Come Trattare il Disturbo Post Traumatico da Stress (DPTS)

In questo Articolo:Riconoscere i Segni del DPTSTrattare il DPTS con la TerapiaTrattare il DPTS con i Farmaci

Il disturbo post-traumatico da stress (DPTS) è una malattia psicologica che si sviluppa dopo un’esperienza violenta o traumatica. Sebbene la paura sia un'emozione normale dopo un episodio forte, le persone che soffrono di DPTS manifestano un peggioramento di questa paura e delle emozioni negative man mano che il tempo passa. Se credi di essere fra queste persone, è importante rivolgersi a un medico che possa stilare una diagnosi e un piano terapeutico anche con i farmaci, se necessario. Continua a leggere per avere maggiori informazioni.

Parte 1
Riconoscere i Segni del DPTS

  1. 1
    Sappi che ammettere di avere il problema è il primo passo verso la guarigione. L’unico modo per riuscire a superare il DPTS è quello di affrontarlo e riconoscere che ne soffri. Se non sei sicuro che il tuo disturbo sia proprio quello post-traumatico da stress, dovresti leggere l’elenco dei sintomi delle tre maggiori categorie di DPTS:
    • Rivivere emozioni e immagini correlate all’evento traumatico.
    • Provare sentimenti di elusione.
    • Ipereccitazione e sensibilità per le cose come i forti rumori.
  2. 2
    Controlla ogni momento in cui rivivi la situazione traumatica. Questo è il sintomo che ti riporta indietro all’esperienza e alle emozioni a essa associate. I flashback fanno rinascere nel paziente i sentimenti in modo negativo. Invece di godere di una gita in famiglia, il paziente è sopraffatto dal ricordo vivido che fa trascurare completamente ciò che accade intorno e sostituisce l’esperienza del presente con i pensieri che riportano la mente al momento del trauma.
    • Rivivere il momento porta a flashback, incubi e pensieri irrazionali causati dalla paura.
  3. 3
    Riconosci i sintomi di elusione. Con questo termine si indica un comportamento intenzionale per bloccare alcune parti specifiche dell’evento traumatico. Non si tratta solo di dimenticare gli eventi che sono accaduti ma di fermare intenzionalmente il ricordo di alcuni dettagli con la speranza che tutto il resto scompaia. Questo è ciò che spesso si nasconde dietro la frase: “Non voglio parlarne”.
    • L’elusione può anche manifestarsi con il rifiuto di tornare sul posto dell’evento, vedere le persone che ne hanno fatto parte o evitare gli oggetti che possono ricordarlo.
    • Inoltre potresti sentirti senza emozioni, quasi intorpidito: la tua mente ha “spento” le emozioni che hai vissuto durante il trauma.
  4. 4
    Sii consapevole dell’ipereccitazione. Si tratta di un sintomo molto comune e quasi sempre presente nei pazienti che soffrono di DPTS. Può essere descritta come la sensazione di essere costantemente all’erta. Un movimento improvviso o un forte rumore fa “scattare” la persona. A volte con questo termine si fa riferimento anche a una reazione emotiva improvvisa eccessiva.
    • L’ipereccitazione causa problemi di sonno. Anche il rumore più leggero ti sveglia e potresti avere la sensazione di essere sempre nel dormiveglia quando invece dovresti dormire.

Parte 2
Trattare il DPTS con la Terapia

  1. 1
    Valuta la psicoterapia come soluzione. Durante le sedute, esprimerai allo psichiatra i tuoi pensieri e sentimenti in merito all’esperienza traumatica che ha generato il disturbo. La psicoterapia più comune è quella cognitivo-comportamentale (TCC) che fa riferimento a molti tipi di terapia, alcuni dei quali sono elencati in questo articolo. La TCC ti aiuta a superare i pensieri negativi e a sostituirli con azioni positive.
    • La psicoterapia di solito dura fino a 12 settimane ma in molti casi si prolunga per un tempo indefinito o fino a quando hai superato il disordine.
    • Può essere svolta in gruppo o individualmente e generalmente richiede il supporto di tutta la famiglia per essere efficace. Chiedi ai tuoi familiari di partecipare alle sedute con te.
  2. 2
    Comprendi perché la psicoterapia funziona nei pazienti con DPTS. Generalmente, soprattutto la TCC, funziona perché affronta i problemi psicologici direttamente, fornendoti dei consigli pratici per gestire la tua vita mentre sei vittima del DPTS.
    • Ti aiuta a elaborare i tuoi veri sentimenti come la vergogna, la rabbia e il senso di colpa che il trauma ha generato.
    • Ti consente di capire perché provi certe emozioni e ti fornisce gli strumenti per superarle.
    • Inoltre ti permette di reagire in modo sano nei confronti delle persone, posti e cose che ti ricordano la brutta esperienza.
  3. 3
    Prova la “terapia d’urto”. Questo tipo di trattamento fa sempre parte della terapia cognitivo-comportamentale e si concentra sull’affrontare le paure e i ricordi. Ti aiuta a confrontarti con le tue paure esponendoti di nuovo al trauma (ovviamente in maniera sicura). L’obiettivo finale è quello di gestire e affrontare le emozioni negative e il disagio che rinascono quando il trauma ritorna e ti ossessiona. Imparerai a controllare i ricordi e a capire che non c’è nulla di cui avere paura.
    • Gli strumenti più utilizzati in questo tipo di terapia sono la visualizzazione mentale (raffigurarsi l’evento nella propria mente), recarsi sul posto dell’incidente e incoraggiare il paziente a scrivere l’episodio.
  4. 4
    Terapia di ristrutturazione cognitiva. Anche questa fa parte delle TCC e ti aiuta ad assumere un approccio razionale e logico verso ciò che è successo durante l’evento traumatico. In questa maniera sei in grado di affrontare la realtà dei fatti e liberarti del senso di colpa che quasi tutti i pazienti con DPTS provano. Altri sentimenti molto comuni sono la vergogna e la convinzione che il trauma sia avvenuto per colpa propria; la ristrutturazione cognitiva ti aiuta a comprendere che tu non hai alcuna colpa.
    • Questo tipo di psicoterapia ti può aiutare a chiudere e circoscrivere l’evento e a superare i sentimenti negativi a esso collegati.
  5. 5
    Prova lo stress inoculation training. Si tratta di un tipo di terapia cognitivo-comportamentale che ti insegna a controllare l’ansia. Si va un passo oltre la ristrutturazione dei ricordi e ti consente di formare una mentalità sana nei confronti del trauma.
    • L’obiettivo è quello di aiutarti a rimodellare il modo in cui vedi l’episodio traumatico prima di sviluppare ansia e depressione a causa del DPTS.
  6. 6
    Considera anche la terapia di gruppo. In questo caso l’approccio terapeutico è diverso e potrebbe funzionare meglio con alcune persone e non con altre. Tuttavia, sapere che ci sono altre persone con i medesimi problemi e con le quali ti puoi confrontare può aiutarti a superare le difficoltà e i sintomi del disturbo. Parlare con individui che vivono le stesse emozioni ti permette di razionalizzarle, capire che non sei solo e a farti sentire “normale”.
    • Durante la terapia di gruppo le persone parlano della loro esperienza e delle loro emozioni. Ascoltare gli atri può aiutarti a lenire i sentimenti di vergogna, di colpa e la rabbia che provi a causa del trauma.

Parte 3
Trattare il DPTS con i Farmaci

  1. 1
    Prendi dei farmaci in associazione alla psicoterapia. È importante sottolineare che un trattamento farmacologico senza la psicoterapia non sarà tanto efficace come l’associazione delle due cure. Si deve parlare con qualcuno dell’esperienza vissuta e che ha portato al disturbo per trovare una soluzione definitiva. Le medicine, d’altra parte, sopprimono la sintomatologia del DPTS ma non trattano il problema alla radice.
    • Alleviare i sintomi senza sradicare il problema attraverso la psicoterapia potrebbe avere delle ripercussioni negative più in là nel tempo. Per esempio, potresti pensare di aver superato il tuo DPTS grazie ai farmaci e quindi sospendere la loro assunzione. Subito dopo cominceresti a vivere i sentimenti negativi che i medicinali avevano sopito e ti ritroveresti al punto di partenza.
  2. 2
    Chiedi al tuo medico cosa ne pensa del Paxil. Si tratta di un antidepressivo che controlla la sintomatologia. Il Paxil è un inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina, una tipologia di antidepressivi definita “nuova” per la medicina. Alcuni studi hanno dimostrato che il Paxil aiuta a controllare i sintomi quali:
    • Tristezza, apatia emotiva, ansia e anche la rabbia.
  3. 3
    Considera di assumere lo Zoloft. Anche questo è un inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina e generalmente è efficace per chi soffre di DPTS. Infatti è stato il primo farmaco prescritto per questa malattia. Sopprime i sintomi quali:
    • Flashback, incubi e sentimenti elusivi.
  4. 4
    Sappi che sia lo Zoloft che il Paxil hanno degli effetti collaterali. Sebbene siano molto efficaci nel mettere a tacere i sintomi negativi, causano altri problemi di cui devi essere a conoscenza. Fra questi si ricordano:
    • Nausea, di solito questo sintomo scompare in 2-5 giorni.
    • Mal di testa. Dovrebbe sparire nel giro di un paio di giorni.
    • Nervosismo o agitazione.
    • Sonnolenza. Questa è segno che la dose prescritta è eccessiva. A volte cambiare l’ora di assunzione della medicina può essere sufficiente per aggirare il problema.
    • Anche l’insonnia può diventare un problema con questi farmaci. Una riduzione della dose può essere efficace.
    • Questa categoria di medicinali può causare disfunzioni sessuali come una riduzione del piacere e del desiderio.

Consigli

  • Chiedi alla tua famiglia di seguire con te la terapia in modo da creare un gruppo di supporto.

Avvertenze

  • Parla sempre con il tuo medico di base prima di iniziare un trattamento farmacologico.


Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Stress, Ansia

In altre lingue:

English: Treat PTSD, Español: tratar el síndrome de estrés postraumático, Русский: лечить ПТСР, Deutsch: Behandlung einer posttraumatischen Belastungsstörung, Français: soigner le trouble de stress post‐traumatique, Bahasa Indonesia: Menyembuhkan Gangguan Stres Pascatrauma, 日本語: PTSDを治療する

Questa pagina è stata letta 2 741 volte.
Hai trovato utile questo articolo?