Come Trattare l'Acne Durante la Gravidanza

Le modifiche ormonali che accompagnano la gravidanza possono riflettersi sulla pelle in tanti modi. L'acne è spesso uno di questi. Si tratta di qualcosa di naturale e non c’è da preoccuparsi per la salute. Di certo è una seccatura, anche perché i trattamenti usuali possono non essere sicuri in questo periodo. Tuttavia nella dose giusta diversi rimedi sono possibili, devi solo avere un po’ di pazienza e aspettare alcune settimane perché l’acne sparisca.

Metodo 1 di 2:
Assumere Farmaci in Sicurezza

  1. 1
    Evita i trattamenti ad alto dosaggio o che si protraggono nel tempo. Le raccomandazioni riportate nell’articolo si basano soltanto su dosaggi normali. Qualunque sia il prodotto scelto, adotta le seguenti precauzioni:
    • Parla con un medico o un dermatologo prima di assumere un qualunque farmaco durante la gravidanza. Questo è importantissimo soprattutto se stai già assumendo altri farmaci.
    • Utilizzalo soltanto nel modo consigliato. La maggior parte dei prodotti deve essere assunta una o due volte al giorno.
    • Non utilizzare più farmaci con gli stessi principi attivi. Alcuni principi attivi utilizzati per curare l'acne sono contenuti anche in altri prodotti per la cura della pelle.
    • Evita il peeling sul viso o sul corpo perché favorisce l’assorbimento di quantità maggiori di farmaco.[1]
  2. 2
    Prova l’applicazione locale di acido glicolico. Gli acidi glicolici e altri alfa-idrossiacidi (AHA) sono considerati sicuri da utilizzare per via topica durante la gravidanza. Il farmaco viene assorbito in misura minima attraverso la pelle.[2][3][4]
    • I trattamenti topici si applicano direttamente sulla pelle: lozioni, gel, lavaggi del viso, ecc. Quelli orali (pillole) comportano rischi decisamente più elevati. Non assumere farmaci per l’acne per via orale durante la gravidanza se non su prescrizione del medico.
  3. 3
    Prendi in considerazione l'acido azelaico a uso topico. Negli Stati Uniti l’agenzia per gli alimenti e i medicinali (FDA) classifica l'acido azelaico in categoria B per quanto riguarda la gravidanza. Questo significa che non c'è nessun rischio noto, tuttavia il farmaco non è stato studiato su donne in gravidanza.[5] È considerato sicuro quando usato come da istruzioni.[6]
    • L’acido azelaico richiede una prescrizione in alcuni paesi, compresi gli Stati Uniti.
    • Questo farmaco è comunemente venduto col nome di Finacea.
  4. 4
    Richiedi una prescrizione per medicinali antibatterici a uso topico. L'acne è spesso associata a un numero eccessivo di batteri sulla pelle. Gli antibatterici (antibiotici) topici aiutano a trattare questa condizione. La clindamicina e l’eritromicina, due dei prodotti più diffusi, sono entrambe in categoria B per la gravidanza. Sono quindi considerate sicure da usare durante la gestazione.[7]
    • Avrai bisogno di una prescrizione nella maggior parte dei paesi. Se trovi un farmaco da banco, accertati che anche gli altri principi attivi siano sicuri. Questi medicinali infatti sono venduti spesso in composizione con elementi ad alto rischio.[8]
  5. 5
    Usa l’acido salicilico e i BHA con cautela. L’acido salicilico e altri beta idrossiacidi (BHA) sono nella categoria C della FDA. Questo significa che questa agenzia non ha escluso il rischio per il feto.[9] Detto questo, alcuni medici considerano questi farmaci sicuri in forma topica se non hanno una concentrazione superiore al 2%.[10][11]
    • L'acido salicilico è spesso confuso con l’aspirina (acido acetilsalicilico) che ha effetti complessi sulla gravidanza.[12] I due prodotti chimici sono parenti stretti, ma non sono identici. Chiedi al tuo medico informazioni accurate su ciascuno.
  6. 6
    Chiedi a un medico notizie sul perossido di benzoile. Questo è un altro farmaco in categoria C. Il rischio non può essere escluso in mancanza di altre valutazioni e ricerche.[13] Tuttavia, il farmaco passa attraverso la pelle solo in piccole quantità e l’organismo lo metabolizza rapidamente.[14][15] Il tuo medico può aiutarti a valutare il rischio e a scegliere un prodotto a basso dosaggio.
  7. 7
    Evita i trattamenti ad alto rischio. I seguenti trattamenti dell'acne non sono raccomandati durante la gravidanza:
    • L’isotretinoina (Accutane) può causare malformazioni nel nascituro o aborto spontaneo.[16]
    • La tetraciclina può interessare le ossa e lo sviluppo dei denti nel feto.[17]
    • La tretinoina (Retin-A, Renova), l’adapalene (Differin), il tazorac (tazarotene) e altri retinoidi possono causare malformazioni nel feto. La prova certa non c’è, ma è meglio evitarli.[18] Questo gruppo comprende la maggior parte dei farmaci con "retin" nel nome.
    • Le terapie ormonali possono causare modifiche importanti nello sviluppo del feto.[19]
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Trattamento di Base dell’Acne

  1. 1
    Lava delicatamente la zona interessata. Lava con acqua tiepida due volte al giorno, al mattino e alla sera. Strofina con delicatezza usando le mani fino a quando elimini l’eccesso di untuosità della pelle. Asciuga picchiettando con un asciugamano senza sfregare.
    • Nonostante la convinzione popolare, l'acne non è causata da sporcizia. Sfregare con energia usando acqua calda o lavare più di due volte al giorno può peggiorare le cose a causa dell’irritazione della pelle.[20]
    • Lava di nuovo se ti senti molto sudata. Il sudore può peggiorare l'acne.[21]
  2. 2
    Non toccarti il viso. Molte persone si toccano il viso senza riflettere, con la possibilità di scatenare un’esplosione d’acne. Cerca di tenere le mani lungo i fianchi.
    • Lava spesso i capelli grassi, usa del balsamo e tienili lontano dal viso.
    • Ciò che provoca l’esplosione d’acne è l'irritazione della pelle, non i batteri nelle dita. Tenere le mani pulite non risolverà il problema.[22]
  3. 3
    Riconsidera il trucco. Alcuni cosmetici aiutano a prevenire l'acne e altri la incoraggiano. Siccome la pelle è particolarmente sensibile in gravidanza, prodotti cosmetici che non davano fastidio prima possono causare il problema. Scegli prodotti con l'etichetta "non comedogenico". É meno probabile che questi intasino i pori.[23]
    • È meglio parlare con il medico sull’uso di cosmetici sicuri durante la gravidanza. Negli Stati Uniti la FDA prende in considerazione la gravidanza quando valuta e classifica i cosmetici.[24] Non tutti i paesi hanno questo livello di protezione.
  4. 4
    Informati sull’acne e la dieta. Anche se spesso si dà la colpa dell'acne alla dieta, il legame è discutibile. Un’alimentazione sana per te e per il bambino è molto più importante di "un’alimentazione per l'acne" che potrebbe anche non funzionare.
    • In particolare, alcune diete anti acne eliminano il grasso (lasciandone solo modeste quantità). Questa è una pessima idea durante la gravidanza. Devi infatti cercare di assumere dal 25 al 35 per cento delle calorie dai grassi.[25]
  5. 5
    Assumi integratori di zinco. Quelli per bocca sembra che abbiano effetto, mentre le lozioni probabilmente no.[26]15 mg di zinco al giorno (compreso quello proveniente dall’alimentazione) sono raccomandati durante la gravidanza e possono anche ridurre leggermente il rischio di complicanze.[27][28]
    • Interrompi l'assunzione di integratori di zinco quando inizi l'allattamento al seno.
  6. 6
    Usa trattamenti naturali per la pelle. Questi non sono in genere efficaci quanto i farmaci, ma non creano problemi al bambino. Tra i trattamenti naturali considera i seguenti:
    • Aggiungi il miele allo zucchero in polvere o alla farina d'avena macinata, strofina delicatamente e risciacqua per esfoliare i pori ostruiti. Usa con parsimonia per evitare irritazione o secchezza.
    • Massaggia delicatamente con un olio normale (ad esempio l'olio di argan o quello d'oliva) per lenire la pelle irritata,.
  7. 7
    Sii cauta con gli oli essenziali. Alcuni possono essere pericolosi durante la gravidanza, come quello di salvia, di gelsomino e di altre piante. Diversi tipi di olii essenziali, tra cui quello di eucalipto e di agrumi, sono molto probabilmente sicuri, ma non sono stati accuratamente testati. Se decidi di utilizzarli comunque, prendi queste precauzioni:[29]
    • Non usarli nel primo trimestre.
    • Fatti confermare che l'olio scelto è sicuro chiedendo a un medico o ad altra fonte attendibile.
    • Mescola una goccia in almeno 1 cucchiaino di un olio che faccia da vettore.
    • Utilizza con parsimonia. L’uso quotidiano aumenta i rischi.
    Pubblicità

Consigli

  • Idrata. Idratare è particolarmente importante se utilizzi regolarmente soluzioni in cui l'acido salicilico o il perossido di benzoile è un ingrediente attivo. Entrambe queste sostanze chimiche seccano la pelle e possono indurre il corpo a compensare producendo più grasso. Ciò provoca spesso le fiammate d’acne. Idrata dopo aver applicato il trattamento per l'acne per evitare frustranti esplosioni.
  • La gravidanza e i farmaci per l'acne aumentano la sensibilità al sole. Applica una protezione solare ad ampio spettro con SPF 30 o superiore. I prodotti con zinco o titanio sono più sicuri rispetto ai prodotti con oxybenzone.[30]
  • Evita i detergenti per la pelle fatti con microsfere perché possono creare infiammazioni sulle pelli sensibili.
  • Non eccedere con i lavaggi e non eliminare l’acne con le unghie. Questo porta a secchezza e farà sì che la pelle compensi producendo più grasso nelle zone interessate.

Pubblicità

Avvertenze

  • Un farmaco sicuro mentre sei incinta non è necessariamente sicuro durante l'allattamento. Consulta il medico dopo la nascita.
  • Se hai un serio problema di salute o se stai già assumendo farmaci, contatta il medico prima di prendere qualsiasi altro farmaco o di iniziare trattamenti a base di erbe.
  • La pelle screpolata aumenta l’assorbimento dei farmaci. Questa non è di solito una preoccupazione importante, ma è consigliabile tenerne conto riducendo la quantità di farmaco se la pelle si trova in questa condizione.[31]
  • Alcuni dei farmaci descritti possono causare reazioni allergiche potenzialmente letali, ma è un effetto estremamente raro. Chiama i servizi di emergenza in caso di gonfiore, difficoltà a respirare o vertigini o se ti senti mancare.[32]
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 13 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Questa pagina è stata letta 3 389 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità