Il dolore all'avambraccio può essere particolarmente frustrante, considerata la frequenza con cui si ha bisogno di usare le braccia. Di solito, la causa del problema è la tendinite. Per fortuna la maggior parte dei disturbi che interessano l'avambraccio possono risolversi spontaneamente, ma è comunque possibile adottare alcuni accorgimenti per stare meglio durante la guarigione. Per aiutarti, abbiamo risposto ad alcune delle domande più frequenti sull'argomento.

Question 1
Question 1 di 11:
Da cosa è causato il dolore all'avambraccio?

  1. 1
    La causa più probabile è la tendinite. I tendini sono tessuti connettivi che collegano i muscoli alle ossa; quando si infiammano, possono fare molto male. Se avverti un forte dolore all'avambraccio, può voler dire che hai dei tendini infiammati. La posizione del dolore può aiutarti a determinare quale forma di tendinite hai.[1]
    • L'epicondilite laterale, nota anche come gomito del tennista, causa dolore nella parte esterna del gomito e dell'avambraccio. Di solito è provocata da un danno ai tendini responsabili dell'estensione del polso.
    • L'epicondilite mediale, spesso chiamata gomito del golfista, causa dolore nella zona interna dell'avambraccio, dal gomito al polso. È provocata da un danno ai tendini responsabili della flessione del polso verso il palmo della mano.
    • Si può anche avvertire dolore alla parte interna dell'avambraccio a causa di attività ripetitive, come il giardinaggio o la digitazione al computer.
    • Un'altra possibilità è l'infiammazione dei tendini collegati al bicipite e al tricipite, il che spiegherebbe perché senti dolore quando fai esercizio o sollevi dei pesi.
  2. 2
    Un'altra possibile causa è la tenosinovite. Si tratta dell'infiammazione della guaina sinoviale, ovvero il rivestimento intorno ai tendini. Di solito la tenosinovite è associata a una tendinite. Il modo migliore per capire se si soffre di questo problema è individuare la fonte precisa del dolore.[2]
    • Per esempio, la tenosinovite di De Quervain provoca gonfiore nel rivestimento dei tendini che fanno muovere il pollice.
    • La tenosivite stenosante, nota anche come "dito a scatto", rende difficile estendere o flettere le dita.
    Pubblicità

Question 2
Question 2 di 11:
Perché mi fanno male entrambi gli avambracci?

  1. 1
    Potresti soffrire di tendinite in entrambe le braccia. Dato che la tendinite è spesso causata da movimenti ripetitivi, eseguire un movimento specifico che richiede l'uso di entrambe le braccia, come remare o flettere i bicipiti, può portare all'infiammazione dei tendini da entrambi i lati. Tuttavia, provare dolore a tutti e due gli avambracci è abbastanza raro, quindi consulta il tuo medico per assicurarti che non si tratti di qualcosa di più grave.[3]
    • Per esempio, talvolta la causa del dolore è la compressione o il danneggiamento di alcuni nervi, o anche una lesione al polso.
    • Il dolore agli avambracci può anche essere causato da una lesione traumatica. Consulta il medico se di recente hai subito un infortunio ed entrambi gli avambracci ti danno fastidio.

Question 3
Question 3 di 11:
Perché mi fa male la parte interna dell'avambraccio?

  1. 1
    Potresti avere l'epicondilite mediale, conosciuta anche come gomito del golfista. L'epicondilite mediale è una forma di tendinite che causa dolore nella parte interna dell'avambraccio, nel punto in cui i tendini si collegano alla sporgenza ossea sul lato interno del gomito. I sintomi più comuni del gomito del golfista sono dolore o sensibilità nella parte interna del gomito e del braccio, intorpidimento o formicolio, rigidità.[4]
    • Se l'infiammazione è grave, il dolore può irradiarsi lungo l'avambraccio fino al polso.
    • Il gomito del tennista è invece un'altra forma di tendinite che interessa il lato esterno del gomito.
    Pubblicità

Question 4
Question 4 di 11:
Quali sono i sintomi della sindrome del tunnel radiale?

  1. 1
    Dolore nella parte superiore dell'avambraccio e in quella esterna del gomito. Le persone con la sindrome del tunnel radiale a volte descrivono il dolore causato da questo disturbo come "tagliente, penetrante o lancinante". Il dolore può irradiarsi fino al dorso della mano e solitamente peggiora ogni volta che si cerca di estendere il polso o le dita.[5]
    • La sindrome del tunnel radiale è causata dalla compressione del nervo radiale, che corre lungo il braccio; il punto più comunemente interessato è il gomito.
  2. 2
    Debolezza muscolare nell'avambraccio e nel polso. La sindrome del tunnel radiale non colpisce i nervi, quindi non sentirai alcun formicolio o intorpidimento; tuttavia, i muscoli dell'avambraccio e il polso possono sembrarti più deboli del solito.[6]
    Pubblicità

Question 5
Question 5 di 11:
Come posso far passare il dolore all'avambraccio?

  1. 1
    Tieni l'avambraccio a riposo ed evita le attività che scatenano il dolore. Un trattamento terapeutico efficace è il cosiddetto metodo RICE, acronimo che sta per Rest (riposo), Ice (ghiaccio), Compression (compressione) e Elevation (elevazione). Evita di sforzare l'avambraccio e applica del ghiaccio o un impacco freddo per 20 minuti alla volta, 3-4 volte al giorno, in modo da anestetizzare la zona e alleviare il dolore; puoi anche avvolgere l'avambraccio in un bendaggio compressivo per ridurre il gonfiore; infine, tieni l'avambraccio al di sopra del livello del cuore quando ti sdrai per far defluire meglio il sangue.[7]
  2. 2
    Prendi dei farmaci per alleviare il dolore e l'infiammazione. Gli antinfiammatori non steroidei (FANS), come l'ibuprofene, il naprossene e l'aspirina, possono attenuare temporaneamente il dolore e ridurre l'infiammazione. Puoi anche applicare sull'avambraccio una crema topica che contenga un principio antinfiammatorio.[8]
    • Se il dolore è molto intenso, parla con il medico; potrebbe prescriverti degli antidolorifici più forti.
  3. 3
    Massaggia il polso e l'avambraccio. Esercita una lieve pressione sul braccio, muovendo la mano dal polso fino al gomito. Massaggia la zona avanti e indietro, premendo le nocche o i pollici più a fondo nella pelle per sciogliere la tensione muscolare.[9]
    • Spalma un po' di olio per massaggi sulla pelle per diminuire l'attrito.
  4. 4
    Ricorri a un'iniezione di corticosteroidi se l'infiammazione è grave. Se i tendini sono infiammati al punto che non puoi usare le braccia e il dolore è insopportabile, consulta uno specialista; una volta escluse patologie più gravi, potrebbe decidere di iniettare dei corticosteroidi direttamente nel tendine per ridurre l'infiammazione.[10]
    Pubblicità

Question 6
Question 6 di 11:
Che esercizi posso fare per diminuire il dolore?

  1. 1
    Esercitati a flettere ed estendere il polso per allenare l'avambraccio. Tieni il braccio disteso davanti a te e fletti il polso puntando le dita verso il basso; poi estendilo puntando le dita verso l'alto. Questi movimenti servono a esercitare in modo leggero gli avambracci, così da migliorare la mobilità e ridurre il dolore.[11]
    • Per allungare meglio muscoli e tendini, applica una leggera pressione sul dorso della mano quando fletti il polso e poi sul palmo della mano quando lo estendi.
  2. 2
    Ruota un bastone per aumentare la varietà e la dinamicità dei movimenti. Prendi un bastone lungo un metro o un metro e mezzo; andrà bene anche un manico di scopa o un'asta come quella della tenda della doccia. Afferra il bastone nella parte centrale con una mano e fallo roteare lentamente compiendo un movimento a forma di 8. In questo modo eserciterai l'avambraccio e ne migliorerai la mobilità, cosa che può aiutare a combattere il dolore.[12]
    • Se senti dolore o fastidio, fermati immediatamente. Se l'esercizio fa troppo male, procedi gradualmente finché non riesci a eseguirlo del tutto.
    Pubblicità

Question 7
Question 7 di 11:
Come si fa a distendere un avambraccio contratto?

  1. 1
    Prova a fare un po' di stretching durante la giornata. Solleva un braccio e tienilo disteso davanti a te, con il palmo della mano rivolto a terra. Piega la mano verso il basso e tirala delicatamente verso di te con l'altra mano finché non percepisci una tensione. Mantieni la posizione per 15-30 secondi, quindi ripeti l'esercizio sull'altro braccio. Dopodiché, prova a eseguire l'allungamento con il palmo rivolto verso l'alto, sempre su entrambe le braccia.[13]
    • Stimola la circolazione sanguigna delle mani stringendo i pugni ed estendendo entrambe le braccia davanti a te. Ruota i polsi verso l'esterno e poi verso l'interno, in un movimento circolare, per eseguire un leggero allungamento.
    • Cerca di non sforzare troppo il braccio: basta uno stretching leggero. Se senti dolore, vuol dire che stai esagerando con l'allungamento.
    • Quando lavori molto con le mani, scuoti le braccia per sciogliere la tensione nei polsi e negli avambracci.
  2. 2
    Fai un bagno ai sali di Epsom. Il sale di Epsom contribuisce ad alleviare la tensione e la rigidità muscolare; può quindi aiutarti a ottenere un po' di sollievo. Versa 300 g di sale di Epsom nella vasca da bagno mentre la riempi, in modo che si mescoli bene con l'acqua. Immergiti e rimani nella vasca per almeno 15 minuti per ridurre la tensione muscolare e il dolore.[14]
    • Il sale di Epsom è composto da solfato di magnesio, che rilassa naturalmente i muscoli.
    • Se non vuoi fare un bagno, puoi anche assumere giornalmente per via orale degli integratori di magnesio.
  3. 3
    Consulta un fisioterapista se il problema persiste o peggiora. Saprà aiutarti a gestire il dolore, a rafforzare gli avambracci e a migliorarne la mobilità. Se il dolore e la tensione dell'avambraccio non migliorano dopo qualche settimana, la cosa migliore da fare è prendere appuntamento con uno specialista.[15]
    • Puoi cercare online un fisioterapista che lavora nella tua zona o chiedere al tuo medico di base di consigliartene uno.
    Pubblicità

Question 8
Question 8 di 11:
Quando devo andare dal medico per il dolore all'avambraccio?

  1. 1
    In caso di forte dolore e gonfiore. Se i tendini sono così infiammati e ti fanno così male da rendere difficili le più semplici attività quotidiane, è meglio consultare il medico. Ti visiterà per valutare il problema ed eventualmente ti prescriverà dei farmaci che possano aiutarti; potrebbe anche farti un'iniezione di steroidi per ridurre l'infiammazione.[16]
  2. 2
    Se non riesci a ruotare il braccio o a muoverlo normalmente. Se non sei in grado di ruotare la mano o di muovere il braccio in determinate direzioni, potrebbe esserci un problema di fondo più grave, come una frattura. Vai al pronto soccorso per ricevere cure immediate.[17]
    • Prima si affronta il problema, meglio è!
  3. 3
    In caso di lesione grave e improvvisa all'avambraccio. Se hai subito un infortunio o hai sentito un suono simile a uno schiocco nell'avambraccio, vai subito al pronto soccorso per ricevere una diagnosi e gli interventi necessari al fine di evitare danni a lungo termine.[18]
    Pubblicità

Question 9
Question 9 di 11:
Quanto tempo ci vuole per guarire dalla tendinite?

  1. 1
    Possono volerci settimane o mesi perché un tendine guarisca. I tempi possono variare a seconda della gravità dell'infiammazione e della qualità del trattamento. Se tieni l'avambraccio a riposo, eviti le attività che incidono sul problema e assumi dei farmaci specifici, puoi guarire entro 6 settimane. La cosa importante da ricordare è che non devi tornare a svolgere le tue normali attività finché non senti più alcun dolore, altrimenti rischi di avere una ricaduta.[19]

Question 10
Question 10 di 11:
Quanto tempo ci vuole per guarire dall'epicondilite mediale?

  1. 1
    Di solito ci vogliono circa 6 settimane. L'epicondilite mediale, altrimenti nota come gomito del golfista, è una forma di tendinite solitamente causata da movimenti ripetitivi (come oscillare una mazza da golf). La buona notizia è che la maggior parte delle volte si risolve spontaneamente; quella cattiva è che bisogna pazientare parecchio prima che i tendini guariscano: non riprendere le tue attività abituali finché il dolore non sarà passato del tutto.[20]
    • Magari non vedi l'ora di tornare sul campo da golf, ma se non sei completamente guarito potresti aggravare ulteriormente il problema.
    Pubblicità

Question 11
Question 11 di 11:
Come faccio a capire se mi sono strappato un tendine dell'avambraccio?

  1. 1
    I sintomi più comuni sono un dolore forte e improvviso e un suono simile a uno schiocco. Se senti "schioccare" o "scricchiolare" l'avambraccio, può trattarsi di uno stiramento del tendine; a volte però non ci si rende conto di essersi strappati un tendine finché non si inizia improvvisamente a sentire un dolore molto intenso. In entrambi i casi, è fondamentale rivolgersi a un medico per ottenere una diagnosi e un trattamento adeguato.[21]

Consigli

  • Non essere troppo ansioso di tornare alle tue normali attività quando la tendinite sta ancora guarendo: tieni presente che l'avambraccio rischierebbe di rimanere fuori uso ancora più a lungo se causassi ulteriori lesioni sforzandolo troppo presto.
Pubblicità

Avvertenze

  • Vai al pronto soccorso se senti l'avambraccio "schioccare" all'improvviso.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena
Trattenere la PipìTrattenere la Pipì
Scrocchiarsi la Schiena AltaScrocchiarsi la Schiena Alta
Controllare i LinfonodiControllare i Linfonodi
Curare un Dito Insaccato
Liberarsi Velocemente delle EmorroidiLiberarsi Velocemente delle Emorroidi
Riconoscere i Sintomi della LeucemiaRiconoscere i Sintomi della Leucemia
Riconoscere i Sintomi dell'HIVRiconoscere i Sintomi dell'HIV
Rallentare il tuo Battito Cardiaco
Capire Se Hai un'Intolleranza all'AlcoolCapire Se Hai un'Intolleranza all'Alcool
Rimuovere una Cisti SebaceaRimuovere una Cisti Sebacea
Migliorare la PosturaMigliorare la Postura
Sentirsi Meglio Dopo il VomitoSentirsi Meglio Dopo il Vomito
Liberarsi di un'Unghia IncarnitaLiberarsi di un'Unghia Incarnita
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Luba Lee, FNP-BC, MS
Co-redatto da:
Comitato di Revisione Medica
Questo articolo è stato co-redatto da Luba Lee, FNP-BC, MS. Luba Lee lavora come Infermiera di Famiglia Iscritta all’Albo in Tennessee. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche alla University of Tennessee nel 2006.
Questa pagina è stata letta 569 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità