Non c’è nulla che dia più soddisfazione di assaporare una tazza di caffè preparato con chicchi che abbiamo tostato noi stessi. I chicchi tostati in casa sono più freschi e regalano una complessità di sapore che di rado si trova nel caffè comprato al supermercato. Vai dunque al Primo Passaggio e inizia a imparare come tostare i tuoi chicchi di caffè, con comodo e a casa tua.

Passaggi

Le Basi della Torrefazione del Caffè

Qualsiasi metodo tu decida di impiegare per tostare il caffè, ci sono alcune caratteristiche dei chicchi che devi tenere bene a mente durante il procedimento. Da esse dipenderà infatti il tempo di tostatura.

  1. 1
    Controlla l’odore. Ai primi stadi del processo di riscaldamento, i chicchi freschi, dapprincipio verdi, diventeranno via via di un colore giallognolo spandendo un forte odore d’erba. Saprai che la tostatura è iniziata quando inizieranno a fumare e ad emanare un profumo di vero caffè.[1]
  2. 2
    I tempi di torrefazione dipendono dal colore dei tuoi chicchi. Durante la torrefazione, i chicchi, dal verde del frutto crudo, assumeranno una discreta gamma di colori. Una buona regola empirica insegna che più è scuro il chicco all’esterno e più corposo sarà il suo sapore.[2]
    • Marroncino: colore generalmente evitato, perché il chicco dà un sapore aspro. Si caratterizza per scarsa corposità, basso profilo aromatico e bassa dolcezza.
    • Marrone chiaro e asciutto: grado di tostatura tipico degli USA orientali. Il caffè ha corpo medio-leggero, aroma ricco e sapore deciso.
    • Marrone: grado di tostatura tipico degli USA occidentali. Il caffè è corposo, ha aroma forte e dolcezza media.
    • Marrone scuro: questo grado di tostatura è conosciuto anche come Continentale o Europea. Dona al caffè corposità ricca e un forte aroma, ma il gusto si fa amarognolo.
    • Bruno: dopo una torrefazione forte, si ottengono chicchi di un intenso colore bruno; il sapore è simile a quello dell’espresso.
    • Scuro (quasi nero): torrefazione conosciuta come espresso o Italiana. Il caffè avrà scarsa corposità, aroma intenso e sapore amarognolo (dovuto alla caramellizzazione degli zuccheri per l’alta temperatura).
  3. 3
    Presta orecchio ai chicchi che si rompono. Quando il chicco inizia a tostare, l’acqua al suo interno evapora facendolo crepitare. Ciò avviene due volte durante la torrefazione, in corrispondenza all’aumentare della temperatura d’arrostimento.
    Pubblicità

Metodo 1 di 3:
Torrefazione nel Forno

A causa dello scarso passaggio d’aria, l’utilizzo del forno può dare come esito una tostatura non uniforme. Tuttavia, proprio la mancanza d’aria può arricchire la complessità dell’aroma se il forno viene utilizzato correttamente.

  1. 1
    Riscalda il forno a 230°C. Nel frattempo, prepara la teglia. Per questo metodo, avrai bisogno di una teglia forata che abbia dei bordi abbastanza alti da contenere i chicchi.[3]
    • Se non possiedi una teglia forata e non vuoi comprarne una, puoi costruirtela da solo. Tutto ciò che ti serve è una vecchia teglia da sforacchiare. Usando un trapano e una punta da 3 mm, fora accuratamente la superficie della teglia. Lascia circa 15 mm tra un buco e l’altro e cerca di tenere conto delle dimensioni dei chicchi quando usi il trapano: non vuoi certo ritrovarti il caffè sul fondo del forno.
  2. 2
    Stendi i chicchi sulla teglia. Fai in modo che si spandano su tutta la superficie della teglia, così che non creino un unico strato e non si sovrappongano. Non appena il forno sarà a temperatura, posiziona la teglia al suo interno a mezza altezza.[4]
  3. 3
    Arrostisci i chicchi per 15-20 minuti. Stai attento a crepitii o scoppiettii. Sono i suoni che fa l’acqua quando evapora dai chicchi. Quando iniziano a crepitare, significa che i chicchi hanno iniziato a tostare e a imbrunirsi. Smuovili ogni tanto per permettere che si tostino uniformemente.[5]
  4. 4
    Togli la teglia dal forno. Raggiunta la gradazione di colore da te preferita, rimuovi immediatamente i chicchi dal forno. Per velocizzare il raffreddamento, versali in uno scolapasta metallico e scuotili, così rimuoverai anche lo scarto.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Torrefazione nella Padella per i Popcorn

Se vuoi torrefare i chicchi sui fornelli, meglio utilizzare una pentola per i popcorn. Le migliori sono le classiche pentole a manovella che si possono trovare pressoché ovunque. Tostare i chicchi sul fornello ti darà un caffè corposo e ricco, ma di aroma medio-leggero.

  1. 1
    Piazza la pentola per popcorn vuota sul fornello. Accendi la fiamma a media intensità e cerca di scaldare la pentola fino a 230°C. Se possibile, controlla la temperatura con un termometro da cucina.[6]
    • Se non hai una pentola da popcorn e non vuoi comprarne una, puoi arrangiarti con una teglia o una pentola abbastanza ampia. Assicurati però che sia ben pulita, o il tuo caffè porterà con sé i sapori di qualsiasi cosa tu ci avessi cucinato in precedenza.
  2. 2
    Aggiungi i chicchi di caffè. Non tostarne mai più di 230 g per volta. Chiudi il coperchio della pentola e inizia a girare la manovella. Dovrai farlo per tutto il tempo della tostatura se vuoi che sia uniforme per tutti i chicchi.
    • Se stai usando una teglia o una padella, dovrai mescolare continuamente lo stesso – soprattutto perché, in caso contrario, i chicchi rischierebbero di bruciare.
  3. 3
    Aspetta i crepitii. Dopo 5-7 minuti dovresti iniziare a sentire dei crepitii provenire dalla pentola – è il segnale “magico” che indica l’inizio della tostatura dei chicchi. Allo stesso tempo, un fumo prepotentemente odoroso di caffè ti invaderà la cucina. Accendi la cappa aspirante dei fornelli e apri una finestra per liberartene. Segnati mentalmente l’orario a cui i chicchi hanno iniziato a tostare.
  4. 4
    Controlla di frequente il colore dei chicchi. Inizia a controllare il loro colore circa un minuto dopo l’inizio dei crepitii. Nono appena i chicchi avranno raggiunto il colore desiderato, versali in uno scolapasta metallico e scuotili fino a raffreddamento completato.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Torrefazione con Tostatore ad Aria

  1. 1
    Valuta pro e contro. Questi macchinari offrono soluzioni di tostatura efficienti (sebbene costose). Il principio di base di questi robot da cucina è lo stesso della pentola per popcorn – tostano sparando aria calda sui chicchi. Tuttavia, il tostatore ad aria garantisce una torrefazione uniforme al 100%.
  2. 2
    Valuta dunque l’acquisto di un tostatore ad aria. La torrefazione avviene in un contenitore di vetro che ti consente di monitorare il colore dei chicchi.[7]
    • Segui le indicazioni sul libretto d’istruzioni dell’elettrodomestico per ottenere la tostatura migliore.
  3. 3
    Finito.
    Pubblicità

Consigli

  • Lascia riposare i chicchi tostati per 24 ore prima di macinarli per preparare il caffè.
  • Tosta i chicchi solo in ambienti ben ventilati. Evita di farlo vicino ad allarmi anti incendio. Il fumo prodotto dai chicchi potrebbe attivarli.

Pubblicità

Cose Che Ti Serviranno

  • Chicchi freschi di caffè

Forno

  • Forno
  • Teglia forata
  • Spatola
  • Scolapasta metallico

Pentola per popcorn

  • Pentola per popcorn
  • Termometro da cucina
  • Scolapasta metallico

Tostatrice ad Aria

  • Tostatrice ad aria
  • Ambiente ben ventilato

wikiHow Correlati

Come

Accendere un Barbecue a Carbonella

Come

Liberarsi della Calandra del Grano (Insetto della Farina)

Come

Mangiare il Burro di Arachidi

Come

Conservare la Menta Fresca

Come

Attenuare la Sensazione di Bruciore Causata dal Peperoncino

Come

Conservare le Pannocchie

Come

Mangiare con le Bacchette

Come

Essiccare la Salvia

Come

Aprire una Scatoletta senza Apriscatole

Come

Utilizzare Utensili in Vetro per la Cottura in Forno

Come

Affilare un Coltello

Come

Congelare il Latte

Come

Sigillare un Barattolo di Vetro

Come

Bollire l'Acqua
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 20 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 11 727 volte
Categorie: Cucina
Questa pagina è stata letta 11 727 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità