Come Trattare il Disturbo Bipolare in Modo Naturale

Scritto in collaborazione con: Trudi Griffin, LPC, MS

In questo Articolo:Trattare il Disturbo con la TerapiaFare dei Cambiamenti nello Stile di Vita per Gestire il DisturboAdeguare l'Alimentazione per Ridurre i SintomiPrendere Integratori Naturali41 Riferimenti

Si è riscontrato che oltre il 2,5% della popolazione adulta negli Stati Uniti soffre di disturbo bipolare; di questa percentuale, l'83% ne soffre in forma grave e con un'insorgenza della malattia intorno ai 25 anni d'età.[1] Se ti è stata diagnosticata questa patologia, vorrai sicuramente trovare dei modi per ridurre i sintomi. Sebbene l'assunzione di farmaci sia un aspetto importante del piano di trattamento, oltre ai medicinali tradizionali ci sono anche dei rimedi naturali che agiscono positivamente sui sintomi. Riuscire a ridurre o alleviare i disagi con terapie non farmacologiche significa poter assumere dosaggi inferiori di medicine. Rivolgiti sempre al medico per ogni aspetto del tuo piano terapeutico, che potrebbe comprendere la terapia psicanalitica, un cambiamento di alimentazione, fare più attività fisica e prendere degli integratori naturali.

1
Trattare il Disturbo con la Terapia

  1. 1
    Valuta la psicoterapia intensiva. Gli psicoterapeuti aiutano i malati di disturbo bipolare a trovare delle tecniche per gestire i sintomi. Questo tipo di terapia comprende quella cognitivo-comportamentale, quella familiare, interpersonale e dei ritmi sociali.[2]
    • Si è riscontrato che i pazienti che assumono farmaci migliorano più rapidamente e stanno meglio per periodi più lunghi quando si sottopongono anche alla psicoterapia intensiva.
  2. 2
    Segui la terapia cognitivo-comportamentale (TCC). Lo scopo di tale approccio terapeutico è quello di individuare sensazioni, pensieri e comportamenti negativi e stimolare il paziente a cambiare i comportamenti, riformulare i pensieri e gli schemi mentali. Il terapeuta può aiutarti a riconoscere i fattori che scatenano gli episodi di bipolarismo e indicarti come gestirli.[3]
    • L'auto-consapevolezza, la gestione dello stress e le tecniche per la risoluzione dei problemi sono competenze essenziali che vengono apprese attraverso la TCC e possono rendere la vita più semplice, a prescindere dal fatto di soffrire o meno di disturbo bipolare.[4]
    • La TCC aiuta a usare degli strumenti, come il monitoraggio dell'umore, dei sintomi, delle attività e dei comportamenti, in modo da gestire al meglio la malattia.
  3. 3
    Segui la terapia familiare. Quando devi affrontare il disturbo bipolare, è fondamentale avere il supporto e la comprensione dei familiari. Questo approccio terapeutico insegna a te e ai tuoi parenti la natura biochimica della patologia, in modo che tutti sappiano che soffrirne non è né una colpa né un difetto. Ai familiari vengono insegnate le tecniche per offrirti sollievo e sostenerti, imparando tutti insieme a gestire e affrontare il disturbo.[5]
    • Con la terapia familiare è anche possibile organizzare un piano di trattamento mirato, in modo che i familiari possano aiutarti a rispettarlo. A volte vengono istituiti dei contatti familiari affinché i parenti possano intervenire al meglio nei momenti difficili, mettendo a disposizione dei numeri di "telefono amico" da chiamare.[6]
  4. 4
    Mantieni regolarmente i contatti con gli amici o partecipa a una terapia di gruppo. Affidarsi a una rete di supporto, frequentare un ambiente prevedibile che non generi stress e che offra una routine stabilita aiuta a gestire i cicli rapidi (quando sono presenti quattro o più episodi maniacali).[7]
    • Questa terapia, chiamata anche interpersonale e dei ritmi sociali, prevede inoltre di gestire il sonno e l'alimentazione, oltre a migliorare le relazioni interpersonali e l'equilibrio emotivo.[8]
    • Puoi partecipare anche a un gruppo di supporto per i malati bipolari, in modo da non sentirti solo e imparare come le altre persone gestiscono e affrontano i loro sintomi.[9]
  5. 5
    Sottoponiti a un massaggio. Anche questa è una forma di terapia, che aiuta ad alleviare l'ansia e lo stress, entrambi fattori che aggravano i sintomi del disturbo. Durante il massaggio, il corpo rilascia l'ossitocina, che aiuta a creare uno stato di calma e ridurre i sintomi della malattia.[10]
    • Il massaggio è un ottimo aiuto nel trattamento del disturbo bipolare per molte ragioni. Ai pazienti viene consigliato di impostare programmi regolari, prendersi cura di sé, dormire bene e il massaggio rientra perfettamente in quest'ottica, in quanto stimola l'organismo a rilasciare l'ossitocina (come già accennato), ossia l'ormone "del buon umore" che riduce la quantità di cortisolo e di conseguenza lo stress.
  6. 6
    Prova l'agopuntura. Si tratta di una pratica di medicina tradizionale cinese che consiste nell'inserire dei sottili aghi sterilizzati in determinati punti strategici della pelle per equilibrare il ki (la forza interiore), stimolare la circolazione del sangue e rilasciare gli antidolorifici naturali dell'organismo.[11]
    • È una pratica sicura che può essere eseguita in aggiunta alla terapia farmacologica per il disturbo bipolare.[12]
    • Si è riscontrato che sottoporsi ogni settimana a una seduta di agopuntura riduce i sintomi di questa malattia.[13]
    • Se ti è stata diagnosticata la patologia, parlane con l'agopunturista, in modo che possa eseguire un trattamento mirato e più efficace.

2
Fare dei Cambiamenti nello Stile di Vita per Gestire il Disturbo

  1. 1
    Fai attività fisica per aumentare le endorfine. Durante l'esercizio fisico, il corpo rilascia queste sostanze chimiche che aiutano a sollevare l'umore e farti sentire più felice; di conseguenza anche le crisi di ipomania o depressive si riducono.[14]
    • La depressione è la forma dominante del disturbo bipolare e non tutti i pazienti manifestano episodi maniacali. In realtà l'ipomania, che è la forma più moderata di mania caratterizzata da eccitabilità, lieve euforia, loquacità e irritabilità, è spesso presente insieme alla depressione nel disturbo bipolare, soprattutto tra le donne.[15]
    • Se pensi che stia per verificarsi un episodio depressivo, vai a fare una corsa, una pedalata in bici o fai altra attività fisica. Le endorfine rilasciate dall'organismo ti aiuteranno ad alleviare i sintomi.
  2. 2
    Sii attivo programmando una regolare routine. Imposta un piano di attività fisica di 30 minuti almeno cinque volte a settimana. Creare una programmazione regolare è di aiuto anche nella terapia interpersonale e dei ritmi sociali.[16]
  3. 3
    Scegli delle attività che ti piacciono. Se vuoi rispettare l'impegno dell'esercizio fisico è importante restare motivato. Se l'attività che svolgi ti piace, ci sono maggiori probabilità che continuerai a essere costante. Scegli quelle che ti entusiasmano di più. Provane diverse finché non trovi quella perfetta per te.[17]
    • La corsa, il nuoto, il ciclismo, l'escursione, l'arrampicata su roccia, entrare in una squadra sportiva sono tutte ottime attività per rilasciare le endorfine.
  4. 4
    Prova lo yoga. Questa pratica aiuta l'umore e a mantenerti in forma. Nello stesso tempo, può anche ridurre i livelli di stress e contribuire a rilassarti. Iscriviti a un corso di yoga e prova a vedere se questa attività meditativa ti è di aiuto.[18]
    • La combinazione di attività fisica, meditazione e tecniche di respirazione può indurti a sentirti più calmo e gestire meglio le emozioni.
  5. 5
    Assicurati di dormire bene ogni notte. Se non riesci a riposare adeguatamente, il corpo e il cervello hanno maggiori difficoltà a tenere sotto controllo i cicli, lo stress e gli altri sintomi del disturbo bipolare. Per questo motivo è importante riuscire a mantenere un ritmo regolare del sonno.[19]
    • Valuta di tenere un diario del sonno. Questo può aiutarti a tenere traccia di cosa ti aiuta ad addormentarti e cosa invece ti tiene sveglio fino a tardi. Prendi nota di quanto sonno avevi la sera prima di dormire, quante volte ti sei svegliato, quanto tempo hai impiegato ad addormentarti e cosa hai fatto appena prima di andare a letto. In questo modo diventa più facile individuare i problemi e risolverli.

3
Adeguare l'Alimentazione per Ridurre i Sintomi

  1. 1
    Evita di saltare i pasti. Un aspetto importante della gestione del disturbo consiste proprio nel mangiare adeguatamente. Quando salti i pasti, i livelli di zucchero nel sangue calano drasticamente, provocando effetti negativi sull'umore. Dovresti fare almeno tre pasti al giorno.[20]
    • Se non ti piace fare tre pasti abbondanti, puoi provare a mangiare sei piccoli pasti quotidiani.
  2. 2
    Integra l'alimentazione con gli acidi grassi omega-3. I bassi livelli di questi acidi nell'organismo sono stati collegati alla depressione. Sia l'acido docosaesaenoico (DHA) sia quello eicosapentaenoico (EPA) - entrambi acidi omega-3 - contribuiscono ad aumentare la serotonina, un neurotrasmettitore nel cervello che regola l'umore.[21]
    • Non è stato dimostrato che un aumento degli acidi grassi omega-3 riduca le crisi maniacali o i cicli rapidi del disturbo.[22]
    • Prendi ogni giorno una porzione di pesce grasso, come il salmone, lo sgombro o le sardine, un cucchiaio di olio di oliva, di colza o di soia oppure una manciata di semi di lino o frutta secca per assumere una quantità adeguata di omega-3.
    • In alternativa, prendi degli integratori ogni giorno; la dose consigliata è di 6,2 grammi di EPA, oltre a 3,4 g di DHA presenti nell'olio di pesce.[23] Quando acquisti l'olio di pesce, leggi l'etichetta e verifica che siano presenti entrambi gli ingredienti, in modo che il prodotto sia più efficace nel combattere i sintomi della patologia.
  3. 3
    Evita di usare il cibo come ricompensa e come fonte di conforto. Le persone che soffrono di disturbo bipolare hanno bassi livelli di serotonina, un neurotrasmettitore che non solo influisce sull'umore, ma che è anche in grado di innescare un forte desiderio di carboidrati e dolci.[24]
    • Mangiando alimenti dolci si attivano i centri della ricompensa nel cervello, che rilascia così le endorfine, rendendo le persone più felici.
  4. 4
    Mangia carboidrati sani, anziché i dolci. I carboidrati sono una parte essenziale dell'alimentazione; tuttavia, alcuni sono più indicati di altri. Dovresti evitare quelli con zucchero raffinato, perché creano un notevole picco glicemico che poi crolla drasticamente, lasciandoti stanco e depresso. I carboidrati complessi, invece, rilasciano energia in una forma più costante e influiscono sui livelli di serotonina.[25]
    • Tra i carboidrati complessi ci sono le patate dolci e i cereali integrali. Mangia meno zuccheri raffinati, come il pane bianco, la pasta non integrale e il riso brillato.
    • Aggiungi proteine magre alle fibre per ottenere i nutrienti necessari per restare in salute. Per esempio, puoi mangiare il burro di arachidi con le mele o l'hummus con le carote.
  5. 5
    Assumi più magnesio. Questo minerale agisce un po' come il litio nel ridurre le fasi maniacali e i cicli rapidi; inoltre favorisce un sonno ristoratore.[26]
    • Per ottenere più magnesio con l'alimentazione, mangia fagioli neri, semi di girasole e di zucca, spinaci, soia, anacardi e bietole.
    • Gli adulti dovrebbero assumere fino a 200 mg di magnesio elementare al giorno, sebbene questo valore sia diverso quando il minerale è in altre forme, come il cloruro di magnesio. Se decidi di assumerlo attraverso gli integratori, parla con il medico per conoscere l'esatta posologia per il tuo caso specifico.[27]
  6. 6
    Aumenta il consumo di frutta e verdura crude. Si tratta di alimenti che non hanno subito in alcun modo un processo di cottura o di lavorazione. Questi cibi crudi contengono molti dei nutrienti necessari per restare in salute. La vitamina C aiuta a tenere sotto controllo i livelli di cortisolo, oltre ad abbassare i livelli di stress. La vitamina B9 è essenziale per evitare l'aumento dell'omocisteina, un ormone prevalente nella depressione.[28] Si è riscontrato che l'acido folico (la vitamina B9) è in grado di ridurre sia la fase depressiva sia quella maniacale.[29]
    • La vitamina C è presente in agrumi, frutti di bosco, peperoni, cavoli, spinaci, broccoli e cavolfiori. La dose consigliata, se prendi gli integratori, è di 75-90 mg al giorno.[30]
    • Trovi la vitamina B nei fagioli, spinaci, asparagi, mango e pane di farina integrale. Se prendi gli integratori di folato, la dose raccomandata per i pazienti con disturbo bipolare è di 200 IU al giorno.[31]
  7. 7
    Evita la caffeina e gli alcolici. Entrambi influiscono sull'umore, sui livelli di stress e sulla depressione. Per questo motivo, è importante non consumare alcuna delle due sostanze o ridurne al minimo le quantità.[32]
    • Ciò è ancora più importante se stai assumendo dei farmaci per controllare la patologia, perché potresti provocare delle gravi interazioni farmacologiche, disturbi del sonno e cambiamenti d'umore.
    • Scegli piuttosto di bere un tè oppure acqua gassata con limone.
  8. 8
    Tieni le comorbilità ai livelli minimi. Queste sono malattie o disturbi in più che potresti avere oltre alla patologia principale. Le persone che soffrono di disturbo bipolare hanno potenzialmente numerose comorbilità, come il diabete, l'obesità, la sindrome metabolica, l'emicrania, dolori alla schiena, asma, ulcere e altre ancora.[33]
    • Seguendo una corretta alimentazione per gestire i sintomi, puoi ridurre gli effetti di queste malattie aggiuntive che ti affliggono.
    • Le persone con disturbo bipolare sono più propense a diventare obese a causa di uno stile di vita sedentario, a soffrire di malattie metaboliche e quelle indotte dai farmaci.[34]

4
Prendere Integratori Naturali

  1. 1
    Prendi la lecitina (fosfatidilcolina). Si tratta di un grasso sano in grado di ridurre la gravità delle fasi sia depressive sia maniacali.[35]
    • È disponibile sotto forma di capsule o granuli e deve essere conservata in frigorifero.
    • La colina contenuta nella lecitina regola l'acetilcolina, un neurotrasmettitore che si è dimostrato attivo sul controllo delle emozioni. Le persone affette da mania spesso hanno bassi livelli di acetilcolina.[36]
    • Un altro componente della lecitina è l'inotisolo che agisce anch'esso sulla regolazione dell'acetilcolina e della serotonina.
    • In genere si consigliano 15-30 g al giorno di lecitina o fosfatidilcolina.[37]
  2. 2
    Prova il ginseng. Questa pianta si è dimostrata utile per aumentare i livelli di energia e migliorare la salute in generale. Ti consente di concentrarti meglio, ricordare le cose ed essere più attento.[38]
    • In particolare, puoi prendere gli integratori di ginseng durante la fase depressiva per alleviare i sintomi come la letargia e la spossatezza.
    • Assumi fino a 2000 mg di radice macinata pura di ginseng.[39]
  3. 3
    Non prendere l'iperico. A meno che tu non ne abbia discusso prima con il medico, evita questa pianta. Viene venduta come antidepressivo naturale, ma in verità può innescare le fasi maniacali; inoltre inibisce gli altri farmaci che stai assumendo e li rende meno efficaci.[40]
  4. 4
    Valuta altri integratori. Si è riscontrato che il calcio, l'Actaea racemosa e la radice di liquirizia sono efficaci nelle donne con disturbo bipolare, dato che stabilizzano gli ormoni durante il ciclo mestruale. Valuta sempre con il tuo medico ogni integratore, prima di assumerlo, e chiedi consiglio in merito alla posologia.[41]
    • Cerca di soddisfare il fabbisogno quotidiano di calcio attraverso il consumo di latticini, perché è una maniera sicura per capire se può aiutarti a stabilizzare l'umore.

Avvertenze

  • Prima di tentare una nuova dieta, un nuovo programma di attività fisica o di assumere integratori parlane con il medico. Non interrompere la terapia farmacologica, a meno che il dottore non ti abbia suggerito di farlo.

Riferimenti

  1. http://www.nimh.nih.gov/health/statistics/prevalence/bipolar-disorder-among-adults.shtml
  2. http://www.nimh.nih.gov/news/science-news/2007/intensive-psychotherapy-more-effective-than-brief-therapy-for-treating-bipolar-depression.shtml
  3. http://bipolar.stanford.edu/documents/DrCulverEducationDay2009.pdf
  4. https://www.psychologytoday.com/blog/bipolar-you/201206/can-bipolar-disorder-be-cured
  5. http://www.nytimes.com/health/guides/disease/bipolar-disorder/psychotherapy-and-lifestyle-changes.html
  6. http://www.nytimes.com/health/guides/disease/bipolar-disorder/psychotherapy-and-lifestyle-changes.html
  7. http://www.psychiatrictimes.com/bipolar-disorder/integrative-treatment-bipolar-disorder-review-evidence-and-recommendations
  8. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/bipolar-disorder/basics/treatment/con-20027544
  9. https://www.psychologytoday.com/blog/bipolar-you/201304/what-expect-psychotherapy-bipolar-disorder
Mostra altro ... (32)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Trudi Griffin, LPC, MS. Trudi Griffin lavora come Counselor Professionale Registrata nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Counseling Psicologico Clinico alla Marquette University nel 2011.

Categorie: Disturbi Emozionali

In altre lingue:

English: Treat Bipolar Disorder Naturally, Español: tratar el trastorno bipolar de forma natural, Русский: лечить биполярное расстройство природными средствами, Português: Tratar Transtorno Bipolar Naturalmente, Deutsch: Eine bipolare Störung natürlich behandeln, Français: traiter naturellement un problème de bipolarité, Bahasa Indonesia: Menangani Gangguan Bipolar Secara Alami

Questa pagina è stata letta 20 122 volte.
Hai trovato utile questo articolo?