L'anemia è una patologia che provoca una deficienza di globuli rossi nel sangue. Questa carenza comporta una ridotta capacità di trasporto dell'ossigeno nel sangue. I sintomi dell'anemia nei cani possono essere difficili da riconoscere e si sviluppano lentamente, ma consistono principalmente in mancanza di energie e stanchezza. Se noti che il tuo cane fa fatica a seguirti nelle passeggiate o è più stanco e sonnolento del solito, potrebbe essere anemico. Se hai il sospetto che il tuo cane possa soffrire di questa patologia, è fondamentale rivolgersi subito a un veterinario.

Metodo 1 di 5:
Valutare se il Cane è Anemico

  1. 1
    Considera se il tuo cane può avere l'anemia. Improvvisamente è diventato sempre molto stanco e letargico? Perde peso senza un motivo apparente? Se non riesci a trovare una spiegazione logica per questi sintomi, l'anemia potrebbe essere la causa.[1]
    • L'anemia può essere provocata da molti problemi di salute, dai parassiti ai farmaci contro il cancro. Due delle cause più comuni di anemia nei cani sono le emorragie dovute a tumori sanguinanti e disturbi autoimmuni, in cui l'organismo attacca i propri globuli rossi.[2]
  2. 2
    Controlla il colore delle gengive del cane. Dovrebbero essere rosa, come le tue. Osservale in una stanza illuminata dal sole, perché le lampadine possono dare alle gengive un colorito crema o giallo artificiale. Alza con delicatezza il labbro del tuo cane e guarda le gengive; se sono rosa pallido o bianco, potrebbe avere l'anemia.
    • Un altro punto da osservare è l'interno della palpebra, che dovrebbe essere rosa. Il rivestimento della palpebra di un cane anemico invece è rosa pallido o bianco.
    • Se le gengive del tuo cane sono pallide, portalo da un veterinario.
  3. 3
    Porta il cane dal veterinario. Il medico lo esaminerà con attenzione, alla ricerca di problemi come pulci, pidocchi o altri parassiti, ipertrofie insolite degli organi o masse all'interno dell'addome che possono indicare un tumore. Per concludere la visita, il veterinario preleverà un campione di sangue dall'animale, in modo da poterlo esaminare.
    • Gli esami del sangue analizzano la composizione biochimica del sangue del cane per controllare che i suoi organi funzionino correttamente (alla ricerca della causa dei problemi) e l'ematologia. Quest'ultima è la conta dei globuli rossi e di quelli bianchi. Questo valore può suggerire al veterinario se l'esemplare è anemico, la gravità del problema, se si tratta di una patologia recente o cronica e se l'animale produce nuovi globuli rossi. Tutti questi parametri aiutano il veterinario a capire qual è il problema, quanto è grave e quali trattamenti sono richiesti.
    Pubblicità

Metodo 2 di 5:
Trattare l'Anemia Provocata da una Malattia Autoimmune

  1. 1
    Considera la possibilità che l'anemia sia provocata da una malattia autoimmune. A causa di questi disturbi il sistema immunitario attacca i propri tessuti come se fossero invasori esterni. Questo può accadere anche ai globuli rossi, provocando una riduzione dell'emoglobina e di conseguenza l'anemia.[3]
  2. 2
    Determina se il cane ha l'anemia dovuta a una malattia autoimmune. Il veterinario svolgerà una serie di test per verificare questa possibilità. Di solito richiederà degli esami del sangue alla ricerca di alcuni indicatori.
    • Il test di Coombs cerca antigeni che si attaccano alla membrana cellulare dei globuli rossi. Sono questi antigeni che provocano la reazione del sistema immunitario. Purtroppo i risultati del test possono essere male interpretati o inconcludenti, perché l'esame è in grado di individuare solo grandi quantità di antigene sulla superficie della membrana cellulare. È possibile ottenere un falso negativo quando le cellule sono contaminate dall'antigene ma in quantità troppo basse per dare origine a un risultato positivo.[4]
    • Un test alternativo prevede che il veterinario aggiunga gocce di soluzione salina a un vetrino da microscopio con il sangue dell'animale. Il vetrino viene scosso per favorire la miscelazione della soluzione salina e del sangue, poi viene esaminato con il microscopio. Se i globuli rossi si coagulano nonostante il sangue sia stato diluito, questo fenomeno è noto come "autoagglutinazione": indica che le cellule sono ricoperte da antigeni appiccicosi e il test è considerato positivo.
    • Un altro esame diagnostico importante è osservare la forma e la dimensione dei globuli rossi al microscopio. I globuli rossi attaccati dal sistema immunitario hanno un aspetto insolito (sono più piccoli e privi di una zona centrale pallida) e vengono chiamati sferociti. Se il veterinario nota la loro presenza, è ragionevole presumere che l'organismo stia attaccando i propri globuli rossi.[5]
  3. 3
    Tratta l'anemia causata dalla malattia autoimmune. Se il tuo veterinario identifica in una patologia simile la fonte dei problemi del tuo cane, lo curerà con farmaci immunosoppressori, principalmente corticosteroidi. Questi farmaci inibiscono la risposta immunitaria, fermano l'attacco e consentono all'organismo di rigenerare i globuli rossi.
    • Sono necessari alti dosaggi (noti come "immunosoppressivi") per inibire questa reazione pericolosa. In principio la terapia viene seguita per due settimane. Se dopo questo periodo i test mostrano un miglioramento della patologia, la dose viene gradualmente ridotta, spesso nel corso di vari mesi.[6]
    Pubblicità

Metodo 3 di 5:
Trattare l'Anemia Provocata dalle Emorragie

  1. 1
    Valuta se il cane ha perso sangue di recente. Un animale può avere emorragie a causa di ferite (incidenti stradali), parassiti (pulci e zecche), infiammazioni o ulcere nell'intestino, oppure di un tumore sanguinante. In tutti questi esempi, la rapidità con cui il sangue viene perso è superiore a quella con cui l'organismo produce nuovi eritrociti, quindi il numero di globuli rossi cala. Una volta sceso sotto un certo livello, il cane diventa anemico.
  2. 2
    Ferma l'emorragia causata da un trauma. In caso di ferite, devi individuare tutti i punti che sanguinano e fermare la fuoriuscita di sangue. Se il tuo cane è stato vittima di un incidente e sanguina, applica un bendaggio a pressione (in altre parole stretto) o fai pressione sulla ferita con un canovaccio di cotone pulito. Devi fermare l'emorragia mentre cerchi l'aiuto di un veterinario.
    • Il veterinario stringerà il vaso sanguinante con un forcipe arterioso, poi lo chiuderà in modo sicuro.
  3. 3
    Fai visitare il cane per cercare tumori sanguinanti. Una delle cause più comuni di emorragie nei cani, oltre alle ferite, sono i tumori vascolarizzati sanguinanti. Gli esemplari più anziani hanno la tendenza a sviluppare tumori della milza, un organo che riceve un'abbondante afflusso di sangue. Di solito questi tumori sono delicati e fragili, quindi basta un colpo o uno scontro per farli sanguinare. Se l'emorragia non è grave, l'effetto è un deposito di sangue nella pancia. Nei casi peggiori, il sanguinamento può provocare collassi, o persino la morte, a causa dell'emorragia interna.[7]
    • I segnali di emorragie addominali includono la presenza di sangue nel vomito, nelle feci o feci di colore molto scuro. Se hai dei dubbi, raccogli un campione da mostrare al veterinario.
    • In caso di tumori sanguinanti, il veterinario deve svolgere esami diagnostici come ultrasuoni, TAC, risonanze magnetiche o radiografie, in modo da identificare il tumore e scegliere la migliore opzione di trattamento.
    • In caso di tumori sanguinanti, il veterinario tenterà di stabilizzare l'animale con fluidi per via intravenosa, in modo da mantenere la corretta pressione sanguigna; se l'emorragia è particolarmente grave servirà anche una trasfusione. Una volta che l'esemplare è abbastanza forte da sopportare l'anestetico, viene eseguito un intervento chirurgico per asportare la milza.[8]
  4. 4
    Cerca i segnali di altri problemi interni. Anche le ulcere allo stomaco o le infiammazioni gravi dell'intestino possono provocare emorragie. In questi casi, il veterinario sottoporrà il tuo cane a trattamenti per proteggere le ulcere e farle guarire o per ridurre l'infiammazione.
    • Se il cane assume dei farmaci, in particolare antinfiammatori non steroidei, come il meloxicam, sospendi subito la terapia farmacologica e informa il tuo veterinario di fiducia. Queste medicine, infatti, sono associate alle ulcere allo stomaco.
    Pubblicità

Metodo 4 di 5:
Trattare l'Anemia Provocata dai Parassiti

  1. 1
    Valuta se il cane ha un'infezione parassitica. Un'infestazione grave di pulci o pidocchi può provocare l'anemia, perché questi parassiti succhiano il sangue. Un'altra causa comune di perdite di sangue è il parassita Angiostrongylus vasorum. La meccanica con cui questa infezione provoca emorragie non è nota, ma può essere grave e persino letale. Per tutte le infestazioni, il trattamento è eliminare il parassita, fermando la perdita di sangue e consentendo al cane di rigenerare l'emoglobina mancante.
    • Il problema può essere provocato anche dai parassiti che si trasmettono per via sanguigna, come il protozoo babesia o il batterio haemobartonella che possono danneggiare i globuli rossi e portare alla loro distruzione. È molto importante far visitare il tuo cane dal veterinario per curare queste infestazioni, che richiedono farmaci specifici, come primachina o chinino nel primo caso e tetraciclina nel secondo.
  2. 2
    Sottoponi il tuo cane a una terapia farmacologica preventiva. Sul mercato esistono molti ottimi farmaci antipulci efficaci. Assicurati di usare prodotti specifici per i cani e di provata efficacia, come il fipronil (Frontline), la selamectina (Stronghold) o molti altri.
    • L'Angiostrongylus vasorum è comune in Europa e i cani vengono infettati attraverso il contatto con feci infette, lumache e chiocciole. In questo caso prevenire è meglio che curare e per farlo è necessario sottoporre il cane a un trattamento preventivo mensile. Se l'animale risulta positivo al parassita, gli stessi trattamenti vengono utilizzati per curarlo, ma puoi somministrargli anche degli antibiotici per prevenire la polmonite, oltre agli steroidi per prevenire le infiammazioni e una possibile reazione allergica ai parassiti morti.[9]
  3. 3
    Segui le istruzioni del tuo veterinario su come continuare il trattamento. In caso di una perdita di sangue abbondante può essere necessaria una trasfusione. Fortunatamente esistono delle "banche" del sangue per cani che possono inviare sangue in breve tempo. Il veterinario dovrebbe verificare il gruppo sanguigno del cane con un semplice test ambulatoriale, poi chiamare la banca del sangue per richiedere il tipo giusto.
    • Questo trattamento è particolarmente utile se è in programma un intervento chirurgico, come l'asportazione della milza sanguinante, ma purtroppo il ritardo anche di poche ore per l'attesa del sangue può essere fatale per gli esemplari con emorragie molto gravi.
    Pubblicità

Metodo 5 di 5:
Trattare l'Anemia Causata da Malattie ai Reni

  1. 1
    Cerca le cause meno probabili di anemia. Se hai escluso tutti i problemi più comuni, non arrenderti e non smettere di indagare. Una causa più rara sono le malattie ai reni, che colpiscono i cani meno di altre specie, come i gatti. Per gli esemplari che hanno problemi ai reni, l'anemia si verifica perché questi organi producono l'ormone eritropoietina, che stimola la produzione di nuovi globuli rossi da parte del midollo osseo. Tuttavia, nei cani malati ai reni, man mano che il tessuto renale attivo viene sostituito con quello cicatriziale, la quantità di cellule disponibili alla produzione di eritropoietina si riduce.
  2. 2
    Somministra trattamenti domestici per l'anemia. Puoi dare al tuo cane integratori di ferro e vitamine del gruppo B. Molti cani con malattie ai reni hanno scarso appetito, quindi potrebbero essere carenti delle sostanze fondamentali per creare l'emoglobina (la molecola che trasporta l'ossigeno) dei globuli rossi. Tuttavia, i benefici di questi integratori sono limitati dati la portata del problema.
  3. 3
    Cura la causa alla base dell'anemia. Questo significa risolvere la carenza di eritropoietina. In teoria, somministrare al cane iniezioni regolari di eritropoietina sintetica dovrebbe incoraggiare la produzione di nuovi globuli rossi, ma purtroppo, questa semplice soluzione porta molti altri problemi. Prima di tutto, l'eritropoietina sintetica è difficile da ottenere e molto costosa. Inoltre, l'incidenza delle reazioni allergiche a questo prodotto artificiale è molto alta e può portare l'organismo del cane a rigettare persino l'eritropoietina prodotta normalmente, aggravando il problema.
    • Quando prendi una decisione su come agire nell'interesse del tuo cane, è importante riflettere bene e discutere in modo dettagliato con il tuo veterinario. Con questo trattamento in particolare, devi valutare i potenziali rischi e i benefici per il tuo esemplare.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Viaggiare in Auto col Tuo Cane

Come

Vivere in una Casa con più Cani

Come

Vivere con un Carlino

Come

Riconoscere un Cane che Sta per Morire

Come

Insegnare al tuo Cucciolo a Smettere di Mordere

Come

Prendersi Cura di un Cane dopo la Sterilizzazione

Come

Solidificare le Feci del tuo Cane

Come

Insegnare a un Cucciolo a Non Mordere

Come

Riconoscere i Sintomi di Displasia dell'Anca nei Cani

Come

Addestrare un Cane

Come

Misurare la Febbre al Cane Senza Usare il Termometro

Come

Insegnare ai Cuccioli a Fare i Bisogni Fuori Casa

Come

Identificare i Vermi dei Cani

Come

Capire se il Tuo Cane è Depresso
Pubblicità

Riferimenti

  1. http://www.pethealthnetwork.com/dog-health/dog-diseases-conditions-a-z/anemia-dogs
  2. http://www.pethealthnetwork.com/dog-health/dog-diseases-conditions-a-z/anemia-dogs
  3. Hematologic disorder. Raskin. Clinical Medicine of the Dog and Cat. Publisher: Manson.
  4. Serial monitoring of clinical hematological parameters in canine autoimmune haemolytic anemia. Day. JSAP 37 (11)
  5. Serial monitoring of clinical hematological parameters in canine autoimmune haemolytic anemia. Day. JSAP 37 (11)
  6. Serial monitoring of clinical hematological parameters in canine autoimmune haemolytic anemia. Day. JSAP 37 (11)
  7. Feline and Canine hemangiosarcoma. Chun. Comp Cont Ed. 21
  8. Feline and Canine hemangiosarcoma. Chun. Comp Cont Ed. 21
  9. http://www.vets-now.com/pet-owners/dog-care-advice/general/lungworm-in-dogs/

Informazioni su questo wikiHow

Pippa Elliott, MRCVS
Co-redatto da
Veterinaria del Royal College of Veterinary Surgeons
Questo articolo è stato co-redatto da Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali. Questo articolo è stato visualizzato 4 181 volte
Categorie: Cani
Questa pagina è stata letta 4 181 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità