Come Trasferirsi all'Estero

In questo Articolo:Aspetti PraticiShock CulturaleSe non hai ancora DecisoRiferimenti

Trasferirsi all’estero è uno dei passi più grandi nella vita di una persona. Anche se l’idea di tutte le pratiche burocratiche necessarie può essere deprimente, l’esperienza di vita in un paese diverso potrebbe rivelarsi estremamente gratificante.


La preparazione, in questo caso, è tutto. Che si tratti di una decisione presa per motivi di lavoro oppure personali, leggere questo articolo ti aiuterà a formulare un piano d’azione estremamente utile.

1
Aspetti Pratici

  1. 1
    Controlla che il tuo passaporto sia valido. Se esiste la possibilità che ti debba trasferire relativamente in fretta (ad es. per motivi di lavoro) assicurati di essere pronto per l'eventualità. Rinnovare il passaporto, se necessario, dovrebbe essere la priorità numero uno, dato che le pratiche necessarie possono essere lunghe.
  2. 2
    Fai un piano. Prima di tutto, fai una lista di tutte le cose da fare e cancella ogni voce mano mano che completi i passaggi. Ricorda di includere ogni minimo dettaglio e soprattutto delle scadenze precise. Ecco alcuni esempi:

    • Spedizioni e trasloco: avrai bisogno di almeno tre preventivi da tre diverse compagnie per il trasloco. Scopri cosa includono nei loro servizi, ad es.: spedizioni per oggetti speciali come la tua collezione di vini, assistenza animali, orario di arrivo garantito, opzione magazzino nel luogo di destinazione, ecc. Se il tuo trasferimento è a breve termine e intendi ritornare, potrebbe essere conveniente lasciare alcuni oggetti – se non quasi – tutti nel paese di origine.
    • Abitazione. Se sei proprietario della casa in cui vivi, cosa intendi fare? Venderla o affittarla? Nel primo caso, dovrai rivolgerti ad un agente immobiliare. Hai tempo di aspettare l’offerta migliore o hai bisogno di vendere in fretta? Stabilisci comunque un prezzo minimo di vendita e comunicalo all’agenzia immobiliare.
      • Se decidi di affittare casa, invece, cerca un’agenzia immobiliare che sia conosciuta per servizi di questo tipo e non accettare nessun contratto se non sei soddisfatto al 100% con i servizi che offrono. Chiedi referenze se possibile, trova qualacuno che sia specializzato negli affitti di case i cui proprietari vivono all'estero.
    • Mutui, prestiti e leasing. Dovrai discutere con la tua banca e agenzie di credito su come gestire i tuoi obblighi finanziari in maniera più efficace.
    • Scuola. Dovrai comunicare alla scuola che frequentano i tuoi figli del tuo trasferimento all’estero. dovrai ottenere una prova ufficiale (certificati o altro) del livello di istruzione conseguito dai tuo figli da poter mostrare al nuovo istituto dove andranno a studiare. Comunica il tuo indirizzo e il modo migliore per contattarti all’estero il prima possibile.
    • Vaccini e permessi. Assicurati di essere al corrente con i vaccini rilevanti per il paese dove ti trasferirai e assicurati che tutti i permessi di viaggio siano pronti in tempo. Qualsiasi documento di accompagno necessario per un trasferimento permanente o temporaneo dovrebbe essere risolto in questa fase.
      • Ricorda che se hai intenzione di rinunciare alla tua attuale cittadinanza e assumere quella della nazione in cui ti trasferirai ci vorrà del tempo prima che questo avvenga. Agisci in anticipo.
    • Decidi quando dovranno essere pronti tutti i bagagli. Segui il tuo piano con impegno in modo da avere tutto il tempo necessario per risolvere eventuali problemi che si presenteranno – inevitabilmente.
    • Se conosci già la data di partenza, datti almeno sei mesi per prepararti. Avrai bisogno di ogni momento per mettere fine agli ultimi piani: gestire proprietà, automobile, assicurazione, spedizioni e trasporto, banche, iscrizioni scolastiche e altro. In alcuni casi, non avrai questo lusso.
    Archana Ramamoorthy
    Archana Ramamoorthy
    Direttrice Product Management

    La nostra esperta ha una storia a riguardo: "Quando mi sono trasferita negli Stati Uniti, le cose principali che ho esaminato erano i requisiti per i visti e il costo della vita. Avevo preso in considerazione l'idea di trasferirmi nel Regno Unito, ma era molto più costoso vivere lì che in America. Avevo bisogno di capire quale sarebbe stato il mio onere finanziario. Sapevo anche che volevo andare nelle migliori università degli Stati Uniti, altrimenti non c'era motivo di trasferirmi all'estero, quindi ho acceso un prestito studentesco per aiutarmi con le spese. Sapevo che anche se sarebbe stato più costoso, avrei avuto migliori opportunità di ottenere una istruzione di alto livello".

  3. 3
    Cerca alloggio il prima possibile. Preferisci stare in albergo oppure affittare un appartamento con self-catering a breve termine mentre cerchi qualcosa di più permanente?
  4. 4
    Acquistare casa su internet è caldamente sconsigliato. Dovrai vedere la proprietà di persona per controllare che non ci sia muffa sui muri, che il riscaldamento funzioni e molti altri dettagli.

    • Una soluzione a questo problema potrebbe essere quella di chiedere ad un membro della tua famiglia di recarsi sul posto e controllare la proprietà al tuo posto. Ovviamente, se conosci qualcuno che già vive nel paese in cui hai intenzione di trasferirti, non esitare a contattarli.
    • Prima di comprare casa nel nuovo paese, è consigliabile iniziare andando in affitto dato che questo ti dà la possibilita di andartene relativamente in fretta se non ti dovesse piacere il quartiere dove vivi o se semplicemente dovessi cambiare idea. Dopo almeno sei mesi, saprai se vuoi restare oppure no; inoltre, capirai meglio come funziona il sistema delle agenzie immobiliari e le tue zone preferitie in cui risiedere.
    • Ricorda che all'inizio dovrai fare a meno degli oggetti che hai spedito e non sono ancora arrivati. Per questo, andare in albergo o in appartamento arredato è una buona idea.
    • Assumi un legale. Avrai bisogno di un avvocato o notaio competente che capisca le implicazioni relative a tasse, clausole, costi, usucapione del paese in cui ti stai trasferendo. Il tuo legale attuale potrebbe poter essere in grado di raccomandare un avvocato nel paese in cui ti stai trasferendo.
  5. 5
    Apri un conto corrente adatto alle tue circostanze. I pagamenti e i trasferimenti internazionali si stanno semplificando sempre di più e le tasse amministrative stanno diminuendo. Quasi tutte le banche permettono ormai di gestire il proprio conto corrente tramite internet, alcune perfino tramite cellulare. Rivolgiti alla tua banca per maggiori informazioni.

    • A meno che tu non sia certo al 100% di non voler mai più tornare nel tuo paese di origine, è consigliabile lasciare almeno un conto aperto. Più lungo tieni un conto aperto, migliore sarà la tua affidabilita finanziaria; e se decidi di tornare sara più facile iniziare da dove hai lasciato piuttosto dove ricominciare da capo.
    • In alcuni paesi, accedere alle finanze è più difficile che in altri. Chiedi consiglio alla tua banca e/o ad un consulente finanziario che conosca le regole bancarie del paese in cui intendi trasferirti.
  6. 6
    Conosci qualcuno che vive già nel paese in cui vuoi trasferirti? Fagli sapere dei tuoi piani e con tutta probabilità vorranno aiutarti il più possibile per trovare le informazioni che ti servono.
  7. 7
    Fai una valutazione onesta dei tuoi oggetti e comincia a dare via il superfluo. In realtà abbiamo bisogno di molto meno di quello che pensiamo. Invece di portarti dietro tutta questa roba o pagare per tenerla in servizio di magazzino, fai una revisione onesta delle tue necessità. Se possibile, regala o vendi quello che non ti serve.

    • Le aste online sono un modo eccellente per vendere oggetti, soprattutto se hai fretta di vendere. Dì che ti stai trasferendo all’esterno e vendi tutto. La gente ama fare affari!
    • Ricorda: più cose porterai con te e maggiore sarà il costo del trasloco.
    • Gli oggetti possono essere danneggiati durante o dopo il transito. Se possiedi oggetti antichi o preziosi – potrebbe convenirti venderli oppure metterli in storage. Altrimenti, assicurati di avere un’assicurazione adeguata per qualsiasi incidente durante il trasporto.
  8. 8
    Se hai animali domestici, decidi cosa fare. Puoi chiedere ad amici o familiari di prendersi cura di loro? Oppure vuoi portarli con te? In questo caso dovrai informarti su diverse cose:

    • Regolamenti: E’ permesso portare il tuo animale nel paese in cui vuoi trasferirti? Esiste una quarantena? Quanto è lunga e quanto costa?
    • Trasporto: Come lo farai viaggiare? Informati sui costi, sulle regole e la sicurezza. C’è bisogno di un passaporto per gli animali?
    • Vaccini e stato di salute. Se hai un animale ‘anziano’, considera il suo stato di salute prima di prendere decisioni. Affrontare un viaggio potrebbe essere uno stress troppo grande.
  9. 9
    Patente di guida nel paese di destinazione. Alcuni paesi accettano quella esistente o quella internazionale. Altri vorranno che tu faccia delle prove di guida con un’agenzia del posto. Non aspettare prima di informarti – non poter guidare potrebbe farti sentire ancora più isolato.
  10. 10
    Informa il tuo datore di lavoro. Prima di dare le dimissioni informati sui tempi necessari per dare il preavviso. Non lasciare tutto all’ultimo minuto. Tuttavia, non parlare del tuo trasferimento all’estero finché non sei sicuro che tutto andrà in porto.

2
Shock Culturale

  1. 1
    Preparati ad affrontare grossi cambiamenti. Ovviamente, andare a vivere in un paese diverso dal tuo sarà un’esperienza difficile all’inizio. Ma dopo pochi mesi di immersione nella cultura locale dovresti cominciare a sentirti più a tuo agio. Le diverse abitudini e i diversi modi di vita di un paese straniero costituiscono una magnifica opportunità che spalancherà i tuoi orizzonti. Una volta che ti abituerai a pensare come le persone del posto, non vorrai mai più tornare indietro.

    • Se gli usi delle persone locali non ti sono familiari, fai ricerca prima di partire. Anche soltanto una comprensione superficiale è utile – almeno ti darà l’opportunità di apprezzare meglio gli eventi culturali e i costumi del paese in cui ora vivi. Inoltre ti permetterà di evitare di fare errori che potrebbero causare offesa.
  2. 2
    Renditi conto che le piccole comodità perdute possono diventare maggiori problemi di quanto hai immaginato (come quel tuo caffe preferito che prendevi nella tua città). E’ importante riconoscere il senso di perdita che sentirai ma rimanere aperti a nuove esperienze. Potresti scoprire cose ancora più interessanti.

    • Se ti sei trasferito in un paese in cui i prodotti commerciali sono molto scarsi, potresti trovare questa esperienza molto difficile. Al posto di file e file scaffali pieni di diversi tipi di cereali troverai un solo ripiano; invece della fantastica scelta di automobili, ora puoi scegliere solo tra due color. Di fronte a questo, puoi fare due cose: accettarlo e renderti conto che una mancanza di scelta ti permette di risparmiare tempo a decidere e a risparmiare risorse planetarie; oppure, tornare nel tuo paese di origine per acquistare quello che vuoi (oppure fartelo spedire da amici o familiari).
  3. 3
    Preparati alla fase di “disinnamoramento” che avverrà dopo qualche mese. Inizialmente, ti sembrera di vivere una vacanza magnifica e trascorrerai molto tempo ad assaporare tutte le novità che il nuovo paese ti offrei. Tuttavia, quando comincerai a renderti conto che ormai la tua vita è lì, con tutti i suoi problemi quotidiani e banali – il lustro che l'esperienza di vivere all'estero aveva all'inizio comincerà a sbiadire. Per alcuni, questa realizzazione puo arrivare prima che per altri, quando burocrazia, la manutenzione della casa, e altri problemi minori cominciano a presentarsi.

    • Fatti consigliare operai e tecnici fidati ai quali rivolgerti in caso di necessità. Prima o poi, si romperà qualcosa di sicuro. E allora avrai bisogno di qualcuno affidabile che si presenti all’ora stabilita e che ti faccia pagare una somma ragionevole.
    • Mantieni la calma durante le procedure burocratiche. Non esiste paese che non abbia moduli da compilare, file da fare, ragioni ridicole per dover presentare documenti, e attese (più o meno lunghe). Il tuo compito non è quello di chiederti perché, ma quello di informarti tramite internet o tramite le persone del posto sul modo migliore per presentare tali pratiche. C’è sempre un modo veloce, fai in modo di scoprire di quale si tratta.
  4. 4
    Accetta i limiti della tua nuova vita in un paese diverso. Soprattutto se il tuo paese di origine era più permissivo di quello in cui vivi ora, potrai sentirti “imprigionato” dalle nuove regole. Ricorda che non sei nella posizione di mettere in discussione tali regole. Comportati nel modo corretto secondo le leggi locali e non tarderai a diventarne parte.
  5. 5
    Cerca aiuto. Trasferirsi all’estero è una delle maggiori cause di stress. Alcuni giorni sarà divertente. Altre volte ti sembrerà di vivere un incubo. Alla fine, ti sentirai a tuo agio perché è diventata casa tua.

    • Dovrai prenderti cura dei tuoi sbalzi di umore. Se soffri di ansia, depressione, pensieri fissi, ecc. rivolgiti ad uno psicologo o altro professionista. Non soffrire in silenzio – non farà altro che peggiorare le cose facendoti sentire sempre più isolato.
    • Fai in modo di costruirti una rete di amici con i quai parlare apertamente dei tuoi problemi se non è ti possibile farlo con i tuoi familiari che hai lasciato nel paese di origine. Se hai figli, questo passo è particolarmente importante dato che sei responsabile anche per il loro benessere.
    • I social network come Facebook, Twitter e Google+ ti permettono di restare in contatto con amici e familiari. Su Skype puoi parlare faccia a faccia (e spesso gratis): è quasi come essere lì in persona.
    • Invita gli amici più cari ogni tanto per una mini-vacanza.
  6. 6
    Pensa alla tua sicurezza. Se la zona in cui vivi ha la fama di non essere tranquilla, informati su cosa puoi fare per la tua sicurezza (se per esempio spostarti non è possibile per il momento). Informati sulle strade da evitare, gli orari in cui non uscire, ecc.

    • Vesti nel rispetto delle usanze locali senza cercare di metterti in risalto. In alcuni paesi, se sembri un turista verrai preso di mira dai criminali locali.
    • Visita la tua stazione di polizia locale e chiedi cosa fare per proteggerti. Potresti anche chiedere informazioni sui livelli di criminalità nelle aree nelle quali vorresti comprare o affittare casa.

3
Se non hai ancora Deciso

  1. 1
    Decidi in quale paese vorresti vivere. A meno che non si tratti di un trasferimento per lavoro, la decisione spetta a te. Quale paese ti ha sempre attirato? La Germania, la Spagna, il Messico, il Sud America, la Russia, o la Cina?

    • Immagina come sarebbe la vita in quella nazione. Cerca dei video su internet per avere un’idea generale. Considera il clima, i livello di inquinamento, la cucina, la rete trasporti, l’assistenza medica, opportunità di lavoro e attività del tempo libero.
    • Cerca storie personali di chi si è trasferito all’estero sui forum online. Leggere le esperienze altrui ti aiuterà a decidere se trasferirti nel paese di scelta fa per te oppure no. Rispetta le loro opinioni; tuttavia, prendi quello che dicono con un pizzico di sale. La tua esperienza non potrà che essere unica per te. Gli altri avranno opinioni diverse a seconda del motivo per il quale si sono trasferiti, quanto guadagnano, le esperienze di lavoro, la zona del paese in cui vivono, ecc.
    • Avrai bisogno di un permesso di lavoro? Hai competenze professionali particolarmente richieste? Quali difficoltà dovrai affrontare per trovare un lavoro? Ti sarà possibile trovare lavoro prima di trasferirti? Poche persone si possono permettere di rischiare di non avere un lavoro quando si trasferiscono in un altro paese a meno che non siano già benestanti abbastanza da poter coprire le spese dei primi mesi. Avrai diritto all’assistenza sanitaria gratuita? Se sì, cosa dovrai fare per ottenerla?
  2. 2
    Organizza una vacanza nel paese di tua scelta, se non lo hai ancora fatto. Le guide turistiche sono una buona fonte di informazione, ma non fidarti troppo di quello che dicono. Cerca di evitare le aree turistiche del paese e invece visita i luoghi meno conosciuti dove puoi interagire con i residenti locali a un livello meno formale. Se stai pensando di trasferirti in un paese che hai visitato come turista, ricorda che andare in vacanza e vivere in un paese sono due cose completamente diverse. In vacanza non esistono la noiosa routine, i rapporti con la burocrazia e con persone del luogo che potrebbero essere maleducate; generalmente il tuo atteggiamento sarà spenzeriato. La realtà della vita di tutti i giorni potrebbe essere ben diversa.

  3. 3
    Impara il più possibile sul paese che ti interessa. Aspetti essenziali sono: i costumi locali, la lingua e un'infarinatura della geografia locale. T la sentirai di vivere in un luogo con leggi, costumi e abitudini diverse che influenzeranno la tua vita quotidiana? Ad esempio, se esistono severi regolamenti su quello che è permesso fare, sarai in grado di rispettarli? [A Singapore è severamente proibito masticare chewing-gum in pubblico].
  4. 4
    Informati sulle leggi e i regolamenti relativi all’immigrazione. È essenziale sapere se la tua età, il tuo stato finanziario, e la tua situazione familiare influenzeranno le tue possibilità di trasferirti. Cerca le regole specifiche per il paese che ti interessa sul sito degli affari esteri, sezione immigrazione. Telefona al relativo dipartimento per l’immigrazione e chiedi informazioni specifiche in relazione al tuo caso.

    • Contatta l’ambasciata del paese come punto di riferimento iniziale. Chiedi se hanno materiale informativo per chi vuole emigrare.
  5. 5
    Attenzione alle barriere linguistiche. Se non conosci già la lingua straniera, considera seriamente se sarai in grado di imparare una nuova lingua da zero direttamente sul posto. Ricorda che non poter comunicare con sicurezza ti farà sentire isolato da quello che accade attorno a te. Se hai una personalità insicura, questa esperienza potrebbe rivelarsi particolarmente alienante.

    • Prova a studiare la lingua fino a raggiungere come minimo un livello intermedio “prima” di trasferirti.
    • Prenota delle lezioni di lingua appena arrivi sul posto. Trova un insegnante comprensivo che capisca sia la tua lingua madre che quella che vuoi imparare. Assicurati che questa persona abbia il tempo di accompagnarti in giro per insengarti la lingua in contesti specifici come: fare la spesa, parlare con il padrone di casa, comprare un'auto, trovare un medico o iscriverti ad un college.
  6. 6
    Se hai bambini, trasferirti all’estero diventa ancora più complicato. Per prima cosa, rifletti bene sulle conseguenze che avrà togliere i tuoi figli dalla scuola che frequentano e dalle loro amicizie. Potrebbe essere un’esperienza molto negativa per loro. Inoltre, sei sicuro che il sistema scolastico del paese nel quale ti intendi trasferire sia migliore dell’attuale? Potrai assicurarti che i tuoi figli ricevano un’educazione altrettanto buona? Dovrai informarti su queste cose con molto anticipo.

Consigli

  • Mentre studi una nuova lingua non dimenticare di prendere nota dei termini colloquiali o dialettali che ti saranno utili – impara a parlare come la gente del luogo e non come un libro stampato. Usa i forum di lingua online per capire il significato attuale di parole ed espressioni.
  • Non bruciare tutti i ponti con il tuo paese di origine – potresti aver bisogno di tornare. Se sei proprietario di una casa, non venderla subito; affittala in caso dovessi aver bisogno di un posto dove stare quando/se tornerai. Per lo stesso motivo, non si consiglia di rinunciare alla propria cittadinza.

Avvertenze

  • Mai trasferirsi all’estero depresso o in uno stato mentale pessimista. Non farà altro che portare verso un vicolo cieco e perfino causare peggiori problemi.
  • Non idealizzare lo spostamento. Nessun luogo è perfetto e non ti trasformerai in una persona completamente diversa dal giorno alla notte. Informati bene sulla cultura e la storia del luogo – non fidarti soltanto su quello che ti dicono gli amici che ci sono stati in vacanza.
  • Assicurati di essere a posto con i permessi di lavoro se ne serve uno.
  • Potresti essere discriminato. Ricorda che sei uno straniero nel nuovo paese.
  • La tua esperienza potrebbe essere diversa da quella degli altri. Mentre è sicuramente utile ascoltare o leggere le esperienze altrui, ricorda che sono dopotutto personali e che potrebbero essere diverse dalle tue. Quindi non dare per scontato che tutto andrà a gonfie vele solo perché qualcuno dice che a lui/lei è andata bene. Fai ricerca e mantieni una mente aperta.
  • Se ti ritrovi a lamentarti costantemente della tua nuova vita e a dire quanto erano meglio le cose a casa tua, potresti aver idealizzato il tuo paese di origine. Se torni indietro, lo shock culturale potrebbe essere altrettanto pesante da gestire. Non mollare troppo presto. Se dopo cinque anni ti stai ancora lamentando, allora forse è ora di fare le valigie e tornare a casa.
  • Ricorda che alcune persone ti racconteranno storie terribili perché odiano vivere all’estero (molto spesso perché sono state costrette a trasferirsi). Fai attenzione a queste persone – di solito sono facili da riconoscere perché non fanno altro che ripetere quanto odiano il paese in cui vivono e che vorrebbero tornare a casa.
  • Quando fai domanda di lavoro, assicurati di recarti sul posto per controllare se ci sono cose che non ti tornano (legalità, rispetto delle norme, ecc.) e informati se qualcuno conosce l’azienda/società per la quale vorresti lavorare.
  • Sii realista e assicurati di avere l’opportunità di tornare a casa se dovessi cambiare idea.
  • Rivolgiti ad un agente immobiliare conosciuto e fidato o rischierai di farti derubare quando compri casa.
  • Fai attenzione alle complicazioni bancarie. Se ti vuoi trasferire in un paese meno sviluppato del tuo, potresti scoprire che aprire un conto corrente è molto complicato. Le leggi antiriciclaggio alle quali queste banche si trovano di fronte quando hanno a che fare con paesi dell'Europa potrebbero voler dire dover riempire pagine e pagine di documenti e trovare un referente, cosa difficile da ottenere una volta che sei all'estero. Assicurati di avere abbastanza denaro contante per almeno un paio di mesi dato che sarà difficile ricevere denaro fino a quando il tuo conto locale non sarà aperto.

Cose che ti Serviranno

  • Informazioni e pubblicazioni dell’Ambasciata/Ministero degli Esteri
  • Agente immobilare e avvocato/notaio in entrambi i paesi
  • Consulente finanziario
  • Informazioni e preventivi da compagnie di trasporto
  • Piano dettagliato da seguire
  • Affitto di spazio in magazzino (se necessario)
  • Accesso a Internet
  • Libri e guide di viaggio per gli aspetti culturali
  • Passaporto, permessi, vaccini in regola
  • Controllo medico recente (essere in buona salute prima di partire)
  • Sistemazione animali domestici
  • Organizzazione necessità scolastiche

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 27 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Consigli per il Viaggiatore

In altre lingue:

English: Move to a Foreign Country, Español: mudarse a otro país, Português: Se Mudar para Outro País, Русский: переехать в другую страну, 中文: 移居国外, Bahasa Indonesia: Pindah ke Negara Asing, Français: partir vivre à l'étranger, Nederlands: Verhuizen naar een vreemd land, Čeština: Jak se přestěhovat do zahraničí, العربية: الانتقال لدولة أجنبية, ไทย: ย้ายไปอยู่ต่างประเทศ, Tiếng Việt: Ra nước ngoài sinh sống, हिन्दी: किसी दूसरे देश में रहने जाएँ (Move to a Foreign Country)

Questa pagina è stata letta 14 263 volte.
Hai trovato utile questo articolo?