  • Pennello (consigliato), aerografo o rullo con imbottitura spessa
  • Nastro adesivo di carta e teli protettivi
  • Tazza e cucchiai graduati
  • Pennello largo quanto un mattone
  • Stracci
  • Acqua

wikiHow Correlati

Pulire i Mattoni di un CaminettoPulire i Mattoni di un Caminetto
Pulire il Marmo
Lucidare il MarmoLucidare il Marmo
Pulire i Mattoni
Rimuovere una Placca AntitaccheggioRimuovere una Placca Antitaccheggio
Fare uno Scaldacollo ai FerriFare uno Scaldacollo ai Ferri - Consigli dagli Esperti di wikiHow
Aggiustare una Zip Inceppata
Lavorare un Cappello Facile ai Ferri
Tingere il PoliestereTingere il Poliestere
Eliminare il Problema dell'Elastico in un Capo d'Abbigliamento
Svitare una Vite Senza Cacciavite
Sistemare un Letto che CigolaSistemare un Letto che Cigola
Creare una Tasca da Pasticcere
Leggere un CalibroLeggere un Calibro
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Gerber Ortiz-Vega
Co-redatto da:
Esperto Murature e Fondatore di GO Masonry LLC
Questo articolo è stato co-redatto da Gerber Ortiz-Vega. Gerber Ortiz-Vega è un esperto in costruzioni di murature e fondatore di GO Masonry LLC, una società con sede nella Virginia occidentale. Gerber è specializzato nella fornitura di servizi di posa di mattoni e pietre, installazioni in calcestruzzo e riparazioni di murature. Ha oltre 4 anni di esperienza nella gestione di GO Masonry e più di 10 anni di esperienza generale nel settore delle costruzioni di murature. Si è laureato in Marketing presso la University of Mary Washington nel 2017. Questo articolo è stato visualizzato 37 143 volte
Categorie: Fai da Te
Questa pagina è stata letta 37 143 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità