Se un tuo amico sta passando un brutto momento, è importante sapere come stargli vicino senza diventare un peso in più per lui. Impara ad aiutarlo prestandogli ascolto e tenendolo impegnato in attività che lo distraggano, in modo che possa cominciare a superare il suo problema, di qualunque cosa si tratti.

Parte 1 di 3:
Tendergli una Mano

  1. 1
    Lasciagli spazio. È importante permettergli di elaborare il dolore o il lutto con i suoi tempi. A volte le persone hanno solo bisogno di una spalla su cui piangere e di un orecchio che le ascolti. Altre volte sentono di dover passare molto tempo da soli a riflettere e a metabolizzare: dipende dal problema che le affligge. Se il tuo amico ha bisogno di passare un po' di tempo da solo, non fargli fretta.
    • Dopo qualche tempo, fatti vivo con delicatezza. Non esordire con frasi del genere: "Mi dispiace tanto per quello che è successo, l'ho appena saputo. Adesso scusami, devo proprio scappare". Invece, è meglio dire semplicemente: "Mi dispiace tanto. Ti sono vicino". [1]
  2. 2
    Comincia con un piccolo gesto. Se parlargli è un impresa o se si dimostra poco comunicativo, comincia con un piccolo gesto per aprire uno spiraglio e avviare la comunicazione. Non deve essere niente di eclatante, basta un segno di affetto che possa almeno rincuorarlo un po'.
    • Prima di parlargli direttamente per approfondire i suoi problemi, considera che un bigliettino, un mazzo di fiori o qualche altro piccolo gesto possono fare molto di più delle parole per una persona che soffre intensamente. Anche una cassa di birra o una compilation musicale possono essere un pensierino gradito in una situazione del genere.
    • Per iniziare, puoi anche solo offrirgli una bibita, un fazzoletto o un comodo divano su cui sedersi. Se è sconvolto, spostagli i capelli dal viso.
  3. 3
    Fai il primo passo. Quando una persona è sconvolta, spesso non se la sente neanche di chiedere aiuto, soprattutto se sta vivendo un lutto grave. Se sta attraversando un momento difficile, come la fine di una storia o la perdita di una persona cara, anche solo contattare gli amici può essere uno sforzo notevole per lui. Insisti e cerca di trovare un modo creativo per riuscire a parlargli e a fargli esprimere quello che prova.
    • Se non risponde al telefono, prova a mandargli un sms. Rispondere rapidamente a un messaggio è più facile e non ci si sente in obbligo di fingere, come a volte accade con le conversazioni telefoniche.
    • Anche se il tuo amico in realtà non ha nessun grave problema e magari è semplicemente arrabbiato per un ginocchio sbucciato o perché la sua squadra del cuore ha perso, può essere tentato di rinchiudersi in se stesso e ignorare gli altri. Anche in questo caso, fatti vivo.
  4. 4
    Stagli semplicemente vicino. A volte con gli amici non si deve fare altro che stare loro vicini. La tua sola presenza e il semplice atto di stargli seduto accanto sono già di grande aiuto. La solitudine e il fatto di soffrire in silenzio possono essere la cosa più difficile da affrontare. Fagli sapere che sei disponibile a parlarne, se vuole, ma soprattutto fagli capire che, se ha bisogno di te, tu ci sei.
    • Il contatto fisico e le dimostrazioni di affetto, a volte, sono più efficaci di una lunga chiacchierata. Abbraccialo o dagli un'affettuosa pacca sulla spalla. Tienigli la mano: è un gesto di grande conforto.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Ascoltarlo con Attenzione

  1. 1
    Incoraggialo a parlare. Fagli qualche domanda, sempre con delicatezza, per convincerlo ad aprirsi e a parlare di quello che non va. Se hai già qualche idea, puoi essere più specifico ma, in caso contrario, limitati a dire: "Hai voglia di parlare?" o "Cosa succede?".
    • Non fargli fretta. Per far parlare qualcuno, a volte è sufficiente stargli vicini in silenzio. Se il tuo amico proprio non se la sente, non forzarlo a parlare.
    • Riprovaci dopo qualche giorno. Organizza di pranzare insieme a lui e chiedigli: "Come va?". Magari, nel frattempo, è diventato più disponibile ad aprirsi con te.
  2. 2
    Limitati ad ascoltare. Se decide di aprirsi, ascoltalo in silenzio e concentrati sulle sue parole. Non dire nulla. Non interromperlo per dire che lo capisci e non raccontargli la tua storia per dimostrargli che sai bene cosa sta passando. Stagli semplicemente vicino in silenzio, guardalo negli occhi e lascialo parlare. Nei momenti di sconforto, questo è quello di cui si ha più bisogno.
    • Guardalo negli occhi. Guardalo con comprensione e partecipazione. Metti via il cellulare, spegni la TV, concentrati su di lui e ignora tutto il resto. Ascolta solo lui.
    • Ogni tanto annuisci per fargli capire che stai ascoltando e usa il linguaggio del corpo per essere un buon ascoltatore. Sospira quando racconta di cose tristi, sorridi quando rievoca episodi buffi. Semplicemente ascolta.
  3. 3
    Riassumi e conferma quello che dice. Se il tuo amico rallenta il ritmo del discorso, un modo per proseguire la conversazione è riassumere quello che ha appena detto e ripeterlo con parole tue. Per molte persone, risentire le proprie parole rappresenta un aspetto importante del processo di guarigione. Se sta affrontando la fine di una storia e parla di tutti gli errori commessi dall'ex partner, puoi dire: "Certo che la tua ex non faceva proprio grandi sforzi per starti vicino". Chiarisci i suoi dubbi per facilitargli l'elaborazione del lutto.
    • Puoi mettere in atto questa strategia anche se non sei sicuro di cosa intenda: "Vediamo se ho capito bene: sei arrabbiato con tua sorella perché ti ha preso i libri di astronomia senza chiedertelo?".
  4. 4
    Non cercare di risolvere il problema. Un sacco di persone, soprattutto gli uomini, fanno l'errore di pensare che parlare di un problema vuol dire cercare di risolverlo. Non proporre una soluzione, a meno che non te lo chieda espressamente, per esempio dicendo: "Secondo te cosa devo fare?". Non c'è mai una soluzione rapida e indolore per la sofferenza: non affannarti a trovare una facile via d'uscita. Limitati ad ascoltarlo e a stargli vicino. [2]
    • Questo è vero soprattutto nel caso in cui il tuo amico stia scontando degli errori fatti precedentemente. Probabilmente non c'è bisogno di sottolineare che è inutile che si affligga per non aver passato un esame, se invece di studiare ha passato tutto il tempo sui videogiochi.
    • Prima di dare un consiglio, fermati. Chiedi piuttosto: "Ti serve un consiglio o vuoi solo sfogarti?". Rispetta la sua risposta.
  5. 5
    Parla d'altro. Dopo un po', è il caso di cambiare discorso con delicatezza, soprattutto se noti che il tuo amico ha esaurito le forze e sta cominciando a ripetere gli stessi concetti. Incoraggialo a guardare il lato positivo, oppure comincia a parlare di altri progetti che possano distrarlo e aiutarlo ad andare oltre il problema.
    • Digli quali sono i tuoi progetti imminenti o futuri. Fai un tentativo di parlare di un argomento diverso. Se siete fuori da scuola e ti sta raccontando di una sua storia che è appena finita, puoi dire: "Ti va di mangiare qualcosa? Se vuoi, ti faccio volentieri compagnia".
    • È possibile che alla fine il tuo amico esaurisca le cose da dire. Non lasciarlo girare a vuoto intorno agli stessi argomenti, se non ti sembra produttivo. Incoraggialo invece a parlare d'altro e a rivolgere le energie altrove.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Tenerlo Impegnato

  1. 1
    Cerca di distrarlo facendo altre cose. Impegnatevi in qualcosa, in modo che il tuo amico smetta di rivivere all'infinito l'evento che l'ha turbato. Non ha importanza cosa: basta che si tenga impegnato in un'attività qualsiasi.
    • Se siete seduti da qualche parte, alzatevi a andate a fare una passeggiata. Fate un giro per negozi, anche solo per guardare le vetrine, oppure passeggiate per il quartiere solo per cambiare aria.
    • Si tratta di staccare la spina e di "sbollire" un po', ma senza esagerare. La sofferenza non è una scusa per abusare di droghe, alcol o tabacco. Cerca di diventare la voce del buonsenso, se vuoi davvero aiutarlo.
  2. 2
    Fate qualcosa che implichi un'attività fisica. Il movimento e lo sport rilasciano endorfine che aiutano a calmarsi e ad allontanare i pensieri negativi. [3] Se riesci a convincerlo a fare qualcosa di fisico, è l'ideale per rimettere in sesto la mente nel modo più sano grazie alle emozioni positive.
    • Fate insieme qualche esercizio meditativo, come dello stretching leggero o un po' di yoga.
    • Per aiutarlo a distrarsi divertendosi un po', fate un gioco in cortile, andate in bici o a fare una passeggiata.
    • Se è profondamente arrabbiato o frustrato, fate qualcosa di molto impegnativo fisicamente: può essere di grande aiuto. Andate in palestra a fare due tiri di boxe o sollevamento pesi.
  3. 3
    Fate qualcosa di leggero e divertente. Se il tuo amico continua a rimuginarci sopra, tu vai nella direzione opposta. Andate per negozi e a guardare le vetrine, oppure in piscina e a mangiare un ghiacciolo. Tirate fuori tutti i vostri film Disney preferiti, preparate una scorta di popcorn e organizzate una maratona di film, parlando delle cose che più vi piacciono. Convinci il tuo amico a fare qualcosa di leggero e divertente, per evitare che continui a rimuginare su cose tristi. [4]
  4. 4
    Andate a mangiare qualcosa. Offrigli uno spuntino o una cenetta speciale. Andate a prendere un gelato o concedetevi un boccone nel vostro ristorante preferito. A volte il dolore porta a perdere l'appetito e a saltare i pasti, cosa che abbassa la glicemia e che peggiora ulteriormente la situazione. Offri al tuo amico uno spuntino appetitoso e vedrai che comincerà a sentirsi meglio.
    • A volte, portare qualcosa di buono a una persona che sta passando un brutto momento può fargli bene. Prepara una buona zuppa e portagliela. Almeno sarà una cosa in meno di cui dovrà preoccuparsi. [5]
  5. 5
    Incoraggialo a cancellare gli impegni meno urgenti. Se sta vivendo una situazione angosciante, può essere controproducente insistere per andare a presentare quella relazione al lavoro o frequentare un corso particolarmente impegnativo. Incoraggialo a prendere un giorno di ferie o a saltare le lezioni per una volta, se necessario: gli servirà per recuperare un minimo di lucidità.
    • In certi altri casi, invece, è più consigliabile andare avanti a testa bassa e tornare al lavoro. La quotidianità a volte può rappresentare una distrazione. Lascia che sia lui a decidere, ma cerca almeno di fargli capire che ha un'alternativa.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Vincere una Battaglia di Solletico

Come

Farsi degli Amici

Come

Affrontare il Fatto di non Avere Amici

Come

Riconoscere un Falso Amico

Come

Scoprire Se una Ragazza Ti Ama o È Solo una Buona Amica

Come

Capire se un Tuo Amico è un Vero Amico

Come

Fare in Modo che Qualcuno Smetta di Ignorarti

Come

Tirare su il Morale a Qualcuno

Come

Capire Se una Persona È una Vera Amica

Come

Scegliere un Regalo per il tuo Miglior Amico Maschio

Come

Ravvivare un Rapporto di Amicizia

Come

Divertirti con la Tua Migliore Amica

Come

Fare Pace con un Amico dopo un Litigio

Come

Capire se una Amica Vuole una Relazione Romantica
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 11 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 3 607 volte
Categorie: Amicizia
Questa pagina è stata letta 3 607 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità