Anche se non esiste una cura contro l'artrite, apportando qualche modifica al proprio modo di vivere e riducendo il dolore, è possibile migliorare notevolmente la qualità della vita. Il trattamento da scegliere dipende dal tipo di artrite e dallo stadio della malattia. Indipendentemente dalla linea d'azione che si decide di prendere, è necessario allenarsi correttamente e prendersi cura di sé. Consulta il medico per capire quale dei seguenti consigli fa al caso tuo. Continua a leggere l'articolo dal primo passaggio.

Parte 1 di 4:
Fare Attività Fisica

  1. 1
    Pratica lo yoga. Questa disciplina comprende una serie di utili esercizi che aiutano a rilassare tutti i muscoli del corpo e ad aumentare la loro elasticità. Quando l'artrite comincia a manifestarsi, le persone evitano di muoversi per paura del dolore. Sebbene sia invitante, non è affatto una buona idea. Lo yoga offre enormi vantaggi perché, pur stimolando i muscoli, non comporta alcuno sforzo intenso.
    • Non allenandosi, i muscoli circostanti vanno incontro a spasmi e contratture, e di conseguenza aumenta il dolore. Seguire un'attività fisica regolare, come lo yoga, aiuta a mantenere l'elasticità dei muscoli e anche a rilassarli.
  2. 2
    Solleva le gambe. Se non hai una perfetta forma fisica, con l'aiuto di una sedia puoi fare qualche esercizio sulla falsariga di quelli contemplati dallo yoga. L'esercizio del sollevamento delle gambe è un ottimo esempio:
    • Siediti su una sedia con la schiena dritta. Solleva la gamba destra e, se puoi, prova a portarla parallelamente al terreno.
    • Mantieni questa posizione per 10 secondi e ripeti con la sinistra.
    • Prova a farlo aggiungendo dei leggeri pesi per favorire il tono muscolare delle cosce.
  3. 3
    Prova gli esercizi di squat. È meglio far lavorare tutti i muscoli intorno alle ginocchia. Ecco come allenare cosce, polpacci e glutei:
    • Mettiti dietro una sedia e, appoggiandoti, mantieni eretta la postura.
    • Abbassati finché puoi, ma assicurati di non piegare il ginocchio oltre 90°.
    • Ripeti 10 volte per ogni gamba. Si tratta di un esercizio che aiuta ad aumentare il tono muscolare e la flessibilità dell'articolazione del ginocchio.
  4. 4
    Usa il calore. L'artrite è una malattia degenerativa dovuta alla lacerazione della cartilagine. Applicando il calore sulla zona con l'aiuto di una borsa o un cuscinetto riscaldante, le arterie sottostanti si dilatano migliorando la circolazione sanguigna e facilitando l'esecuzione degli esercizi. Con un maggiore afflusso di sangue aumenta anche il numero delle cellule che possono aiutare il ginocchio lesionato a guarire.
    • Per farlo, procurati una borsa dell'acqua calda e riempila con acqua tiepida. Strofinala sul ginocchio per 15-20 minuti ogni 4-6 ore.
  5. 5
    Prova l'acquagym. Si pratica in piscina. La spinta idrostatica data dall'acqua riduce eventuali sforzi al ginocchio. Si tratta di esercizi aerobici molto versatili, che migliorano la forza di trazione del ginocchio.
    • Molte persone ritengono che siano più facili e piacevoli da eseguire perché hanno un ritmo differente rispetto al normale concetto di "ginnastica". Cerca un corso di acquagym presso la piscina vicino casa.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Sfruttare la Medicina

  1. 1
    Prendi antidolorifici. I farmaci come l'ibuprofene, il paracetamolo e il celecoxib possono contribuire a ridurre l'infiammazione e il gonfiore e, conseguentemente, anche il dolore. Chiedi al medico se è il caso di assumerli.
    • Questi farmaci influiscono sull'azione della cicloossigenasi all'interno del corpo, la quale porta le cellule a produrre infiammazione e gonfiore. Questi farmaci inibiscono il percorso biochimico, facendo diminuire il dolore.
  2. 2
    Inizia la fisioterapia. Il fisioterapista mette in condizione il paziente di eseguire una serie di movimenti in modo da rendere l'articolazione del ginocchio meno rigida. Di solito, chi soffre di artrite evita di muovere la zona colpita. Pertanto, il fisioterapista può aiutare a ristabilire le funzioni dell'articolazione senza causare danni e insegnare il modo migliore per muovere le ginocchia nella vita quotidiana.
    • La fisioterapia differisce da un paziente all'altro. Il trattamento dipende dalla gravità, dall'età e dal tipo di artrite.
  3. 3
    Esegui gli esercizi con l'aiuto del fisioterapista per rafforzare le ginocchia. Ecco tre esempi di ciò che il fisioterapista potrebbe aiutarti a fare:
    • Allungamento del tendine. Dovrai fare riscaldamento camminando cinque minuti. Dopodiché farai stretching in posizione supina con un lenzuolo annodato attorno al piede destro. Il lenzuolo serve per tirare dritta la gamba e allungarla. Bisogna mantenerlo per venti minuti circa e poi lasciarlo. L'esercizio va ripetuto con l'altra gamba.
    • Allungamento del polpaccio. Questo esercizio si esegue usando una sedia per rimanere in equilibrio. Fai un passo indietro con la gamba sinistra e raddrizzala, piegando la destra. Dopodiché spingi il tallone sinistro verso il pavimento. Dovresti avvertire una certa tensione nel polpaccio della gamba posteriore. Conserva la posizione per 20 minuti e poi cambia gamba.
    • Sollevamento del bacino con marcia. Siediti su una sedia con le gamba a 90°. Il piede sinistro deve essere leggermente indietro con la pianta sul pavimento. Piega il ginocchio e solleva il piede destro dal pavimento. Tienilo sospeso per 3 secondi e poi abbassalo lentamente sul pavimento. Ripeti l'esercizio dieci volte, dopodiché cambia gamba.
  4. 4
    Prova anche la terapia occupazionale. Ti verrà mostrato come ridurre lo sforzo esercitato sull'articolazione sofferente, quando è coinvolta nelle attività quotidiane. Il terapista può aiutarti a fare qualche modifica in casa in modo che le barriere ambientali non peggiorino le tue condizioni di salute. Questa è una disciplina riabilitativa applicabile perlopiù nelle normali attività di casa, che incrementa l'autonomia nella vita quotidiana.
    • Il terapista occupazionale si prenderà cura anche delle piccole cose. Potrebbe consigliarti le scarpe da comprare, i migliori dispositivi per camminare e tutto ciò che potrebbe eliminare lo stress al ginocchio stando in casa.
  5. 5
    Prendi farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS). Ti aiutano a ridurre l'infiammazione all'articolazione e a diminuire il dolore, bloccando l'azione delle prostaglandine. Tuttavia, possono avere proprietà anticoagulanti e provocare emorragie. Pertanto, è necessario chiedere il parere del medico prima di assumerli.
    • Un ottimo esempio è il diclofenac da 50-75 mg, una o due volte al giorno (a seconda dello stato dell'artrite).[1]
    • Per la precisione, le prostaglandine sono ormoni che scatenano crampi muscolari, infiammazione e dolori fisici.
  6. 6
    Prendi in considerazione le iniezioni di steroidi. Se il dolore peggiora, gli steroidi sono il passo successivo nel trattamento dell'artrite. Vengono iniettati da un chirurgo ortopedico sotto anestesia. Tuttavia, non costituiscono una terapia su cui fare affidamento in maniera costante. Se è necessario sottoporsi a regolari iniezioni, probabilmente ti verrà raccomandato di fare un intervento chirurgico.
    • Gli steroidi aiutano a ridurre l'infiammazione e i liquidi in eccesso che si formano nel processo che dà luogo al gonfiore. Tuttavia, può essere una terapia farmacologica costosa che richiede tempo.
  7. 7
    Come ultima risorsa, prendi in considerazione di sottoporti a un intervento chirurgico. Si ricorre a questa soluzione nei casi gravi in cui l'articolazione è gravemente danneggiata e nelle circostanze in cui altre modalità di trattamento non hanno prodotto i risultati desiderati. È possibile sostituire integralmente l'articolazione lesionata, aggiungendo una protesi tra il ginocchio e le ossa al fine di produrre e mantenere un effetto ammortizzante.
    • Probabilmente ti verrà consigliato di sottoporsi a un'artroscopia. Si tratta di una procedura in cui viene effettuata un'incisione a semicerchio con cui si esamina la lesione della cartilagine. A seconda della gravità della lacerazione e dei danni occorsi, il chirurgo potrebbe consigliarti un intervento sostitutivo del ginocchio.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Modificare lo Stile di Vita

  1. 1
    Modifica la tua alimentazione. Chi soffre di artrite viene incoraggiato a consumare molte verdure, frutta e cereali integrali. Sarebbe saggio ridurre l'assunzione di carboidrati, perché, se assunti in eccesso, si trasformano in grassi che vengono immagazzinati nel corpo e aumentano il peso. Il fabbisogno giornaliero di carboidrati equivale a 20-70 grammi.[1]
    • Aumenta anche il consumo dei grassi omega-3. Si trovano nei pesci più grassi, come salmone, sgombro e sardine. Contribuiscono ad accelerare il processo di guarigione, in quanto si scompongono in glucosio fornendo energie all'organismo.
  2. 2
    Non assumere troppo calcio. Il calcio è formidabile per le ossa, ma in quantità esagerate non è utile. Bevi un bicchiere di latte a giorni alterni, per evitare un eccessiva assunzione di calcio, altrimenti potrebbe interferire con il corretto funzionamento del cuore.
    • Parla con il medico della giusta quantità di calcio da assumere. È probabile che le donne in stato di gravidanza, le persone in età avanzata o che soffrono di osteoporosi debbano controllare le quantità di calcio che assumono.
  3. 3
    Perdi peso. Per chi è obeso è il modo perfetto per evitare l'insorgere dell’artrite nel corso del tempo, in quanto il grasso in eccesso nella parte superiore del corpo aumenta lo stress alle ginocchia. Esistono varie diete e molti esercizi che aiutano a dimagrire. Parla con il medico, chiedendogli qual è il percorso giusto da intraprendere.
    • I due fattori principali sono l'alimentazione e l'attività fisica. Anche se determinate cure dimagranti e certi esercizi possono essere più efficaci, ciò che è più importante è instaurare una routine a cui attenersi fedelmente. Oltre a seguire una buona alimentazione, inserisci nella tua quotidianità uno sport stimolante, come nuoto, mountain bike, trekking o danza.
  4. 4
    Evita di bere alcolici. Le bevande alcoliche aumentano l'acido urico, che va ad accumularsi nelle articolazioni, peggiorando le condizioni di salute. Fai in modo che la fonte principale di liquidi sia costituita dall'acqua, perché ti aiuta a rimuovere le scorie, tra cui l'acido urico in eccesso, accelerando il processo di guarigione.
    • Cerca di bere i classici 8 bicchieri d'acqua al giorno. Più acqua bevi, meno sarai tentato di consumare bibite dolci e succhi di frutta, che sono pieni di zuccheri e inutili calorie. Inoltre, ti riempiranno e ridurranno l'appetito.
  5. 5
    Utilizza la curcuma per combattere dolore e gonfiore. Ogni mattina prendi 2 cucchiai di curcuma in polvere mescolata con un po' di miele. La polvere di curcuma può aiutarti a ridurre l'infiammazione, inibendo le isoforme dell'enzima ciclossigenasi, chiamate COX1 e COX2, che causano dolore e gonfiore. Inoltre, è un antiossidante naturale, considerato molto utile per il corpo.
    • Se non ti piace il gusto, prova a mettere la miscela di curcuma e miele nel tè verde in modo da stemperare il sapore. Questo tipo di tè contiene catechine e l'epigallocatechina-3-gallato che inibiscono anche il processo infiammatorio dovuto alla cicloossigenasi. Riduce anche la distruzione delle fibre di collagene, responsabili della produzione del tessuto cartilagineo.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Conoscere l'Artrite

  1. 1
    Riconosci i primi sintomi. Di solito, i segni e i sintomi dell'artrite si sviluppano lentamente e peggiorano col passare del tempo, in quanto si verifica una riduzione nel normale funzionamento dell'articolazione, che si aggrava con l'uso protratto dell'articolazione stessa. Tuttavia, i primi sintomi includono:
    • Rigidità. Si verifica quando si hanno difficoltà a piegare o raddrizzare l'articolazione interessata. La rigidità è comune dopo un periodo di inattività e, in genere, la mattina al risveglio.[2]
    • Gonfiore. È causato dall'infiammazione dovuta al liquido che si accumula nei tessuti circostanti l'articolazione. Si tratta di una reazione fisica a un'infezione, dal momento che l'organismo cerca di combattere i batteri.
    • Stanchezza. Si verifica perché il corpo è impegnato a contrastare l'artrite e, quindi, è meno concentrato a produrre le energie necessarie per le attività quotidiane.
    • Dolore. Ha luogo a causa dell'infiammazione in atto nell'articolazione, che invia un messaggio ai centri nervosi deputati al trasporto del dolore.
  2. 2
    Riconosci i sintomi dello stadio avanzato. Quando l'artrite progredisce, diventa sempre più evidente. Controlla se soffri dei seguenti sintomi:
    • Indolenzimento. Se senti dolore dopo aver toccato il ginocchio, si tratta di una conseguenza dell'infiammazione in cui la parte colpita diventa dolorante, si arrossa e si gonfia.
    • Incapacità di camminare. Il dolore può aumentare col tempo tanto da non permetterti di percorrere lunghe distanze, soprattutto senza un bastone o un deambulatore.
    • Speroni ossei. Si sviluppano nell'articolazione che presenta il gonfiore, a causa dell'accumulo di acido urico.
    • Febbre. La febbre è una reazione del corpo a qualsiasi invasione esterna: si tratta di una risposta immunitaria automatica da parte del corpo.[3] L'immunità del corpo si rinforza a temperature elevate e, quindi, quando il batterio entra nell'organismo, la temperatura aumenta per combattere l'infezione.
  3. 3
    Informati sui fattori di rischio. Svariati aspetti entrano in gioco quando un soggetto soffre di artrite. Ciò che segue può predisporti a questa malattia:
    • Obesità. Il forte peso esercitato sulle articolazioni interferisce con il corretto funzionamento articolare.[2]
    • Infezioni. I germi riescono a farsi strada nell'articolazione attraverso la circolazione sanguigna o quando si verifica un taglio o una ferita che dà accesso ai batteri. Quando questi ultimi guadagnano un passaggio verso l'articolazione, possono provocare un'infiammazione che porta all'artrite.
    • Lavoro. L'artrite è comune nelle persone che lavorano in luoghi in cui sono tenute a camminare continuamente senza riposarsi. Questo porta l'articolazione a sovraffaticarsi, provocando infiammazioni che, a loro volta, causano l'insorgere dell'artrite.
    • Passati infortuni. L'artrite è frequente anche nelle persone che in precedenza hanno subito una lesione al ginocchio. Il ginocchio potrebbe guarire con un tessuto cicatriziale che rischia di pregiudicare il normale funzionamento del ginocchio.
    • Consumo di alcol. L'alcol aumenta il livello di acido urico nel corpo. Quest'ultimo si deposita in forma di cristalli nelle articolazioni, rendendole doloranti.[2]
    • Genetica. Infine, l'artrite è comune nelle persone che soffrono di malattie ereditarie che interferiscono con il corretto funzionamento dei muscoli, ostacolandone la contrazione e il rilassamento in base alle esigenze.
    Pubblicità

Consigli

  • A chi è obeso si consiglia di dimagrire, per alleviare la pressione sulle articolazioni e, quindi, ridurre il dolore.



Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Liberarsi di un'Unghia Incarnita

Come

Liberarsi Velocemente delle Emorroidi

Come

Trattare una Cisti Sebacea infetta

Come

Controllare se una Ferita è Infetta

Come

Capire se Hai una Neuropatia ai Piedi

Come

Migliorare la Postura

Come

Controllare i Linfonodi

Come

Curare l'Infezione di un'Unghia Incarnita

Come

Alleviare il Dolore delle Unghie Incarnite del Piede

Come

Rimuovere una Cisti Sebacea

Come

Riconoscere i Sintomi dell'HIV

Come

Trattare un'Insolazione

Come

Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena

Come

Verificare la Febbre Senza un Termometro
Pubblicità

Riferimenti

  1. 1,01,1Kennon, 2008
  2. 2,02,12,2Johnson, 2011
  3. Firestein & Kelley, 2013
  4. Firestein, G. S., & Kelley, W. N. (2013). Kelley's textbook of rheumatology. Philadelphia, PA: Elsevier/Saunders.
  5. Kennon, R. E. (2008). Hip and knee surgery: A patient's guide to hip replacement, hip resurfacing, knee replacement, & knee arthroscopy. Middlebury, CT: Orthopaedic Surgery, P.C.
  6. Johnson, J. (2011). Treat your own knee arthritis. Indianapolis, IN: Dog Ear Pub.
  7. Schumacher HR, Chen LX, Injectable corticosteroids in treatment of arthritis of the knee. Am J Med. 2005 Nov.
  8. Araujo CC, Leon LL. Biological activities of Curcuma longa L. Mem Inst Osawaldo Cruz. 2001;96:723–8.
  9. Badria FA, El-Farahaty T, Shabana AA, Hawas SA, El-Batoty MF. Boswellia-curcumin preparation for treating knee osteoarthritis: A clinical evaluation. Alt Complement Ther. 2002;8:341–8
  1. Banerjee M, Tripathi LM, Srivastava VM, Puri A, Shukla R. Modulation of inflammatory mediators by ibuprofen and curcumin treatment during chronic inflammation in rat. Immunopharmacol Immunotoxicol.
  2. Ghosh S, May MJ, Kopp EB. NF-k B and Rel proteins: Evolutionarily conserved mediators of immune responses. Annu Rev Immunol. 1998
  3. Almekinders LC. Anti-inflammatory treatment of muscular injuries in sport. An update of recent studies. Sports Med 1999.
  4. Andersohn F, Suissa S, Garbe E. Use of first- and second-generation cyclooxygenase-2-selective nonsteroidal antiinflammatory drugs and risk of acute myocardial infarction. Circulation. 2006
  5. Arendt-Nielsen L, Nie H, Laursen M. Sensitization in patients with painful knee osteoarthritis. Pain;2010
  6. Woolf CJ. Central sensitization: implications for the diagnosis and treatment of pain. Pain. 2011
  7. Rahnama N, Mazloum V. Effects of strengthening and aerobic exercises on pain severity and function in patients with knee rheumatoid arthritis;Int J Prev Med. 2012 Jul;3(7):493-8.
  8. Felson D T. Weight and osteoarthritis. Am J Clin Nutr 1996
  9. WHO Technical Report Series Obesity: preventing and managing the global epidemic. Report of a WHO Consultation on Obesity, No 894, June 1997. Geneva: World Health Organization, 2000

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 4 913 volte
Questa pagina è stata letta 4 913 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità