Come Tirare un Diretto nel Pugilato

Se vuoi imparare a tirare di boxe, ovvero la nobile arte del pugilato, il diretto è un colpo veloce, a lunga gettata che potrebbe decidere il tuo fato sul ring. Sarà probabilmente il colpo che userai più spesso di tutti, poiché pur essendo uno dei colpi più deboli, potrebbe eventualmente aiutarti a vincere ai punti piuttosto che per knockout. Oltre il 90% dei colpi usati dal grande Muhammad Ali, nel corso della sua carriera, erano dei diretti. Lo scopo di un diretto è di tenere lontano il tuo avversario, punzecchiarlo, stancarlo gradualmente e prepararsi per colpirlo più duramente.

Metodo 1 di 3:
Parte uno: Consoci le basi

  1. 1
    Mettiti in posizione per boxare. Prenderemo ad esempio il diretto sinistro in questo articolo — per il diretto destro, inverti tutte le posizioni. Per iniziare, poni il piede sinistro davanti a quello destro, formando un angolo quasi retto e rivolgendoti all'avversario. Poni le mani di fronte al mento in modo da proteggerlo, piega i gomiti, mento in giù, e assicurati che i fianchi siano allineati con i piedi.
    • È importante tenere il corpo e le mani rilassate. Piega leggermente le ginocchia e alza di poco il tallone posteriore. Saltella un po', e cerca di metterti a tuo agio in questa posizione. Assicurati che i piedi siano distanti tra loro alla stessa larghezza delle spalle e che il tuo piede anteriore punti davanti mentre quello posteriore punti di lato.
    • Lancerai il tuo diretto con il braccio che sta dalla parte del piede che tieni in avanti. Il diretto si chiama così perché è un pugno che va lanciato dritto contro l'avversario. Dovrai tenerti più vicino a lui di quanto non faresti nel lanciare un diretto incrociato.
  2. 2
    Piegati in avanti tenendo i gomiti vicino al corpo e la mano destra leggermente più in alto di quella sinistra. Il tuo destro deve proteggerti il mento, giocando in difesa, mentre il sinistro è in attesa di colpire. Se sei più alto rispetto al tuo avversario ed è improbabile che lui provi a colpirti frontalmente, potresti tenere il tuo destro più basso per avere una maggiore potenza e più visibilità. In caso contrario, tienilo vicino al mento pronto a parare o bloccare.
    • Adesso dovresti essere nella posizione ideale per tirare un diretto. Fintanto che il diretto viene lanciato dal centro del tuo corpo, anziché dal tuo braccio, è importante che tu eviti di lanciare tutto il tuo peso contro il tuo avversario quando lo colpisci. Facendolo non otterresti comunque una potenza maggiore del tuo pugno. Dovresti solo avvertire una leggera rotazione naturale del corpo.
  3. 3
    Metti il tuo peso in avanti e colpisci. Contemporaneamente sposta il tuo piede posteriore (quello destro) senza alzarlo da terra e metti il tuo peso nella parte sinistra del tuo corpo, mentre usi il braccio sinistro per colpire il tuo avversario con un diretto rapido e potente. Porta tutto il tuo lato sinistro in avanti mentre alzi molto leggermente il tallone del tuo piede sinistro. Quando affondi il colpo, il tuo peso corporeo dovrebbe spostarsi in avanti nel contempo.
    • Piega il mento fin dietro la spalla. Infatti, il mento dovrebbe andare ad appoggiarsi sulla spalla, offrendo ancora più protezione rispetto alla tua posizione d'attesa.
    • Colpisci con il tuo diretto come se stessi lanciando il pugno in un tubo vuoto. Tieni i gomiti vicino al corpo e falli allineare con il pugno e il resto del tuo corpo. Nessuna parte del tuo corpo deve portarsi troppo in avanti — altrimenti inviteresti il tuo avversario a colpirti.
  4. 4
    Assicurati di ruotare il palmo della mano verso il basso. Quando tieni le mani vicino al mento, i tuoi pollici sono rivolti verso di te. Ma quando lanci un diretto, ruota le mani in modo che i palmi siano rivolti verso il basso, con il pollice leggermente più in basso rispetto al piano del palmo. Il movimento dovrebbe essere simile a quello che useresti nel maneggiare un cavatappi, ma più leggero. Il diretto ottiene la sua potenza da questo movimento, un po' come fa una frusta che schiocca.
    • La mano posteriore rimane vicino al mento per tutto questo tempo. È lì per proteggerti.
  5. 5
    Non appena il braccio raggiunge la piena estensione, rapidamente ritiralo indietro nella sua posizione originale. "Rapidamente" è la parola chiave, qui. Puoi portare il piede posteriore in avanti, invadendo lo spazio dell'avversario, oppure fare un passo indietro, rimettendo il peso di nuovo sul piede posteriore. Ma non iniziare a muoverti indietro mentre tiri il diretto o non avrà alcuna forza.
    • Stringi il pugno solo al momento dell'impatto. Se lo fai in anticipo, perderai di velocità e potenza. Sprecherai anche la tua energia. Subito dopo l'impatto, rilassati nuovamente. Riprendi la tua posizione di attesa o stai pronto per la tua prossima mossa.
  6. 6
    Sii pronto per un eventuale contrattacco. Se sei alto, il tuo scopo dovrebbe essere quello di avvicinarti abbastanza per affondare un diretto incrociato. Se sei più basso e più minuto, potrebbero essere necessari diversi colpi per arrivare abbastanza vicino da tirare un gancio o un montante. Il diretto ti aiuterà a raggiungere entrambi questi obiettivi.
    • Anche se non è il colpo più potente, il diretto è quello più utile. Aiuta sia in difesa che in offesa e assomiglia a una scintilla di forza estremamente precisa e accurata. Può interrompere combinazioni, misurare distanze e preparare l'avversario per essere messo al tappeto. Può anche distrarre. Fai pratica con il tuo diretto in diverse situazioni.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Parte due: Impara le varianti

  1. 1
    Usa un colpo a basso impatto. Questo è solo un diversivo. Distrae l'avversario, lo costringe ad andare sulla difensiva e ti dà un secondo per impostare un altro attacco. Non mettere molta energia in un colpo a basso impatto — da qui il nome. Dai all'avversario un leggero colpetto mentre ti prepari a fare sul serio con il destro.
    • In questo caso, puoi limitarti a sfiorare il guanto dell'avversario con il tuo sinistro per poi affondare un diretto incrociato al viso o un montante al corpo. Il diretto a basso impatto è l'inizio di una combo più lunga.
  2. 2
    Lancia un doppio diretto. Dato che l'avversario sa per cosa si usa un diretto, puoi giocare d'astuzia con un doppio diretto. Lui si aspetta di essere colpito con un sinistro per poi ricevere un colpo più forte con il destro, ma tu non farlo. Colpiscilo ripetutamente con il sinistro e lui, letteralmente, non riuscirà nemmeno a rendersi conto di cosa sia successo.
    • Due colpi diretti di seguito possono aiutarti in una situazione difficile quando tu e il tuo avversario usate entrambi delle combinazioni1-2. Tutti e due tirate dei diretti con il sinistro e quando lui attacca con il destro, il tuo sinistro lo blocca e tu ottieni il punto, anche trattandosi di un gancio. Puoi inoltre fare un doppio movimento in avanti, di lato o indietro mentre colpisci.
  3. 3
    Colpisci l'avversario in più punti. Potresti limitarti a colpire l'avversario con un diretto al volto, ma perché fermarti lì? Attaccalo con dei diretti alti, medi e bassi. Usa colpi alti diretti al volto e medi e bassi rivolti al corpo. Piegati sulle ginocchia, evita i suoi colpi e attacca l'avversario centrandolo in pieno. La tecnica resta sempre la stessa.
  4. 4
    Usa il diretto come ritorsione. Quando il tuo avversario ti colpisce al volto con il suo destro, bloccalo con il tuo destro e, dato che il suo lato sinistro rimarrà scoperto, colpiscilo con un diretto in modo efficace. Sembra semplice, ma devi assicurati di essere il più rapido possibile e rimanere rilassato. Devi rispondere velocemente e passare al contrattacco senza indugiare!
    • Devi pensare con i piedi per riuscirci; se ti stai preparando al contrattacco e stai diventando teso, rallenterai, perderai le tue forze e il tuo avversario coglierà questi segni e ne approfitterà. Vivi il combattimento, tieni la testa indietro in caso dovesse affondare con il destro e arretra, se c'è ne fosse bisogno.
  5. 5
    Diretto, passo indietro, diretto. Se riesci ad affondare un diretto e ad arretrare, il tuo avversario probabilmente ti starà attaccando con il destro senza riuscire a colpirti. Sii astuto come una volpe e avanza di nuovo affondando un altro sinistro — cosa che lui probabilmente non si starà aspettando. L'agilità e la velocità sono di vitale importanza anche in questo caso. Assicurati che lui non riesca a intuire le tue intenzioni e affonda un colpo potente quando lui è più vulnerabile.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Parte tre: Evita gli errori dei principianti

  1. 1
    Tieni il gomito allineato con il pugno. Se c'è una sola cosa che sicuramente conosci della boxe, è che si deve cercare di incassare quanti meno colpi possibili. Quando tiri dei diretti è imperativo che tu tenga i gomiti vicino al corpo mentre colpisci. L'avversario può facilmente vedere di lato — sono l'alto e il basso le zone difficili da tenere sempre d'occhio. Se ti agiti troppo lasciando un varco scoperto, te la sarai andata a cercare.
    • Dimenticati dell'alto o del basso. Non pensare al tuo pugno come se provenisse da destra o da sinistra. Consideralo come un missile che viene lanciato dal tuo corpo. In questo modo ti sarà più facile controllarlo.
  2. 2
    Non lanciare il tuo peso con il diretto. Sì, i tuoi pugni prendono potenza dalle tue gambe, i fianchi e dal tronco. Se ti limiti a "spingere" il tuo pugno, non avrà alcuna forza. Ma allo stesso tempo, non devi lanciare tutto il tuo peso in avanti. Acquisteresti molta potenza, ma qualsiasi avversario in carne ed ossa potrebbe approfittarne per colpirti mentre sei teso e sbilanciato.
    • Il peso non è uguale alla potenza. Molti ragazzi muscolosi vanno in palestra a pompare i loro muscoli e pensano che il gioco sia fatto — per poi capire di non avere alcuna capacità in difesa. C'è una ragione se quei piccoli, esili pugili riescono a fare faville.
    • Pensa di avere una barra d'acciaio che attraversa la tua schiena. Ti aiuterà a tenere una postura adeguata e ad usare la tecnica in modo corretto.
  3. 3
    Non usare solo le tue braccia. La maggior parte della tua forza proviene dal movimento del peso verso la parte alta del tuo corpo. Metti il tuo peso in avanti, si muoverà verso l'alto nel tuo corpo e poi attraverso il braccio. Se ti limiti a tirare di boxe con il braccio, colpirai come fossi una ragazzina.
    • L'unica cosa che hai nel braccio — la mano, in realtà — rappresenta lo scatto finale, come lo scioccare di una frusta. Dovresti avvertire le tue nocche mentre scattano verso l'alto, portando a termine il colpo.
  4. 4
    Affonda il pugno. Se sei rimasto rilassato fino al memento dell'impatto e hai ruotato il tuo braccio con i palmi verso il basso e il mento appoggiato sulle spalle dovresti avere una sensazione naturale di forza che ti scorre dentro. Usa questa sensazione per "affondare" il pugno dentro qualunque cosa tu stia combattendo. Non limitarti a colpirla ma "sfondala". La tua energia e la forza non spariranno una volta che avrai colpito l'avversario — usa quell'energia per ritrarre il braccio indietro e stai pronto per la tua prossima mossa.
    Pubblicità

Consigli

  • Non tirare dei diretti a caso. I colpi tirati a caso sono privi di velocità, scatto e intento. Un buon pugile risponderà direttamente a questi colpi mettendoti subito al tappeto.
  • Fai pratica con il sacco da pugilato per acquisire potenza. Dovresti sentire un forte schiocco che risuona nella stanza. Se non è abbastanza forte, metti uno scatto maggiore nei colpi o contraiti di più. Il peso del corpo è ciò che dà forza ai pugni.
  • Scambia la parola "destro" con "sinistro" e viceversa per un pugile mancino.
  • Aspetta l'occasione ideale per assestare il tuo colpo. Non sprecare energia, prendendo a pugni l'aria.
  • Fai pratica per essere più veloce. Il diretto dovrebbe stuzzicare l'avversario e stordirlo un po'. Non è un colpo da usare per metterlo al tappeto.
  • Se riesci ad assestare un buon diretto, fallo seguire da un buon destro o un gancio sinistro per mettere l'avversario al tappeto. In genere, i pugili più alti optano per la prima delle due opzioni mentre quelli più bassi scelgono la seconda.
  • A prescindere da dove tieni la mano sinistra, non devi "mai" abbassare la destra, anche quando stai attaccando. Un buon pugile ti manderebbe subito al tappeto con un gancio sinistro.
  • Usa questa tecnica per farti un'idea dello stile dell'avversario. Se egli è un pugile al quale piace contrattaccare subito, dovrebbe usare una tecnica particolare per difendersi dai diretti. Dovrai studiare bene le sue mosse prima di provare a metterlo al tappeto. Gli sbagli, nella boxe, si pagano caro.
  • Esegui questa tecnica quando la distanza tra te e il tuo avversario è uguale alla lunghezza del tuo braccio. Se lui è più lontano, non riuscirai a colpirlo e sprecherai le tue forze. Se egli è più vicino e riesce a schivare il colpo, sarà un gioco da ragazzi per lui colpirti con un gancio destro.

Pubblicità

Avvertenze

  • Anche se sei un pugile dilettante, non colpire mai qualcuno senza guanti a meno che non ti trovi in una situazione di pericolo. Si possono causare danni cerebrali o addirittura la morte. Questo può portare ad accuse penali e/o azioni legali.
  • Quando ti alleni, indossa sempre i guanti e le protezioni adeguate.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Bende per le mani
  • Guanti
  • Borsa per la palestra (opzionale)
  • Guantoni da boxe (opzionale)

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 26 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Sport & Fitness
Questa pagina è stata letta 13 046 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità