Scarica PDF Scarica PDF

Consumare cibo che è stato contaminato da virus (come il norovirus) o batteri (come quelli del genere salmonella o escherichia coli) può causare un'intossicazione alimentare. I sintomi includono nausea, vomito, diarrea e dolorosi crampi addominali; generalmente hanno inizio uno o due giorni dopo l'ingestione del cibo contaminato. Talvolta, tuttavia, possono manifestarsi anche nel giro di poche ore o con un ritardo di diverse settimane. Nella maggior parte dei casi, le intossicazioni alimentari non sono gravi e hanno un decorso di circa 48 ore.[1] Nel frattempo, puoi ricorrere a dei semplici rimedi e trattamenti che possono aiutarti ad alleviare i dolori all'addome.

Metodo 1
Metodo 1 di 3:
Modificare la Dieta

  1. 1
    Bevi almeno 2 litri d'acqua o di fluidi ricchi di elettroliti ogni giorno. Mantieni il corpo idratato per fare fronte all'intossicazione alimentare, alleviare la nausea e prevenire la disidratazione, che è una condizione molto pericolosa. Osservando l'aspetto delle urine puoi sapere se stai assumendo abbastanza liquidi: devono essere trasparenti o di colore giallo pallido. Inoltre, assicurati di espellerle con una frequenza normale.[2] Se le urine sono di colore scuro, assenti o meno frequenti del solito, significa che sei disidratato.[3]
    • In caso di intossicazione alimentare, è bene assumere 200 ml di fluidi dopo ogni episodio di diarrea, oltre ai 2 litri giornalieri. Se sei disidratato, avrai bisogno di una quantità di liquidi ancora maggiore.[4]
    • Se hai difficoltà a ingerire una grande quantità di fluidi, prova a bere dell'acqua a piccoli sorsi o a succhiare un cubetto di ghiaccio.[5]
    • Le bevande sportive sono ricche di elettroliti e possono contribuire a mantenerti idratato. Cerca di berne circa 60-120 ml ogni 30-60 minuti. Evita le bevande con un alto contenuto di zuccheri perché possono aggravare la diarrea.[6]
    • I succhi di frutta e l'acqua di cocco possono ripristinare i carboidrati persi e attenuare la sensazione di spossatezza.[7]
    • Puoi preparare una bevanda con un alto potere idratante sciogliendo 6 cucchiaini (24 g) di zucchero e mezzo cucchiaino (3 g) di sale in un litro d'acqua.
  2. 2
    Concedi una pausa allo stomaco prima di ricominciare a mangiare per prevenire la nausea. Non mangiare niente per alcune ore in modo che lo stomaco abbia il tempo di recuperare in seguito all'intossicazione.[8] Evita gli alimenti solidi finché non sono terminati gli episodi di vomito o diarrea.[9]
  3. 3
    Quando inizi a sentirti meglio, prova ad assumere degli alimenti leggeri, per esempio un po' di riso o una banana. Scegli un alimento ricco di sostanze nutrienti, ma povero di fibre, per compattare le feci.[10] Smetti di mangiare se inizi a sentirti nauseato.[11] Gli alimenti consigliati includono:
    • Cracker salati;
    • Banane;
    • Riso;
    • Porridge;
    • Brodo di pollo;
    • Verdure lesse;
    • Pane tostato.[12]
  4. 4
    Evita i cibi e le bevande aggressivi per lo stomaco. La lista di alimenti e bevande che possono affaticare lo stomaco include: caffè, alcolici, bevande frizzanti e i cibi grassi o piccanti. Possono tutti aggravare i sintomi dell'intossicazione alimentare.[13] In generale, è bene evitare tutti gli alimenti difficili da digerire, come:
    • Quelli ricchi di fibre, per esempio crusca e legumi;[14]
    • I latticini, in particolare latte e formaggi;
    • I dolciumi e tutti gli alimenti ricchi di zuccheri, come torte e biscotti.[15]
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 3:
Dare Sollievo al Corpo

  1. 1
    Allevia i crampi allo stomaco con lo zenzero. È un antinfiammatorio e gli studi effettuati hanno dimostrato che può contribuire a curare il mal di stomaco. Cercalo in farmacia, al supermercato o in un negozio di alimenti naturali; puoi assumerlo sotto forma di integratore o essiccato. Segui le indicazioni sul prodotto per un dosaggio corretto.[16] In alternativa, puoi acquistare la radice di zenzero fresca e usarla per preparare una tisana:
    • Lava, strofina e pela la radice, poi tagliala a fette sottili;
    • Versa mezzo litro d'acqua in una piccola pentola, aggiungi 4-6 fette di zenzero e falle bollire per 10-20 minuti, a seconda del grado di intensità desiderato;
    • Rimuovi la pentola dal fuoco e dolcifica la tisana con il miele, se lo desideri. Bevila calda.[17]
  2. 2
    Bevi una tazza di camomilla per alleviare i crampi allo stomaco. La camomilla ha proprietà antinfiammatorie e può rilassare i muscoli dello stomaco. Puoi acquistarla sfusa in erboristeria o in comode bustine al supermercato.[18] Bevi almeno una tazza di camomilla al giorno. Puoi berne anche 3-5 tazze al giorno senza controindicazioni.[19]
    • Se fai uso di farmaci anticoagulanti, opta per un rimedio diverso. La camomilla ha la proprietà di fluidificare il sangue in modo naturale, quindi potrebbe amplificare gli effetti dei medicinali.
    • Fai attenzione se sei allergico ad altre piante che appartengono alla stessa famiglia delle margherite, perché potresti essere allergico anche alla camomilla.[20]
  3. 3
    Assumi la menta piperita in capsule per alleviare i dolori addominali. L'olio di menta piperita può aiutarti a rilassare il colon, riducendo il dolore e gli spasmi. Cercalo in un negozio di alimenti naturali o nella corsia del supermercato dedicata agli integratori alimentari. Assumine 1-2 capsule al giorno quando si presentano i crampi allo stomaco.[21]
  4. 4
    Applica una compressa calda sullo stomaco per 20 minuti se vuoi alleviare i crampi. Puoi usarla diverse volte al giorno. Usa un cuscino elettrico riscaldante o una borsa dell'acqua calda. Il calore rilasserà i muscoli dello stomaco attenuando i crampi.[22]
    • Se non hai una borsa o un cuscino termico e i crampi non ti consentono di uscire, puoi ricorrere a un metodo fai da te.
    • Bagna due asciugamani e poi strizzali per evitare che sgocciolino.
    • Metti un asciugamano in un sacchetto con la chiusura a zip e scaldalo nel microonde alla massima potenza per 2 minuti, senza chiudere il sacchetto.
    • Rimuovi il sacchetto bollente dal microonde, sigillalo e avvolgigli intorno il secondo asciugamano umido, quindi applica la compressa calda sullo stomaco.[23]
  5. 5
    Riposa a lungo in modo che il corpo abbia il tempo di recuperare e guarire.[24] È importante evitare di fare fatica per riprendersi dall'intossicazione alimentare. Rimanda le attività faticose e cerca di dormire quanto più possibile, per distrarti dal dolore e aiutare il corpo a recuperare.
    • Non andare a scuola o al lavoro finché non sono trascorse almeno 48 ore dall'ultimo episodio di vomito o diarrea.[25]
    Pubblicità

Metodo 3
Metodo 3 di 3:
Curarsi con le Medicine

  1. 1
    Assumi una soluzione reidratante orale (sali minerali) se rischi la disidratazione. Acquistala in farmacia e segui le indicazioni di dosaggio del farmacista o riportate sul prodotto. Assumi la soluzione per ripristinare i sali, il glucosio e gli altri minerali che il corpo ha perduto.
    • Gli anziani e le persone affette da patologie cardiache sono particolarmente vulnerabili alla disidratazione.
    • Consulta il medico o il farmacista prima di assumere una soluzione reidratante orale se soffri di una patologia renale.[26]
    • Se è tuo figlio a essere stato intossicato da un alimento, chiedi al pediatra se è necessario somministrargli una soluzione reidratante orale. Puoi acquistarla in farmacia.[27] Se tuo figlio è riluttante a berla, puoi somministrargliela con una siringa.
  2. 2
    Prova ad alleviare i crampi con un antidolorifico da banco. Il paracetamolo e l'ibuprofene possono attenuare il dolore ed eventualmente abbassare la febbre. Segui le istruzioni sul prodotto per un corretto dosaggio.[28]
  3. 3
    Evita i farmaci che bloccano la diarrea in modo che il corpo abbia la possibilità di ripulirsi naturalmente. Il vomito e la diarrea sono gli strumenti con cui il corpo espelle in modo naturale i batteri che affliggono l'apparato digerente.[30] Oltre a interferire con i mezzi adottati dal corpo per riprendersi dall'intossicazione, i farmaci antidiarroici possono mascherare la gravità dei sintomi e ritardare l'intervento e la cura del medico.
    • Non assumere un farmaco antidiarroico se hai una malattia causata da una tossina, per esempio da escherichia coli o clostridium difficile.
  4. 4
    Fatti visitare da un medico se i sintomi sono acuti o se hai una patologia che ti rende particolarmente vulnerabile. Chiama immediatamente il medico se i sintomi perdurano da qualche giorno, se non riesci a trattenere i liquidi a causa di frequenti episodi di vomito o se presenti i sintomi di uno stato di disidratazione grave, come confusione mentale, battito cardiaco accelerato, occhi incavati o assenza di urine. Consulta il medico anche se hai un'intossicazione alimentare e sei incinta, soffri di una patologia cronica, hai più di 60 anni o hai il sistema immunitario debilitato.
    • Il medico analizzerà un campione di feci per determinare qual è la causa dell'intossicazione alimentare. Se è di origine batterica, potrebbe prescriverti gli antibiotici. Non esistono farmaci per trattare le intossicazioni alimentari di origine virale.
    • Il medico potrebbe prescriverti un farmaco ad azione antiemetica, se gli episodi di vomito sono frequenti.
    • Se sei gravemente disidratato, potresti dover essere ricoverato per un paio di giorni. In ospedale sarai costantemente monitorato e ti verranno somministrati dei fluidi per via intravenosa.[31]
    • Se i sintomi sono molto acuti, recati subito al pronto soccorso più vicino o chiama il 112. Quando non sai se è il caso di andare all'ospedale, chiama il 112 per ricevere delle istruzioni adeguate.[32]
    Pubblicità

Avvertenze

  • Fatti visitare da un medico se sei disidratato, se i sintomi dell'intossicazione sono acuti o se le tue condizioni non migliorano entro un paio di giorni.
  • Contatta il medico in caso di intossicazione alimentare se sei incinta, hai più di 60 anni o se il tuo sistema immunitario è debilitato da una patologia cronica.
  • Contatta il medico se sospetti che un neonato o un bambino piccolo siano stati intossicati da un alimento.[33]
  • In caso di intossicazione alimentare, non lavarti i denti per almeno un'ora dopo aver vomitato. Gli acidi dello stomaco possono danneggiare lo smalto dentale e l'azione dello spazzolino può peggiorare l'erosione. Risciacqua semplicemente la bocca con una miscela di acqua e bicarbonato di sodio.[34]
Pubblicità

wikiHow Correlati

Vomitare nella Maniera Meno Scomoda PossibileVomitare nella Maniera Meno Scomoda Possibile
Evitare di VomitareEvitare di Vomitare
Sapere se Hai Vermi IntestinaliSapere se Hai Vermi Intestinali
Ammorbidire le FeciAmmorbidire le Feci
Mettere una SuppostaMettere una Supposta
Smettere di VomitareSmettere di Vomitare
Preparare un ClisterePreparare un Clistere
Alleviare la Costipazione dopo un Intervento ChirurgicoAlleviare la Costipazione dopo un Intervento Chirurgico
Simulare il Mal di StomacoSimulare il Mal di Stomaco
Indurre il VomitoIndurre il Vomito
Liberarti Velocemente della DiarreaLiberarti Velocemente della Diarrea
Abbassare i Livelli di Ammonio nel SangueAbbassare i Livelli di Ammonio nel Sangue
Fermare la Nausea con la DigitopressioneFermare la Nausea con la Digitopressione
Fermare i Conati di VomitoFermare i Conati di Vomito
Pubblicità
  1. https://familydoctor.org/brat-diet-recovering-from-an-upset-stomach/
  2. https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/food-poisoning/diagnosis-treatment/drc-20356236
  3. https://www.healthline.com/health/food-poisoning#outlook
  4. https://www.nhsinform.scot/illnesses-and-conditions/infections-and-poisoning/food-poisoning#treatment
  5. https://www.healthline.com/health/food-nutrition/what-to-eat-after-food-poisoning#what-to-avoid
  6. https://www.healthline.com/health/food-poisoning#outlook
  7. https://www.healthline.com/health/digestive-health/natural-upset-stomach-remedies#ginger
  8. https://www.healthline.com/health/food-nutrition/benefits-ginger-tea#4
  9. https://www.healthline.com/health/digestive-health/natural-upset-stomach-remedies#chamomile-tea
  10. https://www.thecut.com/2017/05/chamomile-tea-benefits-reduce-anxiety.html
  11. https://www.healthline.com/health/digestive-health/chamomile-tea-acid-reflux#risks-and-warnings
  12. https://well.blogs.nytimes.com/2011/01/21/remedies-peppermint-oil-for-irritable-bowel/
  13. https://www.healthline.com/health/digestive-health/natural-upset-stomach-remedies#heating-pad
  14. https://www.healthline.com/health/pain-relief/how-to-make-a-homemade-heating-pad#method-1
  15. https://www.nhsinform.scot/illnesses-and-conditions/infections-and-poisoning/food-poisoning#treatment
  16. https://patient.info/health/diarrhoea/food-poisoning
  17. https://www.nhsinform.scot/illnesses-and-conditions/infections-and-poisoning/food-poisoning#treatment
  18. https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/food-poisoning/diagnosis-treatment/drc-20356236
  19. https://patient.info/health/diarrhoea/food-poisoning
  20. https://www.nhs.uk/common-health-questions/pregnancy/can-i-take-ibuprofen-when-i-am-pregnant/
  21. https://www.healthline.com/health/food-nutrition/what-to-eat-after-food-poisoning#what-to-do-after
  22. https://www.nhsinform.scot/illnesses-and-conditions/infections-and-poisoning/food-poisoning
  23. https://www.healthline.com/health/food-nutrition/what-to-eat-after-food-poisoning#causes
  24. https://www.nhsinform.scot/illnesses-and-conditions/infections-and-poisoning/food-poisoning
  25. https://www.healthline.com/health/food-nutrition/what-to-eat-after-food-poisoning#what-to-do-after

Informazioni su questo wikiHow

Erik Kramer, DO, MPH
Co-redatto da:
Osteopata
Questo articolo è stato co-redatto da Erik Kramer, DO, MPH. Il Dottor Kramer lavora come Medico di Base alla University of Colorado ed è specializzato in controllo del peso, diabete e medicina interna. Si è diplomato in Osteopatia presso il Touro University Nevada College of Osteopathic Medicine nel 2012.
Categorie: Apparato Digerente
Questa pagina è stata letta 816 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità