Come Trattare il Coronavirus

Scritto in collaborazione con: World Health Organization

Considerata l'elevata diffusione del nuovo ceppo di coronavirus (SARS-CoV-2/COVID-19, precedentemente chiamato 2019-nCoV), è normale temere di aver contratto il virus se compaiono sintomi di infezione respiratoria. Anche se è perfettamente possibile che tu abbia un'infezione più comune, come il raffreddore o l'influenza, è importante prendere sul serio i sintomi e contattare il medico, che ti aiuterà a ottenere il trattamento di cui hai bisogno.

Nota: per avere informazioni sempre aggiornate sulla situazione italiana consulta il sito web del Ministero della Salute.

Parte 1 di 3:
Riconoscere i Sintomi

  1. 1
    Fai attenzione alla tosse, produttiva o meno. Anche se il coronavirus è un'infezione respiratoria, non causa la stessa quantità di sintomi dovuti a infezioni come il raffreddore o l'influenza. La tosse è un sintomo tipico, accompagnata o meno dalla formazione di catarro. Chiama il medico se hai la tosse e sei venuto a contatto con qualcuno che potrebbe essere infetto.[1]
    • Se hai la tosse, copri la bocca con un fazzoletto o una manica, in modo da non contagiare altre persone. Puoi anche indossare una mascherina chirurgica per intrappolare le goccioline di saliva che potrebbero infettare gli altri.
    • Se sei malato, stai lontano da soggetti ad alto rischio di infezione e complicazioni, ovvero chi ha più di 65 anni, i neonati, i bambini, le donne incinte e le persone immunodepresse.
  2. 2
    Misura la temperatura per vedere se hai la febbre. Il nuovo ceppo di coronavirus causa tipicamente febbre. Usa un termometro per controllare se la tua temperatura raggiunge o supera i 38 °C, il che significa che hai la febbre. In quel caso, chiama il medico prima di recarti in qualsiasi struttura sanitaria.[2] Resta a casa a meno di non dover ricevere cure mediche.[3]
    • Se hai la febbre è probabile che tu sia contagioso, a prescindere dal tipo di malattia. Proteggi gli altri restando a casa.
    • Tieni presente che la febbre è un sintomo di molte malattie, quindi non significa necessariamente che tu abbia il coronavirus.
  3. 3
    Rivolgiti immediatamente al medico se hai il fiato corto. L'ultimo sintomo caratteristico del nuovo ceppo di coronavirus è l'affanno. I problemi respiratori sono sempre un sintomo grave: chiama immediatamente il medico o il pronto soccorso per ricevere assistenza. Potresti avere una malattia grave, che si tratti di coronavirus o meno.[4]
    • Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), questo ceppo di coronavirus può portare a gravi complicazioni, come la polmonite. Rivolgiti subito al medico se hai problemi respiratori.[5]

    Attenzione! Le persone che hanno un sistema immunitario indebolito o patologie preesistenti, come cancro, malattie cardiache o diabete, sono particolarmente vulnerabili a forme di coronavirus potenzialmente letali.[6] Anche i bambini e gli anziani sono a rischio di sviluppare complicazioni, come bronchite o polmonite.[7] Se tu o una persona cara siete persone a rischio, fate particolare attenzione a evitare l'esposizione a persone o animali malati.

  4. 4
    Tieni presente che probabilmente non è coronavirus se hai altri sintomi. Attualmente (marzo 2020) l'OMS riferisce che i sintomi tipici del coronavirus sono tosse, febbre e affanno. Altri sintomi come mal di gola, naso che cola, mal di testa o dolori diffusi probabilmente indicano che si ha un'infezione più comune, come il raffreddore o l'influenza. Consulta il tuo medico se hai sintomi che ti preoccupano.[8]
    • È comprensibile che tu possa spaventarti, ma cerca di ricordare che è improbabile che si tratti di coronavirus se hai sintomi diversi da febbre, tosse e affanno.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Ricevere Cure Mediche

  1. 1
    Chiama immediatamente il tuo medico se ritieni di aver contratto un'infezione da coronavirus. Prendi sul serio i sintomi se pensi di essere malato, perché una forma grave di coronavirus è potenzialmente letale. Chiama il tuo medico per sapere se è il caso di sottoporti al test per il coronavirus. Riferisci i tuoi sintomi e se sei venuto a contatto con qualcuno che potrebbe essere malato o con un animale potenzialmente infetto.
    • Non recarti in ambulatorio o in ospedale se pensi di aver contratto il virus, ma contatta preventivamente il tuo medico, il numero verde regionale o, in caso di emergenza, il 112. In questo modo sarà possibile prendere le dovute precauzioni per prevenire la trasmissione della malattia ad altri pazienti.[9]
  2. 2
    Sottoponiti al test. Se a seguito del triage telefonico si ritiene che tu possa aver contratto il coronavirus, a seconda della gravità dei sintomi verrai ricoverato in ospedale o assistito a domicilio dalla Asl di competenza. L'operatore sanitario effettuerà un tampone faringeo (prelievo di un campione di muco) per eseguire il test per il coronavirus.
    • È possibile che tu venga messo in quarantena a casa o in ospedale, a seconda della situazione. Ad ogni modo, verrai isolato in maniera da non trasmettere il virus ad altre persone.
    • Il tuo medico di base non potrà effettuare il test; se ne occuperà il personale sanitario dell'ospedale o della Asl e i laboratori di riferimento regionale.[10]
  3. 3
    Segui scrupolosamente le istruzioni del medico. Non c'è ancora un trattamento specifico per un'infezione da coronavirus. Si tratta di un'infezione virale che non può essere curata con gli antibiotici. È possibile che ti venga richiesto di rimanere a casa, a meno che tu non abbia sintomi gravi per cui sarebbe necessaria l'ospedalizzazione. Segui le indicazioni del medico su come prenderti cura di te stesso e su come evitare di contagiare altre persone.[11]
    • Il medico potrebbe prescrivere o raccomandare dei farmaci per trattare i tuoi sintomi. Non esistono farmaci che possono uccidere o curare il virus in sé, quindi tutto quello che puoi fare è prenderti cura di te stesso e aspettare che faccia il suo corso.
    • Chiedi al medico che cosa puoi aspettarti e quando e se è necessario ricevere ulteriori trattamenti (per esempio, se i tuoi sintomi dovessero peggiorare o ne spuntassero di nuovi).
  4. 4
    Stai a casa e riposa quanto più possibile. Riposare a sufficienza è vitale per aiutare il tuo corpo a combattere l'infezione e guarire. Rimanere a casa, inoltre, servirà a prevenire di contagiare altre persone. Niente lavoro durante l'infezione ed evita di fare attività faticose. Cerca di dormire quanto più a lungo possibile.[12]
    • Chiedi al medico quando sarà possibile tornare alle tue attività regolari. Potrebbe raccomandare di aspettare almeno una decina di giorni dopo la scomparsa dei sintomi.[13]
  5. 5
    Prendi dei farmaci da banco per gestire dolore e febbre. Se hai sintomi come dolori in tutto il corpo, mal di testa o febbre, puoi ottenere un po' di sollievo con medicinali come paracetamolo, ibuprofene o naprossene. Se hai almeno 18 anni, puoi usare anche l'aspirina per alleviare il dolore e ridurre la febbre.[14]
    • Mai somministrare l'aspirina a bambini e adolescenti, perché può causare una malattia acuta, potenzialmente letale, chiamata sindrome di Reye.
    • Segui sempre le dosi consigliate sul bugiardino o le indicazioni del medico. Prima di prendere un qualsiasi farmaco, fai sapere al medico se sei incinta o se stai allattando.
  6. 6
    Usa un umidificatore per alleviare tosse o mal di gola. Un umidificatore può contribuire a dare sollievo a gola, polmoni e cavità nasali, calmando la tosse. Inoltre, aiuta a far sciogliere il muco, rendendo la tosse più produttiva. Mettine uno vicino al letto o negli ambienti in cui trascorri gran parte del tuo tempo durante la giornata.[15]
    • Fare una doccia calda o sedersi in bagno lasciando scorrere l'acqua calda può portare un po' di sollievo e sciogliere il muco presente nei polmoni e nel naso.
  7. 7
    Bevi molti liquidi. È facile disidratarsi quando sei malato. Durante il ricovero dal coronavirus, continua a sorseggiare acqua o altri liquidi trasparenti per combattere la disidratazione e alleviare la congestione.[16]
    • Liquidi caldi come brodo, tè o acqua calda con il limone possono essere particolarmente benefici se hai tosse o mal di gola.
  8. 8
    Ottieni cure immediate se i sintomi si aggravano. Cerca di non allarmarti, ma il coronavirus può causare sintomi gravi e potresti sviluppare una polmonite, che può mettere a rischio la tua vita. Richiedi assistenza medica immediata se presenti sintomi gravi[17], quali:.
    • Difficoltà a respirare o fiato corto;
    • Persistente dolore o pressione al torace;
    • Stato confusionale;
    • Labbra o viso bluastri.
    • Questa lista non è completa; consulta un medico se manifesti altri sintomi gravi o preoccupanti.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Prevenire le Infezioni da Coronavirus

  1. 1
    Lavati le mani regolarmente con acqua calda e sapone. Lavarsi le mani è una delle maniere migliori per prevenire la diffusione del coronavirus e di altre malattie. Usa frequentemente acqua calda e sapone durante il corso della giornata per pulire le mani, specialmente dopo aver toccato le superfici presenti in aree molto frequentate (come le maniglie delle porte nei bagni pubblici o i corrimani su treni e bus) oppure persone o animali potenzialmente infetti. Lava le mani per almeno una ventina di secondi e assicurati di pulire bene tra le dita.[18]
    • Per assicurarti di lavare sufficientemente a lungo, prova a cantare la canzoncina "Tanti auguri" mentre ti lavi le mani.
  2. 2
    Evita di toccarti gli occhi, il naso e la bocca. I virus alle vie respiratorie come quelli della famiglia del coronavirus si insinuano nel corpo attraverso le mucose negli occhi, nel naso e nella bocca. Puoi proteggerti tenendo lontane le mani dal tuo viso, specialmente se non le hai lavate di recente.[19]
  3. 3
    Pulisci e disinfetta tutti gli oggetti e le superfici, sia a casa sia fuori. Previeni la diffusione del virus pulendo quotidianamente superfici che vengono toccate di frequente. Usa 240 ml di candeggina mischiata a circa 4 l di acqua oppure salviettine o spray disinfettanti per mantenere tutto pulito. Assicurati che la superficie rimanga bagnata per circa 10 minuti affinché l'azione disinfettante sia efficace.[20]
    • Se qualcuno in casa è malato, lava le stoviglie o gli utensili con acqua calda e detersivo subito dopo l'uso. Inoltre, lava con acqua calda la biancheria contaminata, come lenzuola e federe.
  4. 4
    Evita il contatto con persone malate. Il coronavirus si diffonde attraverso le goccioline di saliva di una persona infetta, che possono essere respirate facilmente quando la persona tossisce. Se vedi che qualcuno sta tossendo o ti dice che è stato malato, allontanati gentilmente e rispettosamente da lui. Inoltre, cerca di evitare le seguenti modalità di trasmissione:[21]
    • Avere un contatto stretto con una persona infetta, come un abbraccio, un bacio, una stretta di mano o stare troppo vicini per un lungo periodo di tempo (per esempio, seduti uno accanto all'altro sul bus);
    • Condividere tazze, utensili oppure oggetti personali con una persona infetta;
    • Toccarti gli occhi, il naso o la bocca dopo aver toccato una persona infetta;
    • Entrare in contatto con materia fecale infetta (per esempio, cambiando il pannolino a un neonato infetto).
  5. 5
    Stai lontano da animali selvatici e da fattoria. Molti dei coronavirus vengono trasmessi dagli animali agli umani. Se entri in contatto con animali di qualsiasi genere, specialmente nelle aree in cui le infezioni da coronavirus sono un problema, lavati sempre le mani con estrema attenzione.[22]
    • In special modo, evita il contatto con animali che sono palesemente malati;
    • La trasmissione del coronavirus tra animali e umani è considerata rara, ma potrebbe comunque avere luogo se il virus si evolve.
  6. 6
    Cuoci completamente carne e altri prodotti di derivazione animale. Puoi contrarre un'infezione da coronavirus e altre malattie consumando carne o latte contaminati o inadeguatamente cotti. Evita di mangiare prodotti di derivazione animale crudi o non pastorizzati e lava sempre le mani e qualsiasi superficie o utensile entrato in contatto con carne o latte crudi o non trattati. [23]
  7. 7
    Copriti la bocca ogni volta che tossisci o starnutisci. Le persone infette diffondono l'infezione da coronavirus attraverso starnuti e colpi di tosse. Se hai contratto il virus, puoi proteggere gli altri usando un fazzoletto o una mascherina per coprire naso e bocca quando tossisci o starnutisci.[24]
    • Getta immediatamente i fazzolettini usati, quindi lava le mani con acqua calda e sapone;
    • Se un attacco di tosse o uno starnuto ti coglie di sorpresa o se non hai un fazzoletto a portata di mano, copriti il naso e la bocca con l'incavo del gomito invece di usare la mano. In questa maniera, sarà meno probabile diffondere il virus quando tocchi le cose.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Agenzia Salute Pubblica Globale
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con World Health Organization. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è un'agenzia speciale delle Nazioni Unite responsabile della salute pubblica internazionale. Fondata nel 1948, l'Organizzazione Mondiale della Sanità monitora i rischi per la salute pubblica, promuove la salute e il benessere e coordina la cooperazione internazionale in materia di salute pubblica e risposta alle emergenze. L'OMS sta attualmente guidando e coordinando lo sforzo globale a sostegno dei Paesi per prevenire, rilevare e rispondere alla pandemia COVID-19.
Categorie: Vie Respiratorie
Questa pagina è stata letta 23 561 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità