Come Trattare Naturalmente le Emorroidi

Scritto in collaborazione con: Zora Degrandpre, ND

In questo Articolo:Alleviare il DoloreModificare l'AlimentazioneCambiare Stile di Vita37 Riferimenti

Le emorroidi sono vene ingrossate che si trovano nella zona anale, esternamente o internamente. Si manifestano quando aumenta la pressione esercitata sulle vene pelviche e rettali, e spesso sono strettamente relazionate a stitichezza, diarrea e sforzo eccessivo durante la defecazione. La malattia emorroidale interessa più della metà della popolazione dai 50 anni in su. Può essere dolorosa, rendendo scomodo e difficile il normale svolgimento della vita quotidiana. I passaggi illustrati in questo articolo ti aiuteranno a trattarla naturalmente. Se però non dovessi notare miglioramenti nel giro di 4-7 giorni, rivolgiti a un medico.

Parte 1
Alleviare il Dolore

  1. 1
    Evita i lassativi artificiali. Questi prodotti possono causare dipendenza e indebolire l'intestino, quindi rischi di soffrire di stitichezza cronica [1].
    • Se vuoi stimolare l'intestino, prova a cambiare alimentazione (leggi la seconda parte di questo articolo) o a prendere degli integratori a base di erbe con proprietà lassative (leggi la terza parte).
  2. 2
    Fai un semicupio. Sostanzialmente, devi riempire un recipiente o il bidet con qualche centimetro d'acqua e immergerci la zona anale. Se però preferisci fare un bagno normale, puoi ottenere lo stesso risultato. Se vuoi provare il semicupio, puoi usare un semplicissimo bidet o un'apposita bacinella reperibile in farmacia. Alcuni recipienti sono provvisti di tubi e aperture che fanno circolare costantemente l'acqua, offrendo dunque una distribuzione del liquido stabile e continua, il che è utile, ma non necessario. Puoi raggiungere lo stesso scopo con il bidet o la vasca da bagno. Questo trattamento favorisce la circolazione sanguigna nella zona anale, ma anche il rilassamento e la guarigione dei tessuti [2][3].
    • Se fai un bagno completo, aggiungi una tazza di sali di Epsom. Se invece usi il bidet o una bacinella per semicupio, versaci 2-3 cucchiai di sali di Epsom. L'acqua dovrebbe essere calda, ma non bollente. Ripeti 2-3 volte al giorno.
    • Riempi la vasca con circa 15 cm di acqua calda, aggiungi una manciata di sali di Epsom e mescolali fino a dissoluzione completa. Siediti nella vasca con le ginocchia piegate per 15 minuti. Flettere le ginocchia espone la zona anale all'acqua, alleviando il dolore e l'infiammazione.
  3. 3
    Prova una compressa calda. Prendi un asciugamano di cotone pulito e imbevilo di acqua calda (non bollente). Applicalo direttamente sull'emorroide per circa 10-15 minuti. Ripeti 4-5 volte al giorno [4].
  4. 4
    Usa il ghiaccio. Gli impacchi di ghiaccio aiutano a ridurre il gonfiore causato dalla malattia emorroidale. Puoi usare impacchi pronti all'uso o mettere del ghiaccio in un sacchetto di plastica e avvolgerlo con un panno. Lascialo in posa sulla zona interessata [5].
    • Gli impacchi vanno fatti per soli 5-10 minuti alla volta. Non applicare il ghiaccio direttamente sulla pelle, altrimenti rischi effetti collaterali come i geloni.
  5. 5
    Utilizza salviette prive di fragranze. Mantenere una corretta igiene personale è fondamentale per chiunque soffra di emorroidi. Infatti, previene la comparsa di complicazioni come infezioni o vesciche alla mucosa anale causate dall'eccessiva secchezza. Per evitare problemi, fai il bidet, oppure, dopo la defecazione, passa delicatamente una salvietta di cotone inumidita priva di fragranze sulla zona anale [6].
    • Dopo aver fatto un bidet, un semicupio o un bagno (ma anche in generale), non usare carta igienica o asciugamani duri. Bisogna utilizzare metodi di pulizia delicati. Le salviette per bambini sono fra le più indicate a tal proposito, grazie alle loro proprietà lenitive.
    • Inoltre, evita la carta igienica profumata o colorata. Le sostanze chimiche che le conferiscono un determinato odore o colore possono irritare la zona anale.
  6. 6
    Applica un astringente sulla zona interessata. L'acqua di amamelide ha proprietà antiossidanti e astringenti, che aiutano a lenire le emorroidi gonfie e a combattere il dolore. È possibile applicarla direttamente sulla zona interessata con un bastoncino di cotone. Aiuta anche a ridurre notevolmente il prurito [7][8].
    • Ripeti all'occorrenza. Cerca di applicare l'acqua di amamelide almeno 4-5 volte al giorno.
    • L'olio d'oliva caldo è una buona alternativa all'acqua di amamelide. Allevia anche la secchezza della zona anale, in quanto è un ottimo lubrificante ricco di antiossidanti.
    • Puoi lenire il dolore che accusi nella zona anale anche applicando delle bustine di tè bagnate e tiepide. Assicurati che non siano bollenti. Il tè contiene un astringente naturale che aiuta a combattere il gonfiore, mentre il calore della bustina allevia il dolore.
  7. 7
    Prova a usare gel o creme dalle proprietà analgesiche e antiprurito. Dopo aver lavato e asciugato bene la zona interessata, applica una piccola quantità di aloe vera in gel o Preparazione H per alleviare il dolore e/o il fastidio. Ripeti l'applicazione ogni volta che ne hai bisogno [9][10].
    • È stato dimostrato che il gel di aloe vera contiene sostanze che alleviano le infezioni e aiutano a curare le ferite minori. È possibile usare il gel estratto direttamente dalla pianta: per prelevarlo, prendi una foglia abbastanza grande e tagliala. In alternativa, compra un gel di aloe vera al 100% naturale al supermercato.
    • La Preparazione H, reperibile in farmacia, contiene vaselina, olio minerale, olio di fegato di squalo e fenilefrina (che ha azione decongestionante e aiuta a restringere l'emorroide).
  8. 8
    Prova a usare le verdure che hai in frigo. Le barbabietole e le carote possono essere pressate per estrarne il succo. Imbevi un pezzo di cotone spesso o una garza e applica il succo sulle vene ingrossate. Secondo alcune ricerche preliminari, la barbabietola può abbassare la pressione alta e ridurre l'infiammazione [11].
  9. 9
    Prova a prendere integratori a base di erbe. Esistono vari tipi di erbe dalle proprietà lassative che non causano la stessa dipendenza dei purganti chimici. Ecco alcune opzioni:
    • Senna: ammorbidisce le feci in maniera delicata e naturale. Puoi assumerla in compresse (leggi le istruzioni) o preparando un infuso prima di andare a dormire [12].
    • Psillio: ammorbidisce e volumizza naturalmente le feci. Gli adulti possono prendere una dose di psillio (come il Metamucil) compresa fra ½ cucchiaino e 2 cucchiaini al giorno. Bisogna mescolarlo con 250 ml di acqua e berlo immediatamente (la soluzione si addensa in fretta). Puoi iniziare con ½ cucchiaino, e se il giorno dopo hai comunque difficoltà ad andare di corpo, aumentare la dose di un ulteriore ½ cucchiaino [13].
    • Semi di lino: hanno proprietà volumizzanti e possono essere aggiunti a cibi come cereali, insalate, zuppe e frullati. Usare 2-3 cucchiai di semi di lino al giorno può facilitare l'evacuazione [14].
  10. 10
    Informati sui rimedi naturali più efficaci per trovare sollievo. Sapevi che in cucina hai prodotti che possono aiutarti a trattare le emorroidi? Ecco alcune idee:
    • Foglie di momordica. Quando vengono tritate, possono essere applicate sulla zona interessata per alleviare il dolore causato dalle emorroidi [15].
    • Il bicarbonato di sodio può essere applicato sotto forma di polvere o pasta sulle vene ingrossate (mescola 1 cucchiaio di bicarbonato con l'acqua). Assicurati di lasciarlo agire per soli 15 minuti, perché la pasta potrebbe seccare la zona interessata e peggiorare la situazione [16].
    • Chi soffre di emorroidi può trovare sollievo aggiungendo circa 5 ml di lattice o succo del Banyan a un bicchiere di latte. È possibile consumarlo una volta al giorno (meglio al mattino).
    • Prepara una soluzione a base di zenzero e miele. Portala a ebollizione per ottenere un decotto (un metodo per estrarre i principi attivi di una pianta attraverso l'ebollizione), quindi insaporiscila con uno spicchio di limetta romana e delle foglie di menta. Aiuta a eliminare le tossine e a rinfrescare l'organismo. Garantisce un buon afflusso di sangue nella zona delle emorroidi.
    • Porta a bollore 3 cucchiaini di miele, 2 cucchiaini di pepe, 2 cucchiaini di semi di finocchio e 500 ml di acqua. Otterrai un ottimo decotto che potrai consumare nel corso della giornata.
  11. 11
    Usa gli oli essenziali. Per preparare una soluzione efficace, mescola 2-4 gocce di un olio essenziale a tua scelta con 60 ml di un olio di base, per esempio di ricino o mandorle dolci. Mescola bene e applica direttamente sulle emorroidi esterne. Per la miscela puoi usare da 1 a 3 oli [17].
    • L'olio essenziale di lavanda può aiutare ad alleviare dolore e prurito.
    • L'olio di cipresso viene usato per alleviare e favorire la guarigione dei tessuti.
    • L'olio di melaleuca ha proprietà antisettiche e antinfiammatorie.
    • L'olio di avocado può essere usato come base o aggiunto ad altri oli. Idrata, lenisce e accelera la guarigione.

Parte 2
Modificare l'Alimentazione

  1. 1
    Assumi più fibre. Se ammorbidisci le feci per evitare che la defecazione sia difficile o dura, sarà molto più facile prevenire le emorroidi e liberarsene. Le fibre sono importantissime, a tal proposito. Aiutano a mantenere acqua nelle feci e a volumizzarle, in modo che l'evacuazione attraverso il retto e l'ano avvenga senza problemi, con meno dolore in caso di emorroidi. Ecco alcune buone fonti di fibre [18][19]:
    • Cereali integrali, fra cui riso integrale, orzo, mais, segale, bulgur, grano saraceno e avena.
    • Frutta, specialmente ciliegie, mirtilli, prugne, prugne secche, albicocche, lamponi e fragole.
    • Verdure a foglia, come bietola, cavolo nero, spinaci, lattuga, barbabietola rossa.
    • Legumi. Ricorda solo che mangiarli può aumentare la produzione di gas intestinale.
  2. 2
    Bevi più acqua. L'importanza di consumare una corretta quantità di acqua non può mai essere sottolineata abbastanza. Si consigliano come minimo 8-10 bicchieri da 250 ml al giorno. Un consumo adeguato di acqua ammorbidisce le feci, idratando e lubrificando a sufficienza la zona interessata, per non parlare del fatto che giova a pelle, capelli, unghie e organi interni [20].
  3. 3
    Assumi più vitamina C. Può tonificare e restringere le vene, evitando che diventino lasse, subiscano un prolasso o sanguinino con facilità. Insieme alle antocianine, la vitamina C aiuta a mantenere le vene forti, inoltre può aiutare a prevenire sforzi o strappi nella zona anale [21].
    • Gli agrumi e altri frutti contengono bioflavonoidi, che aiutano a rafforzare le vene. Ne sono un esempio frutti come limoni, lime, mele e pomodori. Gli alimenti ricchi di antocianine includono cipolle, cavolo rosso, carote, frutti di bosco, uva e ciliegie.
    • Tutte le varietà di frutti di bosco favoriscono l'evacuazione, questo perché possiedono proprietà antinfiammatorie, vitamina C e flavonoidi. Sono anche ottime fonti di antiossidanti.
  4. 4
    Prova a bere più succhi vegetali. È stato dimostrato che bere succo di barbabietola riduce la pressione di circa il 2%, inoltre può essere efficace per combattere il gonfiore emorroidale. Prova a berne un bicchiere alla settimana o mangia una barbabietola bollita al giorno per un mese. Osserva se noti delle differenze.
    • Il succo di ravanello è uno dei più efficaci per eliminare le tossine, favorendo l'evacuazione senza alcun dolore o fastidio. Bisogna fare attenzione alle quantità consumate, in quanto 60 ml di succo al giorno sono più che sufficienti. Berne più di 120 ml può al contrario acuire i sintomi. Puoi consumarlo da solo o aggiungere del succo di foglie di rapa.
  5. 5
    Scopri quali cibi evitare. Le emorroidi possono essere peggiorate da certi alimenti. Per esempio, i cibi molto conditi, speziati e piccanti vanno evitati a tutti i costi, perché possono aggravare il fastidio e il sanguinamento [22].
    • Vanno evitati anche i cibi lavorati, in scatola e ricchi di conservanti. Sono poveri di fibre e contengono spesso additivi chimici che possono peggiorare il problema [23].
    • I cibi grassi o fritti come carne, panini dei fast-food e patate fritte possono acuire i sintomi delle emorroidi perché sono poveri di fibre, ad alto contenuto di grassi e additivi chimici.

Parte 3
Cambiare Stile di Vita

  1. 1
    Non sforzarti. Lo sforzo è una delle cause principali delle emorroidi. Lascia che la forza di gravità ti aiuti, ma lascia anche che sia l'intestino a fare il grosso del lavoro. Se non dovessi riuscirci, aspetta un'oretta, l'importante è evitare di sforzarti [24][25].
  2. 2
    Abituati ad andare di corpo sempre alla stessa ora. Cerca di organizzarti a un orario regolare, scegliendo un momento della giornata che ti consenta di usare il bagno senza interruzioni. Un'evacuazione quotidiana e costante solitamente facilita l'espulsione delle feci. Inoltre, andare di corpo regolarmente è indice di buona salute in generale [26][27].
    • Se hai lo stimolo di andare al bagno, non aspettare. Vacci il prima possibile, ma non stare seduto troppo a lungo, perché ciò è associato a un maggiore rischio di emorroidi [28].
    • A evacuazione ultimata, pulisciti con una salvietta inumidita [29].
  3. 3
    Usa biancheria composta al 100% di cotone. È un tessuto molto delicato sulla pelle, quindi minimizzerà tutte le irritazioni che potrebbero essere causate da materiali come poliestere o seta. Essendo assorbente e delicato sulle emorroidi, preverrà anche il prurito [30].
    • Evita i tanga: possono irritare il tessuto nella zona delle emorroidi.
  4. 4
    Fai esercizio fisico, che sia aerobico, di resistenza, cardiovascolare o una semplice passeggiata. Il movimento del corpo può favorire il movimento dell'intestino perché sostanzialmente lo massaggia. In altre parole, mentre il corpo si muove, si muovono e vengono massaggiati anche gli organi interni. Ciò può facilitare la circolazione sanguigna nella zona interessata e anche aiutare a mantenere una buona regolarità intestinale in generale [31].
    • È fondamentale mantenere una buona circolazione sanguigna nella zona delle emorroidi, che sono semplicemente delle vene anali gonfie. Se l'afflusso di sangue viene ridotto, potrebbero incancrenirsi e causare complicanze.
  5. 5
    Non rimanere seduto a lungo. Evitarlo può essere utile per chi soffre di emorroidi. Sedersi causa in effetti un'eccessiva pressione intraddominale e può peggiorare il problema. Se svolgi un lavoro sedentario, alzati una volta all'ora e fai una breve passeggiata [32][33].
    • Se hai bisogno di sederti, procurati un cuscino di spugna o un cuscino a ciambella per coccige. Può aiutare ad alleviare almeno in parte la pressione.
  6. 6
    Smetti di bere alcolici. L'alcool è una delle prime sostanze da eliminare dalla dieta, perché disidrata e indurisce le feci. Può quindi avere un impatto negativo: non solo renderà più difficile la guarigione, può anche peggiorare il sanguinamento. È stato dimostrato che un consumo prolungato di alcolici causa ipertensione portale (ingrossamento del fegato) ed emorroidi [34].
    • Cerca di limitarti a massimo 1-2 bicchieri al giorno. È questa la quantità raccomandata, ma, se attualmente soffri di emorroidi, ti conviene bere anche di meno.

Consigli

  • Un medico può diagnosticare le emorroidi interne o esterne eseguendo un esame rettale. Se il sanguinamento rettale non fosse dovuto alle emorroidi, probabilmente ti raccomanderà un test speciale chiamato sigmoidoscopia o colonscopia, perché può essere sintomo di cancro del retto [35].
  • I bambini non tendono a soffrire spesso di emorroidi, ma può succedere. Se tuo figlio accusa dolore quando va di corpo, portalo subito dal pediatra. L'evacuazione può essere complicata a causa di diversi motivi, fra cui secchezza delle feci, disidratazione, carenza di fibre, educazione all'uso del vasino e stress. Tuttavia, se noti sangue negli escrementi o sulla carta igienica, è possibile che si tratti di emorroidi, malformazione anatomica, ragadi anali (tagli nella zona anale) o un sintomo iniziale di un disturbo intestinale come la malattia di Crohn. È dunque necessario che il bimbo venga visitato dal pediatra [36]. Le tracce di sangue nelle feci possono anche essere sintomo di abuso infantile.

Avvertenze

  • Se non avverti sollievo nel giro di 4-7 giorni, vai dal medico. Le complicanze sono rare, ma è possibile soffrire di anemia a causa delle perdite di sangue e di emorroidi trombizzate [37].

Riferimenti

  1. http://healthimpactnews.com/2013/a-key-predictor-of-well-being-healthy-bowel-movements/
  2. http://www.md-health.com/Sitz-Bath.html
  3. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/hemorrhoids/basics/lifestyle-home-remedies/con-20029852
  4. http://www.md-health.com/Best-Treatment-for-Hemorrhoids.html
  5. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/hemorrhoids/basics/lifestyle-home-remedies/con-20029852
  6. http://kidshealth.org/parent/pregnancy_center/q_a/piles.html
  7. http://www.md-health.com/Best-Treatment-for-Hemorrhoids.html
  8. http://kidshealth.org/parent/pregnancy_center/q_a/piles.html
  9. http://www.md-health.com/Best-Treatment-for-Hemorrhoids.html
Mostra altro ... (28)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Zora Degrandpre, ND. La Dottoressa Degrandpre lavora come Medico Naturopata Registrato a Washington. Ha conseguito la Laurea in Naturopatia presso il National College of Natural Medicine nel 2007.

Categorie: Disturbi & Trattamenti

In altre lingue:

English: Cure Piles Naturally, Português: Curar Hemorroidas Naturalmente, Русский: избавиться от геморроя без лекарств, Deutsch: Hämorrhoiden auf natürliche Weise behandeln, Français: traiter des hémorroïdes de façon naturelle, Español: curar las hemorroides naturalmente, Bahasa Indonesia: Mengobati Wasir secara Alami, Čeština: Jak se zbavit hemeroidů přírodními způsoby, العربية: علاج البواسير بعلاجات طبيعية, Tiếng Việt: Điều trị Trĩ Một cách Tự nhiên, 中文: 让痔疮自然痊愈, 한국어: 자연적으로 치핵 치료하는 법, Nederlands: Aambeien op natuurlijke wijze genezen, ไทย: รักษาริดสีดวงทวารด้วยวิธีธรรมชาติ, हिन्दी: पाइल्स (बवासीर) से नेचुरली राहत पाएँ

Questa pagina è stata letta 12 936 volte.
Hai trovato utile questo articolo?