I problemi che interessano l'apparato respiratorio, tra cui raffreddore e polmonite, sono comuni nei porcellini d'India e, sfortunatamente, anche se sono di minore entità, come la tosse e gli starnuti, possono aggravare le loro condizioni di salute nel giro di pochi giorni.[1] Se il tuo amico peloso è affetto da una patologia che colpisce le vie aeree, un trattamento tempestivo da parte del veterinario gli permetterà di riprendersi.

Parte 1 di 3:
Individuare un Problema Respiratorio nel Porcellino d'India

  1. 1
    Cerca di capire se fatica a respirare. Se sta bene, la respirazione è tranquilla e regolare. Tuttavia, i problemi a carico dell'apparto respiratorio possono compromettere la sua funzionalità. Il tuo amico peloso potrebbe iniziare ad andare in affanno, ma anche emettere sibili o rantoli quando prende fiato.[2]
  2. 2
    Osserva il naso e gli occhi. Un disturbo a carico della respirazione può favorire la produzione di secrezioni agli occhi e al naso.[3] Se sono verdi o giallastre, potrebbe trattarsi di un'infezione batterica che interessa la congiuntiva, ovvero la membrana che ricopre la parte interna delle palpebre, fino ad arrossarla.[4]
    • Anche le allergie possono provocare problemi respiratori nei porcellini d'India, arrivando persino ad arrossare il naso e causare dolore per i graffi dovuti al prurito.[5]
  3. 3
    Fai attenzione all'appetito. I problemi respiratori possono peggiorare le condizioni di salute di questi piccoli animali inibendo la fame. Pertanto, c'è il rischio che si nutrano di meno o non si nutrano affatto.[6] Quando gli dai da mangiare, osserva quanto cibo ingerisce.
    • Se l'appetito diminuisce, il tuo porcellino tenderà a perdere peso.[7]
    • All'origine dei problemi respiratori considera la carenza di vitamina C.[8] Se il tuo amico peloso non mangia in quantità adeguate perché sta male, potrebbe sentirsi persino peggio quando non assume abbastanza vitamina C.
  4. 4
    Portalo dal veterinario per una diagnosi. Anche se presenta sintomi evidenti di un problema respiratorio, il veterinario dovrà determinare la causa esatta della malattia e la sua gravità. Pertanto, effettuerà un esame fisico che include l'auscultazione dei polmoni. Preleverà anche alcuni campioni (ad esempio, delle secrezioni dagli occhi o dal naso tramite il tampone) per rilevare i batteri specifici che causano l'infezione alle vie respiratorie.[9]
    • Anche le radiografie al torace possono essere utili per diagnosticare il problema respiratorio che ha colpito il tuo porcellino d'India. Mostreranno se è affetto da una polmonite.[10]
    • Anche le malattie dentali possono procurare disturbi nella respirazione di questi animali perché le radici dei molari e dei premolari sono molto vicine alle cavità nasali. Se il tuo porcellino d'India è affetto da una malattia dentale, le radiografie alla testa aiuteranno il veterinario a scoprire quanto è estesa.[11]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Curare i Problemi Respiratori

  1. 1
    Provvedi immediatamente. Se non provvedi a curare il problema che manifesta alle vie respiratorie, la situazione potrebbe peggiorare ulteriormente. Ad esempio, c'è il rischio che un raffreddore si trasformi velocemente in una polmonite, pregiudicando la guarigione del tuo piccolo amico. Prima lo curi, migliori saranno le probabilità che si riprenda.
  2. 2
    Ricoveralo in una clinica veterinaria, se necessario. Se versa in pessime condizioni (ad esempio, ha l'affanno, non riesce a mangiare, è molto debole), probabilmente il veterinario ti consiglierà di ricoverarlo affinché riceva un trattamento intensivo. In questo modo, potrà assisterlo mediante la nutrizione artificiale, la somministrazione di farmaci via endovena e la fornitura di ossigeno supplementare.[12] Lo terrà in clinica finché non sarà abbastanza forte per continuare le cure in casa.
    • Se è affetto da gravi problemi respiratori, il veterinario potrebbe anche somministrargli l'ossigeno umidificato.[13]
    • Se è molto debole, probabilmente verrà trattato anche con un multivitaminico per via orale o endovena.[14]
    • Di solito, i farmaci iniettabili hanno un'azione più rapida di quelli orali.
  3. 3
    Provvedi a correggere i problemi dentali del tuo porcellino d'India. Se la causa delle sue difficoltà respiratorie è di natura dentale, il veterinario dovrà ricoverarlo in modo da anestetizzarlo e usare gli strumenti adatti per lavorare sui denti.[15] Dopo l'intervento, potrebbe prescrivere un antidolorifico.
  4. 4
    Somministra gli antibiotici. Due tipi di batteri (la Bordetella bronchiseptica e lo Streptococcus pneumoniae) sono le cause principali delle infezioni respiratorie nei porcellini d'India.[16] Il veterinario valuterà i risultati degli esami diagnostici per scegliere l'antibiotico adatto e trattare efficacemente il problema del tuo amico peloso. Segui attentamente le sue istruzioni per assicurarti di eradicare tutti i batteri.
    • Se il farmaco prescritto è in forma liquida, puoi usare un contagocce per introdurre la dose prescritta nell'angolo della bocca del tuo porcellino d'India. Se oppone resistenza, puoi cospargerla sul suo cibo preferito.[17]
    • Contatta il veterinario se hai problemi nella somministrazione degli antibiotici.
  5. 5
    Tienilo sotto controllo. Alcuni antibiotici possono provocare la diarrea perché distruggono la flora intestinale.[18] In questi casi, interrompi immediatamente la somministrazione e contatta il veterinario. Probabilmente dovrai curarlo con un antibiotico diverso.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Prevenire l'Insorgere di Problemi Respiratori

  1. 1
    Pulisci regolarmente la sua gabbia. Una volta che sarà guarito, dovrai fare in modo che non si ammali nuovamente. Mantenendo la gabbia in condizioni igieniche ottimali, potrai prevenire la ricomparsa di questi problemi. Quindi, puliscila due volte a settimana.[19]
    • Per una pulizia accurata, togli tutti gli accessori e getta la lettiera. Lava la gabbia con detersivo e acqua calda. Risciacquala e lasciala asciugare completamente.[20]
    • Elimina ogni giorno il cibo avanzato, le feci e la lettiera sporca.
  2. 2
    Usa la lettiera adatta. Anche in questo modo potrai prevenire l'insorgere di infezioni alle vie respiratorie. Scegline una senza polvere (come quella prodotta da Carefresh® e quelle in pile) in modo che il tuo amico peloso non sia soggetto alle irritazioni al naso.[21]
    • Non usare i trucioli di cedro o pino perché contengono oli che possono irritare le vie aeree di questi piccoli animali.[22]
    • Cambia la lettiera ogni volta che si sporca o si bagna. Se è umida, può ammuffirsi e compromettere le condizioni di salute del tuo amico peloso.[23]
  3. 3
    Metti la gabbia in una zona ben ventilata. Per prevenire i problemi respiratori nei porcellini d'India è indispensabile un'adeguata circolazione dell'aria. Una gabbietta in metallo offre una maggiore aerazione rispetto a una di vetro compatto.[24] Inoltre, evita di posizionarla di fronte a una presa d'aria o in ambienti in cui ci sono spifferi, altrimenti il tuo piccolo amico rischia di ammalarsi.[25]
  4. 4
    Non riempirla. Se hai vari porcellini d'India, la loro gabbia dovrebbe essere abbastanza capiente da ospitarli tutti comodamente. Se è troppo piccola, rischiano di sviluppare infezioni respiratorie per lo stress da sovraffollamento[26] che, indebolendo il sistema immunitario, favorisce l'insorgere di infezioni.
  5. 5
    Non mettere insieme conigli e porcellini d'India. I conigli possono essere portatori della "Bordetella" e trasmetterla ai porcellini. Inoltre, possono maltrattare i loro compagni più piccoli fino a stressarli se questi ultimi non riescono a trovare un posto sicuro in cui rifugiarsi. Per prevenire un'infezione alle vie respiratorie, tienili in gabbie separate.[28]
    • Lo stress dovuto alla prepotenza di altri animali rischia di indebolire il sistema immunitario dei porcellini d'India e provocare problemi respiratori.
  6. 6
    Aggiungi vitamina C nell'alimentazione del tuo amico peloso. Per prevenire l'insorgere di problemi respiratori in questi animali, è essenziale un apporto adeguato di vitamina C. Dal momento che il loro organismo non riesce a produrla, devono assumerla dal cibo. Tra i cibi più ricchi considera i broccoli, il prezzemolo, i peperoni verdi e la senape indiana.[29]
    • Puoi anche comprare un integratore alimentare di vitamina C. Parlane con il veterinario prima di somministrarlo.
    • Il porcellino d'India dovrebbe consumare 50 mg di vitamina C al giorno.[30] Il veterinario saprà indicarti in che modo garantirgli questo apporto.
    Pubblicità

Consigli

  • Il trattamento dei problemi respiratori nei porcellini d'India non ha una durata invariabile per tutti i soggetti malati. Spetta al veterinario stabilire per quanto tempo dovrai assistere il tuo amico.
  • La prognosi per un raffreddore può essere buona o eccellente. Tuttavia, tieni conto che, in caso di polmonite, c'è il rischio che sia sfavorevole.[31]
  • Gli esseri umani non possono trasmettere malattie respiratorie ai porcellini d'India né viceversa.[32]

Pubblicità

Avvertenze

  • Malgrado le cure, i problemi respiratori possono ripresentarsi in questi piccoli animali.[33]
  • Alcuni porcellini d'India muoiono inspiegabilmente anche se hanno ricevuto un trattamento adeguato contro i problemi respiratori.[34]
Pubblicità
  1. http://www.merckvetmanual.com/pethealth/exotic_pets/guinea_pigs/disorders_and_diseases_of_guinea_pigs.html
  2. http://yarmouthvetcenter.com/yvcipedia--cats---dogs--birds--reptiles--rabbits--rodents-and-other-small-mammals--ferrets--fish/rodents-and-other-small-mammals/guinea-pigs---rhinitis-and-sinusitis.html
  3. http://yarmouthvetcenter.com/yvcipedia--cats---dogs--birds--reptiles--rabbits--rodents-and-other-small-mammals--ferrets--fish/rodents-and-other-small-mammals/guinea-pigs---rhinitis-and-sinusitis.html
  4. http://www.gwexotics.com/wccms-resources/1/5/3/a/aa9f70a4-a65e-11e0-a685-0050568626ea.pdf
  5. http://www.petmd.com/exotic/conditions/respiratory/c_ex_gp_bordetella_bronchisepta_infection?page=2
  6. http://www.mypetsdentist.com/guinea-pig-dental-care.pml
  7. http://azeah.com/guinea-pigs/respiratory-infections
  8. http://www.netvet.co.uk/guinea%20pigs/respiratory-problems.htm
  9. http://www.merckvetmanual.com/pethealth/exotic_pets/guinea_pigs/disorders_and_diseases_of_guinea_pigs.html
  10. http://www.gwexotics.com/wccms-resources/1/5/3/a/aa9f70a4-a65e-11e0-a685-0050568626ea.pdf
  11. https://www.mspca.org/pet_resources/the-perfect-home-for-a-guinea-pig/
  12. http://www.qldguineapigrefuge.com.au/bumblefoot.html
  13. http://www.guinealynx.info/bedding_avoid.html#cedar
  14. http://www.humanesociety.org/animals/guinea_pigs/tips/guinea_pig_housing.html
  15. http://www.gwexotics.com/wccms-resources/1/5/3/a/aa9f70a4-a65e-11e0-a685-0050568626ea.pdf
  16. http://www.humanesociety.org/animals/guinea_pigs/tips/guinea_pig_housing.html
  17. http://www.gwexotics.com/wccms-resources/1/5/3/a/aa9f70a4-a65e-11e0-a685-0050568626ea.pdf
  18. http://www.humanesociety.org/animals/guinea_pigs/tips/guinea_pig_housing.html
  19. http://www.rspca.org.uk/adviceandwelfare/pets/rabbits/company/rabbitsandguineapigs
  20. http://www.peteducation.com/article.cfm?c=18+1800&aid=620
  21. http://azeah.com/guinea-pigs/respiratory-infections
  22. http://yarmouthvetcenter.com/yvcipedia--cats---dogs--birds--reptiles--rabbits--rodents-and-other-small-mammals--ferrets--fish/rodents-and-other-small-mammals/guinea-pigs---rhinitis-and-sinusitis.html
  23. http://yarmouthvetcenter.com/yvcipedia--cats---dogs--birds--reptiles--rabbits--rodents-and-other-small-mammals--ferrets--fish/rodents-and-other-small-mammals/guinea-pigs---rhinitis-and-sinusitis.html
  24. http://www.gwexotics.com/wccms-resources/1/5/3/a/aa9f70a4-a65e-11e0-a685-0050568626ea.pdf
  25. http://azeah.com/guinea-pigs/respiratory-infections

Informazioni su questo wikiHow

Pippa Elliott, MRCVS
Co-redatto da
Veterinaria del Royal College of Veterinary Surgeons
Questo articolo è stato co-redatto da Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali. Questo articolo è stato visualizzato 2 680 volte
Questa pagina è stata letta 2 680 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità